Toro, al Filadelfia entusiasmo contenuto: un segnale da leggere in più direzioni

Toro, al Filadelfia entusiasmo contenuto: un segnale da leggere in più direzioni

Prima Squadra / Un anno fa più di tremila persona, ieri milletrecento circa: è un raduno più tranquillo rispetto alle scorse stagioni

di Alberto Giulini,

Quello di ieri, in termini di entusiasmo e partecipazione, è stato un raduno molto più tranquillo rispetto alle scorse stagioni. Sono stati infatti circa 1300 i sostenitori granata che si sono recati al Filadelfia: non pochissimi, ma un numero decisamente inferiore rispetto ad un anno fa, quando oltre tremila persone riempirono gli spalti dell’impianto allora fresco di ricostruzione. A placare l’entusiasmo dei tifosi ha contribuito un calciomercato che, fino ad ora, ha faticato a decollare. Al primo giorno di lavoro in vista della stagione, il Toro si è infatti presentato con il solo Izzo quale rinforzo. Un ottimo giocatore, conosciuto dal tecnico e funzionale al suo credo tattico, che da solo non può però soddisfare in toto una piazza con grandi ambizioni. I tifosi presenti hanno però riconosciuto alla società il merito di aver trattenuto i migliori giocatori in rosa. A chiamare in modo particolare gli applausi del Filadelfia sono stati giocatori come Sirigu, Belotti e Iago Falque: elementi importanti della squadra dai quali il Toro è pronto a ripartire. Un sorriso a metà, dunque.

Toro, pillole dal Fila: Belotti accoglie Izzo, c’è Rowan in prova

Una partenza senza troppo entusiasmo non deve però essere letta esclusivamente in chiave negativa. Si evita, ad esempio, di fare dei voli pindarici, restando concentrati unicamente sul lavoro da compiere per raggiungere gli obiettivi. Saranno società, squadra ed allenatore a dover riportare l’entusiasmo nell’ambiente, mostrando di meritarlo con i propri fatti. Una possibilità, dunque, di compiere un percorso inverso rispetto alle scorse stagioni, quando il grande l’euforia iniziale è andata via via scemando di pari passo con gli obiettivi prefissati che si allontanavano. Uno stimolo in più, dunque, a fare le cose nel modo giusto. Quel che è certo, però, è che a lungo andare la mancanza di entusiasmo non gioverà al Toro ed al raggiungimento dei suoi obiettivi. La spinta dei tifosi ed un ambiente unito possono infatti contribuire in maniera significativa nel corso di una stagione, tanto nei momenti positivi quanto -soprattutto – in quelli negativi. 

48 Commenta qui
  1. Hic Sunt Leones 61 (A.C.TORINO) ® - 2 mesi fa

    Qui ci stanno proponendo una squadra di plastica simil toro, un fila di plastica simil vero. I tifosi non devono rompere piu’ di tanto e bisogna lasciarli fuori dal fila ora che e’ stato ricostruito. Il disegno e’ chiaro per chi vuole vederlo.
    Smettiamola di combatterci l’un l’altro e rivolgiamo lo sguardo altrove, da dove vengono i nostri poblemi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giankjc - 2 mesi fa

    Leggo con piacere che sono evidenti a tutti le motivazioni di questa progressiva disaffezione.
    Pochi utenti tentano ancora di accollare le responsabilità di tale interminabile e logorante situazione all’ambiente negativo, ai c.d. tifosi da tastiera, a gobbilandia in città, ecc. ecc., ma, di fatto, il cuore pulsante del Toro si sta spegnendo perché sono stati inseriti tanti by p-ss che filtrano il sangue granata e fanno passare, esclusivamente, metalli pesanti nocivi per l’organismo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

    Io credo che a volte arrampicarsi sugli specchi non sia la soluzione migliore. Il motivo della differenza di presenze tra quest’anno e l’anno scorso è soltanto uno: lo sconforto per il calciomercato inesistente, indice della volontà societaria di fare le operazioni al minimo costo sperando che il mister faccia i miracoli. Quando tu acquisti un giocatore, seppur bravo, con la stessa cifra che avevi pianificato per un altro giocatore e aggreghi un giocatore svincolato a far numero tra i difensori centrali, non è che ci voglia una laurea in ingegneria nucleare per capire che non hai alcuna intenzione di prendere qualcuno che davvero ti serva e ti aiuti, magari a centrocampo dove le carenze sono evidenti. Se tu scambi una buona risorsa del vivaio (perché è l’unico che ha un certo mercato) con un giovanotto bravo ma che dovrebbe fare chissà cosa a centrocampo, anche il tifoso che ragiona con la pancia (petrachi dixit) capisce le tue reali intenzioni. Il calcio è cambiato ha scritto qualcuno. Tutto vero. Ma una cosa non è cambiata: se vuoi sperare di migliorare devi migliorare la qualità dei giocatori che acquisti. Noi invece traccheggiamo stancamente verso un ritiro con la stessa rosa dell’anno passato, aspettando che qualcuno ci compri niang e/o liaijc o magari che il Real Madrid paghi la clausola di Belotti all’ultimo giorno di mercato, ora che Ronaldo diventa una merda cosmica. Per poi reinvestire gli spiccioli in qualche brillante intuizione del nostro zelante DS, lui si che non ragiona con la pancia. Ecco i motivi del disamore e dello sconforto. Non bisogna essere degli psicologi per capirlo. Poi è chiaro che tutti noi vorremmo essere smentiti dai fatti. Magari il mister riesce a tirar fuori il coniglio dal cilindro, in passato ha ottenuto buoni risultati con rose non eccezionali, sarei felicissimo per lui e per il Toro. Resta il fatto che questa dirigenza e questa società hanno lo stesso appeal di un indice di borsa e non c’è da stupirsi visto che quello è il terreno di caccia del nostro presidente. Altro che cuore Toro, al massimo nel suo caso si può parlare di cuore Euro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FanfaronDeMandrogne - 2 mesi fa

      Esatto Granat…iere: l’ultima tua parte l’ho sintetizzata nell’altro articolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 2 mesi fa

      Io non so ma se davvero volessero fare qualcosa di più per questa squadra, non si poteva prendere jankto come ha fatto la Samp? Oppure cercare un nazionale? É da queste cose che si vede quanto ci sia la volontà di crescere. E poi si critica chi non crede alla società e non va più allo stadio….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. steacs - 2 mesi fa

      Per fortuna siamo quasi al dunque, il bluff si sta per rendere evidente e con questa squadra il derby contro CR7 dará il colpo di grazia a questo ometto… più di quanto non farà la giustizia quando salteranno fuori i suoi affari sporchi, in Italia a certi livelli non arrivi senza sporcarti le mani, ho quasi 40 anni e qualche cosa credo di averla capita…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 2 mesi fa

        Ciao Steacs. A me queste cose francamente non interessano. In Italia c’è anche tanta gente onesta che si è fatta col sudore della fronte e ha raggiunto certe posizioni per merito. La vita privata e gli affari di Cairo mi interessano poco. Io faccio semplicemente un ragionamento sul Toro. Un presidente di questo tipo, che non sa suscitare emozioni in una tifoseria come quella granata non è un presidente adatto, tutto qui. E non è solo legato al discorso calciomercato ma a tutto l’insieme. E’ come tifare una qualsiasi società commerciale dal nome Torino fc, che sensazioni può dare? Il tifoso del Toro è passionale, ha bisogno di emozionarsi per la sua squadra. E’ capace di farlo anche in serie B ma se c’è chiarezza e volontà. Se tanto per dire Cairo avesse meno potenzialità economiche e ci avesse detto: “ragazzi faccio ciò che posso ma vi do la mia parola che lo farò tutto e, nel frattempo, cerco qualcuno che abbia più risorse di me”, sono convinto che molti di noi l’avrebbero seguito con più entusiasmo, avremmo apprezzato la sua sincerità ed il suo impegno. Ma così come si fa? L’unica cosa che lo emoziona del Toro è il suo bilancio, che tutti gli invidiano. Ricordo un articolo tempo fa, mi pare su calcio e finanza recitava: “Attenzione, il vero capolavoro di Urbano Cairo è il Torino FC”….che tristezza!!! Il Toro, il mio Toro, ridotto ad un mero capolavoro economico finanziario. E la sua storia? I suoi tifosi? Tutto svanito dietro i numeri di un bilancio che certo Cairo ha plasmato bene, grazie anche ad interventi normativi favorevoli, come spesso hanno spiegato altri forumisti. Un uomo come Cairo, in gamba, capace, brillante e tutto quel che si vuole, non può fare il presidente del Toro. Per fare quello ci vuole qualcuno che non abbia il portafoglio al posto del cuore ed un registratore di cassa al posto del cervello, che non vuol dire che non sappia fare di conto…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mauri - 2 mesi fa

    La maggior parte dei tifosi ha aperto gli occhi e non segue piu’ il pifferaio: Dopo anni di banfate e calpestamento di qualsiasi cosa a cui essi tengono… I tifosi… mi sembra quasi di percepire che diano fastidio alla societa’, che non vede l’ora, appena li sente legittimamente brontolare, di chiuderli fuori dal bunker che una volta si chiamava fila

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13653020 - 2 mesi fa

    1300…..quanti saranno gli abbonamenti!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. carlogranata5_22 - 2 mesi fa

    Secondo giorno di lavoro per il Torino prima per la partenza di Bormio. Ma le porte del Filadelfia oggi resteranno chiuse.

    Una vergogna visto che doveva essere il ritrovo per i tifosi come una volta. Cos’è Mazzarri prova gli schemi per il campionato. Se nn si conosce la storia del Toro grazie anche ad una dirigenza insensibile ed assente che pensa solo a far soldi allora erano meglio le macerie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FanfaronDeMandrogne - 2 mesi fa

      Quello non è il Filadelfia, carlo…quello è un “surrogato mal riuscito” di quello che fu lo Stadio degli Invincibili e del Toro degli anni seguenti, sino alla sua distruzione, voluta dalla “famigghia” dei rigatini zebrati.

      Sarebbe meglio definirlo come “lager della Cairese”, visto che, anche alla seconda giornata di raduno, si chiudono le porte per “preservare” i segreti di Pulcinella, tanto cari a bracciamozze & C…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. FVCG'59 - 2 mesi fa

    La direzione da leggere è una sola: chi ha occhi per vedere e cervello per capire non ha bisogno di ulteriori spiegazioni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13657710 - 2 mesi fa

    Madama granata-invito certi tifosi ad andare cauti a giudicare i loro pari “tifosi dalla poltrona”! Intanto sono mille i motivi X cui le persone non possono e/o vogliono andare allo stadio, privati e personali, che nessuno dovrebbe giudicare!
    Auguro comunque loro, ai giudicanti, intendo, di godere sempre di buona salute, di potersi sempre esporre al solleone d’estate e al gelo d’inverno, di poter camminare per lunghi tratti X raggiungere l’auto, così come di poter salire facilmente su tram sovraffollati. Di poter stare ore in piedi, di essere in grado di vedere bene in lontananza, di non aver bambini e/o anziani e/o i malati da accudire, di non dover lavorare nelle festività (la partita si può anche registrare!) e, soprattutto DI MANTENERSI SEMPRE GIOVANI E SANI, INSOMMA DI NON INVECCHIARE MAI!!!
    Io alle partite non mi sento più in grado di andare, ma non ne ho mai persa una dal giorno in cui nacque la pay-TV. Vi garantisco, però, che il mio amore X il Toro non è sicuramente meno vivo del vostro… NO, ANCHE A NOME DI TUTTI QUELLI CHE NON VANNO FISICAMENTE ALLO STADIO, NON MI RITENGO U NA TIFOSA DI SERIE “B”!!!
    QUINDI, PER FAVORE, CAUTELA NEL GIUDICARE, XCHÉ NESSUNO DI NOI PUÒ SAPERE QUALE SARÁ IL SUO DOMANI!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giankjc - 2 mesi fa

      In talune occasioni si rende perfetta una idea attraverso le parole.
      Complimenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. prawn - 2 mesi fa

    CMQ anche zappacosta parti’ per il ritiro l’anno scorso, io non so se e’ propaganda, memoria corta, ma non vuol dire proprio niente, se fotti il tifoso granata per 10 e passa anni, ok siamo stupidi e ignoranti ma da un anno all’altro le cialtronerie ce le ricordiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. carlo - 2 mesi fa

    Un’ultima cosa: a voi sembra così un caso che, quando il Toro era il Toro, andasse bene? quando aveva caratteristiche precise, personalità, identità, filosofia quasi di vita? secondo me non era un caso, come non è un caso che, quando smetti di pensare alla classifica, è il momento che sali e basta, in tutto. Il calcio non è astrofisica, è roba delle persone, gira con gli stessi entusiasmi. Se si perde il senso, si perde il senso. Poi magari vaneggio eh? sarebbe pure cosa normale che vaneggiassi, niente di così strano. ciao.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. carlo - 2 mesi fa

    Io una riflessione la farei. Togliere i “valori Toro” non è un affare; al di là che piaccia o meno ai rimbambiti come me. Cerco di spiegarmi, anche se è roba così semplice, che dico certo cose non originali.

    Avere giovani dal vivaio era un valore per il Toro. Avere giocatori con una certa determinazione e carattere era un valore del Toro: cioè “i giocatori da Toro”. Avere giocatori che non avessero più di tanto odore di gobba (anzi molto meglio nessun odore di gobba) era un valore del Toro. Avere una squadra che lottasse al di là del discorso vincere, con grinta, magari pressing (se dobbiamo scendere nel tecnico), non arrendersi anche sotto il 4 a zero era un valore del Toro.

    Ce ne sono altri, ma intanto ci sono questi. A oggi non importa quasi più niente di questi. E mi permetto di dire che sono i cairoti ad averli superati, invece degli anticairo.

    Se mi posso permettere farei notare una cosa: quanto sarebbe più facile, anche per il futuro, riprende questi valori? non dovresti esser per forza legato alla classifica. Perché, togliendo parametri, per forza di cose emerge la classifica nuda e cruda. A meno che, essere la squadra di Torino con la maglia granata, non sia così sufficiente da respingere anche istanze di classifica. Non sarebbe più facile? anche per un presidente; mica solo per noi, e poi, soprattutto per i nostri figli. I nostri figli non sono cretini, e capiscono che una squadra c’è, se è diversa. Se è differente. Non si possono innamorare della classifica del Toro.

    Insomma, rinnegare (o abbandonare) qualcosa che indubbiamente esisteva in passato è un affare per futuro? io penso di no. Per nessuno.

    Io tifo contro, amici, perché sono un vecchi stupido che non ama più niente. E perché, forse, sotto sotto spero ancora di vedere negli ultimi anni della mia vita il Toro che mi piaceva. Ciao, perdonatemi se sono pessimo. Andrò all’inferno per questo ed altre cose. Non tutti riescono ad essere tifosi nel tempo. E non tutti sono buoni tifosi. ciao.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 2 mesi fa

      Ottimo commento Carlo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. FanfaronDeMandrogne - 2 mesi fa

      Grande Carlo…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Mazede70 - 2 mesi fa

      Io sto con Carlo !!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. carlo - 2 mesi fa

    Scusate signori uomini commentatori del sito. Su Cairo, anche se molti di voi per prima cosa ne prendono le distanze per poi difenderlo ancora di più:

    ma se voi siete tanto convinti della bontà della squadra e della società tutta, ma perché ve la prendete tanto? con gli altri, dico. Se uno vi offende, avete ragione; se risulta sgradevole, avete ragione. Ma se uno dice un’opinione in assoluta tranquillità, perché tanto animo? io personalmente, con tutto il rispetto, io sono convinto che questa società non vale. Ma non che non vale in assoluto; ma penso che Cairo non sappia fare calcio, e in più si sia legato a doppio filo con Petrachi. Per cui non se ne esce. In più, non è uomo da far scatenare passioni, che per il Toro (e per tutte le squadre) è una disgrazia senza fine. Ma sono opinioni mie e io non mi arrabbio; finché non vedo qualcosa che mi fa cambiare idea, e credo sia quasi impossibile visto e rivisto Cairo cosa fa com’è eccetera.

    Anche al gentilissimo utente che ieri predicava, molto gentilmente, calma. Sì, hai senz’altro ragione, ma questo è un sito di opinioni. Se dobbiamo aspettare la fine del mercato per dare giudizi, chiudiamo il forum. Perché questo non è un tribunale; si fa per parlare, e, anche, qualche volta, io voglio sperare anche per farci un sorriso su, e sdrammatizzare, se si può, qualche volta. Anche perché poi, dopo tanti anni di Cairo e, soprattutto, dopo tanti anni di forum granata, so che poi non è che vale astenersi il giudizio a fine mercato, perché poi si dice “aspettiamo il campo”, poi “aspettiamo gennaio”, e poi “aspettiamo l’anno dopo”. Cioè è una commedia, che a volte è molto divertente, che va avanti da anni e anni. Per cui, gentile commentatore che scriveva ieri, io direi che non possiamo astenerci dal pensare e scrivere. Tanto più che non abbiamo delle verità, ne’ ora, ne’ mai. Io credo che non siamo capaci (parlo della società); per cui, anche se imbrocca una stagione, non fa testo: perché imbroccarla è fisiologico (in fondo combattiamo con tre squadre in croce).

    Amici cairoti, un po’ di animo. Se amate e siete convinti quindi, visto che non sarà amore a caso, che Cairo è capace, che vi arrabbiate a fare? avete paura che qualcuno vi rubi il cibo? ma semmai, ragazzi miei, ringraziateci che, se una stagione buona arriverà , voi godrete di più del normale. No? Dai su. E poi non può nemmeno essere sempre un dramma. Cairo è comico, se non fosse reale. E’ comico, ahimè (perché finto e di plastica), il nostro calcio eccetera. Dai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 2 mesi fa

      Concordo sul non dover aspettare nulla, un forum è uno scambio di idee, condivisibili o meno e giustamente non c’è nulla da aspettare, si commenta quello che c’è al momento: ennesima campagna acquisti al risparmio nonostante i soldi in cassa, unico acquisto a rischio galera/squalifica, unico giovane che ha vinto lo scudetto primavera (Barreca) in uscita, una serie di bidoni ancora in rosa e la certezza che come sempre arriverà almeno una offerta irrinunciabile per togluerci uno dei 3 o 4 buoni.
      Però è colpa dei tifosi che non si entusiasmano…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13939623 - 2 mesi fa

    Come tifosi di una tra le squadre che hanno fatto la storia del calcio italiano non meritiamo di ripartire così sconfortanti. La dirigenza ha la responsabilità di rappresentare non solo i nostri valori ma soprattutto di garantire continuità della nostra storia. In famiglia mi parlavano di scudetti vinti, io ho visto vincere una coppa Italia sentendo parlare intanto di Pulici Sala e Graziani. Cari tifosi noi degli ultimi 20 anni cosa possiamo raccontare ai più giovani per trasmettere entusiasmo e passione? che i gobbi rubano? secondo me non basta più! Questa campagna acquisti è peggiore della scorsa non nei nomi ma nella programmazione. Se così è che se ne vadano visto che da 3000 si è passati a 1300 e soprattutto prima che la nostra squadra sia talmente sana da non essere più seguita. Sempre Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-13758358 - 2 mesi fa

    beh se facciamo il paragone con l’anno scorso faccio notare, come spesso sottolineo, la volubilità di noi tifosi. L’anno scorso buona campagna acquisti, proclami, voli pindarici, raduno pieno grande fiducia ed entusiasmo e sappiamo come è finita. quest’anno l’esatto contrario per colpa di una scarsa campagna acquisti, pochi proclami, perdita di fiducia nei giocatori di punta e paura della vendita dell’ultima ora.
    credo che si viva troppo sulle previsioni e sulle sensazioni che, forse, è anche il bello dell.essere un tifoso, in ogni caso io spero sempre a luglio di vincere il campionato
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FanfaronDeMandrogne - 2 mesi fa

      Dovresti tornare a un anno fa e leggere cosa pensava la maggior parte dei tifosi (anche moltissimi bracciamozze boys, per onor di verità) sulla “preferenza” data a Niang al posto di Zapata e sull’idiozia che Zapata non era stato acquistato perchè non poteva fare la “spalla” di Belotti, bensì avrebbe dovuto essere il suo sostituto (in effetti, i rigatini doriani non hanno avuto alcuna soddisfazione dal duo Quagliarella – Zapata nel corsi della stagione trascorsa….!!!!).

      Da qui, l’arrivo di Sadiq (a ripensare alla formula di contratto adottata, ovviamente prima che si rivelasse un giocatore grezzo ed immaturo per il ruolo a cui doveva essere adibito, mi viene ancora da ridere) e la “palla megagalattica” di bracciamozze sulla bontà del Ragazzo e sulle sue doti.

      Insomma, se quest’anno l’accoglienza è al momento fredda e distaccata, una ragione ci sarà pure…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 2 mesi fa

      L’anno scorso (anche dopo un tot di insulti su TN) mi convinsi a tifare Sadiq e Niang, sperando che in fondo, essendo giovani e dal buon fisico qualcosa di buono potevano farlo.
      In realta’ la prima impressione era giusta: due sole.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. FanfaronDeMandrogne - 2 mesi fa

    …azzz, come cambia presto il tempo e la “voluttibilità” dei tifosi a Torino: siamo passati da una fotografia con i cappotti (ieri) e spalti pressochè gremiti, a una con le maniche corte (oggi) e spalti presoochè vuoti…!!! 😀 :D: 😀

    …eh si…ormai non ci sono più le “mezze stagioni”…!!! 😛 😛 😛

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 2 mesi fa

      Una volta non c’erano i bilanci, se no Mazzola, Gabetto, Bacigalupo, ecc sarebbero state solo valenze di passaggio…
      Spero un giorno lo capiscano anche i fans di Cairo senza la retorica di dire che il calcio è cambiato, qui di cambiata c’è solo la mentalità che ora è quella dei perdenti, zero sogni e zero fantasia, siamo diventati un societá di impiegati del catasto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FanfaronDeMandrogne - 2 mesi fa

        Ciao steacs, causa persa, ormai i bracciamozze boys sono totalmente inculab….ehm incurabili…!!! 😀 😀 😀 😀

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. steacs - 2 mesi fa

          Ma noi li aspettiamo sempre, appena gli danno l’ora d’aria vengono qua ad insultarci con i loro post intelligenti e ricchi di contenuti interessanti;)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. FanfaronDeMandrogne - 2 mesi fa

            Scherzi a parte, qui sopra c’è davvero un “call center” a libro paga di bracciamozze che agisce e opera con provocazioni continue ed insulti (non solo personali), nonchè con i classici “non mi piace” che, per quanto mi riguarda, sono il modo migliore dei vigliacchi per nascondersi dietro il sedere di bracciamozze ed evitare il contraddittorio….!!!

            Mi piace Non mi piace
  16. robertozanabon_821 - 2 mesi fa

    Ci basterebbe l’Atalanta. Modello da imitare per competenza e gestione sia tecnica che amministrativa.
    I loro tifosi si divertono ed al Club Orobico vanno i nostri meritati Complimenti. Bravi.
    Per quanto riguarda il Toro le cose andrebbero sognate e desiderate per essere realizzate…ma preferisce affidarci agli incubi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. steacs - 2 mesi fa

    Io sono entusiasta all’85%

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. cervix - 2 mesi fa

      Speriamo tu arrivi al 110%.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. steacs - 2 mesi fa

        Cento milioni ben spesi a metacampo e ne riparliamo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. prawn - 2 mesi fa

    I pilastri dell’anno scorso ci hanno garantito la permanenza per tutto il campionato attorno al decimo posto.
    La propaganda rcs/Cairo comms sta un po’ stufando.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. CUORE GRANATA 44 - 2 mesi fa

    Al di là dei numeri “un po’ ballerini” circa la presenza di tifosi presenti al raduno mi pare che in generale affiori, forse anche nei Cairo for ever, il convincimento che il Torino Formato Cairo si porrà sempre come obiettivo, ben che vada, la mediocrità. Intendiamoci credo che nessuno s’illuda di potersi allineare alla squadre di prima fascia ma proprio per questo motivo sarebbe fondamentale, in primo luogo recuperare i ns. Valori sul territorio e nell’identità della squadra e quindi un Toro “cattivo il giusto” che in casa trasformi lo stadio in una sorta di “fossa dei leoni” e non terra di troppo facile conquista. Purtroppo mi pare che Cairo non abbia alcuna intenzione di percorrere questa strada e temo che sarà il solito mercato finalizzato a fare cassa e reinvestirne la minima parte.FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ribaldo - 2 mesi fa

      finché si tifa on-line dalla poltrona e dal divano con sky è ben difficile che lo stadio diventi una fossa dei leoni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. steacs - 2 mesi fa

        Colpa dei tifosi quindi?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bilancio - 2 mesi fa

          Certo Steacs, sono i tifosi che danno gli obiettivi e di conseguenza sono loro che fanno il mercato per ottenere quegli obiettivi. Sono i tifosi che creano entusiasmo.
          …ora, e’ evidente che il mondo va all incontrario , ma serebbe ora di dire BASTA!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. steacs - 2 mesi fa

            Se sti tifosi non sono mai contenti vanno cambiati, non è possibile che vogliano ancora di più, è incredibile che gli esseri umani vogliano sempre migliorare, inacettabile, era sufficiente restare ai tempi della pietra…

            Mi piace Non mi piace
          2. prawn - 2 mesi fa

            bisogna comprare dei tifosi migliori

            Mi piace Non mi piace
      2. CUORE GRANATA 44 - 2 mesi fa

        Caro Ribaldo il mio nik riporta il mio anno di nascita, quindi non sono più “un giovincello! Con tutto ciò mio figlio anch’esso affetto da “torinite acuta” mi trascina ogni tanto allo Stadio.Come suol dirsi ogni stagione ha i suoi frutti e debbo dire che in quell’impianto mi sento “un pesce fuor d’acqua per vari motivi,non ultimo la pessima visibilità! Ho fatto riferimento alla “fossa dei leoni”(quella vera) perché dagli anni 50 l’ho frequentata assiduamente fintantoché l’impianto é rimasto agibile e ti posso assicurare che era una “goduria”. Caro Ribaldo tu dov’eri? Quando parlo di recupero della ns. Diversità è proprio per formare una nuova generazione di tifosi alla quale augurerei di vivere le stesse emozioni e magari di più che hanno vissuto ” un Mohicano acciaccato” come me e magari anche altri! Stiamo perdendo identità e memoria che ci condurranno all’oblio.Cordiali saluti!!! FVCG!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Toser - 2 mesi fa

    Do una spiegazione dell entusiasmo contenuto: inter naingollan devrij martinez … Roma kluivert cristante pastore …. i gobbi cancelo emre can Ronaldo …. aspetta che si sveglia il Napoli è le altre e noi con gli Izzo e qualche altro scarto poi il 12 esimo posto sara L obiettivo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. stefanomanzi6_799 - 2 mesi fa

      Aggiungi Sassuolo Boateng e Locatelli.. Samp-Jankto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. legolas - 2 mesi fa

      hai assolutamente ragione…una campagna acquista inesistente e, spiacente, un presidente non degno di questa squadra…lo vedrei meglio in un ufficio di NY a lavorare per Lehman brothers or Goldman e Co…veramente vergognoso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toser - 2 mesi fa

        Hai ragione , ormai penso che come società se non prendi giocatori non avrai mai visibilità

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. GlennGould - 2 mesi fa

      Ti sfugge (o no?) che la proprietà dell’Inter è la multinazionale più potente dell’intero pianeta in cui viviamo, la Roma quest’anno è arrivata in semifinale di champions (con vagonata di milioni al seguito) , della juve non parlo, primo perché non serve secondo perché mi viene l’orticaria. L’accostamento del mercato del toro a quello di queste squadre, a mio parere, non ha senso, piuttosto è sufficiente constatare che la voce entrate è al momento tristemente vuota, eccetto Izzo, perché delusione e perplessità impervisino. Su Boateng al sassuolo, se lo hai confuso col fratello allora capisco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy