Primavera, Coppitelli e Bigica alla resa dei conti. E quello scudetto del 2015…

Primavera, Coppitelli e Bigica alla resa dei conti. E quello scudetto del 2015…

Primavera / Tre vittorie ed un pareggio nei precedenti tra i due tecnici, che si sono affrontati anche in una finale scudetto

di Alberto Giulini,

Dopo aver terminato in parità la gara d’andata, le squadre Primavera di Torino e Fiorentina si riaffronteranno giovedì per stabilire quale delle due formazioni andrà a sfidare l’Atalanta nelle semifinali scudetto. Quella di giovedì non sarà soltanto la sfida fra due squadre con vivai importanti alle spalle, ma anche tra due allenatori emergenti che hanno fatto molto bene in questa stagione: Emiliano Bigica e Federico Coppitelli.

PERCORSI DIVERSI – “Con Bigica ci stimiamo molto” ha spiegato il tecnico granata al termine della partita di sabato, declinando un diverbio con il collega nel finale ad una conseguenza dell’adrenalina elevata. Due allenatori che, tuttavia, vengono da percorsi molto differenti: se il viola ha avuto un importante trascorso da giocatore, contando a fine carriera 87 presenze in Serie A e 57 in Serie B, Coppitelli ha invece optato per allenare fin dalla giovane età, arrivando a conquistare risultati importanti. Dai Giovanissimi Regionali della Lupa Frascati alla Primavera del Toro, passando per Tor Tre Teste, Frosinone e Roma. Il tutto conquistando quattro scudetti ed una Coppa Italia: un’ottima bacheca per un allenatore di appena trentatré anni.

PRECEDENTI FAVOREVOLI – E proprio uno dei successi tricolori è, insieme ai due precedenti di questa stagione (due vittorie granata in campionato ed un pareggio ai playoff) il ricordo più fresco nel confronto tra i due tecnici. Coppitelli e Bigica si sono infatti affrontati nella finale scudetto Allievi delel 2015, quando sedevano rispettivamente sulle panchine di Roma ed Empoli. Una partita ricca di colpi di scena: i toscani si portarono in vantaggio all’87’, ma i giallorossi riuscirono a pareggiare nel recupero portando la gara ai supplementari. E sempre nel finale, quando la gara sembrava ormai si dovesse risolvere ai calci di rigore, Tumminello regalò alla Roma lo scudetto di categoria. Allora, il favorito era Coppitelli, l’outsider Bigica. Stavolta i ruoli probabilmente si invertono, con l’1-1 del match di andata che mette la Primavera della Fiorentina davanti di un’incollatura nei pronostici. Ma in quattro precedenti tra i due allenatori, si contano dunque tre vittorie di Coppitelli ed un pareggio nella gara di sabato, in cui i granata avrebbero meritato di ottenere l’intera posta in palio. Un trend tutto a favore dell’allenatore di Frascati, in attesa della resa dei conti di giovedì al “Bozzi” di Firenze.

0 Commenta qui

Recupera Password

accettazione privacy