Torino-Crotone: Budimir il più prolifico, ma in trasferta…

Torino-Crotone: Budimir il più prolifico, ma in trasferta…

Focus on / Il tecnico dei Pitagorici sperimenta spesso in fase offensiva: Ricci e Nalini le armi in più

di Nicolò Muggianu

Lo Squalo vuole provare a mordere il Toro. Il Crotone inizia ad affilare i coltelli in vista del match di domenica prossima all’Olimpico Grande Torino: la banda di Mazzarri è reduce da un periodo tutt’altro che positivo e la squadra allenata da Walter Zenga vuole provare ad approfittarne. Dopo aver perso le ultime due gare di campionato infatti, i Pitagorici hanno intenzione di tornare a macinare punti. Per farlo però servirà innanzitutto difendere, ma anche attaccare e andare alla ricerca del gol.

I BOMBER – Non sarà una trasferta facile per il Crotone. La compagine calabrese arriverà nel capoluogo piemontese con il coltello tra i denti, con la voglia di provare a fare uno sgarbo a una squadra sulla carta più attrezzata. Ma quali sono le armi più pericolose a disposizione di Zenga? Il giocatore con una migliore vena realizzativa tra le fila rossoblu è senza dubbio Ante Budimir: l’attaccante croato è alla seconda esperienza in Calabria e, dopo una breve e sfortunata parentesi alla Sampdoria, vuole tornare ad essere protagonista nella squadra in cui è esploso calcisticamente. L’ultima doppietta ha ridato grande entusiasmo: il numero 17 è salito a quota 6 gol in campionato e ad oggi è il giocatore più prolifico dei suoi. In trasferta però il trend non è particolarmente positivo: due sole reti, segnate a Bologna lo scorso 4 novembre. Occhio anche a Trotta: il classe 1992 è dotato di grande fisico e può essere un fattore nelle giocate aeree.

VOLTI NUOVI – Oltre ai soliti noti però, attenzione anche ai volti nuovi. Così come Benali, l’ultimo mercato di riparazione ha portato in Calabria anche Ricci. Il ragazzo scuola-Roma, reduce da una prima metà di campionato deludente tra le fila del Genoa, in rossoblu sembra aver ritrovato lo smalto di qualche anno fa. Il talento classe 1994, non a caso, ha firmato l’ultima vittoria della squadra di Zenga: in occasione della trasferta di Verona del 21 gennaio scorso infatti, il giocatore di proprietà del Sassuolo, ha messo in rete il suo primo gol stagionale; quello del definitivo 0-3. Tra le possibili sorprese attenzione anche a Nalini, Stoian e Crociata: i primi due sono in grado di creare superiorità numerica grazie a un’innata tecnica e a caratteristiche funamboliche nello spazio breve. Il canterano del Milan classe 1997 invece è stato “riscoperto” da Zenga, che spesso gli ha dato l’occasione di agire da trequartista.

0 Commenta qui

Recupera Password

accettazione privacy