Torino: la voglia di Derby è tanta, ma prima bisogna battere il Cesena

Torino: la voglia di Derby è tanta, ma prima bisogna battere il Cesena

Coppa Italia / Concentrazione massima, sino al triplice fischio. Oggi la Juventus non esiste, il cammino passa dalle maglie bianconere dei romagnoli…

Commenta per primo!

Il derby non è una partita come le altre. In nessuna piazza, in particolar modo in quella di Torino. La storia parla chiaro, quella tra bianconeri e granata è la stracittadina più antica d’Italia, è la sfida che ha portato nel nostro Paese un concetto fino a poco tempo prima presente soltanto in Inghilterra.

Una rivalità accesa che – come è normale che sia – infiamma i cuori dei rispettivi sostenitori. E dopo la scottante sconfitta allo Juventus Stadium, è comprensibile che la voglia di giocarsi il prima possibile la rivincita abbia raggiunto livelli incalcolabili.

Il gol di Pogba nel Derby della Mole

“Andiamo a prenderci il Derby”: lo slogan di impatto che ha fatto breccia nel petto dei tifosi. Tutto giusto, tutto normale. A patto che non si perda di vista la realtà: prima di affrontare un eventuale derby di Coppa Italia, il Torino deve sconfiggere il Cesena.

Un avversario certamente alla portata, ma che allo stesso tempo merita il medesimo rispetto e impone la stessa accortezza. In passato è già capitato più volte di vedere una squadra capitolare davanti a chi sulla carta partiva sfavorito. E in tal senso, per i granata di Ventura i precedenti in Coppa Italia sono due: Siena-Torino 2-0 e Torino-Pescara 1-2.

Drago, tecnico del Cesena

Esempi lampanti di come nel calcio qualunque pronostico possa essere ribaltato. Soprattutto se la testa è altrove, proiettata in avanti, verso altre sfide. Errori già commessi, errori da non commettere più. Questa sera, la squadra non dovrà pensare alla Roma – prossimo avversario in campionato -, non dovrà minimamente considerare la Juventus.

Sino al triplice fischio, dovrà esistere solo e soltanto il Cesena: perché la voglia di Derby è tanta, ma la strada che porta all’immediata rivincita passa da un’altra maglia bianconera, quella degli uomini guidati da Drago…

0 commenti

Commenta per primo!

Recupera Password

accettazione privacy