Cagliari-Torino 0-4, le tre sentenze: per Mazzarri può essere la svolta

Analsi / Ecco cosa ci lascia la vittoria di Belotti e compagni, contro la squadra di Lopez

LJAJIC DETERMINANTE

Dall’arrivo di Walter Mazzarri sulla panchina granata, complici anche alcuni infortuni, il minutaggio di Adem Ljajic ha avuto un drastico calo. Il serbo è sempre entrato a partita in corso, totalizzando 72′ dall’esordio in panchina del tecnico toscano. Negli ultimi due match il suo ingresso ha dato più fantasia e soluzioni in attacco alla squadra granata. Contro la Fiorentina ha servito l’assist per il gol di Belotti mentre, nell’ultima partita contro il Cagliari, si può dire che il suo ingresso abbia galvanizzato il Toro. Ljajic è andato in gol al 65′, siglando il doppio vantaggio per il Torino ed indirizzando la partita verso una vittoria granata. Il giocatore si sta rivelando fondamentale e determinante per questo Toro, che, senza il suo estro, crea poco in attacco: sarà difficile per Mazzarri trattenerlo in panchina nelle prossime gare.

IL MODULO 

Dopo un iniziale 3-5-2, per il secondo tempo Mazzarri ha adattato la sua squadra al 3-4-1-2 con l’inserimento di Adem Ljaji,c dietro alle due punte Belotti e Iago Falque. Quest’ultimi nella prima frazione di gara erano isolati davanti, pochi erano i palloni giocabili che avevano ricevuto. L’allenatore ha deciso di cambiare le carte in tavola, mettendo il giocatore serbo dietro alle due punte. In questa maniera Ljajic è riuscito ad agire da trequartista, la sua posizione prediletta, Iago Falque è stato più libero nei movimenti, riuscendo ad allargarsi maggiormente senza il rischio di lasciare Belotti solo davanti. La partita di sabato potrebbe essere stata una svolta per il Toro, anche Mazzarri ha ammesso che sta trovando i giusti equilibri ed il 3-4-1-2, potrebbe essere la strada su cui lavorare per il futuro.

I CAMBI DI MAZZARRI 

A Cagliari, dalla panchina, Walter Mazzarri ha certamente dato il suo contributo alla vittoria. Ha intuito nella prima frazione di gara che con il 3-5-2 il Toro non riusciva a rendere, quindi è passato al 3-4-1-2 inserendo Ljajic e Bonifazi. Il primo ha cambiato l’andamento della partita ed è anche andato in gol. Il difensore ha avuto poco da fare nel reparto arretrato, dopo che il Torino ha preso il sopravvento nel gioco. Il terzo cambio è stato l’inserimento Joel Obi, subentrato a Falque e anche il nigeriano è riuscito ad andare in rete. Le sostituzioni del tecnico granata si possono, certamente, definire azzeccate e decisive.

Outbrain
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie . Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.