Primavera, le pagelle di Torino-Roma 0-1: Millico e Butic, oggi non va

Primavera, le pagelle di Torino-Roma 0-1: Millico e Butic, oggi non va

I voti di TN / Buongiorno da centravanti aggiunto sfiora il pari. Bianchi: palo clamoroso

di Gianluca Sartori,

Termina Roma-Torino, è il momento delle pagelle. Prova incolore dei granata, certamente provati dal punto di vista fisico dopo un periodo molto intenso e pieno di impegni. Un buon primo tempo non basta: oggi contro avversari di livello alto arriva la sconfitta, seppur di misura, a seguito di una ripresa in cui la Roma ha preso il sopravvento. Da parte granata c’è il rammarico per il miracolo del portiere romanista Greco nel recupero su Buongiorno, ma complessivamente il risultato può dirsi giusto.

COPPOLA 6: primo tempo senza dover prodursi in grandi interventi; ad inizio ripresa prima mette i brividi con un liscio, poi salva il risultato con una bella parata su Besujen. Trafitto incolpevolmente da Coly.

GILLI 6: si riprende il suo posto sull’out di destra. Gioca con attenzione e disciplina: dalla sua parte, la Roma non sfonda. Eppure Besujien è un cliente difficile.

BIANCHI E. 6: vicinissimo al gol, su palla inattiva: piattone destro di controbalzo fuori di poco. Per il resto prova con pochi fronzoli, rinvia quando deve rinviare e non si concede distrazioni anche sotto pressione.

BUONGIORNO 6.5: ottimo primo tempo, in cui tiene sotto controllo Celar e, tra chiusure ed anticipi, non sbaglia un pallone. Nella ripresa va un po’ di più in sofferenza ma tiene botta. Nel recupero finale, va vicino al clamoroso gol del pari: solo una gran parata di Greco gli nega la rete.

FIORDALISO 5.5: spinge meno di quel che potrebbe e va in sofferenza nella ripresa: dal lato sinistro del Toro arriva il cross buono per la testa di Coly, che decide la partita.

OUKHADDA 5.5: i capelli granata non intimoriscono i centrocampisti della Roma, che gli lasciano poco spazio per i suoi inserimenti. La consueta grinta oggi non basta: non era al meglio e si è visto.

D’ALENA 5.5: tocca tanti palloni; la prima idea è quella di verticalizzare, ma lo fa con poca continuità e ritmo. A centrocampo la Roma costruisce la sua vittoria nel secondo tempo, va in difficoltà anche lui.

KONE 5.5: nella sua posizione spuria tra mezzala ed esterno d’attacco, si muove molto per togliere riferimenti alla Roma ma qualche volta tarda troppo a liberarsi del pallone. Sostituito all’intervallo. (1′ st DE ANGELIS 6: qualche buona giocata, poi si fa di nuovo male. Altra nota dolente della giornata).

RAUTI 5.5: un po’ spento, il motorino classe 2000: largo a destra, pochi spunti e qualche pallone perso. Un solo guizzo, quando serve a E. Bianchi un bel pallone nel primo tempo. (20′ st CELEGHIN 6: conferisce alla mediana granata un po’ di equilibrio in più).

BUTIC 5.5: punto di riferimento della manovra, gli arrivano tanti palloni lunghi e gioca sul filo del fuorigioco. Serve un buon assist a Millico, che però spreca. Nel secondo tempo, solo un tiro sull’esterno della rete, e ben poche altre occasioni per pungere. (36′ st F. BIANCHI 6: con una giocata personale porta il Toro a tanto così dal pareggio: sinistro precisissimo e palo che fa disperare la panchina granata).

MILLICO 6: insieme al gemello del gol Butic confeziona un’occasione che però liscia malamente davanti alla porta. La Roma lo tiene d’occhio con particolare attenzione. E fa bene, perchè appena ha spazi sa come fare male.

All. COPPITELLI 6: con la squadra in un momento poco brillante, parte per giocarsela con la formazione tipo, poi ricerca a gara in corso gli aggiustamenti che servono per portare a casa un punto. Ci va davvero vicino.

Roma (4-3-3): Greco 7; Kastrati 6.5, Ciavattini 6.5, Cargnelutti 6.5, Valeau 6.5; Bouah 6, Sdaigui 6.5 (dal 34′ st Masangu ng), Marcucci 6.5, Riccardi 6, Besuijen 6.5; Celar 5.5 (dal 20′ st Coly 7).  A disposizione: Pagliarini, Diallo Ba, Semeraro, Trusescu, Pezzella, Petrugnaro, D’Orazio, Cangiano, Borg. Allenatore: De Rossi.

1 Commenta qui
  1. tric - 3 mesi fa

    Il centrocampo ha sofferto troppo, specie nella ripresa (e le due squadre erano stanche nella stessa misura). Quindi mezzo voto in meno a Coppitelli (per l’inutile cambio di Butic che ci avrebbe lasciato in 10), mezzo in più a Butic (che ha ricevuto pochi palloni giocabili), mezzo in meno a Millico per il liscio del primo tempo (forse però una zolla del campo di patate).

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy