Cosenza vuol dire solo gioie per il Toro

Cosenza vuol dire solo gioie per il Toro

Difficile trovare un’altra squadra con cui il Torino possa vantare precedenti tanto positivi quanto quelli che presenta il Cosenza. Inoltre, la prima sfida in assoluto tra le due compagini arrivò proprio in Coppa Italia: era l’Agosto del 1987, e fu un gol di Tullio Gritti ad espugnare il "San Vito", in campo c’erano anche i due attuali responsabili del settore giovanile Benedetti e Comi ed il team manager Ferri….
di Redazione tvvarna
Difficile trovare un’altra squadra con cui il Torino possa vantare precedenti tanto positivi quanto quelli che presenta il Cosenza. Inoltre, la prima sfida in assoluto tra le due compagini arrivò proprio in Coppa Italia: era l’Agosto del 1987, e fu un gol di Tullio Gritti ad espugnare il "San Vito", in campo c’erano anche i due attuali responsabili del settore giovanile Benedetti e Comi ed il team manager Ferri. In seguito, otto confronti, tutti in Serie B, con ben sette vittorie granata ed un solo pareggio.

In particolare, tra le mura amiche il Toro ha ottenuto il successo in quattro occasioni su quattro: nella cavalcata fascettiana dell’89-’90 fu 3-0 con gol di Cravero ed inusuale doppietta di Mussi (per i padroni di casa in tabellino si trova anche Bianchi, che però non era Rolando ma Alessandro); questo è anche l’unico precedente disputato all’allora Comunale, oggi Olimpico, poiché poi ci si trasferì allo Stadio delle Alpi. Quindi, tre gol anche nel 1996 (Scarchilli, Cristallini e Florjancic con aiuto arbitrale), una sola rete ma da tre punti nel 1998 (Ferrante su rigore), quindi un 2-1 (Maspero ed il carneade Peralta) nel giorno della festa-promozione con Camolese, il 3 Giugno 2001.

All’epoca, sugli spalti del "delle Alpi" non c’era certo un pienone, ma i poco meno di 28000 presenti sono comunque più di quanti ne possa contenere lo Stadio Olimpico quest’oggi. Se per il Toro sono cambiati i tempi, ancor più questo vale per un Cosenza che, dopo avere a più riprese sfiorato la promozione in A negli anni ’90, ha poi vissuto non un fallimento, ma una "cancellazione da ogni campionato professionistico". Rinata per iniziativa degli amministratori cittadini locali, in una terra dove non mancano i tifosi del Toro (in foto, rappresentanti del locale TC al Filadelfia) con il contributo -tra i pochi- di Gigi Lentini, oggi la squadra dei lupi della Sila è tornata in Prima Divisione, per riprendersi il posto che merita.

0 Commenta qui

Recupera Password

accettazione privacy