Torino Primavera, Immacolata importante: in casa del Milan per il colpaccio

Torino Primavera, Immacolata importante: in casa del Milan per il colpaccio

Verso il match / I rossoneri hanno cambiato tecnico da poco; la squadra di Coppitelli deve saperne approfittare

Per comprendere l’importanza della partita di oggi del Torino Primavera, basta uno sguardo alla classifica. Si gioca in casa del Milan terzo, oggi alle 14.30 a Solbiate Arno (diretta su Sportitalia) con i granata quarti, un solo punto dietro. Ma Coppitelli ha anche una partita da recuperare, quella con la Roma in casa, che sarà disputata solo a febbraio. Se ai granata riuscisse il colpaccio quest’oggi, si troverebbero potenzialmente a più cinque dai rossoneri, con una posizione in classifica che permetterebbe addirittura di guardare con curiosità ai primi due posti della classifica, quelli che portano direttamente alle semifinali Scudetto.

Vietato correre troppo con la fantasia, comunque; per D’Alena e compagni serve pensare ad una partita alla volta. Quella che arriva all’Immacolata Concezione è certamente molto importante. In un campionato Primavera 1 che la riforma ha reso equilibratissimo e imprevedibile, ogni settimana i punti in palio pesano doppio. I granata arrivano da una vittoria importantissima in casa contro il Bologna e fanno visita ad una squadra che è inevitabilmente in via di riassestamento dopo la promozione in Prima Squadra di Rino Gattuso e l’arrivo di Alessandro Lupi, l’ex tecnico dell’Under 17. Il neo tecnico all’esordio ha perso 2-1 sul campo della Roma ma ha a disposizione una squadra con giocatori di qualità: da Tiago Dias a Forte, passando per i centrocampisti Pobega e El Hilali, il Milan ha un gruppo competitivo che non per caso è terzo in classifica. La squadra allestita da Gattuso ha avuto un’avvio difficile, un po’ come il Torino, ma poi ha saputo rilanciarsi. Il cambio del tecnico inevitabilmente mischia nuovamente le carte e i granata dovranno essere bravi a saper sfruttare il fattore.

Il Toro si presenta a Solbiate Arno senza Nicolò De Angelis: il centrocampista romano classe 2000 ha un infortunio muscolare importante, quello che si è procurato nel derby di Coppa Italia, e starà fuori sino a gennaio. Fuori anche i lungodegenti Gonella (pubalgia) e Ramos, Coppitelli dovrebbe puntare ancora sulla coppia Butic-Millico, con Kone a supporto. A centrocampo potrebbe esserci una chance per Celeghin da titolare, affiancato dai peni Oukhadda e Butic. In difesa ecco il ritorno di Ferigra con Buongiorno al centro; sulle fasce i favoriti sono Gilli e Fiordaliso, in porta Domenico Coppola.

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy