Il Toro in scivolata

Il Toro in scivolata

Sotto le Granate / Torna la rubrica di Maria Grazia Nemour: “Domenica ho dovuto aspettare fino all’ultimo quarto d’ora per togliermela, la fame. E mi ha saziata qualcuno che non avrei mai scelto nel mio menù granata: Zaza”

di Maria Grazia Nemour

Domenica avevo i crampi, era proprio fame.

Sarà che sono andata al bar a vedere la partita contro il Chievo a piedi, una sorta di pellegrinaggio pro-Toro volto ad aumentare la temperatura in campo, ma soprattutto a stimolare l’appetito di punti.

Col Toro è da un po’ che sto a stecchetto. Dieta di emozioni.

Domenica ho dovuto aspettare fino all’ultimo quarto d’ora per togliermela, la fame. E mi ha saziata qualcuno che non avrei mai scelto nel mio menù granata: Zaza.

No, non coltivo alcuna simpatia nei suoi confronti, il diserbante del ricordo di quelle quattro dita piazzate sotto il naso esterrefatto di Ichazo al derby non mi ha permesso il fiorire di alcun entusiasmo al suo arrivo. Poi è vero che col tempo gli avvenimenti ingialliscono ai bordi, e allora rimane solo il fatto che siamo tutti fratelli, o tutti in vendita, dipende dalla filosofia di vita sposata. Comunque, proprio per questa distanza con cui ho vissuto l’arrivo di Zaza al Toro, domenica, la sorpresa è stata ancora più grande: mi sono riconosciuta nella sua fame quando è entrato in campo.

Giuro, aveva i miei stessi spasmi allo stomaco la sua volontà di andarsi a cercare la palla in mezzo all’area, padroneggiarla e indirizzarla a Ola. Era bagnato di bava alla bocca il suo tentativo di finalizzare un calcio d’angolo con un colpo di testa verso la rete, la sua gamba che non si sposta davanti all’avversario e la scivolata di chi entra all’ultimo soffio nel momento topico, in accelerata. Scivola perché è in ritardo, certo. E forse questo è il nostro attuale problema: siamo in ritardo, fisicamente e mentalmente. Entriamo in campo in ritardo – paghiamo addirittura una multa per questo – e la gamba scivola perché il pensiero non è pronto. È in ritardo anche lui.

Ma ben venga anche un gol in scivolata, nessun sofisma sul tempismo della vittoria. Un Toro testuggine che si avventa con tempi preistorici su un Chievo bradipo, benissimo. L’importante è che il Toro mangi.

All’88esimo, saltando dalla sedia, ho iniziato a chiedermelo. Da dove viene quella fame di Zaza?

Sarà l’effetto delle parole caustiche spese da Mazzarri prima della partita?

Zaza avrà voluto dimostrargli di saper rispondere alle richieste del gruppo prima di quelle individuali?

È stufo di veder la partita a un metro da terra, seduto in panchina?

Moto di orgoglio?

Timida e balbettante la domanda che amerei tanto centrasse il perché: Zaza, è un uomo dalla fame-Toro?

Non voglio né infondere nelle mie viscere false illusioni, né pensare che un uomo sia solo quello che è stato.

Credo che la vita metta sul piatto sempre nuove occasioni e mi auguro che Zaza abbia la fame giusta per allungare una zampata e divorarsele, quelle che trova al Toro, di occasioni. Ho sperato per anni che Ljajic trovasse a Torino il modo di sfamare se stesso, sfamando noi, ma è stato un pasto di insoddisfazioni. Forse Adem ha provato a cercarsi il piglio-Toro dentro, ma ha trovato solo un buco nello stomaco, una fame irrisolta.

Forse, bisognava aspettare la fame di Zaza? Vedremo, è presto per dirlo.

Comunque, tra tanti ma e forse, contro il Chievo abbiamo avuto il dolce a fine partita: Iago Falque entra, ed è subito Toro.

E ora, cos’è ‘sto languorino? Ah già, venerdì Frosinone!


Mi sono laureata in fantascienze politiche non so più bene quando. In ufficio scrivo avvincenti relazioni a bilanci in dissesto e gozzoviglio nell’associazione “Brigate alimentari”. Collaboro con Shakespeare e ho pubblicato un paio di romanzi. I miei protagonisti sono sempre del Toro, così, tanto per complicargli un po’ la vita.

22 Commenta qui
  1. BIRILLO - 2 mesi fa

    Forse è una questione di parametri. Il giusto modo per capirlo sarà valutare nell’ordine: Fatturati ultimi 10 anni, Risultati sportivi idem, storico risultati sportivi, media valore squadra, media abbonati, poi ci sarà qualche indice marketing… Ho paura che siamo piu’ o meno tra Bologna e Genova. Non dico stare in serie A sia una difficoltà ora, direi che per ambire a ritornare realmente a far parte delle prime 5 o 6 (romane, milanesi Napoli e gobba… uhmm..) bisognerebbe fare un salto societario e di squadra non indifferente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. stevetoro - 2 mesi fa

    vorrei un toro che provasse a emulare nello spitiro del napoli,ma avete visto che ritmo impressionante del napoli?forse hanno qualche energizzante particolare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 2 mesi fa

      Metti un Allan al posto di Rincon, o di Basellino, e vedi come già ti sembrerà di salire su un bolide. Gli uomini, prima di tutto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BIRILLO - 2 mesi fa

        ma come hai ragione…. e pensa a Koulibaly affianco a N’koulou e magari….ahi ahi… i sogni…. non cito altri desideri di calcio mercato. Qui spesso sembra che se i ragazzi indossassero la camiseta blaugrana sarebbero come loro.. non funziona cosi’. Spero di sbagliarmi e nn lo dico.. quindi i 20 mln di gennaio Cairo se li spenderà sara per smentire gente come me che non crede che per il 7 posto va bene così, lui casomai li investirà per il 4 posto. Ah come vorrei sentirmi piu’ str.. a gennaio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marchese del Grillo - 2 mesi fa

          E si, sogno proprio. Noi, infatti, gli Allan prima li alleviamo e li facciamo crescere in casa, o li compriamo giovanissimi per poco, poi li vendiamo profumatamente agli altri, quelli che hanno i soldi. Perché noi, del resto, non siamo che una piccola provinciale che già a stare in serie A….
          Giusto Birillo?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BIRILLO - 2 mesi fa

            Forse è una questione di parametri. Il giusto modo per capirlo sarà valutare nell’ordine: Fatturati ultimi 10 anni, Risultati sportivi idem, storico risultati sportivi, media valore squadra, media abbonati, poi ci sarà qualche indice marketing… Ho paura che siamo piu’ o meno tra Bologna e Genova. Non dico stare in serie A sia una difficoltà ora, direi che per ambire a ritornare realmente a far parte delle prime 5 o 6 (romane, milanesi

            Mi piace Non mi piace
  3. Lucius - 2 mesi fa

    Parafrasando Theseus, creatura del tuo collaboratore, Zaza potrebbe aver pensato: “Toro, I wooed you with violence, using my sword, and got you to fall in love with me by injuring you. But I’ll marry you under different circumstances — with extravagant festivals, public festivities, and celebration”.
    At least I hope so.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 2 mesi fa

      Anche traducendo (Creatura del tuo collaboratore, Zaza pensasse: Toro io corteggiato con la tua violenza (2 mln) usando la mia spada e tu ottieni che io mi innamori di te ingiuriandomi (??? a banconote ???). Ma io mi sposerò-unirò con te in altre circostanze con feste e spettacoli di piazza stravaganti e..festosi… e celebrazioni). Hahahaha.. Dove non capisco il rapporto con Zaza ? Bellissima la metafora di Teseo e Arianna, ma semmai sarà WM che deve cercare di uscire dal labirito che gli ha lasciato Urbano con la squadra senza valide alternative alla vendita di Adam Lijaic con una regia indegna e con esterni…. vabbe’… bla bla bla… citiamo i greci antichi e De medici. Bellissimo esercizio di stile. Avercene. Spettacolare !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13758358 - 2 mesi fa

    che Belotti si sia rotto è tutto da dimostrare, visto l’impegno che ci mette e la partecipazione di felicità sui gol dei compagni. smettiamola di alimentare un caso x nulla. poi magari se ne andrà ma non certo xchè ora si è rotto
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 2 mesi fa

      Mimmo vorrei e non sai quanto, Ritengo che Belotti da noi sia sprecatissimo e in un big club possa fare sfracelli. Anche Iago. Ieri ho visto Napoli Liverpool, e non mi schifo a vedere la gobba e le altre squadre che giocano in CL ad alti livelli. Il mio ritegno e’ perche’ non siamo li con le altre. Cairo avrà fatto quello che poteva dice lui. Vedo il napoli che vince coi Reds e’ credo che se fossero rimasti alcuni giocatori… Eppure siamo lamentosi… Appena ti scolli dalle speranze che pure ho anche, diventi un lamentoso. Poi commenti positivamente i successi di Napoli o Roma Nelle COMP Europee e ti senti sfigato. O dici che siamo a bassi livelli, anche se tifi al 1000 per cento e sei un gobbo. MAnnaggia…. Evviva la speranza. Evviva il Toro ma ragazzi, un po’ di realta e decenza per favore !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BIRILLO - 2 mesi fa

        Mi rimane nella testa il commento di un fratello granata di 80 anni incaxx issimo che diceva perche farsi 400 km a/r per venire a vederci dopo tanti anni con questa situazione. Ma vogliamo essere realisti ? Vinceremo col Frosinone ? Forse sì Col Bologna ?????? Forse NO ! Sveglia !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BIRILLO - 2 mesi fa

          Scusate la Foga.. Ma che cc… noi a capire chi fa centrocampo e cross per una squadra che ancora si deve rivelare e loro a vincere in europa…. che nervi !!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Kalokagathia - 2 mesi fa

    Bell’articolo!
    Credo però che Adem quest’anno avesse trovato quel giusto mix di buoni valori, che probabilmente non portava dentro sé in principio, che gli avrebbero permesso di essere molto molto utile prima di tutto alla squadra e poi a se stesso. La prima delle cause del ritardo del team va ricercata nella vendita di Adem; subito dopo: la promessa mancata di un talento vittima di un eterno conflitto interiore (Baselli); terzo: il top-player Soriano che fatica ad adattarsi e sino ad oggi ha fatto solo passaggi in orizzontale di un metro. Infine c’è il grande enigma Belotti nel quale ancora non si è capito dove finisca la sua responsabilità e dove cominci quella dei compagni incapaci di servirlo a dovere.
    L’altro lato della medaglia ci sta regalando gioie quali la conferma di un super Sirigu, il temerario e chirurgico Izzo, l’ottimo Djidji visto a Verona, l’eterno Moretti, il grandioso Meité che da solo sta tenendo tutto il centrocampo, Ola-aina un grande muscolo che rincuora coloro che desideravano a tutti i costi l’acquisto Laxalt e ovviamente il caro Iago Falque semplicemente bellissimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kalokagathia - 2 mesi fa

      Errata corrige: 1 riga “aveva” al posto di “avesse”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

        Era più corretto “avesse”, congiuntivo imperfetto.
        Con simpatia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Kalokagathia - 2 mesi fa

          Era corretto se la proposizione subordinata consecutiva non fosse stata al condizionale passato: scacco matto :-)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BIRILLO - 2 mesi fa

      Credo che se Adem avesse avuto 3 mln e un progetto sarebbe rimasto. Poi ci mettera forse un’ po ma se le condizioni di Belotti saranno le stesse fara’ cosi’ anche lui. Ci vuole poco a capire che si e’ rotto ed e’ usato male..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. RobyMorgan - 2 mesi fa

      Mi unisco nei complimenti per l’articolo di Maria Grazia, ormai ci ha abituato al meglio con la sua simpatia , ed intelligenza. Veramente , mai nome (il suo secondo) è stato azzeccato.
      FVCG anche con i tuoi saggi….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. BIRILLO - 2 mesi fa

    22.52 Onore al Napoli che vince coi Reds ! Forza TORO !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 2 mesi fa

      Rispondo all’unlike. Peccato la mancanza di sportività per una partita vinta con merito contro il Liverpool da un’italiana che non è la gobba. Per il resto FORZA TORO E BASTA !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-14003131 - 2 mesi fa

      Concordo sul pensiero generale. Allo stesso tempo credo che il Gallo abbia avuto 2 anni fa una stagione irripetibile. Felice ovviamente di sbagliarmi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BIRILLO - 2 mesi fa

        …e quindi sei piu’ pessimista di me per quanto riguarda il gallo… Per me e’ un giocatore da big club male utilizzato, in una squadra che ha un centrocampo scarso e senza regia, e già detto per gli esterni, giovani promesse o, 30enni nel ns caso rotti (panchina corta !!!!). non vado oltre e amo il Toro con la bile di sempre. grgrgrgr…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy