L’incubo è finito: il Torino Primavera ritrova Debeljuh

L’incubo è finito: il Torino Primavera ritrova Debeljuh

Torino – Atalanta Primavera 1-0 / Tra le note liete, il ritorno in campo del centravanti croato, sette mesi dopo la terribile rottura del crociato

Commenta per primo!

14 novembre 2015: allo Stadio Olimpico, il Torino di Moreno Longo e la Lazio di Simone Inzaghi si giocano la Supercoppa Italiana. Al 46′, proprio quando i biancocelesti passano in vantaggio con Cardoselli, Gabriel Debeljuh abbandona il campo per un infortunio al ginocchio, che si scoprirà essere una rottura del legamento crociato. Ironia beffarda della sorte, a sostituirlo è Massimo Martino, che all’85’ lascerà il campo per il medesimo infortunio.

Sette mesi dopo, dopo tanto lavoro in palestra e poi finalmente sul campo, l’incubo del giovane attaccante croato classe ’96 è finito: il Torino ha ritrovato oggi al 32′ della ripresa il proprio bomber, che aveva segnato sei goal nelle prime otto presenze di questo campionato, imponendosi come un vero e proprio trascinatore.

Gabriel, che ha sostituito tra gli applausi il compagno di squadra Matteo Tobaldo, può finalmente tornare a lottare là davanti: una fisicità, una qualità e un talento che al Torino tornerà molto utile già mercoledì prossimo in semifinale. Purtroppo, per Martino c’è stata qualche complicanza in più e il recupero è stato più lento del previsto, ma il croato ora c’è, è in palla e ha dimostrato di poter dire la sua in quel che resta di questa stagione, a partire da un derby che si preannuncia infuocato. Bentornato, Gabriel… L’incubo è finito!

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy