Torino Primavera, vincere contro il Rieti con un occhio alla differenza reti

Torino Primavera, vincere contro il Rieti con un occhio alla differenza reti

Verso il match / Coppitelli potrebbe continuare sulla strada degli esperimenti, ma l’obiettivo primario rimane superare la fase a gironi

di Roberto Ugliono

Oggi pomeriggio alle 15 il Torino Primavera di Coppitelli scenderà sul campo di Marina di Carrara per affrontare il Rieti nella seconda giornata della 71° Viareggio Cup. I granata arrivano dal convincente 7 a 1 sul Norchi Dinamoeli Tbilisi (QUI il commento della gara).

DIFFERENZA RETI – Dopo l’ottima partenza, i granata devono confermarsi anche oggi e dovranno cercare di ripetersi soprattutto per quanto riguarda lo score finale. A passare la fase a gironi, infatti, saranno solamente le prime di ogni classifica e le 2 migliori seconde per raggruppamento (il torneo è suddiviso in 2 raggruppamenti da 4 gironi ciascuno). Quindi, se il Torino dovesse essere sconfitto dall’Athletico Paranaense, potrebbe essere sicuro di superare la fase a gironi anche solo per la differenza reti. Il +6 momentaneo potrebbe far dormire sonni tranquilli, soprattutto se contro il Rieti dovesse arrivare un’altra dimostrazione di forza.

CONTINUITA’ – Ovviamente, considerato l’esordio e la reale forza del Torino, i ragazzi di Coppitelli potrebbero e dovrebbero fare di tutto per passare come prima classificata. I primi segnali intanto sono positivi e lo stesso Coppitelli lo ha sottolineato nel post-partita con il Norchi (QUI le sue dichiarazioni). Quella granata al Viareggio è una formazione altamente sperimentale, con alcuni ragazzi che non sono mai stati visti in campo dal proprio tecnico (Portanova e Giunti), con Juwara (in prestito dal Chievo e autore di un ottimo esordio) e con Singo prestato dalla Prima Squadra. Proprio quest’ultimo è stato lo sfortunato protagonista dell’autorete che aveva portato i georgiani momentaneamente sul risultato di parità. Con il Rieti, intanto, si potrebbero continuare gli esperimenti di formazione per valutare i giocatori che hanno avuto un minutaggio inferiore questa stagione, ma tutto dipenderà dal loro stato di forma. Ovviamente senza dimenticarsi di vincere, come lo stesso Coppitelli ha precisato dopo la vittoria con il Norchi.

2 Commenta qui
  1. Madama_granata - 2 mesi fa

    Ma serve questo Singo?
    – Moretti, prima o poi, mollerà, ma, x ora, è, e rimane, un top-player.
    – Izzo e Nkoulou sono inamovibili ed insostituibili.
    – Djidji deve e può ancora migliorare, ma ormai è ben inserito in squadra.
    – Bonifazi e Lyanco giocano in serie A, e, a quanto pare, fanno anche piuttosto bene.
    Spero che il Toro se li riprenda entrambi a fine stagione.
    – Ferigra è ormai nel giro della prima squadra, è pronto, e merita di fare il grande salto.
    – Totale = 7 difensori che danno sicurezza e già oggi sono una garanzia. In più i
    – laterali: De Silvestri, Aina, Ansaldi
    Infine altri giovani difensori, attualmente in prestito nelle serie minori, stanno facendo bene, così come i ragazzi di Coppitelli. Per il futuro dovremmo avere a disposizione dei buoni giocatori.
    Domando io: a cosa serve prendere altri difensori x la prima squadra?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pacman - 2 mesi fa

    Il Toro giocherà non sul campo di Marina di Carrara, ma al CAMPO COVETTA “PAOLO D’ESTE” DI AVENZA. Centro Sportivo del Glorioso San Marco Avenza

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy