Torino-Udinese: canterà il Gallo?

Torino-Udinese: canterà il Gallo?

L’editoriale di Gino Strippoli / Granata decisi a vincere e Belotti a tornare al gol

di Gino Strippoli

La partita contro la Sampdoria di una settimana fa ha lasciato sicuramente molta rabbia tra i giocatori e lo staff tecnico granata. Un Toro che avrebbe meritato di vincere e che invece è stato beffato grazie a decisioni arbitrali davvero assurde, oltre ad un possibile rigore che nessuno aveva visto. Già, i rigori! A questa voce il piatto granata piange, è altrettanto vero che i giocatori poche volte in questo campionato hanno cercato inserimenti in area palla al piede… Forse sarebbe il caso ogni tanto di provarci. Al di là di ciò, il Toro visto ultimamente grazie ai cambiamenti tattici effettuati da Mazzarri è sembrato rigenerato. Manca ancora molto ma la strada sicuramente è quella giusta, come è giusto che Ljajic si sieda in panchina finché le sue prestazioni in allenamento non saranno davvero convincenti e sapranno invitare l’allenatore granata a schierarlo in campo.

Con il recupero di Belotti, le eccellenti prestazioni di Falque in ogni partita e un Niang che sta iniziando a far intravedere le sue qualità per il serbo numero 10 diventa davvero difficile oggi riconquistarsi un posto da titolare. Nonostante tutto è riconosciuto che Adem sia il giocatore tecnicamente più forte che il Toro ha nel suo organico ed è un valore importante. Quindi al momento largo al tridente formato da Niang, Belotti e Falque, con quest’ultimo in grado di agire come contro la Samp da mezzapunta più che da semplice esterno alto. Oggi contro l’Udinese il Toro ha solo un risultato per sperare di mantenere quel lumicino che illumina la porta europea, ovvero vincere. Chi sbaglia tra le due squadre è fuori dall’Europa, inutile nascondersi. Ad oggi se c’è ancora qualche flebile speranza è solo perché davanti, al di là dell’Atalanta, le altre squadre non corrono come dovrebbero mantenendo quindi dei distacchi rispetto al Toro non impossibili da recuperare.

I bianconeri di Oddo sono compagine valida che, dopo una crisi ad inizio campionato con stazionamento in zone da Serie B, con la cura del nuovo allenatore ha dato davvero una svolta alla sua stagione diventando una sorpresa per tutti. In più possono contare su un Maxi Lopez ritrovato, capace di assist per i compagni e gol anche importanti. L’argentino ha nel cuore i tifosi granata e viceversa, ma adesso giustamente cercherà – se giocherà visto che è in ballottaggio con De Paul – di dare il massimo delle sue qualità tecniche cercando di farsi rimpiangere dal Toro. Sicuramente una brutta gatta da pelare per N’Koulou e company. Il centrocampo granata, con l’assenza di Acquah, potrebbe essere schierato da Mazzarri con Valdifiori mediano centrale, Rincon a destra e Baselli a sinistra, anche se potrebbe esserci la possibilità di vedere Ansaldi al posto di Acquah con “El General” nuovamente al centro del campo. Ansaldi, vero Jolly granata, potrebbe anche essere schierato a posto di Molinaro o De Silvestri concedendo a uno dei due un turno di riposo. Sarà fondamentale la carica del pubblico ma anche la voglia di tornare al gol di “Gallo” Belotti. La sua esplosività in campo e non solo per i gol può davvero trascinare i compagni e portare il Toro in Europa.

8 Commenta qui
  1. user-13758358 - 9 mesi fa

    ma di quale rigore mancato sta parlando?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ALESSANDRO 69 - 9 mesi fa

    Forza Ragazzi , portiamo a casa questi 3 punti…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ALESSANDRO 69 - 9 mesi fa

    Ma dove sta scritto che chi sbaglia oggi è fuori dall’europa…?????Ma perchè bisogna continuare a ragionare e a svrivere articoli con la logica dell’ultima spiaggia….????
    Nessuno nega che i 3 punti di oggi siano importantissimi ma da qui a dire che se va male addio europa con ancora 14 partite da giocare mi sembra veramente fuori dal mondo.
    L’anno scorso con questa logica abbiamo mollato tutto a metà campionato quando c’era tutto il tempo per poter cercare di salvare la stagione.
    Se il Crotone avesse ragionato come noi l’anno scorso quando mai si sarebbe salvato…????
    Mi viene quasi il sospetto che certi articoli siano dettati da un preciso volere della società a non raggiungere l’obiettivo….Lo so’ che è delirante quello che ho appena scritto ma davvero non trovo altra spiegazione…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ribaldo - 9 mesi fa

      Perché? Questo articolo l’ha scritto la Società?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. maraton - 9 mesi fa

      ma dai……
      in generale il discorso che fai è giusto, ma smettiamola di dare sempre e solo colpe alla società anche quando palesemente non c’entra nulla. la società ha altre colpe, oggettivamente, ma da qui a commissionare articoli…….
      la colpa è della mentalità “provinciale” di noi tifosi, che oltremodo si entusiasmano per una vittoria o si deprimono per una sconfitta oppure riducono tutto un campionato a due partite (sappiamo bene quali) che se per caso vanno bene (quando mai) fanno passare in secondo piano altri problemi, se invece vanno male (facile) li ingigantiscono. purtroppo molti giornalisti soffiano sul fuoco per fare tanti facili clik.
      oggi è una partita importante, porta 3 punti. se si vince è un bel salto (ino) in avanti, se si perde o si pareggia niente è compromesso, certamente più complicato, ma non è la fine del campionato. nel nostro DNA dovrebbe esserci il non voler mollare mai…così come lo chiediamo ai giocatori facciamolo anche noi e magari alcuni giornalisti. i conti si fanno alla fine, dopo aver lottato con tutte le forze

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 9 mesi fa

        Ciao Maraton, come ho scritto ,so di aver detto una cosa delirante ma era una provocazione.
        Tra l’altro se hai avuto modo di leggere i miei commenti io ho sempre difeso il modo di operare da parte della società ,talvolta criticabile ma nel complesso soddisfacente; per cui è chiaro che ho volutamente buttato benzina sul fuoco.
        Tuttavia rimane il fatto che da due anni a questa parte come arriviamo a questo punto della stagione ,non so per quale motivo e con quale logica ,mi tocca leggere certi articoli dove puntualmente alla vigilia di ogni partita si descrive questa come l’ultima spiaggia, ora che noi tifosi ,me per primo , emotivamente siamo un po’ psicolabili per cui siamo capaci di saltare dalle stelle alle stalle in un nano secondo lo posso anche ammettere ,quello che non posso comprendere è che questo atteggiamento lo abbia un giornalista professionista che dovrebbe sapere e conoscere il calcio più di tutti noi messi assieme…
        Maraton, condivido in pieno il tuo commento anche perché traduce in parole semplici ciò che volevo dire io. Oggi è una partita da vincere fosse anche con un goal del portiere all’ultimo minuto di recupero, ma se ciò non dovesse accadere evitiamo la caccia alle streghe, rimangono ancora 14 partite….FORZA TORO SEMPRE E COMUNQUE

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maraton - 9 mesi fa

          si…avevo capito il senso del tuo commento, ovvero che era un pò provocatorio. comunque come scrivi anche tu torino è questa….quindi rassegnamoci…ci sarà sempre chi soffia sulla brace, magari con motivazioni diverse, visto che condividiamo la città con le merde strisciate :-)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 9 mesi fa

    Ma la vedi la figata di Mazzarri manco voi giornalisti lo sapete chi schierera’ e come!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy