Primavera, le pagelle di Chievo-Torino 1-2: riecco capitan D’Alena. Butic timbra sempre

Primavera, le pagelle di Chievo-Torino 1-2: riecco capitan D’Alena. Butic timbra sempre

I voti / De Angelis sveglia i suoi, Millico pericoloso ma impreciso in contropiede. Ferigra svetta ancora

2 commenti

Vince anche contro il Chievo la Primavera di Federico Coppitelli: un successo sofferto ma conquistato con le unghie e con i denti (più qualche brivido). Ecco le pagelle dei granata:

LEGGI Chievo-Torino 1-2, il commento: questa squadra sa anche soffrire

ZANELLATI 6 – Esordio in campionato per lui, chiamato a sostituire Coppola (vittima di un attacco influenzale). Prestazione attenta e precisa sui tentativi clivensi che si intensificano nella ripresa, almeno fino all’83’, quando la sua lettura sul destro di Pedroni non è felice: non si tuffa nemmeno sul diagonale dell’avversario, che però finisce in rete. All’ultimo secondo, invece, si ritrova tra le braccia il destro di Leris. Non la parata più difficile della giornata, ma sicuramente la più difficile.

LEGGI Coppitelli: “Vittoria da squadra matura”

FIORDALISO 6 – Come da copione, non è nelle sue corde la spinta nella metà campo avversaria: compensa con l’attenzione in fase difensiva. Da quelle parti il Chievo non passa mai.

FERIGRA 6,5- Sale in cattedra a 10′ dalla fine, quando è bravissimo ad anticipare Leris in area piccola sull’imbeccata di Rabas: coronamento di un’altra partita da oscuro protagonista, dominata dal punto di vista fisico e tecnico.

BUONGIORNO 6 – Si fa sfilare da Pedroni in occasione del gol clivense, ma regge l’urto dell’assedio avversario negli ultimi minuti. Il Toro ha subito una rete nelle ultime 4 partite: sintomo di solidità, e lui c’è sempre.

SAMAKÉ 6 –  Fornisce decisamente più spinta di Fiordaliso a sinistra nella prima frazione, dovendo però talvolta rincorrere, quando si tratta di difendere all’indietro. Scompare però dai radar nei secondi 45′, nel tentativo (riuscito) di difendere il vantaggio (dal 38′ st BEDINO 6,5: in 10′ minuti salva il risultato due volte).

OUKHADDA 6 – Non approccia bene il match, giocando pochi palloni e facendolo male nel primo tempo. Coppitelli gli deve aver detto qualcosa nell’intervallo, perché nella ripresa è un altro, e contribuisce a gettare le basi del successo granata. Ma può crescere in continuità

D’ALENA 6,5 – Nel primo tempo è l’unico che dalla mediana riesca a costruire qualche connessione con l’attacco. Freddo dal dischetto, è l’uomo che sa cosa fare nei momenti più difficili: ecco perché Coppitelli gli ha dato le chiavi del centrocampo.

DE ANGELIS 6,5 – È il più cercato dai compagni in fase di impostazione da parte dei compagni, ma è anche il più controllato dagli avversari. Per questo, con l’uomo sempre addosso, fatica a trovare la giocata. Lo fa al 54′, quando si libera ai danni di Pavlev e si fa atterrare sulla linea dell’area di rigore. Sposta gli equilibri del match, risultando ancora una volta decisivo.

KONE 6 – Nonostante la sua sia una delle conclusioni più pericolose del primo tempo, non convince appieno, come già accaduto contro lo Spezia in Coppa Italia. Fatica a rifinire con continuità, ma quando si accende dà l’impressione di poter creare pericoli. Il traversone per il gol di Butic è con i contagiri (dal 29′ st CELEGHIN 6: alza la diga a protezione del risultato nel finale).

BUTIC 6,5 – Giornata a due facce per l’eroe di Firenze, che fino all’ora di gioco fa vedere le cose migliori in appoggio a Bianchi, piuttosto che in fase di realizzazione. Poi, è bravo a materializzarsi alle spalle della retroguardia clivense su cross di Kone, mettendo il suo sigillo alla partita. Anche quando non brilla, Butic timbra sempre: sono 7 in campionato, in altrettante partite.

BIANCHI 6 – Movimento e dinamicità: il ragazzo continua a crescere con il passare delle settimane. Nel primo tempo è l’unico a provarci davvero, poi però si spegne (dall’11’ st MILLICO 6: spauracchio per gli avversari in contropiede, ma sarebbe dovuto essere più preciso in un paio di circostanze).

2 commenti

2 commenti

  1. Filadelfia - 2 settimane fa

    Bravi torelli e grande Coppitelli. Lui è Bava stanno facendo ottimo lavoro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giansiro - 2 settimane fa

    Coppitelli 8: Azzecca formazione, cambi e approccio alla gara, dopo il gol sullo schema della punizione si esalta nell’esultanza. Ma soprattutto a fine partita corre ad insultare l’arbitro che concede tempo immotivato oltre i 3 minuti di recupero che quasi ci costa la vittoria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy