Svolta Torino: il club granata pensa alla Primavera femminile

Svolta Torino: il club granata pensa alla Primavera femminile

Giovanili / Il Toro potrebbe avere una squadra Femminile Primavera già nella stagione 2018/2019

di Gualtiero Lasala,

Quando si parla del Torino, il primo pensiero è a Mazzarri e ai giocatori granata, all’imminente ritiro pre-stagione a Bormio, ma non è solo questo. Ci sono anche i giovani ragazzi del Toro, dalla Primavera all’Under 14, ma ci sono anche le Academy e non solo. Nell’ultimo anno il calcio femminile ha cominciato ad essere parte integrante del mondo del calcio, e anche il Torino – da società completa qual è – ha dimostrato l’interesse di costruire un apparato del calcio femminile a tinte granata.

Danone Nations Cup, impresa soltanto sfiorata: le granata chiudono al terzo posto

SUCCESSI – La parte femminile del Torino ha cominciato già a dare dei risultati molto positivi. Non è un caso che – infatti – le giovani ragazze Under 12 siano riuscite a piazzarsi al terzo posto della Danone Nations Cup, un risultato molto importante per un apparato ancora giovane come quello femminile del Toro. Ma proprio per questo il successo del terzo posto ha molto più valore, e può dare una spinta verso una svolta, per costruire un reparto ben delineato. E quella svolta può arrivare dal Torino Primavera Femminile.

PRIMAVERA – “Prima squadra femminile? Quando fai le cose bisogna farle bene, è una cosa da valutare e su cui meditare, crediamo nel calcio femminile, stiamo sviluppando le giovanili, e per avere una prima squadra femminile dobbiamo prima fare le cose per bene“. Queste furono le parole di Urbano Cairo quando le Giovanili granata salirono a Superga per commemorare il Grande Torino, e il presidente granata sta cercando di mantenere le promesse. L’obiettivo della dirigenza del Torino è quella di andare ad allestire una squadra Primavera Femminile: nei prossimi giorni potrebbe esserci la conferma, con la volontà del Toro di costruire questa squadra proprio nella prossima stagione 2018/2019. Il fine è quello di tesserare le giocatrici Under 15 attualmente in organico con un vincolo di serie giovanile onde evitare il rischio di uno svincolo collettivo, e schierarle sottoleva nel campionato Primavera, implementando anno dopo anno le categorie sottostanti. Il progetto è in cantiere, il coordinatore della parte femminile Marco Pianotti sta collaborando con Massimo Bava per riuscire a dare vita a questo progetto che sarebbe una grande novità nel mondo granata, che darebbe in questo modo grande continuità ad un lavoro di qualità da parte del Torino.

8 Commenta qui
  1. peter1 - 3 mesi fa

    Il Torino, se vuol essere “una società completa” può benissimo pensare ad avere una squadra femminile. L’unica vera condizione è che sia competitiva, almeno come lo sono oggi le varie rappresentative giovanili. Il calcio del futuro va in quella direzione, anche nei grandi club europei. Non tutte le novità sono per forza positive, questa può esserlo, se ben fatta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dukow79 - 3 mesi fa

    Altro modo per generare valenze e perdere qualche derby in piú. Grazie urbano avanti tutta…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Toro sempre - 3 mesi fa

    Scusate se non condivido l’entusiasmo, ma quale sarebbe l’utilità di una squadra femminile?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. al_aksa_831 - 3 mesi fa

      La Federcalcio sta praticamente costringendo tutte le squadre di serie A ad avere una compagine femminile, quindi, è praticamente obbligatorio.
      Quest’anno la serie A rosa passa sotto l’egida diretta della FIGC.
      Comunque, costruire una primavera per la prossima stagione significa la sicurezza di avere una prima squadra granata/rosa per la stagione successiva. Basta prendere il titolo sportivo del Torino che già esiste e metterci dentro le loro donzelle più le prime uscite dalla primavera.
      Cairo si è fatto convincere, un tornaconto lo avrà sicuramente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toro sempre - 3 mesi fa

        Grazie per la spiegazione, confesso che non sapevo molte delle cose che hai scritto. Sostanzialmente, l’idea mi pare questa , dovendo obbligatoriamente costruire una squadra femminile, stanno cercando di partire con una squadra giovane di ‘canterane’. Beh, per una volta mi sembra sia l’approccio giusto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. steacs - 3 mesi fa

    Bene, perché metá dell’attuale rosa che abbiamo potrebbe giusto giocare in una squadra femminile!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rock y Toro - 3 mesi fa

      E forse qualche elementa della
      Primavera donne potrebbe far comodo a mazzarri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Toro sempre - 3 mesi fa

      Immagino costruiremo la squadra attorno a basellina

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy