Torino, questa Primavera sa soffrire: gruppo coeso, ora testa alla Coppa Italia

Torino, questa Primavera sa soffrire: gruppo coeso, ora testa alla Coppa Italia

Giovanili / Lo 0-0 conquistato dai granata sul campo dell’Atalanta mette in mostra carattere e mentalità: adesso, la semifinale di ritorno con la Roma

di Federico Bosio,

Torna con un solo punto conquistato ed un sesto posto mantenuto – in attesa dei posticipi di giornata in programma domani pomeriggio – ma si tratta di un bottino che non può che aumentare ulteriormente l’umore del gruppo e dei singoli: il Torino Primavera ieri pomeriggio ha ottenuto uno 0-0 sul terreno di un’Atalanta che ha avuto il controllo del gioco per larghi tratti del match, ma che è riuscita a creare ben pochi pericoli dalle parti di Coppola. Merito di una linea difensiva granata praticamente perfetta, al cospetto di quella che è una delle formazioni quotate per la vittoria finale e maggiormente attrezzate a livello qualitativo, non per caso seconda in classifica in questo Campionato Primavera 1.

I segnali che i suoi ragazzi gli hanno lanciato, in quel di Azzano San Paolo, non possono che rendere orgoglioso Federico Coppitelli: “Lo dico sinceramente, era la partita più difficile da inizio anno” così il tecnico granata al termine dell’incontro “Penso sia un punto meritato, abbiamo fatto una partita di un certo tipo, ma è quello che dovevamo fare”. Ovvero, soffrire: stringere i denti e dimostrare di essere capaci anche di reggere agli urti avversari e ‘tenere botta’ se la situazione lo richiede. Una prova alla quale i ragazzi granata hanno risposto in maniera estremamente positiva.

Questa Primavera – che ieri pomeriggio ha tra l’altro cambiato otto undicesimi rispetto al precedente match di Coppa Italia contro la Roma – è capace di adattarsi ed ha dimostrato quali sono i propri principali punti di forza: la coesione del gruppo e la solidità della squadra, fattore che dovranno rivelarsi determinanti anche mercoledì pomeriggio. La testa è già infatti alla prossima sfida, allorquando a Grugliasco arriveranno proprio i capitolini per il match di ritorno: i granata partono da un positivo 1-1 conquistato in trasferta, ma per raggiungere la finale dovranno bissare la prestazione – e soprattutto mettere in campo la medesima mentalità – offerta ieri pomeriggio.

0 Commenta qui

Recupera Password

accettazione privacy