Inter-Torino, Cairo: “Con gli esoneri non ho mai risolto nulla: appoggio Miha”

Inter-Torino, Cairo: “Con gli esoneri non ho mai risolto nulla: appoggio Miha”

Pre-partita / Il presidente granata: “Mai pensato all’esonero di Mihajlovic. Niang? Deve recuperare la forma”

5 commenti

Prima dell’inizio del match tra Inter e Torino, ai microfoni di Mediaset Premium ha parlato il presidente Urbano Cairo. Ecco le dichiarazioni del presidente granata: “Gara importante, contro un Inter in forma e che è seconda in classifica. Noi dobbiamo giocare come sappiamo con cattiveria agonistica, io sono molto fiducioso e penso possa andare bene. In ogni caso non ci dobbiamo dimenticare che l’Inter è una grande squadra”.

L’argomento di conversazione poi si sposta, inevitabilmente, su Andrea Belotti: “Per noi è fondamentale, l’anno scorso è stato il nostro capocannoniere. Però noi dobbiamo pensare più al collettivo”.

Dagli studi di Mediaset poi arriva una domanda sul possibile esonero di Sinisa Mihajlovic, dopo la partita contro la Fiorentina: “Noi non ci pensavamo minimamente. Il mister era in un momento di difficoltà ma noi l’abbiamo sempre appoggiato. Io ho fatto diverse esperienze di cambio allenatori ma non sono mai andate a buon fine. Poi abbiamo un allenatore come Sinisa, quindi l’esonero non avrebbe proprio senso”.

Infine, il presidente commenta la situazione di Niang: “E’ arrivato due mesi fa, ha fatto un ritiro un po’ frammentato. Come per tutti i giocatori l’allenamento è fondamentale e anche lui deve trovare la forma fisica. Lui ha uno stra-potere fisico e può fare la differenza. Io sono sicuro che farà bene e sono convinto dell’investimento che ho fatto”.

5 commenti

5 commenti

  1. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

    Su una cosa non si può contestare: Da quando è presidente non ricordo una sola stagione in cui l’esonero di un allenatore abbia portato risultati positivi . Mihailovic è sicuramente criticabile,talvolta anche indifendibile, quindi contestabile da noi tifosi ma trovo giusto che la società difenda le proprie scelte mantenendo comunque un profilo coerente tirando le somme a fine stagione,solamente in quel momento….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 2 settimane fa

      Credo che valga anche per altre squadre, alla fine l’esonero e’ più uno spauracchio per far cambiare strategia all’allenatore più che allenatore.
      Con un allenatore si prepara un percorso, cacciarlo significa ripartire da zero…

      Altrimenti il Palermo sarebbe stato da scudetto con tutti quegli esoneri!

      Chiaro che se Miha fosse andato ‘per la sua strada’ contro ogni razionalità, alla Zeman, per un altre due o tre partite col cavolo che restava, alla fine ci sono soldi in ballo, il valore della squadra, obiettivi di classifica, ecc.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. CresciutoaPaneeTORO - 2 settimane fa

    Se oggi perde lo esoneri eccome, non è che una vittoria striminzita col cagliari cancella un 89% di voti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Filadelfia - 2 settimane fa

    Parli anche quando si perde Presidente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. silviot64 - 2 settimane fa

    Forza Toro!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy