La moviola di Roma-Torino 3-0: errore di Maresca “sanato” da Belotti

La moviola di Roma-Torino 3-0: errore di Maresca “sanato” da Belotti

Moviola / Gli episodi controversi del match tra giallorossi e granata, terminato con un successo per i ragazzi di Di Francesco

di Gualtiero Lasala,

Termina 3-0 la sfida tra Roma e Torino, con i giallorossi che infliggono una sconfitta troppo pesante agli uomini di Mazzarri. Un match che ha visto i granata sfiorare il gol in più di tre occasioni nel primo tempo, mettendo in seria difficoltà gli avversari, che sono stati anche in parte fortunati, vista l’imprecisione dei granata. Per quanto riguarda la direzione della gara da parte di Maresca, non ci sono episodi cruciali da sottoporre, ma solo qualche appunto.

Per prima cosa, è parso evidente il fatto che il metro di giudizio da parte dell’arbitro nei confronti di falli e contrasti sia stato a tratti molto severo. In più di una circostanza ha fischiato punizioni che hanno spezzettato il gioco, quando si poteva naturalmente lasciar correre: anche per quanto riguarda l’ammonizione subita da Ansaldi, la decisione sembra molto severa. L’argentino arriva sì in ritardo sul giocatore mancando il pallone, ma in una zona di campo nella quale non si potevano creare pericoli e soprattutto senza cattiveria.

Oltre a questo, c’è stato anche un episodio in particolare in cui l’arbitro Maresca ha commesso un errore, che però conta solo a metà. Sull’azione più pericolosa del Torino, Iago Falque ha servito un pallone meraviglioso per Andrea Belotti, che ha colpito la sfera mettendola di poco fuori da posizione molto favorevole. Il guardalinee ha ravvisato una posizione di fuorigioco del Gallo, che però non era reale. L’attaccante granata era perfettamente in gioco, e se avesse segnato il gol andava convalidato: quasi sicuramente, però, se Belotti avesse messo il pallone in rete, l’arbitro Maresca avrebbe visionato il VAR e avrebbe di conseguenza rimediato all’errore.

I gol messi a segno dalla Roma sono, infine, tutti regolari: sulla seconda marcatura Daniele De Rossi è tenuto in gioco da Ansaldi, e sulla terza, invece, non c’è fallo su Berenguer al limite dell’area giallorossa, situazione dalla quale è poi partito il veloce contropiede che ha portato Pellegrini e segnare il gol del 3-0.

2 Commenta qui
  1. sylber68 - 6 mesi fa

    CAIRO VATTENE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. igor - 6 mesi fa

    Nell’ articolo dice che se il Gallo avesse segnato , sarebbe intervenuto il VAR, ma purtroppo non è così perche per poter intervenire il Var l’ arbitro non deve fischiare il fuorigioco, come è successo a Bologna .

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy