Torino: da Belotti ad Edera, la sosta può svuotare l’infermeria

Torino: da Belotti ad Edera, la sosta può svuotare l’infermeria

Il Gallo, Ansaldi, Edera, Lyanco, Burdisso e Obi: filtra cauto ottimismo per il recupero di tutti gli infortunati in vista del Sassuolo

di Redazione tvvarna

Era da diverso tempo che non si vedeva, in casa granata, una tale quantità d’infortuni praticamente simultanei: alla lungo degenza di Barreca, infatti, si sono sommati -in ordine – gli infortuni di Ljajic (poi recuperato per il Bologna), Ansaldi, Belotti, Lyanco, Edera, Obi e Burdisso. Un record che sicuramente non fa onore alla preparazione atletica granata. Ad ogni modo, questa pausa servirà prima di tutto a loro, gli infortunati: dopo il rientro di Ljajic nella lista dei convocati per il Bologna, filtra discreto ottimismo per il recupero di quasi tutti gli altri giocatori per la sfida che attende i granata dopo la sosta, ovvero quella contro il Sassuolo.

Iniziamo da Ansaldi e Belotti: entrambi stanno facendo lavoro atletico per rientrare al più presto, ma entrambe – chiaramente – non vogliono rischiare di peggiorare la situazione. Per quanto riguarda il Gallo, il numero 9 verrà sottoposto ad un ulteriore accertamento all’inizio della prossima settimana: da lì si capirà se potrà già essere recuperato per il Sassuolo. Filtra cauto ottimismo da questo punto di vista. Leggermente più delicata la situazione di Ansaldi, che come sappiamo ha subito un operazione poco meno di un mese fa: se non dovesse farcela per il Sassuolo, la sua presenza tra i convocati dovrebbe essere assicurata per la sfida di Benevento.

Veniamo, poi, a Lyanco e Edera: i due giocatori – alle prese con problemi di natura legamentosa – si sono dimostrati in netta ripresa negli ultimi allenamenti. Lo staff li valuterà al rientro, ma anche qui c’è ottimismo per un loro pronto recupero. Così come ottimista si era mostrato Mazzarri riguardo gli infortuni di Obi e Burdisso durante la partita contro il Bologna: “Non dovrebbe essere nulla di grave, al massimo salteranno qualche allenamento” (leggi qui). Nulla di che, dunque, per i due giocatori. Più complicata, invece, la situazione riguardante Antonio Barreca: il terzino ha problemi di pubalgia e le sue condizioni sono da monitorare.

Una pausa che si preannuncia importantissima soprattutto sul lato infortuni: Mazzarri spera di recuperare più giocatori possibili per le sfide contro Sassuolo e Benevento, in modo da cominciare a mettere in atto la sua idea di calcio con tutta la rosa a disposizione.

2 Commenta qui
  1. abatta68 - 11 mesi fa

    Quest’anno sta andando veramente male con gli infortuni, unico vero alibi che possiamo permetterci… quando ti vengono a mancare giocatori come Belotti, Ansaldi e Ljaic (oltre al recupero di forma di Njang) qualsiasi squadra và in difficoltà, a maggior ragione se ci sono limiti di fondo tecnico-tattici, come quelli manifestati da Mhjailovic. Molti infortuni sono stati determinati da scontri fortuiti, altri da veri e propri problemi di origine patologica (vedi Obi, Ansaldi e Barreca)… difficile ricondurre tutto ad una preparazione atletica sbagliata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 11 mesi fa

      tutto giusto, ma barreca purtroppo soffre di pubalgia cosa certamente non preventivabile all’inizio, mentre obi per fortuna fino ad ora di guai muscolari ne ha avuto solo uno, rispetto al passato grasso che cola. ansaldi invece è purtroppo recidivo. diciamo che paghiamo a caro prezzo i due infortuni del gallo, essendo il giocatore terminale offensivo della squadra, e un pò di testardaggine (?) di sinisa per non aver provato niang al posto di sadiq. magari cambiava nulla, ma chi lo sà?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy