Gasperini meglio di Mihajlovic: sa cambiare il volto di una partita

Gasperini meglio di Mihajlovic: sa cambiare il volto di una partita

Il confronto / Il cambio del tecnico di Grugliasco decide il match: l’Atalanta del secondo tempo domina

30 commenti

Toro e Atalanta si dividono un tempo e il risultato finale, è vero, ma l’impressione generale è che sia stato Gasperini ad andare più vicino alla vittoria, rispetto a Mihajlovic. Perciò il tecnico orobico vince il duello perché nell’intervallo riesce a cambiare il corso degli eventi del match, cambiando un uomo decisivo (Ilicic per Kurtic) e la mentalità della sua squadra.

LA PARTITA – Mihajlovic conferma il consueto 4-3-3, senza sorprese nella formazione iniziale, Gasperini ripropone Spinazzola sin da subito titolare e scioglie l’unico ballottaggio, quello tra Kurtic e Ilicic, a favore del primo sloveno. Nella prima frazione, nessuna delle due squadre gioca bene (anche a causa di un manto erboso probabilmente ghiacciato). Il Toro palesa i soliti limiti nella manovra e, anche spiazzato dal pressing forsennato a tutto campo di un’Atalanta che punta sull’uno contro uno, è costretto a chiamare in causa tante volte il portiere con retropassaggi. Tutto sommato però è il Toro a farsi preferire, creando qualcosa di più – due ottime parate di Berisha, prima su Obi e poi su Ljajic – e andando in vantaggio con N’Koulou. Buona la fase difensiva, con Sirigu che non corre rischi: il nuovo assetto difensivo si conferma funzionante e Petagna e Gomez non appaiono in serata. Dietro di loro, Kurtic non si vede quasi mai.

CAMBIO DI MARCIA – Nell’intervallo Gasp scuote la sua Atalanta e sin dai primi minuti della ripresa si vede un’altra squadra in campo. Anche perché Ilicic entra al posto di Kurtic e fa quel che vuole sulla fascia destra, andando in gol e creando altre situazioni pericolose. La squadra di Bergamo gioca decisamente meglio dei granata: mette in mostra automatismi funzionanti, proprio come quello che porta al gol di Ilicic, e si rende pericolosa più volte dalle parti di Sirigu, dominando a tratti la partita. Qui l’unica colpa dell’Atalanta è non riuscire a segnare la seconda rete. Solo nel finale il Toro prova a farsi vedere dalle parti di Berisha, soprattutto grazie ad iniziative personali di un Belotti che prova a suonare la carica.

I CAMBI – Gasperini, come detto, “vince” il confronto tra allenatori con il cambio decisivo nell’intervallo tra Ilicic e Kurtic. Mihajlovic è costretto a giocarsi un cambio forzato al quarto d’ora del primo tempo, a causa dell’infortunio di Ansaldi: lo sostituisce Barreca. Per come è stata la partita del canterano granata, è stato un evento che ha influito sul match. Nella ripresa, Mihajlovic è passato al 4-2-3-1 sostituendo Obi con Boyè. Non male l’ingresso in campo dell’argentino, che è riuscito ad aiutare Barreca in fase difensiva e anche a fornire qualche palla in più a Belotti. Ma comunque troppo poco per pensare di vincere la partita. Nel finale, anche uno spezzone per Simone Edera, tornato in campo in Serie A dopo tre mesi.

30 commenti

30 commenti

  1. rossogranata - 2 settimane fa

    SE a quanto dicono i giornali al dopo-partita di domenica scorsa si sono incontrati in gran segreto i massimi dirigenti granata con l’allenatore Gasperini, per prospettare un eventuale accordo per il giugno del prossimo anno. Allora finalmente qualcosa comincia a muoversi in concreto. Comunque vadano le cose in queste ultime due partite,per non finire tutti stressati (giocatori e anche tifosi) speriamo che provvisoriamente si possa trovare una soluzione per il resto del campionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Grande Torino - 2 settimane fa

    Ogni volta che il Toro incontra una squadra con un allenatore discreto sono guai. Sarà un caso?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ciampo - 2 settimane fa

    Con questo allenatore non si va da nessuna parte che cosa hanno visto in lui ? Perché il Milan l’ho ha lasciato andar via senza problemi ? Ve l’ho dico io INCAPACITÀ, tutto qui…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. rza78 - 2 settimane fa

    Il titolo potrebbe anche essere “Anche un bambino è meglio di Mihailovic”. 4 vittorie in 15 partite, gioco 0 e lui che cosa risponde? che è colpa di belotti che non segna più. Pareggio senza gioco con Atalanta (che in trasferta non ha mai vinto quest’anno) che sinceramente avrebbe forse meritato qualcosa in più e quale è la sua analisi? “colpa di barreca”. Io capisco che uno non si dimetta ma almeno prendersi una qualche responsabilità quando si prende 1 milione e mezzo all’anno e non si è capaci di allenare….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Granatissimo1973 - 2 settimane fa

    Una squadra abulica che non vince mai…Belotti da gallo a gallina, Liajc sarebbe da rimandare in Serbia con il mister. E poi qualcuno mi spieghi berenguer il colpo d’estate addirittura soffiato al napoli…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Granatissimo1973 - 2 settimane fa

    Esonero quando? Aspettiamo di essere a quanto dalla terz’ultima? 3 punti? 2 punti?
    Una vittoria in quasi 10 partite ? Qui siamo al disastro signori miei altro che

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ciccio76 - 2 settimane fa

    Solo Gasperini fa meglio del ns. allenatore?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Granatissimo1973 - 2 settimane fa

    E da stasera siamo sulla parte destra della classifica…Cairo come tutti quelli che lavorano nella pubblicità ha dimostrato in dieci anni di saper vendere non solide realtà ma sogni e fumo negli okki

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13658235 - 2 settimane fa

    Ci piacerebbe giocare alla pari con gli altri …….quindi con un allenatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. maraton - 2 settimane fa

    volevo fare pubblicamente i complimenti a gattuso per essere riuscito a far fare il primo punto in serie A al benevento!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 2 settimane fa

      c’e’ poco da stare allegri. ci passano tutti davanti, milan incluso….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. andre_football - 2 settimane fa

    A questo punto largo ai giovani perchè siano pronti per la prossima stagione; dovrebbero farcela a salvarsi con tranquillità perchè quest’anno forse è sufficiente arrivare a 35 punti. Fuori De Silvestri, Falque, Lialic, Niang oltre ai pensionati Moretti e Molinaro; non servono a fare la differenza, hanno un rendimento troppo scarso. L’unico degli anziani che puó giocare un pò è Burdisso, perchè la sua parte la fa sempre ed è utile per insegnare ai giovani ; quelli elencati sopra non servono neanche a questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Mario66 - 2 settimane fa

    Condivido il pensiero di Leo e aggiungo che allenatori di livello mai processano i singoli e cercano comunque di fare gruppo. Purtroppo ho già espresso la mia opinione su cosa succederà quest’anno. Miha fino alla fine dell’anno poi tanti saluti. Per noi malati di Toro solo sofferenza prima (campionato anonimo) e dopo (vendita giocatori migliori sull’altare delle valenze).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Leo - 2 settimane fa

    Con questo breve intervento rispondo anche a ABATTA68, MARATON e ALBERTO FAVA che molto gentilmente hanno replicato al mio post nell’ articolo sulla conferenza stampa del mister (e di questo li ringrazio). Naturalmente si tratta solo del mio pensiero anche se, e questo è un dato di fatto che non può essere ignorato, comincia ad essere il pensiero della maggioranza dei tifosi del Toro.
    (1) Gasperini può avere dato delle colpe alla squadra, ma non ai singoli, è cosa ben diversa.Invece il ns mister, da sempre, se la prende con questo e con quello facendo nomi e cognomi. E mi sembra davvero squallido, io almeno, di tanti allenatori che abbiamo visto al Toro, bravi e meno bravi, non ho mai visto fare questa specie di ridicolo “processo” ad ogni post-partita.Generalmente, per una questione di galateo, non si parla mai in questi termini né dei singoli né della squadra avversaria. Dire che la colpa è di Barreca, poi, dimostra stupidità: chi ha fatto entrare Barreca? chi ha allenato Barreca? chi ha preferito Barreca a Molinaro?. Un allenatore queste cose le sa e non si sogna di scaricare sui singoli le responsabilità perché dovrebbe SENTIRSI RESPONSABILE DI BARRECA.
    (2) Gasperini ha tratto una conseguenza dal suo ragionamento su TORO-ATALANTA: stiamo andando male. Invece per il ns. mister va sempre tutto bene, tutto fila liscio, siamo sempre in lotta per la uefa, ecc. ecc. Lo stesso errore di Montella al Milan, che di fronte ad una evidente carenza di gioco e latitanza di risultati, continuava a dire che era tutto OK, tutto a posto, ecc ecc
    (3) Gasperini SPESSO fa autocritica e nelle interviste non è raro che dica: “….forse avremmo dovuto salire di più in ripartenza…forse avremmo dovuto raddoppiare marcatura su X “. Il nostro mister MAI: non solo quindi sembra mancare totalmente di autocritica, ma (io credo) non riesce a dare una lettura credibile dal punto di vista tattico-strategico. Le sue scelte tattiche/strategiche sono SEMPRE esatte per definizione, se poi le cose non vanno come dovrebbero è colpa dell’arbitro, è colpa di Barreca, è colpa della VAR, ecc. ecc.
    (4) In definitiva io credo che Mihailovic non faccia per il Toro. Non voglio dire che sia male, ha alcuni pregi ma è un allenatore del tipo di Mancini…forza fisica + giocatori perfetti. Ma il Toro non potrà avere mai giocatori perfetti, deve avere allenatori furbi, tattici nati, che devono supplire alle carenza di organico per ottenere qualcosa che sia più della somma del valore dei singoli, allenatori in grado di inventarsi soluzioni, in grado di spiare l’avversario di turno e tendere un tranello….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 2 settimane fa

      sul punto 4 mi trovi completamente d’accordo, anche se a dire il vero fino agli anni 90 un buon tecnico tatticamente poteva fare molta differenza, oggi ritengo la percentuale si sia abbassata di molto. ciò non toglie che non reputo sinisa un’incompetente (io non ho mai allenato in serie A), ma sicuramente ci sono dei tecnici migliori. uno di questi per me è Mazzarri ormai finito nel dimenticatoio, ma che faceva giocare il napoli veramente bene. mi piacerebbe arrivasse un’altro anno per cominciare un nuovo ciclo (almeno triennale).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Leo - 2 settimane fa

        Tieni conto però che Mazzarri è un fissato del 3-5-2 incentrato sulle corsie esterne e sempre con questo modulo ha ottenuto risultati…sarebbe fondamentale avere degli esterni/mediani veri e propri, non Falque insomma ma Zappacosta per intenderci…cosa che, ora come ora, non so se abbiamo…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. r.ponzon_396 - 2 settimane fa

          Apprezzo gli interventi pacati e costruttivi di Leo e Granatiere di Sardegna, non sopporto gli altri (Pimpa in primis).
          Sempre grato a Cairo per tutto quello che ha fatto e sta facendo; apprezzo il Toro di oggi perchè lotta fino alla fine per vincere tutte le partite; apprezzo Miha perchè ha riportato in squadra l’ardore e la voglia di vincere dopo anni di paura e giropalla nella ns area tra Padelli, Moretti e Glick.
          Non è un caso se abbiamo solo perso 3 partite (la Juve ne ha perse 2…)
          Non sopporto i fischi allo stadio dopo una partita lottata; state a casaaaaaa !!!!!!!!!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granat....iere di Sardegna - 2 settimane fa

      Io condivido totalmente il tuo pensiero, pur rispettando e anche tanto il pensiero di alberto (a cui non sarò mai abbastanza grato di avermi indirizzato verso il Toro clubisogna Sassari) di maraton e abatta, fratelli che argomentano avendo sempre e comunque a cuore il bene del Toro. Il punto qui non è se il mister è bravo o meno. Il punto qui è se il mister è adatto al Toro attuale. Ecco io su questo punto ho sempre più forti perplessità. Senza entrare nel merito della persona, il nostro è un mister che si basa sulle qualità dei singoli, Gasperini si basa sul collettivo. Abbiamo noi una quantità di singoli di qualità superiore tali da sopperire alle deficienze del collettivo? Secondo me no. E allora devi trovare altre soluzioni che non passino solo dalle iniziative dei singoli. La domanda è: il nostro mister è in grado di farlo? Secondo me no. Poi su tutto il resto possiamo discutere ma io ormai credo che non ci sia possibilità di svolta se non cambiando guida tecnica, sperando che basti…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Veyser - 2 settimane fa

      A me fa veramente ridere il fatto che tu sia convinto, tanto da scriverlo che il tuo modestissimo parere sia quello della maggior parte dei tifosi…. Ma su quale base fai questa affermazione? Io potrei non essere d’accordo con te e visto che 20 amici la pensano come me posso affermare che la maggior parte dei tifosi è dalla mia parte… Ma smettiamola di fare gli allenatori, i presidenti e ultimamente anche i commercialisti e torniamo a fare il nostro lavoro…. Siamo tifosi e se vogliamo bene al nostro Toro limitiamoci a tifare…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Leo - 2 settimane fa

        Si tifa allo stadio, certo, ma non sui blog o nei circoli sportivi o al bar : in questi luoghi si parla, si critica, si discute, si obietta, ci si confronta….non capisco cosa possa significare “tifare” in questa sede, scrivere 100 volte “forza toro”? O scrivere un mantra “grazie cairo”? Basta leggere i giornali inglesi – e parlo dei grandi quotidiani inglesi con 300 anni di storia – giornali prudentissimi e misurati in fatto di politica e di esteri – per capire come sia giusto alzare i toni e dividersi in fatto di sport. E’ assolutamente sano e naturale. Continuerò imperterrito a sostenere l’incapacita’ di Mihailovic e la miopia di Cairo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Mario66 - 2 settimane fa

    Quanti rimpianti per Gasperini. Ad essere sinceri il mancato arrivo duca usato dal malumore della piazza per i suoi trascorsi con le me**e. Alcuni tifosi (?) del Toro sono proprio ridicoli. È come quello che per far dispetto alla moglie si taglia le p***e. Ricordo che questi ragionamenti i gobbi non li fecero con Serena e fecero bene perché in quell’anno con Aldo vinsero lo scudetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 2 settimane fa

      non è questione di tagliarsi le palle per far dispetto…., ma solo di memoria storica verso un personaggio che non ha mai nascosto di schifarci, sia quando era nelle merde, sia nel genoa, venendo a torino a giocare alla morte quando bastava un impegno normale e con un sorriso stampato sul volto dopo averci mandato in serie B. potrei capire se fosse l’unico allenatore capace di farci fare un salto di qualità, ma come lui ce ne sono altri, senza la sua spocchia e la sua arroganza bianconera

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. blackmapan_387 - 2 settimane fa

      Mario66 se ti piace come ragiona la squadra di Venaria è un tuo problema, forse hai sbagliato squadra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. policano1967 - 2 settimane fa

    il difficile nn e trovare chi e meglio di sinisa ma bensi chi e peggio di lui…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. maraton - 2 settimane fa

    certo che è veramente un mago della panchina. fà un cambio e chi entra gioca meglio di chi esce. quindi formazione sbagliata in partenza? se poi noi facciamo i cambi e non fanno MAI la differenza di che cosa vogliamo parlare?
    fermo restando che reputo gasperini più preparato di sinisa e mi piace per come fà giocare le sue squadre, e fermo restando che mi stà sui coglioni da quando allena la primavera delle merde e non lo vorrei mai vedere in panca al TORO 😉

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. prawn - 2 settimane fa

    Gasperini e’ meglio di Miha dalla nascita, non ci sono sorprese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 2 settimane fa

      a livello di carriera calcistica decisamente anche no 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 2 settimane fa

        aha no, pero’ come allenatore e’ meglio e come persona ( a parte le ombre gobbe, ma quello e’ solo campanilismo ) e’ meglio visto che non si e’ mai accostato a persone legate a genocidi (per quello che ne so eh..)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Fabius - 2 settimane fa

    Ma a quando esonero? Quando la matematica dirà che anche quest’anno saremo fuori dalla EL?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 2 settimane fa

      non serve la matematica. bastano gli occhi

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy