La Salernitana è in crisi

La Salernitana è in crisi

di Edoardo Blandino

 

Non è il momento migliore per affrontare il Torino. La Salernitana vive una settimana di inquietudine ed incertezza. I campani sono ultimi in Serie B con 0 punti in quattro giornate. Fino ad adesso sono arrivate solamente sconfitte. La più bruciante è sicuramente quella subita alla terza giornata contro il Modena. Il gol di Cozza ha illuso tutti i…

Commenta per primo!

di Edoardo Blandino

 

Non è il momento migliore per affrontare il Torino. La Salernitana vive una settimana di inquietudine ed incertezza. I campani sono ultimi in Serie B con 0 punti in quattro giornate. Fino ad adesso sono arrivate solamente sconfitte. La più bruciante è sicuramente quella subita alla terza giornata contro il Modena. Il gol di Cozza ha illuso tutti i tifosi di poter agguantare finalmente un risultato positivo, fino a 7 minuti dalla fine, quando i gialloblu hanno prima pareggiato e poi vinto con un gol al 4° minuto di recupero. La curva non ha preso bene la sconfitta ed ha iniziato a criticare i giocatori di scarso impegno. Anche il 2-0 patito sul campo della Triestina all’ultima giornata non migliorato i rapporti con il pubblico, anzi… Il posto di mister Brini, riconfermato dall’anno scorso, sembra ormai in bilico. La striscia negativa non sta piacendo alla dirigenza e se il Toro dovesse espugnare il campo nemico da posizione del tecnico salernitano potrebbe precipitare.

Tuttavia gli uomini di Colantuono non devono commettere l’errore di aspettarsi una gara facile. Anzi, sono proprio queste le situazioni più difficili da interpretare. Non si sa mai come potrebbe reagire l’altra squadra in un momento simile. Se da un lato c’è la speranza di trovarsi di fonte un avversario allo sbando, dall’altro c’è il timore di giocare contro un gruppo che ha fatto quadrato ed è pronto a disputare una gara “alla morte” pur di ottenere qualcosa di positivo. Difficilmente gli uomini di Brini si arrenderanno, anche perché in rosa hanno giocatori di esperienza come Cozza e Montervino, due veri lottatori. Il Toro dovrà quindi stare in guardia.

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy