Juventus-Torino, Valeri falsa la partita: non c’è il rosso ad Acquah

Juventus-Torino, Valeri falsa la partita: non c’è il rosso ad Acquah

La moviola di TN / L’intervento del ghanese è sulla palla, e anche la prima ammonizione è un errore

di Redazione tvvarna

Si prospettava una serata durissima per Valeri, arbitro della sezione di Roma 2 designato a dirigere il derby della Mole, e serata durissima è stata: un derby di quelli veri, senza esclusione di colpi e con parecchie decisioni che hanno subito generato polemica, già in campo (guarda la reazione di Mihajlovic) sia nell’immediato post partita (leggi il faccia a faccia tra Vialli ed il tecnico granata).

Il nocciolo della discordia è ovviamente il fallo di Acquah al 12′ della ripresa, un evento che ha chiaramente cambiato il corso del match, costringendo i granata ad un secondo tempo di apnea e sofferenza. L’intervento del ghanese, però, è ampiamente sul pallone. Sullo slancio, poi, è chiaro che Mandzukic venga colpito, ma certo il granata non poteva smaterializzarsi. Ciò che invece poteva fare era ragionare un secondo di più sulla necessità di compiere quel rischioso intervento, al limite della regolarità (infatti inizialmente Valeri aveva lasciato correre, ma è stato il quarto uomo Costanzo a segnalare la scorrettezza), soprattutto considerando il fatto di essere già stato ammonito. E forse proprio la prima ammonizione è l’errore più grave da parte dell’arbitro, perché la manata tale da giustificare una sanzione non c’era, e così rischieremmo di parlare di un’altra partita.

La reazione di Ezio Rossi: “Di solito sono equilibrato, ma oggi…”

Tante le decisioni da prendere per Valeri: giusti i gialli a Moretti (13′ del primo tempo per fallo di mano) e Asamoah (sempre fallo di mano al 6′ della ripresa), Dybala dopo il gol è finito sul taccuino per le eccessive proteste per il prolungarsi dell’esultanza granata, Cuadrado spende il suo giallo per non far ripartire Belotti. Eccessiva invece la sanzione per Molinaro, ammonito per una cintura sullo stesso Cuadrado a centrocampo: il terzino andava ammonito al posto di Acquah nell’occasione precedente, probabile una sorta di cumulazione dei falli da parte del direttore di gara. Infine, all’89’ si poteva ammonire Alex Sandro.

Giusta, infine, la decisione di non dare il fallo su Belotti in ripartenza nel secondo tempo. Il contatto con Bonucci non è così veemente da essere sanzionato. Nel complesso,un match duro con tante situazioni al limite. Sulla più pesante, però, una serie di errori hanno cambiato la storia di questo derby.

13 Commenta qui
  1. torinodasognare - 2 anni fa

    Preferisco un presidente zitto che uno polemico e arrogante. Se si sbraita in troppi si rischia di passare dalla parte sbagliata.
    Le immagini parlano chiaro, che siano vialli e soci a giustificare l’ingiustificabile, noi siamo cristallini e questo mi basta.
    E guardate che quel goal di ljaic e il vantaggio fino al 90′ sono una grande spina nel culo dei gobbi, tutto si é svolto in casa loro per di più, tutto ciò mi rende orgoglioso.
    Poi del punto o dei tre punti nostri me ne frega poco, sono i due meravigliosamente tolti a loro che mi fanno godere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Calogero - 2 anni fa

    La cosa che più mi rattrista è che ormai siamo in serie A in pianta stabile da quanto: 5 anni? Ricordo almeno 4 – 5 derby con situazioni arbitrali dubbie a sfavore del Torino naturalmente e mai al contrario. Certo, ci sono state alcune situazioni dubbie anche in altre gare e con altre squadre avversarie, ma quasi mai con la stessa squadra e di continuo sempre solo a favore di una parte. Si lamentava Ventura, si lamenta Mihajlović, possibile che nessuno sappia riconoscere serenamente il merito e la supremazia di questi grandi campioni senza dover innescare polemiche spesso e volentieri? Devo dire che io se fossi un tifoso juventino, qualche domandina me la farei a riguardo. E’ vero il popolo juventino è piuttosto eterogeneo, ci sono i fanatici, ma quelli purtroppo li abbiamo anche noi, ci sono i simpatizzanti che capiscono veramente poco di calcio e da quelli non ci si può di certo aspettare commenti onesti e obbietti. Ma tra i sostenitori bianco neri, ci sono anche quelli sportivi e onesti con gli stessi buoni propositi nostri. E’ proprio questi che non riesco a capire, ma è possibile che come mi sono accorto io di queste: “STRANEZZE” nessuno di loro sia capace di mettere in dubbio la buona fede della propria società? Possibile che qualche d’uno dei calciatori stessi non si avveda quanto meno di certe stranezze? Certo ci sono di mezzo contratti e cartellini milionari, ma è possibile che tutti accettino serenamente tutto? Specie dietro una realtà come la Juve che già in passato si è macchiata di illecito sportivo e della revoca di scudetti? Capisco anche che Mihajlović si sia giustamente arrabbiato ieri e ritengo che abbia fatto benissimo a zittire Vialli che è un ex bianconero che come molti altri accettano troppo serenamente il verdetto del campo, mentre fari alcune domande mi pare veramente più che lecito…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 2 anni fa

      Basta vedere come hanno trattato Del Piero e quanti gobbi lo abbiano difeso contro la società..
      Il loro stile é vincere sempre a tutti i costi,fino alla fine come dicono loro,non importano i mezzi. L’onestà non é di casa,loro giustificano le lamentele con l’invidia,ma d’altronde il 95% del loro tifo é composto da un mix di ignoranti,che non sono in grado di capire molto oltre il volantino con istruzioni da scimmia allo stadio,poi ci sono tanti perdenti nella vita, che sperano di riscattarsi e ottenere per osmosi una aura da vincenti tramite i furti (ops successi) della loro squadra e infine criminali che sono per natura falsi,disonesti e approfittatori. A io avviso le brave persone che tifano quelle merde sono al massimo il 5% e li riconosci subito perchè non fanatici,poco appassionati e sanno ammettere ogni tanto le truffe. Ma gente rara…
      Il Toro è uno stile di vita,onesto e determinato contro tutte le avversità. Loro sono solo persone che vivono di luce riflessa,noi illuminiamo di Granata la nostra vita,i nostri figli e questa luce è forte e pura.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. LBgranata. - 2 anni fa

    E il signor Urbano Cairo dov’è.
    Non un commento anche su questo ennesimo furto.
    Ma lui per tutti i suoi interessi è connivente con le merde.
    Fosse successo al Napoli De Laurentis avrebbe sbraitato contro tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Rock y Toro - 2 anni fa

    Però anche Miha perché vuol sempre strafare, metti gustafson invece che iturbe e reggi il centrocampo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. luna - 2 anni fa

      Iturbe era l’unica possibilità per tenere ipegnati gli avversari e l’unica possibilità di tenere alta la squadra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. WGranata76 - 2 anni fa

    Tutto l’arbitraggio dai primi minuti era scandaloso e faceva capire l’andazzo.
    Stesso fallo di Molinaro fatto da Benatia su Belotti niente giallo.
    Tre falli di Lichtsteiner di fila di 10 minuti e lamentele su ogni singolo fallo ed ha finito la partita impunito.
    Primo giallo su Acquah inesistente al limite del giallo per simulazione di Dybala che fa una scenata da dramma greco.
    Niente giallo per fallo da dietro combinato tra Rincon (da giallo) e Bonucci su Belotti.
    Primo fallo di Mandzukic su Rossettini che sbraccia per liberarsi e Valeri richiama solo il Granata con veemenza peralteo vittima del fallo…nessuna sudditanza e volontà di imporre un arbitraggio a senso unico vero?
    Poi si continua ammonizione inesistente su fallo inesistente che porta al Rosso,niente giallo per fallo da dietro di Mandzukic su ripartenza,stessa cosa su Alex Sandro che fa sgambetto anche lui poco dopo sempre su Iturbe.
    Il quarto uomo ha fatto il disastro vero,ma tutta la terna ha giocato con i gobbi.
    Sono solo dei venduti e spero che paghino pesantemente in Champion’s con torti subiti e di nuovo a favore del Real,almeno subiranno anche loro una volta ogni tanto quello che noi e il calcio italiano subisce da parte di sti infami mafiosi da 50 anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 anni fa

      Non aggiungo altro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. rossogranata - 2 anni fa

    Negli ambienti sportivi e soprattutto nel calcio e ancor di più con la juve abbiamo assistito a comportamenti arbitraggi corrotti da scrivere un volume di pagine come la Divina Commedia. Un giorno forse qualcuno scriverà questo libro.
    la MISERIA UMANA di certe persone non ha limiti !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. luna - 2 anni fa

    Espulsione ingiusta, ma è stato solo un caso che si sia rivelata ingiusta; Voglio dire che un’entrata del genere in quella parte del campo è pazzesca ed inutile, se consideriamo poi la grande velocità nello specifico di Aquah che poteva correre ed infastidire l’avversario neutralizzandolo senza rischi, be dobbiamo migliorare ancora molto in termini di concentrazione e di ragionamento, cosi come la punizione di Ljiajc tirata senza pensare ad ottimizzare il possesso palla.
    Una cosa è certa il TORO ha onorato la sua storia, grandissima prestazione, resta il rimpianto di aver cambiato troppo tardi il modulo di gioco e(forse)non aver creduto sbbastanza nele partite precedenti.
    Con questa carica, concentrazione e con questo spirito visto, l’andamento delle altre saremo potuti piazzarci tra le prime quattro di serie “A”.
    Questa partita potrebbe essere quella della svolta per il prossimo campionato, un paio di rinforzi in difesa e a centrocampo e diventeremo molto competitivi in campo internazionale.
    FORZA TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

      Luna: e i gialli nel primo tempo? Stessi falli, decisioni diverse. Il caso non abita a casa gobbi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

    Espulsione a parte, sono state le tre ammonizioni “preparate ” nel primo tempo a generare il rosso ad Aquah. Loro avevano fatto con Lichsteoner e Quadrado falli identici senza subire il giallo. È questo che fa pensare male, per cui contro i gobbi si gioca sempre in 11 contro 15 (il quarto uomo ha decretato il rosso )
    Quello spot che recitava “ti piace vincere facile” devono averlo ispirato loro.
    Niente di nuovo sotto il sole.
    Ieri gran partita dei nostri, sottotono solo Belotti, che farebbe meglio a restare ancora con noi se vuole diventare un campione. Ieri si è vista la differenza fra lui e Higuain, che odio, ma è davvero micidiale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 2 anni fa

      Agnelli : eh dai fa fuori i polmoni del toro, quell’acquah corre per due.
      Valeri: si padrone, obbedisco, e poi non voglio che nessuno si faccia la bua per la semifinale di Champions.

      L’anno prossimo se Cairo fa il suo mestiere, se il Gallo resta vi grigliamo al nostro stadio merde a strisce!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy