Genoa, Perin ultimo baluardo di una difesa con numeri da Europa

Genoa, Perin ultimo baluardo di una difesa con numeri da Europa

Analisi per reparti / La retroguardia rossoblu è stata uno degli elementi chiave per centrare la salvezza in questa stagione

di Alberto Giulini,
Perin

Conquistati tre punti contro la SPAL, in casa Toro tutte le attenzioni sono rivolte ora al Genoa, squadra che i ragazzi allenati da Walter Mazzarri affronteranno domenica pomeriggio al Ferraris. Come di consueto, andiamo quindi ad analizzare ai raggi X l’organico del prossimo avversario dei granata per scovare punti di forza o eventuali lacune partendo dalla retroguardia. Con 41 gol subiti in 37 partite, la difesa rossoblu si è dimostrata uno dei punti di forza per centrare la salvezza. Numeri da Europa, considerando che hanno subito 41 reti anche il Milan, attualmente sesto, e la Fiorentina, in corsa per un piazzamento in Europa League fino alla scorsa giornata.

DIFESA A 3 – Elemento chiave della retroguardia rossoblu è Mattia Perin, portiere che si è confermato ad ottimi livelli nonostante la giovane età e due  gravi infortuni al ginocchio che avrebbero potuto comprometterne la carriera. Per quanto riguarda invece l’assetto difensivo, Ballardini è solito schierare una retroguardia a tre elementi. Numerosi i giocatori che si sono alternati per andare a comporre il terzetto titolare: nell’ultimo periodo, tuttavia, ad essere impiegati maggiormente dal primo minuto sono stati Biraschi, Spolli e Zukanovic. Grandi possibilità di scelta per il tecnico rossoblu, che a disposizione ha elementi di qualità ed esperienza come Izzo, Gentiletti e Rossettini, prelevato in estate proprio dai granata.

VERSO IL MATCH – In vista della gara di domenica, Ballardini dovrà fare a meno di alcuni importanti elementi della sua retroguardia. In forte dubbio la presenza di Mattia Perin, con Lamanna che potrebbe prendere il suo posto a difesa della porta rossoblu. Per quanto riguarda invece i tre centrali, non ci sarà sicuramente Ervin Zukanovic, squalificato. Al suo posto dovrebbe giocare Izzo, già impiegato sul centrosinistra nella gara di sabato contro il Benevento. Sul versante opposto spazio a Biraschi, mentre al centro dovrebbe essere confermato il marocchino El Yamiq.

1 Commenta qui
  1. user-12851220 - 2 mesi fa

    Gentiletti? Informatevi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy