Berretti, Torino-Inter 4-0: spettacolo granata al Filadelfia, finale ipotecata

Berretti, Torino-Inter 4-0: spettacolo granata al Filadelfia, finale ipotecata

Giovanili / L’aria del Filadelfia galvanizza i granata, che danno spettacolo nella semifinale di andata contro i nerazzurri

di Lorenzo Bonansea,

Il Toro mette una grossa ipoteca sulla finale Berretti, stravincendo la semifinale di andata contro l’Inter per 4-0, davanti alle circa 700 persone del Filadelfia (qui il nostro live). I granata di Fogli danno spettacolo, scaldano gli spalti e travolgono meritatamente i nerazzurri, risultando cinici davanti e impermeabili dietro. Nonostante l’importante vantaggio acquisito, però, non è ancora finita: quello di oggi era solo il primo atto, con il Toro che sarà chiamato a ripetersi nel ritorno in casa nerazzurra per guadagnare il pass per la finalissima.

QUI LE PAGELLE

La Berretti esordisce al Filadelfia nell’appuntamento più importante della sua stagione, contro l’Inter – rivale storica della categoria – nella semifinale di andata del campionato. Gara dall’alto peso specifico, adatta per una cornice prestigiosa come quella del Fila. I granata di Fogli – che schiera il consueto 3-5-2 – partono meglio, forse galvanizzati dal tifo degli spalti, tenendo bene il campo e ripartendo con velocità.

Munari è da subito uno dei più attivi, proponendosi in profondità e ripiegando con generosità, ed è infatti la catena di destra (con Favre e Ollio) quella a funzionare meglio. L’Inter ci prova da calcio piazzato, colpendo anche una traversa su punizione di Demerovic, ma il Toro gioca meglio, sbloccandola sugli sviluppi di un calcio di punizione di Matera: Ollio attacca con forza il cuore dell’area e propizia l’autorete del nerazzurro Rizzo, imperfetto nell’occasione. Il Toro prende fiducia, limita le offensive nerazzurre grazie al grande lavoro di Potop e Ambrogio, andando molto vicino al raddoppio al 20′, ma Citterio tarda la conclusione facilitando l’uscita di Tamma. Nel momento di maggiore pressione nerazzurra (pur senza tiri in porta), il Toro piazza il raddoppio: invenzione di Matera per Citterio, che salta il marcatore e buca Tamma con un gran destro.

Nella ripresa il Toro scende in campo con la mentalità giusta, e dopo pochi minuti Casella trova Ollio in profondità, ma l’attaccante non è perfetto nello stop perdendo il vantaggio acquisito. Il Toro non rischia niente ed è cinico nel colpire, con Fogli che azzecca il campo propiziando il tris granata, che arriva al 26′ con il subentrato De Pierro, bravo a spiazzare col destro Tamma da dentro l’aerea. E’ il colpo di grazia per i nerazzurri, che non trovano più il bandolo della matassa e subiscono anche il poker, con l’altro subentrato Peyronel che segna con un pallonetto delizioso. Stra-vince il Toro di Fogli scaldando il Filadelfia: la finale adesso è ad un passo.

DI SEGUITO IL TABELLINO DEL MATCH

BERRETTI, TORINO-INTER 4-0

Marcatori: 12′ Rizzo (aut.), 42′ Citterio, 26′ st De Pierro, 45′ st Peyronel.

Torino (3-4-1-2): Gemello; Casella, Potop, Ambrogio; Favre (dal 38′ st Sargiotto), Munari, Chalakov, Oyewale (dal 29′ st Rovelli); Matera (dal 22′ st De Pierro); Ollio (dal 38′ st Guerini), Citterio (dal 29′ st Peyronel). A disposizione: Circio, Serbouti, Mecja, Battistelli, Chiappino, Bellardone, Fimognari. Allenatore: Fogli.

Inter (4-2-3-1): Tamma; Grassini, Van Den Eynden, Rizzo, Visconti; Roric, Ballabio; Gnoukouri (dal 30′ st Galazzi), Demirovic (dal 6′ st Soares), Damico; Pelle (dal 43′ st Zupperdoni). A disposizione: Milani, Mandracchia, Coltro, El Kassah. Allenatore: Corti.

Arbitro: Colombo di Como. Assistenti: Rotondale di Aquila e Martinelli di Seregno.

Ammoniti: 5′ Rizzo (I), 36′ Ollio (T), 42′ Serbouti (T), 16′ st Roric (I), 35′ st De Pierro (T), 37′ st Chalakov (T).

1 Commenta qui
  1. prometeora - 5 mesi fa

    Grandi!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy