A Torino una ”Walk of fame” dello sport

A Torino una ”Walk of fame” dello sport

Una “Walk of fame”, o “Viale delle celebrità”, è cosa già esistente in alcune grandi città del mondo: Los Angeles, Cannes, Montecarlo. E’ un tratto di strada (o meglio, di marciapiede) dove gli elementi di spicco di un determinato mondo (ad esempio, il cinema) rendono immortali il proprio ricordo e la stessa strada apponendo un calco delle proprie mani. O dei propri piedi,…

Una “Walk of fame”, o “Viale delle celebrità”, è cosa già esistente in alcune grandi città del mondo: Los Angeles, Cannes, Montecarlo. E’ un tratto di strada (o meglio, di marciapiede) dove gli elementi di spicco di un determinato mondo (ad esempio, il cinema) rendono immortali il proprio ricordo e la stessa strada apponendo un calco delle proprie mani. O dei propri piedi, nel caso di cui andiamo a parlare: la walk of fame dei campioni dello sport. E’ Giuseppe Sbriglio, assessore allo sport per il comune di Torino (e tifoso granata), che propone di realizzare questa sua idea nel capoluogo piemontese.

“Torino ospita numerosi eventi sportivi di altissimo livello”, spiega il politico, “appuntamenti dove non mancano certo gli atleti con curricola stellari. E allora, perchè non approfittarne per farsi “donare” un’impronta e realizzare così una sorta di monumento allo sport in una citta’ che vanta grandi tradizioni e, proprio nello sport, ha investito tantissimo negli ultimi anni?”. Già, perché no? Certo è quantomeno curioso pensare che questa città ha avuto, ospitato, cullato per anni i più grandi atleti (nel calcio) di sempre. E che, mentre pensa alla “Walk of fame” per le stelline di oggi, non spenda né un euro né un pensiero per rendere la sua unica, vera “Place of Glory” (il Filadelfia, mutuando il medesimo linguaggio) qualche cosa non di brillante, ma anche solamente pulito. Qualcosa di meglio che un immondezzaio. Curioso.

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy