Chievo-Torino 0-0: al Bentegodi i granata s’incartano

Chievo-Torino 0-0: al Bentegodi i granata s’incartano

Il commento / I ragazzi di Mazzarri sprecano nel primo tempo e non riescono a pungere nella ripresa: s’interrompe a Verona la serie di vittorie

di Lorenzo Bonansea,

Non si sblocca la partita del Bentegodi: il Toro esce con un punto che serve a poco dalla sfida contro il Chievo, non riuscendo nel secondo tempo a bucare l’attenta difesa gialloblù. Poco coraggio dei granata, che non hanno messo la giusta intensità nei secondi 45′ per cercare di vincere la partita – dopo aver sprecato per altro un’ottima opportunità nel primo tempo con Belotti. Finisce 0-0 a Verona, s’interrompe la serie di vittorie di Mazzarri.

PRIMO TEMPO – Mazzarri riesce a recuperare Ljajic, e schiera quasi lo stesso undici visto contro l’Inter – ad eccezione di Rincon, che torna titolare scontata la squalifica. La partita, come da canovaccio, la fa sin da subito il Toro – col Chievo rintanato a protezione degli ultimi 20 metri davanti a Sorrentino. I granata cercano con insistenza Ljajic e Ansaldi, ma gli spazi non sono molti. La manovra dei ragazzi di Mazzarri è paziente, e al 15′ ecco i primi risultati: Ansaldi punta e salta Cacciatore, calciando con forza sul primo palo – trovando però il legno a respingere. Il Toro gioca bene nei primi venti minuti, Baselli recupera, Ljajic imposta e Belotti si danna per farsi trovare libero, riuscendoci al 20′ : imbucata del serbo per il Gallo, che in diagonale da ottima posizione non inquadra lo specchio. Grande occasione. Il Chievo si limita a coprire gli spazi e tentare qualche ripartenza, ma con scarsi risultati – visto che il trio granata si fa sempre trovare pronto. Nel primo tempo, però, il risultato non si sblocca – nonostante la netta supremazia granata.

VERONA, ITALY – APRIL 14: Salvatore Sirigu goalkeeper of Torino FC during the serie A match between AC Chievo Verona and Torino FC at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on April 14, 2018 in Verona, Italy. (Photo by Dino Panato/Getty Images)

RIPRESA – La ripresa inizia con lo stesso canovaccio del primo: Toro che attacca facendo muovere la palla da destra a sinistra e Chievo che si difende in undici uomini. Gli spazi sono pochi, e così i tiri dalla distanza diventano soluzioni intelligenti. Lo sa Ljajic, che al 9′ prova a sorprendere Sorrentino dai 20 metri, ma l’ex granata para facilmente in tuffo. Diversamente dalla prima parte del primo tempo, quando la palla circolava con velocità, il Toro perde lucidità nella manovra e il Chievo non si deve sforzare troppo per contenere i granata. Al 20′ tegola per Mazzarri: N’Koulou avverte un problema muscolare e chiede il cambio, al suo posto Bonifazi. Il Toro non riesce a sfondare, la gara è bloccata e sono sempre i tiri da fuori le uniche soluzioni trovate dai granata, ma Baselli non inquadra la porta al 25′. Entra anche Barreca per De Silvestri, ma il cambio non scuote particolarmente lo sviluppo del gioco del Toro, che rischia la beffa al 30′ – quando Cacciatore si divora a porta libera il gol del potenziale vantaggio dopo un uscita di Sirigu. A 5′ dalla fine entra Edera per il forcing finale, e il Chievo rimane in 10 per l’espulsione di Bani e Ljajic al 92′ impegna ancora Sorrentino, che respinge con buoni riflessi. E’ l’ultimo sussulto di una gara bloccata.

22 Commenta qui
  1. giulio16080_585 - 8 mesi fa

    Bella stagione, chiusa largamente in anticipo anche quest’anno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toro71 - 8 mesi fa

    Belotti all’andata sbaglio’ un rigore oggi si è mangiato un gol fatto….il Gallo quest’anno è davvero irriconoscibile….non si possono fare 13 pareggi è assurdo….Mazzarri ha ragione è difficile vincere se non si fa gol….un’altra occasione persa….come sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. genpar - 8 mesi fa

    Anche oggi, nonostante il risultato non sia arrivato, penso che si sia visto un Toro ben messo in campo: si nota la mano di Mazzarri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. genzil - 8 mesi fa

    E’ mancata lucidità nei momenti che potevano cambiare la partita, ma la squadra nel complesso non è andata male: penso che si vedano chiaramente il lavoro e l’organizzazione di Mazzarri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. masren - 8 mesi fa

    E’ stata una partita a senso unico… Siamo stati poco brillanti negli ultimi 20 metri, ma si è vista una squadra organizzata in campo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mik - 8 mesi fa

    La mediocrità del campionato italiano, di sti tempi, sta tutta nel tredicesimo posto dell’udinese in classifica, nonostante venga da ben 10 sconfitte consecutive. Altrove sarebbe stata già all’ultimo posto. E noi in cosi tanta qualità eccelsa non riusciamo ad andare in Europa?! Questo la dice lunga…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Marchese del Grillo - 8 mesi fa

    Mi sta venendo un dubbio assurdo e sono assalito all’improvviso dai sensi di colpa: che sia colpa mia che in settimana ho tagliato i capelli ed ho perso tutte le enrgie positive? E come se non bastasse non ho nemmeno indossato la mia solita felpa portafortuna!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 8 mesi fa

      Con questo post hai rivelato 2 caratteristiche essenziali della tua persona.
      1 Sei Sansone
      2 L’Universo ruota intorno a te…ahah (si scherza) :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. FVCGallo9 - 8 mesi fa

    ci è mancata freddezza sotto porta, come dice il ciclista Ferrero, le porte vanno penetrate e purtroppo oggi non è successo. Bene Baselli, Ljajic e la difesa in generale, ma male Iago e soprattutto un Gallo irriconoscibile purtroppo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. FVCG'59 - 8 mesi fa

    Difficile giocare contro una squadra che fa dell’anticalcio la sua filosofia…
    Però il Gallo si mangia un gol clamoroso, che avrebbe cambiato la partita, palo anche di Ansaldi e paratona, di ginocchio, su invenzione del solito Ljajic.
    Baselli ha fatto la sua miglior partita, Ljajic il suo l’ha fatto eccome, brava la difesa (con Sirigu un po’ sfarfallante) e ottimo ingresso di Bonifazi.
    Ansaldi ha spinto è fatto cose molto interessanti, mentre De Silvestri è stato meno bravo delle ultime partite.
    Rincon e Falque non mi sono piaciuti.
    Contro un chiedere così chiuso, perché non far giocare uno dinamico come Obi? Avrebbe anche offerto opportunità a Ljajic… Rincon va bene solo a rompere il gioco ma non chiedetegli appoggi in profondità o di proporsi per scambi di palla di prima: non ci è mancato contro l’Inter, puoi capire col Chievo chiuso a riccio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13814870 - 8 mesi fa

    che Gallo insignificante oggi…è oggi che si doveva vincere..Chievo ha fatto niente. ma non si vergognano x il secondo tempo???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. janlucas197_866 - 8 mesi fa

    Mazzarri hai paura della tua ombra, si fa male un difensore e metti un altro difensore ??? dovevii mettere un centrocampista e passare a 4 dietro !!! cosa cazzo servono 3 centrali contro un Chievo che gioca per il pari dal primo minuto ??? e cosa cazzo ci serve un punto ??? eh dai SVEGLIATI !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ebarberis197_170 - 8 mesi fa

      …in effetti che il Chievo giocasse per il pareggio era evidente dal primo minuto…e Mazzarri non ha “osato” più di tanto…se l’Europa fosse davvero stato un obbiettivo, forse il Toro avrebbe dovuto essere più aggressivo ed Edera andava inserito prima…E’ però anche vero che se nel primo tempo i tiri di Ansaldi e del Gallo fossero entrati……………………………..Alla fine…va bene così. Piedi per terra e pensiamo alla prossima partita col Milan.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. genzil - 8 mesi fa

      Penso che il mister non abbia sbagliato in quel caso: è una squadra che nelle ultime settimane ha fatto molto bene giocando a tre dietro, quindi ci sta la scelta di non cambiare modulo e, di conseguenza, gli equilibri di una squadra che sta facendo bene con la difesa a tre

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Marchese del Grillo - 8 mesi fa

    A pensar male si fa peccato! Io non ci credo che si possa giocare una partita in questo modo con avversari non pervenuti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. prawn - 8 mesi fa

    Goals cosi’ non li sbagli, non nella precaria situazione del toro, non con i punti persi a destra e a manca. non ci sono semplicemente scusanti, due metri dalla porta, sorrentino lontano.

    goal che non fai come questi li paghi cari, perche’ loro difendono in 11 e praticamente non giocano a calcio, giocano a far fallo.

    mazzarri oggi meno bene del solito (impostazione ottima) ma e’ chiaro che alcuni (iago su tutti) hanno bisogno di rifiatare ed edera poteva entrare prima.

    su n’kolou c’e’ poco da fare, il cambio di barreca non l’ho capito molto, forse lollo non stava bene.

    senza andare a ravanare le statistiche cmq ho l’impressione che vinciamo quasi sempre quando obi e’ in campo e io almeno un tempo l’avrei fatto giocare

    vediamo che fanno le altre, ma questo complica la situazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 8 mesi fa

      È importante non aver perso. L europa league non l abbiamo persa oggi e anche si fosse vinto comunque bisogna vedere il risultato delle altre…da qui alla fine più casistica ha Mazzarri a disposizione e meglio è…Per andare in Europa si dovrebbero vincere tutte e comunque non sarebbe sicuro, anche quest anno ci dobbiamo accontentare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 8 mesi fa

        È importante non aver perso? Ma mi spieghi a cosa serve? Oggi bisognava vincere senza se e senza ma! Oggi si doveva e si poteva, Dio bon!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 8 mesi fa

          Perché se questi perdono si fanno di nuovo la cacca addosso e ci tocca vedere un finale di stagione pessimo…certo che bisognava vincere ma questo passa il convento…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. ebarberis197_214 - 8 mesi fa

    …peccato! Forse ci eravamo un po’ illusi…Oggi ho rivisto il Toro a cui manca quell’ardore agonistico con le squadre di media classifica tecnicamente inferiori…Il treno per l’Europa l’abbiamo perso con queste squadre contro cui esprimiamo sempre un gioco sterile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 8 mesi fa

      Tranquillo che ora ci toccano in sequenza Milan, Atalanta, Lazio e Napoli. Vediamo cosa tiriamo fuori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. steacs - 8 mesi fa

    Tranquilli che l’EL dista solo 7-8 punti, titolo del prossimo articolo sul sito!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy