Casa Ugi e Torino: parte il progetto “Prendiamo a calci la malattia”

Casa Ugi e Torino: parte il progetto “Prendiamo a calci la malattia”

Oggi si è svolto il primo allenamento di Casa Ugi, grazie ad un progetto sviluppato grazie alla collaborazione del Torino

di Gualtiero Lasala,

Nella giornata di oggi è cominciata una nuova avventura: Casa Ugi ha dato il via al primo allenamento dei ragazzi e delle ragazze fuori dalla terapia, esercitandosi tutti insieme. Quella di oggi è stata una seduta di allenamento conoscitiva ma anche fisica, sempre con l’attenzione di non sforzare troppo ragazzi che sono fuori terapia e hanno bisogno di rimettersi in moto. I ritmi, per questo, sono stati bassi, giustamente: l’allenamento è poi finito con una partitella, con la felicità dipinta sul viso dei ragazzi. Il progetto quindi ha preso forma, dopo anni di stretta collaborazione tra Casa Ugi e il Torino, che in particolare ha visto Emiliano Moretti dedicarsi molto alla causa (QUI i dettagli). Il giocatore granata, però, non era presente oggi: a causa dei tempi prolungati dell’allenamento, Moretti non ha fatto in tempo ad arrivare al campo per stare con i ragazzi. Di certo avrà altre occasioni per farlo, considerando che gli allenamenti continueranno e, in Primavera, verranno anche organizzati degli eventi strutturati, dei trofei con la volontà di richiamare anche ragazzi di altre squadre e città che siano fuori terapia.

Attraverso il canale Facebook, l’associazione ha voluto ringraziare la società granata, il difensore del Toro Moretti e anche Silvano Benedetti (e il suo staff), che hanno permesso la realizzazione di questo progetto benefico.

2 Commenta qui
  1. user-13999097 - 4 settimane fa

    Grande emiliano nostro capitano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14003131 - 4 settimane fa

    Bravi, bella iniziativa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy