Inter-Torino 1-1, Sirigu decisivo: così il portiere punta alla Nazionale

Inter-Torino 1-1, Sirigu decisivo: così il portiere punta alla Nazionale

Focus On / Il portiere del Toro ancora una volta si è espresso con parate decisive, alcune anche molto pregevoli: di questo passo potrebbe puntare il terzo posto da portiere in Nazionale

3 commenti

Il Torino, dopo aver ottenuto un importante pareggio contro l’Inter a San Siro, può godersi alcuni dati molto positivi, da diversi punti di vista. Uno di questi è senza ombra di dubbio la costanza di Salvatore Sirigu, portiere granata: non si scopre di certo oggi che l’ex Paris Saint Germain sia un giocatore di alto valore e che abbia le potenzialità per essere protagonista in questo Toro, ma è giusto sottolineare e premiare la sua costanza, che hanno permesso alla squadra granata di ottenere risultati positivi.

Maiuscola, ancora una volta, la prestazione vista a Milano contro l’Inter di Spalletti. Interventi precisi, gestione del pallone con i piedi quasi impeccabile e, soprattutto, autore di una parata su Skriniar che ha fatto saltare sulle sedie: colpo di testa a botta sicura da pochi metri del gigante nerazzurro, che non aveva fatto i conti con Sirigu. Il portiere del Toro si è disteso e con un colpo di reni ha allontanato il pallone fuori dalla porta, mettendolo in calcio d’angolo e salvando – di fatto – il Torino stesso. Questa parata è di certo emblematica per il momento di Sirigu e per la partita di domenica, ma il portiere ne ha effettuate altre, molto importanti, che hanno salvato il risultato. Incolpevole, invece, sul gol di Eder: errore difensivo del Toro, e Sirigu non ha potuto metterci una pezza in quella circostanza.

Le sue prestazioni ad alto livello ormai sono una costante: dopo un primo periodo di adattamento (assolutamente normale e necessario), il portiere del Torino non solo non ha più sbagliato, ma si è reso anche l’uomo in più di questo Toro. Per queste motivazioni, non può che restare sullo sfondo l’obiettivo di centrare la Nazionale: Ventura ancora non lo ha preso in considerazione, preferendogli Mattia Perin come terzo, ma se il portiere granata dovesse continuare di questo passo, è sicuro che il Ct non lo ignorerebbe.

3 commenti

3 commenti

  1. abatta68 - 2 settimane fa

    …io non oso nemmeno ricordare tutti i commenti che snobbavano questo acquisto che, non a caso, è stato il primo ad essere portato a termine dopo una lunga trattativa e, ad oggi, non farei a cambio con nessun altro portiere. A volte non perfetto nelle uscite (ma come tantissimi altri portieri di serie a) ma tra i pali, per il fisico e per coraggio nelle uscite a terra mi ricorda vagamente Castellini. Non so quanti bei punti abbiamo portato a casa per merito suo, ma anche nelle partite perse non si è mai dato per vinto, parando anche l’imparabile. Un grande acquisto di cui ero certo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rokko110768 - 2 settimane fa

    Sirigu è una certezza. Il perfetto sostituto di Hart, secondo me anche meglio tecnicamente. Con un buon laterale destro e Rincon davanti alla difesa per me siamo tosti e poco superabili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granatissimo - 2 settimane fa

      A regime: Sirigu in porta, Ansaldi a destra, Barreca a sinistra, Lyanco e N’Koulou centrali e Rincon muro davanti alla difesa….E poi ne riparliamo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy