Adem Ljajic: primo compleanno dopo l’addio al Toro

Adem Ljajic: primo compleanno dopo l’addio al Toro

Figurine / Il fantasista serbo spegne oggi 27 candeline: il suo trasferimento al Besiktas ha, come spesso accaduto, diviso la tifoseria granata

di Federico Bosio,

Il suo approdo in granata, l’intero periodo di permanenza durato due stagioni e l’addio arrivato nell’ultimo giorno di mercato. Hanno tutti avuto un’unica, forte, costante: la tifoseria del Torino è sempre stata separata per quel che riguardava Adem Ljajic, giocatore dalla tecnica cristallina, indiscutibile e superiore alla media, ma evidentemente incostante come racconta ogni pagina della sua carriera giunto ormai a 27 anni. Sono infatti 27 le candeline spente proprio quest’oggi dal fantasista serbo, che ha salutato i granata – dopo 65 presenze e 18 reti – lo scorso 31 agosto ancora una volta dividendo la piazza.

La formula con la quale Ljajic si è accasato al Besiktas è quella del prestito con obbligo di riscatto condizionato ad un determinato numero di presenze (17): il saluto al club granata è sin da subito apparso dunque come definitivo, considerando anche il rapporto instaurato con Mazzarri. Di stima e rispetto reciproci senz’altro, ma con il tecnico toscano che non poteva garantire al trequartista un posto da titolare fisso all’interno dei suoi schemi. Il giocatore ha perciò voltato pagina, ringraziando il Torino e integrandosi subito nella nuova realtà turca, con due assist nelle quattro presenze collezionate finora tra campionato ed Europa League. Si tratta del primo compleanno dopo l’addio ai colori granata per Adem Ljajic: un talento fuori dal comune che ha da sempre dovuto coesistere con la discontinuità.

2 Commenta qui
  1. Serafino - 3 settimane fa

    PURTROPPO A RIMETTERCI SIANO NOI TIFOSI DI LIAJIC CHE NON LO VEDREMO PIù CON LA NS. MAGLIA SEPPUR CON I SUOI LIMITI CI HA FATTO DIVERTIRE PER DUE ANNI E ADESSO CHE NON GIOCA PIù PER NOI COMINCIAMO A SENTIRNE LA MANCANZA PER COLPA DI UN ALLENATORE CHE VEDRETE CHE FINE CI FARà FARE . IO COME SUO ESTIMQTORE GLI AUGURO UN BUON ONOMASTICO E UNA FELICE CARRIERA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Héctor Belascoarán - 3 settimane fa

    Questa stagione per noi sarà all’insegna del rimpianto…
    Il rimpianto, sopratutto, di non essere riusciti a trovare un allenatore in grado di valorizzare un talento assoluto come Adem.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy