Ansaldi 6.5: sempre tra i migliori, la sfortuna lo ha penalizzato

Ansaldi 6.5: sempre tra i migliori, la sfortuna lo ha penalizzato

Il Pagellone di TN / La duttilità del terzino argentino è qualcosa di unico nel roster granata: sempre positivo, ha dovuto saltare più della metà delle partite dell’andata…

6 commenti

Sette partite da titolare in campionato e una da subentrato nelle quali gli errori sono stati pochi, e gli spunti positivi – invece – tanti e alcuni anche pregevoli: stiamo parlando di Cristian Ansaldi, terzino granata ad oggi infortunato, ma che nella prima parte di stagione ha dimostrato quanto la sua tecnica possa risultare determinante per il gioco del Torino.

La sfortuna, però, lo ha costretto a saltare ben 8 partite da inizio dicembre ad oggi: l’infortunio che lo ha colpito durante la gara contro l’Atalanta, infatti, ha necessitato di un’operazione chirurgica atta a togliere un’ernia inguinale al giocatore. Tuttavia, il momento del rientro è vicino per lui (leggi qui), e questa non può che essere una splendida notizia per Walter Mazzarri. La principale caratteristica che fa di Ansaldi un giocatore così importante è sicuramente la duttilità: la sua capacità di calciare in maniera precisa con entrambi i piedi lo rende di fatto un terzino tuttofare. Nei granata, è stato impiegato prevalentemente sulla sinistra (in sei occasioni), mentre ha preso possesso della fascia destra in altre due partite – di cui una da subentrato.

Gli assist firmati sono stati due, uno partendo da destra e l’altro da sinistra: se quello contro il Verona non ha portato alla vittoria, quello contro il Cagliari per il gol di Iago ha di fatto deciso la gara in favore dei granata, e portato tre punti in cascina. In generale, Ansaldi quando ha giocato è stato sempre tra i migliori in campo: tuttavia, avendo saltato quasi due terzi delle partite il suo contributo giocoforza non è stato costante – naturalmente non per causa sua. Se la media-voto delle sue prestazioni sarebbe sicuramente da 7, il 6.5 pare il voto più giusto viste le tante partite saltate per guai fisici…

Serie A Coppa Italia
Presenze/minuti 8/625′ 0
Cartellini gialli 2 0
Cartellini rossi 0 0
Gol  0 0
Assist  2 0
Voto 6.5  –
6 commenti

6 commenti

  1. FVCG-70 - 1 settimana fa

    Onestamente lo conoscevo poco: è stata una sorpresa positivissima!
    Tecnico, con corsa e senso della posizione.
    Un jolly preziosissimo per entrambe le fasce.
    Tocchiamo ferro per la tenuta fisica…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Rock y Toro - 1 settimana fa

    voto 7: la motivazione per cui debba avere mezzo voto meno per le partite non giocate non ha assolutamente senso!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. maraton - 1 settimana fa

    miglior terzino da anni a questa parte in granata. lo frega solo il fisico. spero che la sosta lo restituisca abile ed arruolato perchè è uno dei pochi in grado di farci fare il salto di qualità.
    per conto mio voto: 7

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. rokko110768 - 1 settimana fa

    Voto corretto, forse anche 7. Ho tanto timore che sia fragile fisicamente, però è davvero bravo. Destra o sinistra è un laterale che sa fare bene la fase difensiva e sa attaccare; può giocare a 4 dietro o esterno con difesa a 3 dietro. Speriamo il fisico lo sorregga.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13720890 - 1 settimana fa

    calciatore di classe e personalità che per la rosa del Toro sono una rarità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gin granata - 1 settimana fa

    Rendiamoci conto delle grandi qualità tecniche di questo giocatore, è il miglior terzino in squadra da anni a questa parte, è completo, facendo a volte anche la fase a centrocampo permettendo di far ripartire l’azione.

    Spesso sento chiedere “ma l’Inter non se ne faceva niente di uno così?”
    A mio avviso la risposta è sì, certo che gli serviva un terzino del genere, ma se l’hanno dato via è perché appartiene alla categoria dei calciatori dai muscoli di cristallo, di cui fanno parte anche Obi e Barreca.
    Non mi sento di dar consigli al nuovo mister, in cui ripongo immensa fiducia, ma una che sarà pronto, dovrebbe essere utilizzato con il contagocce, magari da far subentrare a De Silvestri o Molinaro (visto che può fare entrambe le fasce), evitando così di farlo affaticare troppo rischiando un altro infortunio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy