Eugenio Fascetti: “Toro senza qualità, Mazzarri non può fare miracoli”

Eugenio Fascetti: “Toro senza qualità, Mazzarri non può fare miracoli”

Esclusiva / L’esperto mister, ex della panchina granata, è chiaro: “I granata giocano male, meritano questa classifica”.

di Marco Parella

Un Torino non brillante a Sassuolo riparte con la pareggite rischiando anche di tornare sotto la Mole a pancia vuota. È già finito l’”effetto Mazzarri” o il nuovo allenatore deve ancora prendere in mano le redini di questa squadra?
Abbiamo chiesto lumi sulla delicata situazione di un mister subentrante a uno dei grandi vecchi di questo mestiere. Trentuno anni in panchina, un curriculum chilometrico, capace di imprese epiche e con un po’ di granata rimastogli addosso, ché non guasta mai: Eugenio Fascetti analizza la situazione a modo suo, con poche, schiette parole. Mai banali.

Buongiorno mister. Dopo la prima uscita vincente di Mazzarri, domenica un passo indietro per il Torino ?
Il Toro non mi è piaciuto. Forse Mazzarri ha cambiato tipologia di preparazione fisica durante la sosta, perché ho visto i calciatori un po’ imballati.

Proprio Mazzarri nel post partita ha denunciato difficoltà “nell’uniformare la condizione fisica dei giocatori”. Una stoccata al lavoro di Mihajlovic?
Evidentemente non era soddisfatto della tenuta di alcuni dei suoi, ma non è stato molto corretto. Anche se lo pensi, meglio stare zitto.

Come giudica il cambio in panchina?
Mi sembra una cosa abbastanza normale: il presidente non era soddisfatto del rendimento. Ci stava in quel momento. Se sarà stata una scelta giusta o no ce lo dirà il tempo.

In base alla sua esperienza, come si entra in uno spogliatoio a stagione in corso?
Arrivare a metà stagione non è facile. Devi capire cosa hai in mano, le caratteristiche di ognuno dei giocatori, il carattere, se il gruppo è unito o c’è qualcuno che non va d’accordo con qualcun altro. Poi è importante capire se i ragazzi erano legati all’allenatore precedente e in questo caso mi pare in molti fossero dalla parte di Mihajlovic. L’esonero lo ha deciso Cairo da solo, per cui ci sono dinamiche interne molto delicate.

Come ci si conquista la fiducia in questi frangenti?
Lavorando bene, essendo corretti, cercando di non stravolgere il lavoro del predecessore.

Che opinione ha di Walter Mazzarri?
È uno che cura ogni cosa nei minimi particolari, non regala nulla. Le sue squadre non sono spettacolari, ma è bravo a non far giocare gli avversari e, soprattutto, sa sfruttare al meglio il materiale che ha a disposizione. Ma questo basterà?

Non è convinto di questo Toro?
Diciamo che non l’ho mai visto giocare bene nell’ultimo anno. Mi auguro, per il bene del Torino, che Mazzarri incida, ma l’allenatore conta fino a un certo punto. La qualità dei giocatori è quella che è, non credo possa fare tanto meglio di così. E un allenatore subentrante tante colpe non può averle.

Fine delle illusioni, quindi? Niente lotta per una qualificazione europea?
Mah, allenatori che fanno i miracoli io non ne conosco. Speriamo che Belotti torni in forma e dia il suo apporto che finora, per sfortuna, è mancato. Però credo che il Torino di oggi, posto più, posto meno, valga la sua classifica. Purtroppo, come in tutto il calcio italiano, manca qualità. Hanno tutti la mania dei giocatori fisici, che corrono a perdifiato e i giocatori tecnicamente bravi, se ci sono, non si fanno giocare.

E in questa Serie A povera di campioni veri, i granata non hanno speranze di lottare con le squadre che li precedono?
La Lazio ha qualità e si vedono i risultati. Dopo Juve e Napoli, sono loro i più forti. Le altre si giocano le coppe, per cui i posti sono pochi. Se arrivasse l’Europa League, per il Toro sarebbe un enorme successo.

34 Commenta qui
  1. silviot64 - 11 mesi fa

    Condivido quasi del tutto quanto contenuto nelle risposte di Fascetti. Quel che mi preoccupa è che se parliamo di Donsah come il salvatore della patria siamo davvero messi male. Ammesso tra l’altro che lo si riesca a prendere.
    Mi sa che la metà classifica è il target cairota, poi qualche anno può andare meglio e altri peggio, ma si sta lì attorno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granatissimo1973 - 11 mesi fa

    Quel Toro giocava male? Ma se era gia’ matematicamente in A con 9 (mi pare) giornate di anticipo, Fascetti getto le basi per il Toro di Mondonico, altroche’…
    E comunque guardando all’oggi, il problema è un centrocampo scarso, troppo scarso, sia per il numero di effettivi a disposizione sia per la qualita’ degli stessi. Baselli è un Benassi senza barba, Obi è sempre rotto, Valdifiori va bene per un decimo posto, Rincon e Acquah muscoli e corsa ok, ma la tecnica? la visione di gioco?
    Con questo centrocampo puoi mettere anche il mago Zurli’ in panchina ma se ti va bene (parecchio bene) arrivi ottavo. E.L? ripassare grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. @lupostyle - 11 mesi fa

    Ma parla lui, che ha allenato la squadra di B più forte di tutti i tempi, ricca di talento e qualità, e la faceva giocare da schifo! Marchegiani Mussi Benedetti Cravero Policano Ezio Rossi Venturin Romano Muller Skoro Pacione. Stasse zitto! Che per lui, Lentini non era adatto a giocare in A

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. JoeBaker - 11 mesi fa

      Sono molto d’accordo: se la qualità che vorrebbe Fascetti è quella che aveva lui rispetto agli altri, allora non basta un miliardo di Euro per gli acquisti… Non sono neanche sicuro che sia giusto quando si dice che il livello generale è basso rispetto agli altri campionati: se la tattica è un parametro, non è vero, se si guarda la tecnica individuale, non si capisce perché i nostri all’estero rendano quasi sempre bene, mentre sulla corsa, lí sí, ci mangiano vivi tutti quanti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bogianen - 11 mesi fa

      Giusto, e aggiungerei che teneva in panca Dino Baggio per far giocare quale titolare inamovibile Giorgio Enzo, che era si’ “muscolare”, ma anche uno dei piu’ scarsi giocatori che abbiano mai vestito la maglia Granata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. maraton - 11 mesi fa

    non sono molto d’accordo con mister fascetti.
    per conto mio questa squadra di qualità ne ha, o almeno sulla “carta” è così. a meno che non si voglia dire che Ljajić, Baselli, Falque, Obi, Sirigu, N’koulou, Ansaldi, Belotti, Niang non siano qualitativamente dei buoni giocatori di serie A (e sono 9). poi ci sono i portatori d’acqua come De Silvestri, Acquah, Rincon; e le nuove leve che devono prendere il posto ai “vecchietti” Molinaro, Moretti, Burdisso, ovvero i vari Barreca, Lyanco, Bonifazi; con delle discrete riserve o alternative come Boyè, Berenguer, Edera che a secondo del loro rendimento possono scalare le gerarchie.
    il primo vero problema è farli giocare insieme dando un gioco ed un anima che fà di un’accozzaglia di giocatori una squadra. oltre a dare una forma atletica che a me sembra molto approssimativa. il secondo (problema) è la resa inferiore al preventivato di alcuni elementi: Niang, Baselli, Rincon, Belotti, chi per un motivo chi per l’altro. comunque i primi 9 da me citati sarebbero titolari in quasi qualsiasi rosa di serie A di medio/alta classifica, con l’eccezione di quelli che anno deluso (escluso il gallo). poi ci sono stati infortuni in serie che ci hanno privato per medio/lunghi periodi di giocatori che avrebbero fatto più che comodo: Belotti, Barreca (lungodegente), Ansaldi, Bonifazi, Ljajić e sono 4 titolari escluso Bonifazi. mettiamoci anche 2 giocatori quasi inutili come Valdifiori e Gustafson.
    Quindi per tirare le somme: un pizzico di confusione tattica, poca corsa, qualche infortunio di troppo, aggiungiamo la resa di 4 presunti titolari poco incisiva e la classifica del TORO è bella che spiegata. non c’è una sola causale, per questo il lavoro sarà lungo e doloroso :-(

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. GiulioFVCG - 11 mesi fa

    Fidatevi di un Vero MAESTRO.
    Un abbraccio, grandissimo Mister!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. rossogranata - 11 mesi fa

    Lo stress è una malattia che si cura con l’andrealina, e cioè con due belle partite vinte di seguito e la squadra RIPARTE alla faccia di tutti gli schemi e programmi e accuse di ogni genere. Io sono ottimista anche perchè siamo tutti mediocri in un campionato mediocre, di quelli che non si vedevano da quarant’anni a questa parte. Con Mazzarri il mandriano serbo sarà un brutto ricordo. FORZA TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawda - 11 mesi fa

    Questa rosa e’ oggettivamente mediocre e francamente basta guardare una qualsiasi partita del Torino, per chi non e’ un tifoso granata riuscire a vederla tutta e’ obiettivamente una impresa, per rendersene conto. Pero’ mai un campionato di serie a e’ stato di un livello cosi’ basso, tolte le prime cinque, pur con notevoli distinguo, che sono decisamente di un altro pianeta, le altre si barcamenano; nasce cosi’ un gruppo con Milan, anche se la rosa e’ sulla carta superiore, Samp, Atalanta, Fiorentina e Toro a giocarsi l’ultimo o a seconda di chi vincera’ la coppa Italia gli ultimi due posti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Leo - 11 mesi fa

    Si è vero, Mascetti ha ragione. Ci troviamo con una squadra pensata per supplire alle carenze tattiche (del precedente Mister) e tecniche (per il budget della società) con la forza fisica. Questa pseudo-strategia – che era piaciuta evidentemente anche a Cairo – ha portato oggi ad avere una condizione fisica “non uniforme” : significa che qualcuno (a mio parere Baselli, per fare solo un nome) è stato spremuto come un limone. Anche di questo dovrà tenere conto Mazzarri che adesso ha il dovere di sperimentare e letteralmente “inventare” qualcosa di nuovo, trovando posizione e ruolo più idoneo a qualche giocatore, cercando di rivedere il “chi fa che cosa”. Le identità calcisticamente più delicate sono proprio Baselli e Liajic….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Luke90 - 11 mesi fa

    Non sono d’accordo; Fascetti ha espresso la sua rispettabilissima opinione ma altri tra allenatori, opinionisti e giornalisti hanno detto il contrario .. quindi ognuno ha le proprie.
    Interessante come qui si ponga l’accento su una scarsa propensione alla corsa e mentre il Fascetti afferma che “hanno tutti la mania dei giocatori fisici, che corrono a perdifiato …ecc. “. Ripeto ognuno ha le proprie.
    Rimango della mia: questa squadra arriverà tra le prime sette e non per merito di Mazzarri (al quale chiedo solo di far giocare ciascuno nel ruolo che più gli è consono) ma dei giocatori. Sono straconvinto che il problema sia soprattutto nella testa e in un qualche problema di preparazione, ma sono certo che risolveranno. Non credo ai miracoli ma credo negli uomini.
    Abbiamo tutto ciò che serve ma serve anche recuperare qualche infortunato per apportare le necessarie correzioni e magari un aiutino dal mercato.
    Ad oggi il 7° posto dista solo due punti: nel mezzo ci sono state le partite di Bologna (all’andata) i pareggi con Samp, Crotone, le veronesi, la Spal .. mettiamoci che ci sia andata bene (sulla carta) con Inter e Lazio … ma siamo lì… nonostante sto “sfasciume”…
    Come dice spesso il DS Marino.. il tempo è galantuomo… e, detto fra noi, spero di aver ragione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. dukow79 - 11 mesi fa

    Grande mister…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. sysma_558 - 11 mesi fa

    Grande Eugenio, in parte sono d’accordo, ma non sul fatto che la ns. rosa sia inferiore a quella della Lazio l’allenatore era molto inferiore.
    Secondo me in buona parte della squadra la qualità c’è (e anche tanta SIRIGU, N’KOULOU, BELOTTI, BARRECA, IAGO, LIALJIC, BASELLI, ANSALDI, OBI, MORETTI, LYANCO, RINCON ecc. ecc. non saranno TOP PLAYER ma nemmeno inefriori a quelli della Lazio) ma manca la continuità per infortuni e per altre cause.
    Se la preparazione è stata fatta a minkia di cagnolino perchè Mazzari non dovrebbe dirlo ???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Alex71 - 11 mesi fa

    Amio parere Fascetti e’ ancora legato ad un calcio che, ahime’, non esiste piu’. Ora le squadre che hanno elevati valori tecnici, oltreche’ fisici, sono pochissime. 2 o 3 per campionato. Il nostro problema e’ che pur avendo una squadra fisica, costruita teoricamnte per dare spazio a ljiaic, e’ evidentemente a corto di preparazione. Non si puo’ essere schiantati, in termini di corsa, da squadre come verona, benevento, spal ecc. Quando sei a corto di fiato anche il cervello si annebbia e non riesci a gestire nessuna partita anche se cambi modulo. Non credo sia possibile che ogni anno, da tempo immemorabile, abbiamo giocatori senza attributi. Impossibile. E’ il manico che non va. Mazzarri non fara’ alcun miracolo. Andate a vedere quanto ci hanno messo le ex-squadre allenate da Miha per riprendere il cammino dope che il serbo aveva fatto terra bruciata. Mazzarri potra’ sistemare qualcosa in 1 mese da ora, 4 o 5 partite. Si e’ vinto a roma con squadre qualitativamente superiori perche’ abbiamo corso di piu’. Se Belotti avesse garantito almeno 10 gol nel girone di andata saremmo sopra la Samp sicuramente. Quindi bisogna avere fiducia. FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. luna - 11 mesi fa

    A parte che mi Mazzarri è stato molto diplomatico, è entrato in punta di piedi cercando di parlare con tutti, ascoltando tutti. Evidentemente si è accorto di qualche problema di condizione atletica di taluni, ma non ha assolutamente scaricato sul suo predecessore, ne ha preso atto.
    Questa intervista mi sembra prematura e serve solo a creare rumors che non aiutano soprattutto in una situazione già difficile. Su alcune condivido, ma non sui modi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ribaldo - 11 mesi fa

      Come quasi tutti gli articoli quì…….

      Il conte Fascetti?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Pimpa - 11 mesi fa

    Piano piano,ci arrivano tutti.
    Dopo aver dovuto prendere atto che chi ci ha guidato fino a venti giorni fa non era un allenatore,non so cosa fosse ma certamente non un allenatore,si sta iniziando,evidentemente a malincuore anche se non capisco perché,a prendere atto del fatto che la no sta rosa è mediamente scarsa,fatte le tre/quattro eccezioni che tutti conosciamo.
    Con l’arrivo di Mazzarri mi sono messa l’animo in pace e ho ringraziato la società per avere eliminato la vergogna di avere ingaggiato e ben pagato uno che non è un allenatore di calcio.
    Ma,come dice il buon vecchio Fascio,la squadra è quella che è,cioè scarsa.
    Insisto col dire che con Baselli Ljiaic Falqui Rincon Boye Molinaro De Silvestri Niang in Europa non si va perché sono mezzi giocatori che,in più,atleticamente fanno ancora più ridere.
    Mazzarri non è neanche lontanamente paragonabile a quel tizietto che c’era prima,però miracoli non può farne:vedremo la squadra avere un senso,nuovi schemi,migliore organizzazione,tutto quello che vogliamo,ma i giocatori sempre quelli sono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sysma_558 - 11 mesi fa

      Non sono d’accordo sulla scarsezza di quelli che hai citato se non su Molinaro-DeSilvestri.
      La scarsezza atletica può anche essere dovuta alla preparazione del kaxxo che ha fatto il genio della lampada che avevamo come allenatore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. DamS - 11 mesi fa

    Poi quando qualche volta che c’è qualcuno con un po di qualità (Vedi ad esempio Quagliarella) viene fischiato .. boh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. prawn - 11 mesi fa

    Beh in campo ci vanno i giocatori.
    Chi abbiamo con qualita’?

    Secondo me Obi, Ansaldi, Lyanco, Bonifazi ma che mancano in continuita’ (fisica)
    Secondo me Ljacic, Niang, Baselli ma che mancano in continuita’ (psicologica)

    Mancano poi i Goal del Gallo che hanno ‘mascherato’ molto bene l’anno scorso le lacune dell’allenatore (goals subiti in difesa) e del resto della squadra (non gioco da un anno e mezzo)

    I pilastri della squadra non hanno qualita’ tecnica ma solo fisica, i Vari N’Kolou, De Silvestri
    Iago ha qualita’ e continuita’ (per lo meno in casa)

    Quindi mi sembra un po’ esagerato, ma certo, quelli che giocano ‘costantemente’ ‘incostantemente’ secondo me dovrebbero fare le valigie, perche’ non c’e’ certo posto.

    Boye poi ha qualita’ pazzesche ma viene usato col contagoccie per cui e’ anche difficile capire se e’ buono come attaccante o cosa.

    E poi mi chiedo, ma se Berenguer corre come una scheggia per 50/60 minuti, e lui ha pure fatto la preparazione come gli altri. Che hanno quegli altri per non riuscire a correre un minimo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. DamS - 11 mesi fa

    Premesso che non ho mai creduto al discorso europa… sulla questione qualità di cui parla lo stimato Fascetti ho qualche riserva.. Non abbiamo Messi vero, però i tre davanti, Ljajić, Falque e Gallo non sono così scarsi..Mancano terribilmente i gol del Gallo quest’anno e ovviamente i limiti già presenti si mettono in chiaro… Ho sempre pensato che eravamo da 8 posto massimo.. il problema secondo me è il fatto di non giocare bene…questo è il mio personale appunto. Alcune squadre non ci sono superiori come rosa (Atalanta, Sampdoria e anche Milan e Fiorentina) ..ma alcune giocano meglio e sopperiscono al fattore qualità con l’organizzazione di gioco.. Un allenatore è importante, altro chè! Nel preparare le varie fasi e dare un’impronta, identità alla squadra.. Se poi hai anche qualità risolvi le partite anche con la giocata del campione. Ma l’organizzazione di gioco è ancora più importante caro Mister deela risalita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. fedeltoro49 - 11 mesi fa

    Finalmente uno che dice che “il re è nudo”!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dukow79 - 11 mesi fa

      Re Urbano è nudo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. FaustoGranata - 11 mesi fa

    la condizione fisica dei nostri giocatori è pietosa… qualcosa nei termini della qualità c’è in rosa , ma se non girano le gambe va a farsi benedire … devo dire che la preparazione atletica è stata scandalosa , siamo una delle squadre di serie A che corre di meno …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fedeltoro49 - 11 mesi fa

      Ho sempre detto e ridetto che lo staff preposto alla preparazione fisico-atletica della squadra era di scarso livello.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 11 mesi fa

        Però sta cosa è davvero strana. Uno dei pochi del vecchio staff a essere rimasto è proprio il preparatore che è andato ad affiancare quello di Mazzarri…Chi ci capisce qualcosa è bravo. A furia di studiare nuovi metodi si sono dimenticati le ripetute in salita fino a farti venire la nausea del mio vecchio allenatore di seconda categoria, senza trascurare i saliscendi nei gradoni dello stadio, la tecnica era quella che era ma almeno il fiato non mancava

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. FaustoGranata - 11 mesi fa

          se non corri non vai da nessuna parte…squadre anche di livello molto inferiore al nostro ci hanno fatto male perchè correvano di più… e secondo me non è che non hanno voglia , perchè l’impegno ce lo mettono (dubbi solo su Niang…) ma non hanno proprio la giusta preparazione , adesso e mi preoccupo ancor di più per la fine del campionato…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Daniele abbiamo perso l'anima - 11 mesi fa

    Quanto è brutto sentirsi dire la verità nuda e cruda …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Wendok - 11 mesi fa

    uno che chiama le cose col suo nome

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Cla79 - 11 mesi fa

    Sei il solito spala Eugenio….occhio che ora arriva la cavalleria a dirtene di tutti i colori…
    Mi aspetto o sarebbe meglio dire che spero si facciano un Po di operazioni a centrocampo. Via gustafson (improponibile in serie a e forse anche in b), valdifiori ed acquah ( il cambio di domenica con Ansaldi a centrocampo è una bocciatura per tutti e due)e dentro due centrocampisti veri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gud_74 - 11 mesi fa

      In effetti il cambio di domenica è stato un chiaro messaggio, adesso aspettiamo le risposte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Granat....iere di Sardegna - 11 mesi fa

    Beh se non altro non ci ha girato attorno…pazienza, ci sono stati degli errori a tutti i livelli, spero si possa rimediare…l unica cosa che non voglio sentire è il discorso del bilancio. Quest anno le possibilità economiche non mancavano, sono state fatte scelte diverse e il risultato finale ci dirà se sono state corrette

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Piero52 - 11 mesi fa

    Grande Mister Fascetti ….lei ha ragione…scarsa qualità dei giocatori e pure pochissima propensione a correre…squadra da 10^ o 12^ posto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Cuneese67 - 11 mesi fa

    la penso come il mister Fascetti ha perfettamente ragione Buona giornata a tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy