La moviola di Genoa-Torino 1-2: giusto il rosso ad Ansaldi, ma c’era fallo su Molinaro

La moviola di Genoa-Torino 1-2: giusto il rosso ad Ansaldi, ma c’era fallo su Molinaro

Moviola / Gli episodi arbitrali più discussi nella sfida del Ferraris tra Genoa e Torino: manca almeno un giallo a Bertolacci

di Silvio Luciani,

Si è concluso con una vittoria il campionato del Torino, che nonostante qualche difficoltà nel finale ha portato via 3 punti da Marassi, sfatando un tabù che durava da 37 anni e superando lo score dello scorso campionato. Dalla partita del Ferraris arrivano diversi spunti interessanti tra cui l’addio di Perin, l’esordio di Milinkovic-Savic ma anche di Lorenzo Illuzzi in Serie A. L’arbitro della sezione di Molfetta, coadiuvato da Scarpa e Luciano, ha macchiato una prova con un errore abbastanza grave. Nonostante abbia lasciato giocare molto le due squadre, ha sbagliato nell’unico episodio dubbio della partita, ovvero il goal dei padroni di casa.

LEGGI – Le pagelle di Genoa-Torino

L’EPISODIO – Gli episodi più importanti del match sono proprio il goal del Genoa e l’espulsione di Cristian Ansaldi, entrambi negli ultimi 10 minuti della gara. Sulla verticalizzazione di Biraschi, Molinaro sembra in vantaggio su Lapadula ma l’attaccante ex Milan lo sgambetta e cadendo, il numero tre del Toro serve involontariamente l’assist per il goal di Pandev. L’arbitro non ravvisa il contatto, non viene aiutato da Pezzuto e Di Iorio al VAR, e quindi non annulla la rete del Genoa. Guardando il replay appare evidente l’irregolarità del contatto tra Lapadula e Molinaro: è stato, quindi, un errore non concedere la punizione ai granata.

LEGGI – Il tabellino di Genoa-Torino

CARTELLINI – Anche sui cartellini rimane qualche dubbio. Giusti entrambi i gialli mostrati ad Ansaldi che l’hanno costretto ad abbandonare il terreno di gioco al minuto 83. Il primo intervento è al minuto 47 del primo tempo: l’argentino sgambetta Medeiros al limite dell’area, in un’azione che si faceva pericolosa per i granata. Nulla da eccepire neanche sul secondo giallo, ingenuo il numero 15 ad intervenire dritto sull’uomo dopo essere stato superato da Omeonga. Gli altri due errori abbastanza evidenti sono le mancate ammonizioni per Bertolacci in almeno due occasioni. Il centrocampista è apparso inutilmente nervoso sia nel colpo rifilato sul volto di Ansaldi, in cui sembrava esserci un pizzico di malizia, che nel pestone su Belotti. Giuste le altre due ammonizioni per Nkoulou e Omeonga.

 

0 Commenta qui

Recupera Password

accettazione privacy