Toro, 4 days after

Toro, 4 days after

Sotto le granate / “No, non è influenza, è derby andato a male, quello che ti gira in pancia. Però…”

di Maria Grazia Nemour

Quando il tuo obiettivo diventa difendere una sconfitta tre a zero – e non riesci a raggiungerlo! – non ti stupisci se dopo quattro giorni ancora avverti un po’ di nausea, senso di spaesamento, brividi o sudori. No, non è influenza, è derby andato a male, quello che ti gira in pancia.

Eppure… eppure la partita era iniziata col tentativo di Liaijc, qualche buona idea di Iago. Eppure era uno dei Toro più forti degli ultimi venti anni, a entrare nel parco-divertimenti juve, sabato. Sicuramente un Toro con curriculum più lungo rispetto a quello un tantino anonimo del 2015, quello che ci riempì la gola del grido liberatorio della vittoria tanto invocata. Sabato, giusto “L’urlo di Munch”, avevamo in faccia.

Cosa entra in campo di NOI quando l’arbitro fischia e il derby comincia? Sicuramente si riversa una settimana di atti scaramantici (perché c’è sempre una zia o un verduriere che ti attacca addosso un: “allora buona partita, divertiti, speriamo che vinciate voi per una volta, nè”), di chiacchiere duellate al bar, in ufficio e in fabbrica. Di silenzi forzati per chi entra in ritiro spirituale pre-derby.

È chiaro, per la juve il derby è quella gara che cade tra una partita di campionato e una di CL. Una partita, in fin dei conti, abbastanza facile con un avversario, in fin dei conti, che fa quasi simpatia per l’impegno.

Per noi. Per noi? Per noi è sfidare chi atavicamente sentiamo inferiore in quanto a etica e passione, la ricerca di riscatto di chi la sfortuna la conosce intimamente. Per noi è la rivoluzione economico-calcistica da far scoppiare in campo.

Forse per questo, Baselli si è tappato il naso e ha fatto un tuffo a bomba su Pjanic, era un tantino nervoso, e se c’è una partita in cui il nervosismo deve essere domato, è proprio il derby. Perché se è vero che è da torinista lamentarsi dei favori arbitrali concessi sistematicamente alla juve fin dai tempi dei Savoia, è statistica rilevare che a Venaria si finisce sempre in dieci. Volontari? – chiede l’arbitro prima di cominciare – No? Allora faccio io. Tu, fuori!

Con cosa ci possiamo leccare le 4 ferite inferteci, col fatto che hanno speso milioni per un logo che fa pensare alla manina di un bambino delle elementari con scarsa fantasia? No, non basta. Brucia, pensare che non ce la siamo giocata.

Rincon ha perso palla, e insieme alla palla abbiamo perso il pareggio e la partita?

Baselli è stato espulso perché il Toro era accecato?

Perdere 1-0 pensando solo a difendere, o 4-0 con velleità di pungere, è la stessa cosa?

Confondere le strisce e pensare che contro la juve e contro l’Udinese si possa giocare lo stesso gioco, presenta dei limiti, quantomeno oculistici?

Niang era completamente sveglio? Farlo giocare al derby con quel passo non è un modo per bruciarlo in granata? Possibile che in allenamento Boyè e Berenguer corressero ancora meno di lui?

Non lo so. Però oggi qualcuno mi ha ricordato che il derby è una partita fondamentale solo mentre la stai giocando. La settimana dopo, la partita fondamentale diventa quella contro il Verona.


Mi sono laureata in fantascienze politiche non so più bene quando. In ufficio scrivo avvincenti relazioni a bilanci in dissesto e gozzoviglio nell’associazione “Brigate alimentari”. Collaboro con Shakespeare e ho pubblicato un paio di romanzi. I miei protagonisti sono sempre del Toro, così, tanto per complicargli un po’ la vita.

9 Commenta qui
  1. vanderkorputnoneramale - 1 anno fa

    Giuda Faust! E io che pensavo che i due giorni post derby di corse forsennate al bagno fossero dettati da virus intestinale e dalla cervicale! Grazie anche per la diagnosi questa volta Mariagrazia e non solo per la sempre conturbante e, al tempo stesso, sensata analisi. Terapia: vincere domenica. Altro che brufen è fermenti lattici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Wallandbauf - 1 anno fa

    Bella lettura brava

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. cuoretoro - 1 anno fa

    Pezzo bellissimo!! Complimenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ALESSANDRO 69 - 1 anno fa

    Ce la facciamo a archiviare questa partita oppure pensiamo di parlarne fino al 2020 …..????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 1 anno fa

      chi ne parla è un gobbo, ormai il mantra è quello

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 1 anno fa

        Simone credimi non era questo ciò che intendevo,il mio è solo un appello a guardare avanti,a lasciarsi alle spalle questa delusione. Perché le grandi squadre fanno così altrimenti non sarebbero grandi.
        La Juve il campionato scorso ha preso tre palle ad opera del Genoa che l’ha presa letteralmente a pallonate (il Genoa…..mica il Real…) eppure non è che si sono fasciati la testa..hanno resettato e hanno continuato pensando ai prossimi impegni….Vorrei semplicemente che anche noi arrivassimo a fare questo…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 1 anno fa

          Certo Alessandro ma sul forum sembra quasi che non si possa mai parlare male della squadra/società/allenatore senza esser tacciati come gobbi.
          Bisogna plaudire SEMPRE a tutto.
          Non so te ma onestamente della juve mi interessa poco, non seguo i loro forum x cui non so dirti se i tifosi non se la sono presa. I gobbi che conosco personalmente odiano allegri e non vedrebbero l’ora che venisse cacciato.
          Noi dobbiamo amare il genio che abbiamo in panchina?
          Oggi Ancelotti è stato esonerato dopo la sconfitta col PSG, no per quanto altro tempo dobbiamo sorbirci Miha?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ALESSANDRO 69 - 1 anno fa

            Simone,le critiche nei confronti della squadra per cui tifiamo sono sempre le benvenute e hanno sempre qualcosa da cui si può imparare per cui non lrggerai mai nei miei commenti parole che apostrofato chiunque critichi il Toro tacciandolo di essere gobbo. Per quanto riguarda l’allenatore che devo dire??? È stato esonerato Ancelotti, l’anno scorso Ranieri, oggi c’è addirittura chi vorrebbe la testa di Montella…..purtroppo quando le cose vanno Male è molto più facile prendersela con il tecnico, anche per una società che altrimenti dovrebbe ammettere pubblicamente i propri errori jn sede di mercato…E’ una logica che non riesco a condividere..a prescindere..

            Mi piace Non mi piace
          2. Simone - 1 anno fa

            L’anno scorso abbiamo buttato nel cesso un’intera stagione x la cocciutaggine di miha nella scelta del modulo e di alcuni uomini.
            Quest’anno mi sembra di rivivere lo stesso film.
            Schierare un modulo iperoffensivo in casa dei gpbbi, mettere un campo che a detta dello stesso miha, non è in condizione a discapito di berenguer, edera o Boyè.
            Speravo con tutto il cuore che qualcosa quest’anno cambiasse ed invece…

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy