Giovanili Toro, il bilancio di metà stagione: Under 16, un’altra testa per un’altra classifica

Verso il 2018 / Il bicchiere è mezzo vuoto, ma la speranza di risalire c'è: non bisogna mai spegnere quella lampadina

LA LAMPADINA

Non c’è niente da nascondere: la stagione dell’Under 16, fino ad adesso, ha il forte sapore della delusione – a metà, perché resta ancora tutto un girone di ritorno da giocare. In quella che da due anni è diventata una categoria nazionale (prima era un bacino per l’Under 17 che si misurava contro le squadre di Lega Pro), ancora il club granata lavora con un’ottica meno improntata ai risultati e più a fornire giocatori pronti al livello superiore, com’è accaduto quest’anno con Tesio, aggregato sin da subito al livello superiore.

Nonostante questi aspetti indubbiamente positivi, anche la classifica – pur a livello giovanile – conta e dimostra che quest’Under 16 ha delle lacune, peraltro già evidenziate la scorsa stagione. Quella più rilevante – e basta scorrere i tabellini per accorgersene – è l’aspetto mentale. L’80% circa delle 20 reti subite dai granata è arrivato negli ultimi 10 minuti, spesso in pochi giri di lancette: sintomo di una lampadina che improvvisamente si spegne, vanificando il lavoro settimanale e consegnando – attraverso errori individuali – la partita nelle mani dell’avversaria di turno. Se da questo punto di vista il tecnico Christian Fioratti saprà plasmare i suoi ragazzi, allora le speranze playoff (oggi distanti 8 punti) non sono ancora del tutto sepolte.

Classifica: Juventus 35, Fiorentina 29, Sassuolo 23, Genoa, Novara e Sampdoria 21, Spezia 18, Virtus Entella 17, Empoli e Parma 14, Torino 13, Cremonese 9, Carpi 7, Pro Vercelli 4.

GLI ALTRI BILANCI

Berretti, un primato frutto di coraggio

Under 17, scalata inaspettata

CELESIA, VERO CAPITANO

Christian Celesia

Tra gli elementi che hanno spiccato, non si può non cominciare dal capitano, Christian Celesia: molto cresciuto in personalità, come ogni compagno ha avuto i propri momenti di defiance (è accaduto ad esempio contro il Sassuolo), ma ha saputo  migliorare molto nel corso del girone d’andata, facendo leva anche sulla grande duttilità che gli ha permesso di giocare sia da terzino mancino sia da centrale in una difesa a quattro o a tre. La crescita l’ha portato in Under 17 e l’ha visto segnare con la Pro Vercelli, andando in gol allo scadere dopo un minuto dall’ingresso in campo: una soddisfazione che sicuramente può dare nuovo carburante alla sua crescita.

GLI ALTRI BILANCI

Berretti, un primato frutto di coraggio

Under 17, scalata inaspettata

PEIRANO E QUEL LAVORO OSCURO

Lorenzo Peirano

È forse passato in sordina il grande lavoro di Lorenzo Peirano, uno dei pochi insostituibili nelle gerarchie di Fioratti: il centrocampista ha la capacità di fare un grane lavoro oscuro lì in mezzo ed è migliorato esponenzialmente sia dal punto di vista tecnico sia da quello fisico. Un aspetto che in questa categoria può davvero fare la differenza.

GLI ALTRI BILANCI

Berretti, un primato frutto di coraggio

Under 17, scalata inaspettata

GENNARO, BELLA SCOPERTA

Giorgio Gennaro (2002) – Scatto di Chiara Brunero

Menzione d’onore anche per uno dei nuovi arrivati in estate, il portiere Giorgio Gennaro. Giunto in granata dal Chisola, l’estremo difensore si è (quasi) sempre fatto trovare pronto, salvando spesso e volentieri i suoi. Anche su di lui, come su tutti i compagni, gravano singole incertezze che hanno condizionato in un modo o nell’altro i risultati di questo Torino, che ora è costretto a rincorrere. Per farlo, bisognerà tenere quella lampadina sempre accesa, continuando a lavorare.

GLI ALTRI BILANCI

Berretti, un primato frutto di coraggio

Under 17, scalata inaspettata

Outbrain
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.