Catania, chi si rivede! Oggi a Bari, ore 15

Dove c’eravamo lasciati? Alle ultime battute della serie B tra playoff e promozione diretta. Sembra passato moltissimo tempo invece tutta questa tensione si viveva solo quattro mesi fa e molto è cambiato, soprattutto al Toro dove in panchina non siede più Gianni De Biasi, ma Alberto Zaccheroni. Ci furono scintille all’epoca, soprattutto perché al Catania, per una questione ambientale, fu concesso il campo neutro di Lecce...

Dove c’eravamo lasciati? Alle ultime battute della serie B tra playoff e promozione diretta. Sembra passato moltissimo tempo invece tutta questa tensione si viveva solo quattro mesi fa e molto è cambiato, soprattutto al Toro dove in panchina non siede più Gianni De Biasi, ma Alberto Zaccheroni. Ci furono scintille all’epoca, soprattutto perché al Catania, per una questione ambientale, fu concesso il campo neutro di Lecce per giocarvi contro il Catanzaro e qui scoppiarono polemiche da entrambe le parti. Ora gli animi sono senza dubbio più distesi, anche perché in palio al momento c’è solo la volontà di migliorare la classifica esistente.

Si gioca, per ironia della sorte, proprio in campo neutro, a Bari, questa volta a causa delle intemperanze di alcuni teppisti catanesi che hanno fatto squalificare il campo alla loro squadra. Senza dubbio i siciliani possono contare su una squadra più compatta, che lavora da più tempo con il suo tecnico emergente Pasquale Marino. L’organico è migliorato con gli innesti in difesa di Lorenzo Stovini, in predicato quest’estate a vestire la maglia granata, mentre ha cambiato colori l’ex granata Mark Edusei ora in rossazzurro. Tra gli ex anche Andrea Sottil, un passato nel Toro sia nelle giovanili che in prima squadra, uno degli ultimi talenti forgiati al Filadelfia; torinese è anche il portiere Armando Pantanelli, che sta facendo bene nella massima serie ed è il capitano della compagine siciliana.

Tra i giocatori più importanti dei catanesi troviamo a centrocampo Davide Baiocco, mentre l’attacco è di tutto rispetto, con Rossigni (ora infortunato), Spinesi, Corona e Mascara, tutta gente pericolosa che ha già messo in difficoltà il Toro nel recente passato. La formazione che è scesa in campo a Siena e ha portato a casa un prezioso pareggio per 1-1 è stata: Pantanelli, Silvestri, Sottil, Stovini, Vargas, Edusei (17′ st Biso), Baiocco, Caserta (27′ st Corona), Mascara, Colucci, Spinesi. Non si esclude qualche variazione dettata più da problemi di affaticamento, per il doppio impegno settimanale, che da scelte tecniche. Corona dovrebbe partite titolare dopo aver rifiatato in parte a Siena, ma autore del gol decisivo per il pari, segnato nel recupero. Fuori Rossini che sta facendo la riabilitazione a Bologna dopo l’intervento al piede. Non ci sarà invece la sfida tra i due giapponesi Masashi Oguro e Takayuti Morimoto, 18enne di buone speranze, infatti quest’ultimo non sarà aggregato alla prima squadra bensì alla Primavera.

Outbrain
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie . Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.