Inter-Torino: Niang verso la seconda panchina consecutiva

Inter-Torino: Niang verso la seconda panchina consecutiva

Verso il match / Ecco le cause di una provvisoria delusione: errata collocazione tattica e poco spirito di sacrificio

5 commenti

Il giocatore più caro dell’era Cairo è diventato una riserva del Torino. M’Baye Niang va verso la seconda panchina consecutiva, in vista di Inter-Torino: potrebbe entrare a gara in corso, e rendersi così partecipe di un piccolo derby personale – per lui che ha trascorso anni nel Milan – ma due esclusioni consecutive, se così fosse, non possono che fare scalpore. Fortemente voluto da Sinisa Mihajlovic, l’esterno franco-senegalese (giunto con un’operazione dai 15 milioni complessivi) ha innegabilmente deluso nelle 8 partite in cui è stato chiamato in causa, sempre da titolare; e il tecnico serbo, contro il Cagliari, lo ha di fatto “epurato”, lasciandolo in panchina per il match in cui si giocava la permanenza.

LEGGI: Torino, chi gioca contro l’Inter? Miha, che nodi in difesa e in mediana

Arrivato a Torino l’ultimo giorno di mercato, per scusare le sue prestazioni non sufficienti è stata tirato in causa, forse in maniera esagerata, l’alibi della scarsa forma fisica: in realtà Niang ha svolto normalmente la preparazione estiva insieme al Milan, stando fermo solo gli ultimi dieci giorni di mercato a causa del certificato medico che presentò al club rossonero per non allenarsi e decidere il suo futuro. Altresì il “non giocava da due anni” che Mihajlovic pronuncia ogni volta che parla di Niang non sembra, dati alla mano, corrispondere al vero. Nella stagione 2016/2017, tra Milan e Watford, ha infatti totalizzato 32 presenze.

POCA UMILTA’ – Cause di quella che fin qui si può definire una delusione bella e buona sono in primis il collocamento tattico riservato a Niang: la posizione di esterno del 4-2-3-1, che lo chiamava a compiti importanti in fase difensiva, non faceva certamente per lui (tutto è tranne che un faticatore) e, come succede quando in una catena di montaggio non funziona un ingranaggio, tutto ciò ha causato dei danni per l’intera squadra. Inoltre anche il giocatore è sembrato spesso avere un atteggiamento di superficialità e di poca umiltà, come se la sua grande qualità fosse sufficiente per fare la differenza, quando non è così se non è accompagnata dallo spirito agonistico. Atteggiamento da rivedere che è stato notato anche dal pubblico del Grande Torino, che gli ha riservato più di qualche fischio al momento della sua uscita dal campo, nella gara contro la Roma.

Sulla traversa presa a Firenze si è dunque fermata provvisoriamente l’avventura di Niang al Torino; nel 4-3-3, come evidenziato in precedenza su queste colonne, diventa difficile rinunciare a uno tra Falque e Ljajic per fare giocare Niang. Ora Mihajlovic è costretto a risolvere il rebus: il giocatore è da ricostruire fisicamente e mentalmente, e gli va trovata una collocazione in uno scacchiere tattico che per ora non prevede spazio per lui. Nel frattempo, un po’ di panchina non può che portare ad una sana riflessione.

5 commenti

5 commenti

  1. Luke90 - 2 settimane fa

    Ohh!!! Finalmente ql.no si è reso conto che non è vero che son due anni che non gioca…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Wallandbauf - 2 settimane fa

    Cmq niang non è diventato brocco all’improvviso, lo è sempre stato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 2 settimane fa

    Ottimo articolo che in maniera analitica e razionale riassume il problema Niang.
    Si perche’ e’ e restera’ un problema, fin quando o si da una mossa o gli troviamo un’altra squadra.
    Purtroppo dubito che qualsiasi altra squadra al mondo spenda più di 4/5 milioni (sembrano già troppi per quanto visto finora!)

    Quindi well done Miha (a milano i tifosi milanisti ancora godono che si sono liberati del pacco), son quasi due milioni a gara per ora, un prezzo un po’ caro, senza contare che senza di lui (e magari con una riserva del gallo all’altezza) avremo 5/6 punti in più, una classifica migliore e un umore nella squadra migliore.

    Quali sono le opzioni ora di Miha?
    Recuperarlo fisicamente e soprattutto psicologicamente, insegnarli a fare il TERZINO, il CENTROCAMPISTA e come attaccante forse ha bisogno di imparare ancora tanto, visto che non e’ che abbia proprio un gran fiuto del goal.

    Tutto questo con un Ljacic e uno Iago in gran forma, il Gallo ora rientrato (magari almeno provare Niang prima punta? Al posto dell’acerbissimo Sadiq..)

    La vedo dura e sinceramente mi pare più sensato accettare l’errore, farlo marcire in panca tutto l’anno perché perdere partite, tifosi, la stessa panchina mi sembra un costo più alto.

    Poi se si sveglia, bene, qualche mezz’ora, qualche chance a fine partita di cambiare i risultati…

    Ci credo poco cmq.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. torotranquillo - 2 settimane fa

    Articolo centrato perfettamente. Ci sono, almeno da parte mia, decine di scusanti per ogni giocatore. Quel che non deve mancare è l’impegno e Niang è sembrato a volte scollato dal clima partita, avulso totalmente dalla passione che dovrebbe permeare ogni giocatore. Specie chi sa che il suo allenatore si gioca per lui la faccia. Per domani la formazione dovrebbe essere semplice: unica avvertenza è che schierare 4 convalescenti o miracolati (Belotti e Lyanco) non è geniale e potrebbe portare infortuni o problemi nel secondo tempo. Obi, Ansaldi, Lyanco e Belotti devono essere titolari, ma solo a recupero avvenuto perfettamente. Sul terzino destro occhio che l’Inter ha una serie di lunghi da far paura: Skriniar, Vecino, Gagliardini, Peresic e naturalmente Icardi e sui corner e sui rinvii De Silvestri può servire. Barreca mi piace molto quando spinge ma sulle diagonali e sui colpi di testa e in marcatura è molto molto acerbo. Per me: Sirigu, De Silvestri (certo il duello con Peresic mette paura), Ansaldi, ‘N Koulou, Moretti (Lyanco con attenzione, non è con l’Inter che dobbiamo vincere e Moretti è un signor giocatore), Rincon, Obi, Baselli, Iago, Liajc, Belotti. Sono opinioni, naturalmente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. CUORE GRANATA 44 - 2 settimane fa

    L’articolo, a mio avviso, focalizza perfettamente la questione.Condivido in toto.FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy