Cervellati (Resto del Carlino): “Belotti è l’incubo del Bologna”

Cervellati (Resto del Carlino): “Belotti è l’incubo del Bologna”

Verso il match / Il giornalista che segue da vicino gli emiliani: “Il Toro dovrà resistere agli attacchi rossoblù nell’inizio del match, poi la strada sarà in discesa”

3 commenti

Manca sempre meno all’esordio in campionato del Torino targato 2017-18, domenica sera la squadra scenderà in campo contro il Bologna allo stadio Dall’Ara. A tal proposito abbiamo contattato un giornalista che segue da vicino i rossoblù per “Il Resto del Carlino”, ovvero, Dario Cervellati.

Dario Cervellati, a suo parare, che partita sarà Torino-Bologna?

Il Bologna arriva da una brutta batosta contro il Cittadella in Coppa Italia e quindi dovrà cominciare subito sull’offensiva per dimostrare che l’eliminazione dalla Tim Cup è stato solamente un incidente di percorso. D’altro canto il Toro dovrà cercare di contenere i felsinei con i suoi abili difensori nella fase iniziale e dopo dovrà riversarsi all’attacco dove può contare su Andrea Belotti. Il gallo ha sempre punito gli emiliani nelle ultime partite e sarà il pericolo principale per la squadra di Donadoni.

Cosa non ha funzionato nella gara di Coppa Italia?

Contro il Cittadella il Bologna ha sbagliato l’approccio, i veneti ci hanno messo sotto sin dall’inizio. Dopo 5’ c’è stata anche l’espulsione di Simone Verdi e penso che quello sia stato un momento chiave del match. Donadoni ha sbagliato la formazione ma, sabato scorso, si sono evidenziati tutti i limiti che ha questa squadra in difesa e centrocampo.

Quali sono i punti forti e quelli deboli della squadra di Donadoni?

Sicuramente il Torino dovrà giocare all’attacco sfruttando le debolezze che presenta il Bologna in difesa e centrocampo. Con Belotti davanti, i granata potranno destare grossi problemi alla retroguardia emiliana.  L’attacco, invece, è il punto di forza della squadra rossoblù anche se contro il Cittadella non si è notato ma secondo me è il reparto che è stato costruito meglio. Poi dipende anche se ci sarà o meno Simone Verdi, l’ex granata è il valore aggiunto per la formazione emiliana.

Come arriva il Bologna all’esordio in campionato?

La preparazione penso sia stata ottima, Donadoni è un ottimo allenatore e può disporre di ottimi professionisti nel suo staff. C’è stata una prima parte in Sardegna dove si è ripreso a sgambettare dopo un mese di stop e dopo la squadra si è trasferita in montagna. Penso che dal punto di vista atletico non ci siano problemi.

3 commenti

3 commenti

  1. Sirrobert - 1 mese fa

    Chi abbiamo comprato oggi?
    Il Gallo resta con noi?
    Il tecnico ha deciso con che modulo giochiamo?
    Petracchi ha concluso per Lopez?
    Il presidente ha pagato Rincon? Che non vorrei tornasse al mittente!
    I giocatori si sono allenati bene?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 mese fa

      tranquillo… tuttoappostoooo!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granat....iere di Sardegna - 1 mese fa

      Niang ha bloccato lopes, di lazovic neanche l’ombra e il mistico a Torino non è ancora arrivato, si sarà fermato a meditare…insomma tutto bene, qualsiasi cosa si dovesse muovere sarà dopo il Bologna per cui possiamo dormire sonni tranquilli

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy