Non avete fatto niente…

Non avete fatto niente…

Prima che sia troppo Tardy / Torna la rubrica di Enrico Tardy: “Purtroppo grinta e personalità nel calcio come nella vita non si vendono in nessun supermercato dunque se non le possiedi c’è poco da fare”

di Enrico Tardy

Storpiando leggermente il titolo della canzone vincitrice di Sanremo abbiamo lo specchio del Toro formato derby. La Juve ha giocato senza attaccanti titolari, anzi senza punte in assoluto, arrivava da una faticosa partita di coppa pareggiata, noi eravamo bene o male al completo e in 90′ non siamo riusciti un tiro in porta!!!!

Purtroppo grinta e personalità nel calcio come nella vita non si vendono in nessun supermercato dunque se non le possiedi c’è poco da fare. Se non percepisci senso di appartenenza, passione ed in questo la società non ti aiuta certo fornendo un’impronta di stile e mentalità, fai cento passaggi all’indietro, non tenti una giocata, insomma giochi come hai fatto ieri.

Altro che “grazie ragazzi” a fine partita…

Siamo penso la squadra che negli ultimi 20 anni ha perso più volte dalla Juve in quella che una volta era la partita che li metteva più in difficoltà pur essendo quasi sempre tecnicamente nettamente superiori. Ci siamo fatti onore con Cuttone e Bonesso o Maspero non con CR7…

Ora meglio consegnare ad inizio campionato questi 6 punti e stop. Sempre scuse, alibi, palle assortite…

Certo che sono più forti, molto più forti, ma quello che hai dentro – tu poveretto – non deve essere solo e sempre rassegnazione, paura, titubanza. Non abbiamo fisicità, voglia di aggredire, freschezza!

Altro che tremendismo, siamo lo scanstoro… L’unico con un po’ di peso è stato Obi, il resto una pena. Veramente non se ne può più di questa apatia.

I conti saranno a posto, ma proprio solo quelli…


Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

36 Commenta qui
  1. claudio sala 68 - 8 mesi fa

    La Juve doveva vincere per non perdere di vista il Napoli, noi dovevamo vincere perché era la Juve. La consapevolezza che hanno i giocatori della Juve della propria forza, noi non l’abbiamo e quando abbiamo provato a metterla sull’agonismo puro ci siamo beccati espulsioni e schiaffoni. Questo sentimento di inferiorità ormai questi giocatori se lo portano dentro, avessimo portato a casa anche uno scialbo pareggio sarebbe stato oro per il morale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13746076 - 8 mesi fa

    L’articolo non fa una piega… A fine partita invece la mia faccia aveva una di quelle pieghe… Un mix di delusione e rassegnazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. MAgo - 8 mesi fa

    Non ho commentato da domenica pomeriggio, la delusione è stata troppo grande. Non la delusione per una sconfitta con le M. ma vedere lo stato d’impotenza, quasi di rassegnazione, sicuramente di timore reverenziale… e questo proprio non l’accetto ! Ma cosa vogliono ancora i nostri ragazzotti ? Si lotta ciascuno con le proprie armi, noi le abbiamo lasciate a casa. Condivido in pieno l’articolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13706409 - 8 mesi fa

    Mai una gioia…………..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. pinomu_368 - 8 mesi fa

    nessuno vuole negare i meriti di Cairo, ma dopo 13 anni si sperava almeno in una squadra competitiva. Anche Lotito guadagna con la Lazio ma almeno sono una squadra. Vedi Immobile, era ns ma per braccino erano troppo 11 mln ….. quasi gli stessi che aveva preso due anni prima per la metà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. robi - 8 mesi fa

    Parole sante …. partita vergognosa … eppure alla fine applauditi …. boh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Wallandbauf - 8 mesi fa

    Il problema del derby degli ultimi anni è che la giuve scende sempre in campo concentrata, fosse solo per questa partita, mentre il Toro sempre un po’ impaurito. L’unica cosa che spero è che quest’anno non si subisca il post derby che è sempre stato una tragedia, a volte non ci siamo ripresi fino a fine stagione..speriamo vada diversamente quest’anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Vit71 - 8 mesi fa

    Nkulou non mi ha convinto sul gol… fantastico sempre con la palla addosso ma sbaglia spesso posizione secondo me! Quella palla di Berna non doveva pasare tra portiere e difensori…. era lui il primo e ha fatto una scelta di posizionamento sbagliata!
    Per il resto mi chiedo come si possa contestare l’arbitro che invece ha arbitrato benissimo! Pochi fischi e niente cartellini, o quasi…. ansaldi non doveva simulare… doveva capirlo già quando non ha preso un giallo per un fallo da arancio su Pianic! Al rovescio staremmo qui a recriminare….
    Dovremmo invece prendercela con l’allenatore, nato evidentemente in altra epoca calcistica…. che gioca con solo difensori, zero coraggio e nessuna personalità per giocare la partita se non solo e sempre sull’avversario….
    Altro che 4, povero Belotti!!!!!! A 100 Mt da tutti i compagni….
    Mah…. almeno 2 anni di anticalcio!?!? Ma tanto in Italia si vince solo così…. si vuole solo questo…
    Che tristezza!!!!
    Forza toro! Ma il mio toro, non questo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Granatadasempre - 8 mesi fa

    Perdere il derby fa male, cazzo che male! Negli ultimi decenni ne abbiamo persi a grappoli, è anche vero che il divario coi cuginastri non è mai stato così grande. A guardare indietro, però, mi sa che spesso ha fatto più danni il post derby che la partita stessa. Dopo il derby (perso) abbiamo sembre mille buoni motivi per incazzarci: con l’arbitro, con la squadra, con l’allenatore.. e la cosa tremenda è che abbiamo quasi sempre ragione!
    Col risultato che la partita coi gobbi spesso è l’inizio di un periodo negativo, partite giocate male, polemiche e risultati di conseguenza. Ora, abbiamo fatto pena, Mazzarri non ne ha azzeccata una, tutto vero.. però l’Europa non è così lontana, abbiamo perso con la seconda in classifica, se non fosse per l’orribile maglia a strisce non sarebbe poi così grave, adesso c’è da andare a Verona a recuperare i punti mandati a puttane all’andata. Lasciamoli lavorare, sosteniamoli, lasciamoci alle spalle ‘sto derby di merda e continuiamo a odiare la Juve!
    Sempre Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Granatissimo1973 - 8 mesi fa

    E poi a Cairo dico grazie per aver ingaggiato quello che da anni era il mio sogno per la nostra panchina, il grande Walter Mazzarri toscanaccio come Aldo Agroppi, grande tecnico e grande uomo.
    Forza Walter ora piu’ che mai tanti tantissimi tifosi del Toro ti sostengono!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dukow79 - 8 mesi fa

      Ringraziarlo pure le figure di merda…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Granatissimo1973 - 8 mesi fa

    Tuttosport non ha ancora digerito l’esonero di Mihailovic, per loro il serbo sulla panchina del Toro era il top.
    Prima sconfitta di Mazzarri e gia’ ieri prima pagina sul grigiore dell’era Cairo, toni da funerale manco si fosse perso 5 a zero col .

    Ad Agosto, a leggere sempre Tuttosport, Cairo era un genio del mercato che aveva consegnato nelle mani del condottiero serbo uno squadrone da quarto/quinto posto.

    Oggi ecco una bella intervista al povero Ferrante dove ci viene spiegato che il Toro ha il virus della sconfitta…ai suoi tempi si che il Toro giocava dei derby da Toro, mica come oggi eccheccavolo!

    Ora per me Ferrante è intoccabile, una delle poche luci negli anni piu’ bui della storia del Toro, pero’ a farmi pigliare per le mele da Tuttosport non ci sto piu’ e quindi vorrei chiedere a Ferrante e soprattutto ai titolisti di Tuttosposrt: quanti derby abbiamo vinto quando giocava lui?

    La domanda giusta sarebbe pero’ un’altra, ovvero quanti ne abbiamo giocati ai tempi di Ferrante, visto che il Toro (e non certo per colpa del grande Ferrante sia chiaro) era in quegli anni tristissimi quasi sempre in B?.

    Il 3-3 dite? Bellissimo, ma ahime’ anche episodico, l’anno dopo tornammo in B e al derby d’andata ci rifilarono 5 (cinque) pippoli.

    Domenica magari la sfanghiamo a Verona (tocco ferro sono megascaramantico) e lunedi ecco il titolo di Tuttosport: “Il Toro vola verso l’Europa”.

    Ma come si fa a pensare che i tifosi siano tutti cosi’ beoti?
    Oramai gli organi di informazione calcistica trattano i tifosi come i partiti politici trattano gli elettori, un popolo di creduloni pronti a bersi il lunedi una panzana e il martedì un’altra panzana opposta alla prima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. silviot64 - 8 mesi fa

      Evviva allora ! Dobbiamo esserne felici o facendo una ragione . A me vedere un derby giocato con tanta rassegnazione ha fatto vomitare. Dopodiché certo, come in tutte le vicende, “potrebbe anche andare peggio,
      Potrebbe piovere”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Wallandbauf - 8 mesi fa

      Nel 2018 lamentarsi degli articoli di ruttosport non ha senso, da che ho memoria non è mai stato un quotidiano sportivo ma un mix arrabattato di inutilità e spazzatura giornalistica

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. dukow79 - 8 mesi fa

    I conti sono a posto la coscienza pure a Urbano e ai suoi galoppini va bene cosî, non interessa nulla di diverso che intascarsi le valenze, farsi umiliare dalla gobba in ogni occasione non è un problema lui tanto vive a Milano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. silviot64 - 8 mesi fa

    Articolo che non fa una piega. Bravo, condivido pienamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Granatissimo1973 - 8 mesi fa

    Quando eravamo in B e il derby lo giocavamo col Novara (perdendo pure quello…) mi ricordo che tanti dicevano magari essere ottavi/noni in A, anche decimi, ma per lo meno stare in A.

    Ora, io mica sono innamorato di Cairo, pero’ dopo anni di tribolazioni e di anda e rianda tra A e B siamo oramai da piu’ di cinque anni stabilmente in A.
    Da tre anni buoni non ci sono patemi d’animo per la salvezza, scusate ma io ricordo ancora con Ventura il primo anno in A che sofferenza…tutto l’anno a misurare col bilancino il distacco dalla terz’ultima.

    Con questo presidente si fa un passettino alla volta, magari a voi sembra il passettino di uno zoppo sciancato, ma intanto un po’ avanti siamo andati dai tempi di Albinoleffe e Gubbio.
    O si vuol negare anche questo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dukow79 - 8 mesi fa

      Lol pure col Novara si perdeva grazie a braccino…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. steacs - 8 mesi fa

      I ricavi del toro attuale non sono lontamente paragonabili a quegli anni, quando ti togli il prosciutto dagli occhi poi lo capirai pure te!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 8 mesi fa

        Si ma i ricavi del Toro attuale sono figli della crescita costante che questa società ha percorso da allora a oggi…non è che sono piovuti dal cielo come la neve…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. r.ponzon_788 - 8 mesi fa

          BRavo, spiegalo un pò a Steacs e a tutti i lamentosi che scrivono sul forum solo dopo le sconfitte e solo per lamentarsi

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. FaustoGranata - 8 mesi fa

    10 e lode… Sottoscrivo tutto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Granatissimo1973 - 8 mesi fa

    Beh che i conti siano a posto non mi pare cmq poco…dato che nel 2006 il Toro è fallito proprio perche’ non aveva piu’ i soldi neanche per pagare i palloni.

    la Juve ha vinto 6 campionati di seguito, puoi entrare in campo con loro anche con la bava alla bocca e la sciabola tra i denti ma poi il calcio si gioca in 22, loro non ci prendono mai sottogamba perche’ al derby ci tengono pure loro e tanto.
    Chi ha giocato o gioca al calcio sa che quando l’avversario è piu’ forte (in questo caso molto piu’ forte), concentrato e determinato hai poco da sperare.
    I tiri in porta li fai se sei bravo ma anche se gli altri ti concedono qualcosa, e loro hanno una difesa che manco gli spifferi ci passano.

    Anche io vorrei un presidente con un “braccino” + lungo e di conseguenza un Toro piu’ competitivo ma dico anche che tifo Toro dai tempi di Sergio Rossi, grande presidente e persona per bene, con lui un secondo e un quarto posto,
    due volte in Europa, il miglior vivaio d’ Italia. Portò al Toro uno dei migliori stranieri che abbiano mai giocato in Italia, Junior.
    Tifosi contenti? macche’…lo mandarono via a forza di insulti e minacce,
    sui muri della sede del Toro apparve la scritta “Rossi vendi tutto e vattene.
    Detto fatto, Toro venduto alla coppia Gerbi – De Finis, anno 1989 Toro retrocesso in B.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_948 - 8 mesi fa

      La gente ha la memoria corta e temo che prima o poi questi pseudo tifosi facciano scappare anche Cairo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. fabrizio - 8 mesi fa

    Non diamo le colpe a Mazzarri per favore. Un allenatore navigato come lui ha capito subito che cosa ha a disposizione. Con molinaro e de silvestri burdisso e baselli dove vuoi andare. Ha cercato di limitare i danni. Il pesce puzza dalla testa e dopo le dichiarazioni della “testa” della Cairese, non mi stupisco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 8 mesi fa

      Se la squadra che stai allenando, sotto 1-0, continua a difendere ed a stare col baricentro basso di chi dovrebbe essere la colpa? Se baselli ha cannato l’ennesima prestazione e lo sostituisci con Niang al 10′ del II tempo quando sei già in svantaggio da 25′ di chi è la colpa? Visto che Baselli doveva marcare a uomo pjanic una volta sotto ha ancora senso sacrificare un uomo su di lui?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. prawn - 8 mesi fa

    Wigan 1- Man City 0, in FA cup, col Manchester in possesso palla 85%…
    5 ammoniti del Wigan, espulso uno del Man City.
    Ovviamente han giocato a Wigan.
    In Inghilterra il calcio esiste ancora, dove tutto è possibile.
    Noi?
    Eeeh, mancano un paio di variabili

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 8 mesi fa

      APPUNTO… Hanno giocato alla pari….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. FVCG'59 - 8 mesi fa

      Perché la PL e il calcio inglese primeggiano, attirando soldi e investimenti? Perché i soldi vengono divisi equamente tra tutti e i più forti non vengono sempre agevolati (vedi Coppa Italia chi gioca in casa!). Il calcio italiota non per caso è fuori dal mondiale!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. steacs - 8 mesi fa

        Tutto vero ma se ricevessimo ancora piú soldi da questa societá avresti la garanzia che siano spesi e spesi bene?

        Fino a che ci sará gente a paragonare il Toro di 10 anni fa che era in perdita con quello attuale che ha ricavi di milioni di euro, pensando che non ci possa essere un futuro migliore, sempre si troveranno giustificazioni esterne al nostro piattume!

        Comunque il prossimo anno passiamo da 40 mil a oltre 70, magari se andiamo in EL mettine + 20, piú una 40ina degli anni passati di valenze che non si sa dove siano…
        Grosso modo i soldi ci sono, vediamo quanti ne spendono!

        Con la juve visto che non potevamo attaccarci all’arbitro ora si parla di differenze di budget, ingaggi, ecc.

        Meno male che Wigan, il pordenone, il Leicester e tante altre storie di successo o meno non ci hanno fatto caso altrimenti facevamo come noi: scansiamoci con le grandi e pensiamo a battere quelle sotto, forti con i deboli e deboli con i forti, ITALIA (come paese) docet!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. FVCG'59 - 8 mesi fa

          You got it dude!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. granata - 8 mesi fa

    Giusto avvocato. Ma il difetto sta nel manico, cioè nell’ impostazione della gara fatta dall’ allenatore: l’ importante era non prederne una sacco e una sporta, puntare al massimo a uno 0-0. Ma la partita ha avuto un evento incredibile e imprevedibile: Higuain, la nostra bestia nera dopo 15′ ha lasciato il campo. Noi tifosi granata abbiamo pensato: adesso la Juve è proprio mal messa: affaticata dalla partita di Coppa, già priva di Madzukic e Quadrado, con Dybala fuori condizione (e si è visto quando è entrato), basterebbe un Ljhajic. Vuoi vedere che lo getta nella mischia al posto dell’ inutile Baselli “bergamasco senza palle”. E invece niente.
    Per carità ,non auspico un altro cambio di allenatore, non sono antimazzariano, ma sicuramente in questo frangente si è mostrato un pusillanime, così come tutta la squadra. Hai ragione la differenze di tasso tecnico e di potenza economica non ci hanno condizionati in passato. Sono vecchio e da bambino ricordo un derby del 1959 in cui il Talmone Torino (finito in Serie B) superò la stellare Juventus di Boniperti, Charles e Sivori con 3 goal di Virgili, o l’ altro del 1963, quando Crippa padre, modestissima aletta, segnò e la Juventus di Sivori, Del Sol, Nicolè perse per 1-0. Altro cuore, altre motivazioni. Sarebbero queste le conseguenze del calcio moderno, senza cuore e senza anima?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. user-13652724 - 8 mesi fa

    Completamente d’accordo, vi assicuro che gioco in promozione ma porca ***** ogni partita entriamo in campo per mangiare l’erba e gli avversari, in questo Toro non vedo niente, manco l’ombra della squadra che fu.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. FVCG'59 - 8 mesi fa

    Sei fuori strada amico.
    Secondo il mister si è visto un Grande Toro e il presidente aveva il bicchiere mezzo pieno. Se poi leggi le dichiarazioni dei giocatori, hanno dato tutto e pure messo in difficoltà la juve…
    Come te, credo invece di aver visto un’altra partita, sono però stato male abituato a vedere un altro tipo di TORO, con atteggiamenti in campo di altra natura ma, si sa, io non capisco di calcio moderno, vengo da un altro mondo e il mio idolo si chiama, ancora oggi, Paolo Pulici!
    …e ho visto cose che, voi umani, non potete neanche immaginare… Blade Runner.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Esempretoro - 8 mesi fa

      Beh,gente,mi sa che quelli fuori strada sono parecchi,compreso chi vi scrive…ho passato una buona fetta delle ultime ore a leggere tanti post dai quali si evincono responsabilità variegate (rosa scarsa,società carente,tecnico troppo prudente…). Sono anch’io un tifoso “datato”,cerco di capire come sia cambiato il calcio ma più lo faccio e meno lo amo. È vero,come dice [email protected],che le differenze ci sono sempre state,ma non come oggi. Gli striscianti scesi in campo ieri valgono come quotazione ed ingaggio 4 volte (sì, quattro!!)i nostri. Il miracolo del Wigan stasera è fantastico, ma con alcune differenze: giocava in casa,fattore che in Italia una Federazione cieca non prende neppure in considerazione;i diritti tv,parte importante nel bilancio delle società vengono ripartiti in modo da non avvantaggiare oltremodo le grandi. Il rapporto tra la prima e l’ultima è 1,6:1.In Italia quest’anno è 4,3:1. Ogni anno la forbice si apre…e anche questa situazione è stata concertata ad alto livello. Rimane solo il nostro orgoglio,ma ciò che non accetto è vedere che coraggio e grinta non siamo al massimo. Semplicemente noi al derby (personale sensazione) sembravamo già sconfitti a prescindere. Sono certo che tutti noi avremmo voluto vedere altro. E non condanno alcuno,ma la vita come lo sport mi ha insegnato che senza sacrificio si ottiene poco. Un saluto a tutti i fratelli.FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. davant71 - 8 mesi fa

    Riassunto perfetto di una squadra e una società troppo timida e arrendevole

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy