Inter-Torino: 20 anni dopo, Miha sogna un nuovo sgambetto a Spalletti

Inter-Torino: 20 anni dopo, Miha sogna un nuovo sgambetto a Spalletti

Testa a testa / Duello infuocato tra due allenatori di personalità: e il tecnico granata ha la memoria lunga…

1 Commento

Un nuovo sgambetto, 20 anni dopo: è questo che Mihajlovic si augura di ottenere dalla sfida del Meazza contro l’Inter del collega Spalletti. Una sfida nella sfida tra due tecnici dalla personalità forte e spesso divisiva, ma certamente mai banale: come non banale è stata la conferenza stampa pre partita del serbo, che ha dimostrato di avere la memoria lunga: “È vero che una volta gli (a Spalletti, ndr) ho fatto un dispetto: quando allenava la Sampdoria, io giocavo nella Lazio, feci tre gol su punizione e lui fu esonerato. Magari non se lo ricorda, glielo ricordo io adesso…”

LEGGI La conferenza stampa di Mihajlovic: “Saremo coraggiosi”

SINISTRO MAGICO – Se lo ricorderanno sicuramente i tifosi di Lazio e Sampdoria quel 13 dicembre del 1998, giorno in cui Mihajlovic stabilì un record tutt’ora imbattuto: tre punizioni dirette, tre palloni alle spalle di Ferron, allora estremo difensore blucerchiato. “Tiravo meglio le punizioni dei rigori”, ricorda spesso il tecnico del Torino, e all’epoca doveva essersene accorto anche colui che all’epoca era solamente un giocane allenatore emergente, che pagò a caro prezzo quella tripletta. Il match finì infatti 5-2 per i capitolini, che avrebbero chiuso quella stagione ad un solo punto dal Milan campione d’Italia. Spalletti, invece, a causa di quel match fu esonerato dalla guida della Samp, dopo 13 punti in altrettante partite. Riprenderà la guida dei liguri dopo 7 giornate, ma non riuscì a guidarli fuori dalla zona retrocessione.

DI NUOVO FACCIA A FACCIA – Oggi, a quasi 20 anni di distanza, Mihajlovic sogna un altro colpaccio. Ai granata, contro una squadra che in casa ha sempre vinto, anche una vittoria sporca, per 1-0, su calcio di punizione potrebbe andare benissimo. Purtroppo per il Toro, a batterlo non potrà scendere in campo Mihajlovic. E Spalletti, almeno per questo, può già tirare un sospiro di sollievo.

1 commenti

1 commenti

  1. prawn - 2 settimane fa

    Può anche succedere il contrario, tre pappine di Spal etti a Miha e quest’ultimo esonerato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy