Ivan Zazzaroni: “Toro: Ljajic è di troppo, Niang serve, Iago imprescindibile”

Ivan Zazzaroni: “Toro: Ljajic è di troppo, Niang serve, Iago imprescindibile”

Esclusiva / Il noto opinionista promuove Mazzarri: “Cairo ha cacciato Miha per non pagare due ingaggi il prossimo anno. Sesto posto possibile”.

di Marco Parella

Le idee di Ivan Zazzaroni sulla vittoria contro il Benevento, il nuovo Mazzarri, un Niang tirato a lucido e un Cairo… previdente.

Buongiorno Ivan, domenica bene il risultato, per il resto partita bruttina?
Partita inesistente, non bruttina. La follia del loro portiere, loro subito in dieci, novanta minuti non indicativi. I valori del Toro sono certamente superiori a quelli mostrati fino a ora, ma non è la partita col Benevento a poterli confermare.

Da Mazzarri non ci si aspettava il bel gioco, ma tanta concretezza. Quella, almeno per ora, è arrivata.
Il bel gioco dipende molto dai giocatori. Mazzarri è uno che sa organizzarti la squadra, è indubbio. Se poi riesce ad arrivare anche alla testa dei calciatori allora ci si può davvero divertire. A quel punto conta la qualità dei giocatori e delle giocate. Però non sperate di vedere il Napoli di Sarri, Mazzarri ha idee diverse, lui ama il contro gioco, cioè attesa e ripartenze in velocità.

Forse era la semplicità che serviva al Torino di oggi?
Belotti, Iago Falque, Obi, Niang sono giocatori perfetti per il contropiede rapido. Se arriva anche Donsah potrà dare molto da questo punto di vista.

In molti, però, considerano Donsah un doppione di Acquah. Sbagliano?
Sì, Donsah è un Nainggolan. A Cagliari erano simili, con il belga più formato e completo, ma le caratteristiche sono quelle. Donsah può giocare sia interno sinistro che destro e se è in condizione io lo vedo superiore sia ad Acquah che a Rincon.

Questa squadra è inevitabilmente figlia di Mihajlovic. Che eredità ha lasciato l’ex tecnico?
Beh, Niang si è messo a segnare nel momento esatto in cui è andato via lui. Scherzi a parte, questo per dire che il giocatore non era sbagliato. Sinisa ha commesso degli errori, però ha avuto anche tanta sfortuna perché in certe partite la palla non voleva proprio entrare.

A proposito di Niang, con un numero 11 tornato efficace sotto porta, il Toro non ha più bisogno di un vice Belotti?
Niang può tranquillamente giocare da prima punta, lo ha fatto anche al Milan. A Mazzarri piacciono molto gli attaccanti che si muovono molto e Niang ha il fisico per farlo. Quando rientrerà Belotti, consentirà di giocare con due punte, più Iago. Mazzarri ha creato il suo Napoli sulle punte esterne alla Lavezzi. Le condizioni ci sono tutte per riproporre l’esperimento.

E Ljajic dove lo mettiamo in questo scacchiere?
Faccio fatica a inserirlo tra i titolari. Secondo me l’unico imprescindibile è Iago, stravedo per lui. Tornerà Belotti e là davanti sarà titolarissimo; la fisicità e gli strappi di Niang servono, per cui chi rimane fuori? Non puoi farli giocare tutti e quattro. Ljajic ha grande qualità, ma è difficile collocarlo. È un lusso tenerlo in panchina e di certo a lui non piacerebbe.

Serie A che sembra snobbare questa sessione di mercato invernale. Pochi acquisti, ancor meno soldi?
Il mercato ormai è fatto di gente che può permettersi tutto (vedi gli affari Coutinho o Sanchez) e di chi fa fatica ad arrivare a fine anno. Dobbiamo prenderne atto. Il Torino mi sembra comunque una rosa completa. Non ho ancora capito che tipo di giocatore sia N’Koulou messo in questa squadra, ma se l’allenatore riesce a coprire qualche lacune difensiva, il gruppo è competitivo. Dipende ovviamente dall’obiettivo che ci si pone…

Ecco. L’obiettivo è dichiarato da almeno due stagioni, si chiama Europa League, ma, visti i risultati, adesso non lo si nomina più. Ci credi?
In Europa il Torino ci può arrivare, non è che davanti corrano a perdifiato… Il sesto posto si può ancora agguantare. Fondamentale sarà il rientro di Belotti, il Toro ha bisogno di lui.

Nel frattempo Mazzarri pensa già a giugno. Ti convince il suo progetto in granata?
Io ho la mia idea sul suo arrivo e cioè che Cairo, temendo il rinnovo del contratto di Mihajlovic (sarebbe stato automatico in caso di qualificazione europea), abbia voluto accelerare i tempi per evitare poi di pagare due contratti. Il Torino non stava andando bene, ma con tutto un girone da giocare Miha avrebbe potuto farcela. Mazzarri preferisce partire da zero, non ama subentrare. Per questo fa queste dichiarazioni che magari spiazzano, ma sono sicuro che in questo momento lui ci crede ancora al sesto posto. E ci crede anche Cairo, presidente che ama il profitto, inteso come visibilità. La ribalta che ti dà una coppa è preziosa, lui è ambiziosa, è chiaro che ci voglia puntare già da quest’anno.

20 Commenta qui
  1. robertopierobo_206 - 11 mesi fa

    Ljajic di troppo?
    Taite i cavei….!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Grande Torino - 11 mesi fa

    Completamente d’accordo con Zazzaroni. Su N’Koulou non ha espresso un giudizio negativo sul giocatore ma solo una riflessione sulla sua posizione che alle volte lo costringe a recuperi affrettati. Ed è vero, soprattutto sulla destra perché alle volte risulta scoperta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 11 mesi fa

      “Non ho ancora capito che tipo di giocatore sia N’Koulou messo in questa squadra, ma se l’allenatore riesce a coprire qualche lacune difensiva, il gruppo è competitivo”.
      Mi pare che non dica ciò che scrivi tu.
      Mi pare non esprima giudizi sulla sua posizione in campo.
      Poi forse sono io a non capire… però mi pare chiaro che zazzaroni non conosca affatto il valore di N’kolou.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Daniele abbiamo perso l'anima - 11 mesi fa

    Io spero che su N’Koulou si sia sbagliato a scrivere il giornalista, perché se ZAZZARONI non sa dove vederlo allora non capisce proprio una mazza o non l’ha mai visto giocare (e non so quale delle due sia peggio )
    Che articolo inutile !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. biziog - 11 mesi fa

    in effetti è incredibile, un tempo c’erano giornalisti sportivi che commentavano gli eventi, ora ci sono questi sedicenti opinionisti che parlano perché hanno la lingua in bocca… incredibile, opinioni a caso…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. maraton - 11 mesi fa

    ma questo a parte essere un giornalista (scarso) che titoli ha per fare l’opinionista? è fotogenico? perchè a dire le caxxate che dice sono buoni tutti, ma proprio tutti. al bar del paese si trovano “opinionisti” molto più ferrati ed informati, magari non fotoigenici come lui però 😉

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. iugen - 11 mesi fa

    Zazzaroni di calcio non capisce una cippa, come mai ci sia gente che dà retta alle sue cavolate resta un mistero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. tric - 11 mesi fa

    Zazzaroni è di troppo, non Ljajic. Ha sparato una serie di fesserie incredibili. Quanto agli amici che precedono nei commenti, fare notare che Baselli ha un evidente calo di condizione (a guardarlo sembra più malaticcio del solito) ed avrebbe bisogno di un turno di riposo: ottima occasione per mettere Ljajic al suo posto provando u 3412

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. torinodasognare - 11 mesi fa

    Zazzaroni fa rima con Zaccheroni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. granata - 11 mesi fa

    Zazzaroni non conosce a fondo il Torino, come dimostra la sua analisi e in particolare il giudizio su N’koulou. Ma anche su NIang mi sembra un po’ troppo ottimista (speriamo che abbia ragione) e su Lijajc superficiale. Se non ti poni delle domande sulle prestazioni spesso poco convincenti di Berenguer e Baselli, allora certo che Lijajc non sai dove metterlo. Ma soprattutto Baselli è tornato lo spento giocatore ante sfuriata di Mihajlovic (“l’ unico bergamasco senza palle che io conosca”), corricchia, giochicchia svogliato. E allora siamo sicuri che non sia meglio avere un Lijajc in campo ,che di classe e tecnica ne ha più di Baselli?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alexku65 - 11 mesi fa

      le squadre che vogliono crescere il talento se lo tengono e lo usano…quindi la risposta è ovvia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. alexku65 - 11 mesi fa

    Parole sante Zazzaroni….tu si che vedi lontanissimo . Come quando parlavi dell Inter campione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. granatadellabassa - 11 mesi fa

    In effetti non c’è niente da capire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. BACIGALUPO1967 - 11 mesi fa

    Zazzaroni non ha capito che giocatore è N’kolou…. La risposta caro Ivan è semplice….
    È uno dei 3 migliori centrali della serie A.
    In tutto il girone di andata ha preso 1 cartellino giallo segno di grandissimo senso della posizione.
    Sirigu Lyanco e lui sono le basi per una difesa di altissimo livello.
    Fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio sala 68 - 11 mesi fa

      Concordo su Nkolu e Sirigu avessimo a centrocampo un giocatore simile la stagione sarebbe diversa. Speriamo di trattenerli a Giugno.
      Lyanco deve ancora lavorare tanto attualmente è troppo fallo solo, però sicuramente è il nostro futuro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. WGranata76 - 11 mesi fa

      A mio avviso invece non è il senso della posizione il punto forte di N’Koulou, anzi per ora in diverse occasioni ha mostrato di essere mal posizionato, soprattutto in area costringendo a diagonali difensiva i terzini, anche quando non strettamente necessario.
      Il fatto che prenda pochi cartellini è vero, ma questo secondo me avviene per via di un’altra caratteristica che lo rende un fortissimo difensore, il tempismo nell’intervento e la buona lettura del movimento dell’avversario. Se si nota la dinamica degli interventi in anticipo sul pallone e dei contrasti è spettacolare, mentre continuo a vedere imperfezioni nel posizionamento.
      Il senso della posizione non è carente, non fraintendermi, ma penso non sia il suo punto migliore, anzi da migliorare. Vero è che il senso del piazzamento può migliorare molto più facilmente della capacità di intervento e lettura dei movimenti e tempi di gioco, soprattutto si migliore con l’aiuto dei compagni e di un buon piazzamento di reparto.
      Comunque in generale N’Koulou è davvero una scommessa vinta, se non ricadrà in un infortunio lungo per 4 milioni è un affare epico, perchè già oggi ne vale almeno 20 se penso alla valutazione che facevano di Acerbi a fine carriera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. r.ponzon_31 - 11 mesi fa

        Bravo, condivido al 100% ! Non è facile capire che spesso N’Koulou è fuori posizione, però è così. Fortunatamente è fortissimo nel tempismo dell’intervento ma sicuramente deve migliorare nel posizionamento

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. BACIGALUPO1967 - 11 mesi fa

        Fuori posizione non credo.
        Spesso a causa dell’assetto tattico balcanico N’kolou si è trovato a dover tappare le falle lasciate dagli altri interpreti del modulo Molinaro prima di tutti.
        Non ricordo gol presi per un suo errato piazzamento (forse uno su un calcio d’angolo).
        L’unica ammonizione presa (coppa Italia compresa) testimonia come non debba ricorrere a falli tattici per recuperare da in errato piazzamento.
        E prendere una sola ammonizione per un difensore che gioca nel TORO è davvero da Guinness dei primati.
        Solo il povero Scirea ci riusciva ma giocava nelle merde!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. WGranata76 - 11 mesi fa

          Ripeto per me è forte, ma secondo me di azioni nel complesso in cui non è ben piazzato ce ne sono state diverse. Poi non sempre abbiamo preso gol per questo, ma non toglie che il piazzamento è errato. Dovremmo andare a rivedere le partite una per una, ma comunque per me è una gran bel difensore in generale e se migliorasse anche sotto questo punto di vista sarebbe un top player.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. r.ponzon_577 - 11 mesi fa

      Condivido !

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy