La differenza tra te e me

La differenza tra te e me

Prima che sia troppo Tardy / Torna la rubrica di Enrico Tardy: “Possiamo sperare in degli scambi, chi si illude che vengano acquistati bravi calciatori è fuori strada”

di Enrico Tardy
La gara con la Lazio, e di dico la Lazio di Lotito, non Real o Juve,  ha detto molte cose, ben oltre il risultato sfavorevole e le differenti motivazioni. Tutti i calciatori della Lazio, dai difensori agli attaccanti hanno una tecnica di base di buon livello, in ogni caso di due categorie superiori alla media dei nostri eroi, alcuni tra loro poi sono davvero ottimi calciatori.
La linea di difesa del torello di ieri è l’emblema del fallimento della stagione, non perché i Burdisso e c. non siano seri professionisti ma se questi usurati ed anziani calciatori rappresentano il meglio del presente ed anche l’incarnazione del progetto sportivo non siamo messi molto bene.
Quest’anno nulla ha funzionato: i nuovi acquisti Niang, Berenguer, Rincon hanno deluso, Belotti ha reso poco, Lyanco si è rotto in continuazione. Sirigu e Nkoulou i soli ad aver ben figurato.
E aggiungo: quest’estate le valenze non ci saranno o saranno minime. Sarà questa la ragione del risentimento del Presidente verso Sinisa?
Possiamo sperare in degli scambi, chi si illude che vengano acquistati bravi calciatori è fuori strada.
Cairo compra solo dopo cessioni remunerative, dunque…
Dopo tredici anni di conoscenza sappiamo già tutto.

Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

33 Commenta qui
  1. Granat....iere di Sardegna - 8 mesi fa

    D’accordo su tutto ma non sul fatto che questa estate non ci saranno valenze. Ci sono alcuni giocatori che, se venduti, le valenze le fanno eccome: n’koulou ad esempio, oppure Falque, o ancora Sirigu, per non parlare di Edera…dunque aspettiamoci delle valenze anche quest’anno e, come ogni anno, aspettiamoci che ne venga reinvestita una minima parte per giocatori che, in linea di massima, potrebbero venire fuori da seri infortuni o magari vengono da stagioni negative o, ancora, sono panchinari nelle loro squadre (anche perché altrimenti li devi pagare). Il quadro sarà completato da quei giocatori che nessuno vuole per svariati motivi: troppo anziani (Ansaldi, Rincon) o perché troppo giovani e comunque ancora non sufficientemente allettanti (Bonifazi, Lyanco, Savic) o semplicemente perché non hanno molto mercato (acquah, Obi). Et voilà un nuovo ottimo mercato del nostro DS…quello che non ragiona con la pancia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. miele - 8 mesi fa

    A fine mercato scorso avevo cercato di esprimere il mio dissenso motivandolo con gli stesi argomenti che ora vengono riproposti: scarsa affidabilità caratteriale di Niang, ingaggio di anziani giocatori in una rosa che man mano stava perdendo i suoi giovani (Bennassi, Zappacosta) sostituiti non da giocatori migliori, ma da esclusi da altre squadre (Rincon, Ansaldi). Insistenza sul voler tenere soggetti inaffidabili fisicamente (Obi) o di modestissimo valore (Acquah, Valdifiori). Incapacità di immaginare che Belotti difficilmente si sarebbe ripetuto, affiancandogli Sadiq. Aggiungendo al tutto l’inadeguatezza dell’allenatore, il risultato non poteva che essere l’ennesima delusione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 8 mesi fa

      Per quanto mi riguarda, o quest anno il tirchio tirerà fuori alcune decine di milioni di euro oppure se ne può andare affanculo, lui, Petrachi e la cairese.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fabrizio - 8 mesi fa

    povero Tardy.. verra’ massacrato dai Cairoboys

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. steacs - 8 mesi fa

    Concordo su tutto tranne che sullo sminuire la Lazio, che é una ottima squadra, semmai questi discorsi andavano fatti nelle penose uscite veronesi per es, dove non eravamo capaci di vincere e convincere nemmeno con avversari sulla carta decisamente piú scarsi di noi.

    Io credo che siamo alla svolta, positiva o negativa di Cairo, o investe pesantemente o puo’ pure smantellare e vendere, il bluff è finito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. FanfaronDeMandrogne - 8 mesi fa

    Ottimo articolo e La ringrazio per aver fatto quei “nomi e cognomi” che, nello scorso Suo articolo, io Le avevo richiesto nel mio commento con un po’ di ironia, in quanto mancanti.

    A cairo/bracciamozze, principale artefice della “dipartita” del Nostro Toro, con una sua ovvia complicità e connivenza con gli Agnelli i quali, in cambio della suddetta “dipartita”, gli hanno consentito di svolgere i suoi loschi affari e di crescere in maniera esponenziale in immagine e in imprenditorialità (l’acquisizione del Gruppo RCS, senza che nessuno muovesse un dito, ne è la prova lampante e lapalissian) io mi permetto di aggiungere il suo organigramma di “yesmen” a partire dall’inguardabile DS petracchio, sino alle “mummie immobili” di Comi, Barile e compagnia bella.

    Io credo che si sia ancora in tempo per estirpare bracciamozze e le sue metastasi zebrate e ritrovare quel Toro che Tutte/i Noi abbiamo conosciuto/conosciamo e cerchiamo di tramandare alle Generazioni future, ma occorre un’unità di intenti tra gli “addetti ai lavori e i Tifosi Granata” (ovviamente quelli veri e non quelli a libro paga di bracciamozze, ultras farlocchi e attuali abusivi della Maratona inclusi), ma occorre muoversi e far presto.

    Se sarà Lei (e latre Persone come Lei) a far partire questa “crociata” sono sicuro che tutta la Gente Granata, di ogni età, estrazione, ceto sociale, sarà unita, compatta, motivata e pronta nel distruggere ed annientare questo usurpatore e le sue squallide truppe e ricacciarlo dal posto in cui è venuto, vale a dire dal “magazzino di Arcore”.

    Siamo ancora in tempo, Fratelli, ma bisogna far presto.

    Ossequi.

    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. rokko110768 - 8 mesi fa

    Nulla di nuovo purtroppo. È così da 13 anni è così rimarrà fin tanto che Cairo resta il manico della Ns Squadra. L’anno peggiore, zero valenze e nessun investimento.
    E la solita mediocrità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Sanguegranata - 8 mesi fa

    Io credo che se il toro vabbene penso che anche Cairo ne tragga vantaggio quindi in base alla tasca e alle richieste del mister si costruisce la squadra se poi le cose non vanno per il verso giusto non mi sento di colpevolizzare nessuno (vedi il gallo quest’anno)certo se è per migliorare le cose sono d’accordo di cambiare di vendere ma chi ci da queste garanzie ?
    Forza torooooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Marchese del Grillo - 8 mesi fa

    Il male del Toro è solamente uno, ormai da tredici lunghi anni. Il pesce puzza sempre, ma proprio sempre, dalla testa. Finché a guidare questa squadra ci sarà questo bieco affarista la nostra dimensione, per bene che vada, sarà l’aura mediocritas. Toglietevi dalla zucca ambizioni e velleità sportive e non lasciatevi più intontire dalle promesse e dai proclami di questo bugiardo seriale. Andremo avanti con le scommesse, con i giocatori bolliti e a fine carriera con la speranza che il mister di turno possa compiere qualche miracolo. Ecco, questa è la dimensione esatta della cairese fc!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Zagor - 8 mesi fa

    Disamina perfetta. Dal bonsai di berlusconi cosa ci si può aspettare? Persona falsa e calcolatrice, prima verranno sempre i suoi affari. Come imprenditore nulla da dire. Come persona neanche. Misurato e ammaliatore, educato e ammiccante. Il classico personaggio costruito. Quello che pensa realmente non lo ammetterebbe neanche a se stesso per quella classica educazione bigotta e ipocrita del borghesismo italiano. Benpensante frontalmente, maleodorante posteriormente. Il mio motto rimane W gli indiani, ABBASSO i cowboy. Come diceva un grande!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Daniele abbiamo perso l'anima - 8 mesi fa

    Io avevo pronosticato il solito Toro di Cairo tra il settimo e il dodicesimo posto.
    Mi piace fare previsioni facili.
    Concordo con Tardy. E ormai ci vuole poco a capirlo. Sarà sempre la stessa musica e senza valenze solo scambi.
    Sarebbe forse auspicabile cedere il Galletto a 50 MLN più Cutrone ma mi sembra fantacalcio.
    Buon primo maggio a tutti !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. alexku65 - 8 mesi fa

    Ottimo artico ENRICO. Mi è piaciuto stt il sottolineare queste differenze con la Lazio che così come il Napoli ha condiviso con noi una storia di ripartenze obbligate da categorie inferiori e presidenti assolutamente allo stesso livello economico (se non meno) del nostro. Naturalmente é del tutto evudente ed inutile che i percorsi tra noi e loro si sono presto separati. La differenza si chiama “ambizione”. Grazie anche per la supposizione avanzata sui rapporti tra Cairo e Sinisa. Personalmente non ho mai creduto alla preoccupazione sportiva legata all’Europa (e chi ingenuamente l’ha fatto credo non ci abbia messo molto poco a ricredersi). Piuttosto pensavo ad un fastidio personale ed economico. Il primo derivante dall’avere una persona troppo schietta e diretta nelle sue esternazioni anche sul mercato. La seconda perché i solisti necessari ad un gioco meno tattico come quello di Miha costano di più dei soldatini di matrice Venturiana mazzarriana. Il futuro ci appare non Meno roseo. Direi dannatamente uguale. Ovvero MEDIOCRE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. silviot64 - 8 mesi fa

    Quest’anno ad agosto scrissi, prendendomi critiche e vaffa, che saremmo stati da 10^ posto… Ora spero di sbagliarmi, ma per il prossimo anno la vedo davvero male. Se si sgretola più di mezza squadra non sarà semplice imbastirne una nuova e vorrà comunque dire lottare per la salvezza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13758358 - 8 mesi fa

    era un commento in risposta a robertozanabon, manon so perché non riesco mai a fare un rispondi….
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-13758358 - 8 mesi fa

    dimentichi che immobile e cerci sono andasti via l’estate dopo esserci qualificati x l’EL…..
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Granatissimo1973 - 8 mesi fa

    ma poi scusate, qui leggo commenti dove si da gia’ per scontata una campagna acquisti misera, addirittura c’è chi parla di ritorno di Ventura….
    Ora, capisco che dopo due sconfitte consecutive il morale sia questo, ma insomma
    ragazzi CAZZO! Aspettiamo e vediamo, immagino che Mazzarri avra’ oramai le idee abbastanza chiare su cosa fare per rinforzare il Toro, vediamo quanto Cairo vorra’ o potra’ accontentarlo. Insomma, va bene il pessimismo della ragione, ma cerchiamo di bilanciarlo con un po’ di sano ottimismo della volontà.
    Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Granatissimo1973 - 8 mesi fa

    La scorsa settimana Cairo ha detto chiaro e tondo che il Toro non lo vende.
    Quindi, a meno di colpi di scena, il prox anno sara’ ancora lui il presidente.
    Quindi che vogliamo fare?
    Io spero ancora che abbia la voglia e soprattutto la forza economica di costruire una squadra + forte.
    Molti preferiscono contestare sempre e comunque, padronissimi questo è un paese libero, ma se tanto Cairo non vende che vogliamo fare?
    Sperare che il Toro vada male della serie tanto peggio tanto meglio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. byfolko - 8 mesi fa

    Già, nell’ottima disamina, che mi vede senz’altro d’accordo, hai dimenticato Iago, che ha tirato la carretta per 32/33 giornate poi è scoppiato. Questo è un giocatore da Toro, questo come Sirigu e Nkoulou che sono professionisti dal cuore Toro attorno ai quali costruire una squadra degna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dukow79 - 8 mesi fa

      I giocatori che per te son da Toro per Urbano son da vendere. A confondere il toro con la cairese si fa peccato mortale…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. byfolko - 8 mesi fa

        In effetti come darti torto ?!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. robertozanabon_821 - 8 mesi fa

    Chiedo scusa per l’invadenza e per l’orario ma ho appena avuto l’ultimo incubo.
    Cairo richiamerà Ventura con la scusa della ricostruzione e liquidera’ Mazzarri sostenendo, versione concordata, di non poter soddisfare le sue richieste di mercato.
    Pronti i prossimi pacchi da sbolognare agli incauti acquirenti, super valenze, ricchi premi e cotillons.
    Buonanotte….e provate a pensarci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. robertozanabon_821 - 8 mesi fa

    Gentile Enrico, al di là delle metafore storiche si impongono ulteriori riflessioni alle sue corrette valutazioni.
    Chi vorrà venire al Torino dal momento che saremo costretti a fare un mercato di retroguardia?
    Ricordo che sia Cerci che Immobile, con alterne fortune, vollero cambiare aria per cercare di inseguire qualche risultato sportivo.
    Non fu solo per gli ingaggi (penso che Belotti prenda grossomodo quello che percepisce Immobile alla Lazio) ma per il desiderio di partecipare a progetti più ambiziosi in Club maggiormente competitivi.
    I tifosi del Toro si sentirono offesi da queste scelte ma attenzione: loro non rifiutarono affatto la Storia e la Leggenda Granata ma intuirono, a ragione, che le ambizioni del Club erano limitate e non se la sentirono di partecipare ad un progetto che non garantiva loro traguardi come le competizioni europee.
    Anche oggi, a parte coloro che sono alla ricerca di un onesto ingaggio, si devono ritenere legittime le ambizioni dei giocatori di qualità che si riservano il diritto di scegliere o di rifiutare una destinazione.
    Se avessimo partecipato alle rassegne europee avremmo potuto trattenere Darmian, Glik, Immobile e tanti altri adeguando i loro ingaggi e realizzando quella crescita tanto auspicata dai tifosi…ma…
    Ed eccoci quasi al presente: la verità è che Cairo non avrebbe più potuto realizzare le sue valenze perché nessun tifoso avrebbe accettato un indebolimento della squadra impegnata in Europa.
    Ed ecco il colpo di genio: in Europa non ci andiamo perché non conviene…a Cairo.
    Ora dovremo affrontare il mercato con il Sex Appeal della Strega Nocciola, le vipere nelle tasche di Cairo e la competenza di un giardiniere in un negozio di Computer.
    Ecco…ora si capisce il perché della nostra disperazione.
    Faremo della Mediocrità il nostro Vanto.
    In fondo potrebbe sempre andare peggio e quando c’è di mezzo il Torino diventa, poveri noi, una certezza.
    Ossequi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 8 mesi fa

      Sei un grande! Nulla da aggiungere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. fabrizio - 8 mesi fa

      Fantastico commento. Soprattutto il giardiniere nel negozio di PC dove abbiamo comprato Sadiq :-)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. abatta68 - 8 mesi fa

      …purtroppo è proprio cosi, ed è per questo che non siamo la Lazio! quando si sentono commenti da parte del nostro allenatore che dice che la Lazio era troppo forte per noi la dice lunga rispetto al nostro reale valore e al fantomatico obiettivo di una EL in due anni… ma che cavolo vorrà mai dire? oggi, per essere una squadra a livello europeo devi essere a “livello Lazio”, perchè a poco serve qualificarsi miracolosamente al settimo posto, se poi non hai una squadra adeguata… per fare zero punti in un girone, tanto vale starsene a casa! …e non siamo nemmeno a quel livello!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. user-13746076 - 8 mesi fa

    Già l’anno zero… Forse si avvicina realmente. Analisi puntuale nell’articolo di quello che ci aspetta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. user-13793800 - 8 mesi fa

    Presidente siamo arrivati di nuovo all’anno zero.
    Io non voglio sottovalutare le sue ambizioni, ma avanti così francamente non si può più andare.
    Visti i risultati l’unica cosa che le rimane da fare per dare una svolta a tutta la baracca è mettersi ad un tavolo con Paolino Pulici e provare a scrivere un progetto.
    Notte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. prawn - 8 mesi fa

    Triste e vero, inquadrato la situazione di merda concisamente e precisamente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Marino - 8 mesi fa

    E pensare che qui c’era gente (e ci sarà di nuovo a settembre) che considerava una disgrazia avere Lotito e che giurava in una sicura EL se non addirittura la Champions. Non so se sia più ciarlatano bracciamozze o più scemo chi gli crede ancora dopo 13 anni di assolute prese per il culo. L’Udinese ha un curriculum che noi nemmeno ci sogniamo, altro che la Lazio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dukow79 - 8 mesi fa

      Quelli che credono ancora a Cairo non son scemi son venduti, degna rappresentazione di un paese di corrotti, dove un arbitro può regalare al fratello tifoso il pallone della partita autografato dai suoi idoli…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Pimpa - 8 mesi fa

    Bravo!
    Non c’è da aspettarsi niente di buono per il futuro,niente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Esempretoro - 8 mesi fa

    Beh! Se sarà così (e non riesco proprio a credere che lo sarà) il prossimo anno si trasformerà in un calvario.
    Avremo qualcosa per cui lottare (la salvezza),con buona pace delle presunte ambizioni del nostro presidente…spero tanto tu ti stia sbagliando,con il terrore che tu non lo stia facendo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. robertozanabon_821 - 8 mesi fa

    Questa è la realtà dei fatti.
    Andiamo alla guerra (sportiva ovviamente) armati di fionde contro agguerrite divisioni di Panzer e in più il nostro Presidente (che è un convinto pacifista sempre in senso sportivo) ci vende i sassi e gli elastici.
    La nostra Caporetto è iniziata…cercheremo di resistere sul Piave in attesa di un novello Diaz.
    Sarà una battaglia dura cercando di mantenere la posizione (decimo posto) visto che, da quel che si respira nell’aria, una disfatta sembra imminente.
    Ma ho fiducia nei nostri gloriosi Alpini ( i nostri tifosi) e alla fine vinceremo.
    Le nostre bandiere sventoleranno e il Toro e la sua Leggenda vivranno per sempre nel cuore di chi li ha amati.
    Forza Toro, Forza Toro, Forza Toro !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy