La livella

La livella

Prima che sia troppo Tardy / Torna la rubrica di Enrico Tardy: “Il toro è stato surclassato in maniera imbarazzante, come
dice Conte, sotto tutti i punti di vista”

di Enrico Tardy

Che messaggio ci ha lasciato la siberiana sconfitta contro il Napoli?

La certezza che nel presepe a Napoli quest’anno potranno mettere anche le statuine dei vari De Silvestri, Burdisso
ecc immobili e prodighi di doni…

Poi che tutti gli allenatori non sono uguali, bella scoperta direte voi, certo è che il Napoli gioca a calcio applicando
degli schemi. Dunque allenare una squadra di calcio al gioco, al miglioramento tecnico, all’organizzazione è possibile anche nel calcio di oggi.

Il Toro è stato surclassato in maniera imbarazzante come dice Conte “sotto tutti i punti di vista”. Facciamo che non giocare queste partite perché ci lasciano talmente frastornati, tristi ed umiliati che un 3 a 0 a tavolino sarebbe meno traumatico. Siamo tutti obiettivamente stanchi anzi stufi di vedere un toro così paleolitico tatticamente e spompo agonisticamente.

Non una strategia, non una peculiarità tattica, solo il suggestivo mantra del tecnico ripetuto all’infinito: “giochiamo sempre per la vittoria”. Aspirazione questa propria di tutte le squadre, credo. Intanto siamo quelli che corrono meno in Serie A ed abbiamo 2 punti in meno dello scorso anno.

L’emblema della nostra disorganizzazione è l’infortunio di Lijaic. Nell’intervallo il giovane “ferrarista” invece di scaldarsi con un preparatore, visto il clima rigidissimo, stava in mezzo al campo a giocherellare con il pallone.
Risultato: infortunio muscolare e finale di partita in 10 uomini.


Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

7 Commenta qui
  1. robi - 11 mesi fa

    Completamente d’accordo … questa squadra può dare molto di più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 11 mesi fa

    Il Napoli nel 2005-2006 era in C1.
    Si puo’ dire che piu’ persone vanno allo stadio e si puo’ anche dire che ADL abbia piu’ soldi (vero poi? non ho manco voglia di controllare) di Cairo.

    Ma la differenza tra le due squadre negli ultimi anni non e’ pari al percorso delle due societa’, il divario e’ troppo grande.

    Ce la si puo’ prendere con l’allenatore (che ha colpe enormi), coi preparatori, con il famoso enorme entourage (troppe persone nessuno responsabile?) ma alla fine della fiera abbiamo un impegno economico medrioche da parte di Cairo e la propensione a non rischiare mai troppo (Napoli che prende Cavani, noi prendiamo Niang).

    Napoli che abbiamo ridicolizzato con Maksimovic (credo il loro acquisto piu’ elevato, ora quarta riserva in difesa..) ma loro che ridicolizzano puntualmente e ci fanno pagare ogni anno, due volte all’anno il prezzo di Maksi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Pimpa - 11 mesi fa

    Analisi che attesta una lampante situazione disastrosa.
    Gli agenti patogeni continuano imperterriti ad operare creando miasmi sempre più mefitici.
    L’infortunio di Ljaic credo sia più sopportabile che non,se serve a far giocare finalmente Esera o Boye.
    Se servisse solo per non avere più un giocatore che,dati alla mano,non è servito a un accidente,o per far giocare Niang,si tornerebbe al discorso di cui al primo capoverso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Spygor - 11 mesi fa

    Lo diciamo tutti,chi con più enfasi,chi con più pacatezza,chi arrabbiato…poco importa,quello che si è visto in campo con il Napoli è il risultato di chi di schemi,non ci capisce niente…La partita è finita 3 a 1 solo perchè come più volte scritto,il Napoli è stato lezioso e non ha infierito altrimenti finiva un’altra volta con un punteggio tennistico…Spiace,ma quì,non si sta dicendo che questa partita era da vincere,semplicemente si sono visti i nostri limiti…Ma non è sufficente ciò,bisogna sempre fare i fenomeni e inventarsi qualche cagata,l’infortunio di Ljajic,gestito nuovamente da incompetenti…Fuori un mese!Avrebbe fatto comodo averlo in campo contro squadre più abbordabili,giacchè,non mi sembra abbia maturato un’esperienza tale da farne il trascinatore del Toro…A questo punto per l’ennesima volta dico,spazio a Lyanco,Edera e se Niang,è quello che è,spazio anche a Boyè,forse non vedremo tanta tecnica,ammesso che ce ne sia,ma più voglia in campo,di correre e provare a giocare al calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fabrizio - 11 mesi fa

    Ottima analisi dei FATTI! Purtroppo siamo approssimativi non solo nel mercato ma anche nei dettagli (apparentemente) meno significativi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13687521 - 11 mesi fa

    Concordo in pieno
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13658235 - 11 mesi fa

    Direi che non fa una piega ……ma ancora tanti , troppi non vedono i numeri e la casualità disorganizzata del gioco ……sono ancora abbagliati da qualche spintone , rissa verbale o dichiarazione da ultrà del mister …..con la pochezza del campionato con questa squadra e un allenatore…..normale avremmo minimo 60 punti …….boooo però a molti anzi a troppi va bene così …….che spal è Genoa siano di riscatto

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy