Toro: urgono rinforzi, non si può più aspettare

Toro: urgono rinforzi, non si può più aspettare

Occhi Sgranata / La rubrica di Vincenzo Chiarizia: “Siamo al 23 gennaio e ancora non è arrivato nessun rinforzo”

64 commenti

Siamo al 23 gennaio e ancora non è arrivato nessun rinforzo. Certamente Mihajlovic avrà avuto le sue colpe e per quelle ha pagato con l’esonero, ma oltre a sostituirlo con Mazzarri cosa intende fare la società e, soprattutto, in che tempi? Me lo chiedo perché diminuiscono le giornate di campionato ed il Torino ancora non riesce ad affondare la zampata decisiva per balzare almeno al settimo posto (eventuale ultimo posto disponibile se, considerando la classifica attuale, a vincere la Coppa Italia sarà una tra Juventus o Lazio). Ad ogni modo il settimo posto dista ancora due punti e i treni per acciuffarlo stanno passando, ma il Torino continua a lasciarli andare grazie a prestazioni opache contro squadre ampiamente alla portata come quella offerta a Reggio Emilia contro il Sassuolo.

Dispiace ripetere le stesse cose, ma finché la società non deciderà di colmare le lacune della rosa, non mi fermerò dal ribadirle. L’anno scorso il Toro giocava sugli esterni con Barreca e Zappacosta avendo come rincalzi Molinaro e De Silvestri. Ceduto Zappacosta l’ultimo giorno della sessione estiva di mercato, e con Barreca tormentato da mesi dalla pubalgia, il Toro sta giocando la stagione con le riserve dell’anno precedente. Per la società è normale? E’ sotto gli occhi di tutti che al Toro sia necessario un ritocco sugli esterni.

LEGGI: Incontro in vista per Donsah: la situazione

Ansaldi, giocatore preso per sostituire Zappacosta che purtroppo si è infortunato più volte, domenica è stato messo in campo da Mazzarri come mezzala nel passaggio dal 4-3-3 al 3-5-2. Il laterale può giocare su entrambe le fasce, ma il neotecnico granata ha preferito schierarlo in quel ruolo perché non ha alternative. Magari sarebbe stato più utile metterlo al posto di Molinaro visto come si è fatto banalmente superare da Berardi, ma non ha potuto per i motivi già detti. Cosa si aspetta a prendere Donsah, se è quello il giocatore che ha chiesto Mazzarri? Si sta come sempre tergiversando sulle cifre, quando siamo in una situazione quasi emergenziale, per cui anziché puntare all’affare acquistando al minor prezzo possibile, sarebbe utile soddisfare il bisogno urgente di colmare una mancanza in rosa. Come si può temporeggiare? Come si può non dare modo al nuovo tecnico di poter lavorare con l’organico a lui più congeniale? La cosa antipatica è che i soldi ci sono, ma non vengono utilizzati. Le valenze incamerate dal mercato sono state enormi e probabilmente la scelta del Toro è quella di pagare tutti i costi gestionali con l’autofinanziamento generato dal mercato, ma ora, in questo preciso momento il Toro necessita di rinforzi e dunque di investimenti dal suo patron, ma la società da quell’orecchio pare non sentirci.

Non mi reputo il più fine intenditore di calcio, ma credo di capirne abbastanza, almeno quanto basta per comprendere, sin dal giorno del suo arrivo, che Sadiq non poteva essere un sostituto all’altezza di Belotti. Dire che si deve prendere un giocatore a fine carriera o un giovane (e a questo punto valorizziamo De Luca piuttosto che prendere Sadiq), come annunciato dai vertici granata motivando l’arrivo del giovane nigeriano dalla Roma, non mi convince. Ad esempio Babacar, 25 anni tra due mesi, non mi sembra né un giovane di belle speranze né un vecchietto, eppure fa panchina alla Fiorentina. Come mai per la Viola è possibile avere un giocatore come il senegalese in panca ed per il Toro no? Qual è il senso – oltre a quello di non voler investire sui rincalzi – dietro questa scelta?  Magari il Toro avesse avuto un giocatore come Babacar al momento dei due infortuni subiti dal Gallo, così forse a questo punto avrebbe ottenuto qualche punto in più. Ed invece il direttore sportivo Gianluca Petrachi dichiara che davanti la riserva di Belotti sarà Niang. Posso capire questo ragionamento perché non si vuole distruggere il cospicuo investimento fatto per acquistare l’ex Milan su pressione di Mihajlovic, ma lo reputo un rischio.

Dunque la società dovrebbe rimboccarsi le maniche e dare il meglio in questa finestra di mercato, facendo anche qualche sacrificio. Anche perché ora che Mihajlovic non è più sulla panchina del Toro, il mancato arrivo in Europa League sarebbe un fallimento non più solo ascrivibile all’ex tecnico granata, ma le responsabilità saranno anche della società.


Vincenzo Chiarizia, giornalista di fede granata, collabora con diverse testate abruzzesi che trattano il calcio dilettantistico, per le quali scrive e svolge telecronache. Quinto di sei figli maschi (quasi tutti granata), lavora e vive a L’Aquila con una compagna per metà granata.

64 commenti

64 commenti

  1. WGranata76 - 4 settimane fa

    Parliamo di fatti:
    – la rosa ha bisogno di almeno un paio di giocatori titolari da serie A
    – abbiamo comprato due giovani, uno lasciato in Moldavia e l’altro U19 per la primavera, oltre ad un altro prestito per la primavera
    – ci sono almeno 40 mln dal precedente anno e dal mercato estivo da poter investire con varie formule
    – l’acquisto più importante di Cairo negli ultimi giorni è la Gabanelli per La7
    – Oggi è il 24/01

    Speruma bin. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 4 settimane fa

      Aggiungo: a prescindere dal cambio tecnico, la squadra andava male, si é contattato qualcuno prima o noi ci muoviamo sempre nelle ultime 48 ore fosse anche solo per sondare le parti???

      Tanto le indicazioni del demente di prima lo aveva capito persino Petrachi che non le avrebbe dovute ascoltare, con i soldi di Niang, come lui ne compravano 30 in giro per il mondo e su 30 almeno 25 erano meglio di lui…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. WGranata76 - 4 settimane fa

        Verissimo, se davvero la scelta era fatta dopo la fiorentina e si era già preso contatto con Mazzarri, valeva la pena di anticipare qualche idea di progetto del tipo “Qualora venisse al Toro, che modulo opterebbe e la relativa strategia di mercato?” Le fanno ai colloqui di lavoro normali ste domande..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 4 settimane fa

          il fatto che avessero preso contatto con mazzarri non vuol dire che sarebbe venuto sicuramentw. Addirittura fare una campagna acquisti di un ipotetico nuovo allenatore mi sembra un po’ eccessivo. E te lo dice uno che avrebbe voluto miha a casa da giugno dell’anno scorso

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. WGranata76 - 4 settimane fa

            Non è quello il discorso, ovvio che non la fai prima di essere sicuro che venga ingaggiato. Il quesito è semplice: dato che probabilmente questo discorsi li hanno fatti in via teorica e che l’allenatore è stato ingaggiato prima del mercato, probabilmente le idee sono già chiare, ma nulla si è mosso e si continua a cercare un Donsah che si cercava in estate. A questo punto sembrerebbe che davvero ci si muova nelle ultime 48 ore.

            Mi piace Non mi piace
          2. steacs - 4 settimane fa

            Ma veramente se mandi via uno (cosa che puoi fare quando vuoi visto che continui a pagargli lo stipendio e rientra nei tuoi diriitti) e hai giá l’OK del tuo allenatore preferito (detto da Cairo che lo voleva da 10 anni) per sostituirlo mi pare che di mesi per pianificarlo (anche fosse ottobre, da Firenze) ne avevano eccome…

            Poi se vogliamo credere che Zappacosta l’ha venduto all’ultimo secondo del calciomercato senza saperlo prima allora crediamo anche che era tutta colpa del serbo, solo sua e che le 2 colombe bianche di Cairo e Petrachi sono solo stati raggirati da quel cattivone di Sinisa… e va bene così, speriamo di vincere un altro scudetto di Bilancio, quelli si che danno soddisfazione…

            Mi piace Non mi piace
          3. Simone - 4 settimane fa

            @wgranata che si dovessero muovere x tempo è indubbio. Ma non xke c’era o non c’era mazzarri ma xke già con Miha eravamo a corto di centrocampisti visto che lui era partito x giocare con 2 Benassi era di troppo e Lukic l’abbiamo spedito in Spagna. Passando al 433 ha scoperto (toh, che strano) che ne mancava uno visto che Gustafson va bene giusto x la B.

            Mi piace Non mi piace
          4. Simone - 4 settimane fa

            @steacs zappa sono strasicuro che sia arrivata un’offerta all’ultimo momento xke il chelsea doveva sostituire un terzino infortunato e nessun, nessuno(!!), dei siti di riferimento del calciomercato (e non) aveva parlato si questa cosa.
            Tra l’altro, se non avessero avuto fretta, col cavolo che avrebbero offerto 28mln x uno che ne valeva 15ca.
            Dovevano chiudere subito ed hanno fatto un’offerta irrinunciabile.
            Poi se vuoi credere alle sciee chimiche libero di farlo 😉

            Mi piace Non mi piace
          5. steacs - 4 settimane fa

            @Simone: Cairo ne aveva parlato qualche giorno prima ad una cena che il Chelsea era interessato, che si sia chiuso in fretta é solo perché le squadre SERIE fanno così non sono tutte come noi che andiamo avanti anni per arrivare a gente del calibro di Castro, Donsah (se arriveranno) o Valdifiori (per citarne uno arrivato che sarebbe stato meglio lasciare dov’era).

            Non credo alle sciee chimiche ma credo che il calcio ormai sia business e nel business non di improvvisa ma si pianifica, il Chelsea non mi pare che prenda gente a caso, avranno avuto una lista di candidati, fatto le loro proposte per tempo e Cairo avrá detto OK basta che la facciamo all’ultimo secondo come con Cerci cosí i tifosi digeriscono Ansaldi o chiunque altro arrivi.

            Mi piace Non mi piace
  2. Simone - 4 settimane fa

    Uno che scrive che NON CAPISCE il xke Ansaldi sia stato messo in quella posizione dimostra 2 cose: 1)temo abbia problemi a comprendere il gioco del calcio per cui non dovrebbe neanche scriverne
    2)non si è neanche preso la briga di ascoltare la conferenza stampa di Mazzarri dove spiega in modo CHIARO xke ha fatto quella scelta.

    Concludo facendo notare all’autore dell’articolo che l’entrata di Ansaldi ha “congelato” l’incontro e non abbiamo più corso NESSUN rischio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. CUORE GRANATA 44 - 4 settimane fa

    Su questo argomento si sono già espressi tanti “fratelli di virus”: cosa aggiungere ancora? Mi limito quindi in estrema sintesi a ritenere che 1 L’organico è stato costruito male in estate 2 Il nuovo tecnico è arrivato troppo tardi per incidere sulle scelte eventuali del mercato invernale 3 Nonostante tutto, potenzialmente e con mirate varianti tattiche, la squadra potrebbe essere ancora in corsa per EL 4 Il ns. mercato si farà in estate rimodellando la squadra in base alle indicazioni che suggerirà il tecnico 5 Al riguardo non mi faccio illusioni: Cairo deve ancora metabolizzare le due “legnate” prese in estate,l’una indotta(Niang) l’altra la mancata cessione di Belotti per troppa ingordigia. Entrambe le situazioni incideranno considerato che all’orizzonte non si prospettano particolari valenze ed il Toro deve “galleggiare” in autofinanziamento. 6 Nonostante tutto siamo ancora qui a “discutere sul Toro da realisti sognatori!”7 Un caro amico(cuore Toro che purtroppo di recente ha fatto “un passo avanti”) era solito dire con quel pizzico d’ironia che solo NOI sappiamo sfoderare…”l’importante è tirare a Campari!”FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 4 settimane fa

      1) L’organico é costruito male da prima: Molinaro, De Silvsestri, Valdifiori.
      Se aggiungiamo che Aquah (per i piedi che ha) e Obi (per gli infortuni) sono abbastanza inutili pure loro e che abbiamo sperperato una fortuna per uno ancora piú inutile come Niang, stiamo come al solito a parlare del sesso degli angeli…
      2) Ma la colpa era del serbo, prima era di GPV, prima ancora di altri…. mai che sia colpa di chi c’é sopra…

      4) Anche quest’estate la squadra la facciamo buona la prossima
      5) Vedere punto 3… Cairo è uno che se gli dici c’é da spendere 20/30 mil per un bidone del Milan ci stai? Secondo voi dice SI senza un tornaconto?
      Che sia Belotti venduto a loro o ad altri o Raiola che promette valenze per rivenderlo altrove dopo il mondiale lo scopriremo piú avanti, ma che il Magnate alessandrino si faccia prendere in braccio dal mandriano sul lato del denaro proprio non me lo vedo! 😉

      7) Concordo! 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 4 settimane fa

        E’ quello che continuo a sostenere anche io . Ma qu’ ci sono alcuni geni della tattica che riuscirebbero a vincere lo scudetto con l’attuale pro-vercelli e mourinho in panchina!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Asterix48 - 4 settimane fa

    Non faccio il difensore d’ufficio di Cairo anche se ogni tanto mi piace commentare a suo favore alcuni comportamenti ma di qui a sostenere che ci ha SALVATO mi pare troppo, ha fatto una scelta imprenditoriale, fatta tra l’altro agli sgoccioli da buon opportunista, scelta che gli serviva molto per i suoi obiettivi che erano palesemente di cercare visibilità, l’ha fatta e gli è riuscita come altre sue avventure imprenditoriali, non facciamolo passare per santo, di certo meglio lui dei successori di Rossi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 4 settimane fa

      Esatto, se no a dirla tutta non ci ha salvato manco lui:

      “l 16 agosto 2005 la FIGC accettò il ricorso presentato da una cordata d’imprenditori facenti capo all’avv. Pierluigi Marengo[52] e affidò ufficialmente alla Società Civile Campo Torino il titolo sportivo del Torino Calcio, permettendole inoltre l’iscrizione al campionato di Serie B[52]. Il 19 agosto, nel bar Norman, venne annunciato il nuovo presidente, Urbano Cairo[53]; il passaggio di proprietà[54] comportò la nuova denominazione della società, Torino Football Club[55]. ”

      Allora ringraziamo Pierluigi Marengo per quanto ha fatto fino a che non ha dato la societá in mano a Cairo.

      Poi quando è arrivato aveva 2 giornaletti inutili di gossip, ora possiede RCS… semmai é lui che deve ringraziare NOI… non il contrario…!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gior_425 - 4 settimane fa

        Si, ha scalato RCS con i proventi degli abbonamenti delle sole curve…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 4 settimane fa

          Di sicuro per rcs non ha badato a spese ….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. steacs - 4 settimane fa

          RCS se va a vedere l’ha presa a credito, o pensi che lui fa come noi quando andiamo a comprare il pane che tiriamo fuori i soldi?

          Il TORO gli serve per avere visibilitá, mi ripeto, prima di venire da noi, a livello nazionale non se lo in**lava nessuno, io non l’avevo mai sentito… adesso tra tv e giornali è una delle persone piú in vista d’Italia, ben per lui, sono contento, gli riconosco i meriti ma che lui almeno non usi il Toro come salvadanaio e faccia vedere in maniera trasparente dove vanno i soldi, perché a me non sembra che reinvesta tutto, poi se lo fa, nessun problema a dimostrarlo no?

          Per tirare fuori 4 soldi di seggiolini ci ha messo quanto ci metto io a fare una ipoteca in banca per comprare una casa… ma per favore, RCS la prende a sbafo e 4 seggiolini ca*ati devono aspettare mesi…?
          Boh, indifendibile, per me, opinione mia chiaro, il forum é bello proprio per vedere i vari punti di vista!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ciccio76 - 4 settimane fa

    Premessa io non gradisco molto Cairo in qualità di uomo calcio. Il Presidente però è un ottimo uomo di marketing, un pubblicitario nato ed infatti ad ogni inizio campionato ci intorta con uscite roboanti per fare abbonamenti vedi stadio/tv, inoltre credo si affidi totalmente al Petrachi e all’allenatore di turno per la campagna acquisti , ergo non capisce molto di pallone infatti non ci scordiamo tutti i pacchi che ci rifilavano , soprattutto,i primi anni della sua gestione. Poi diciamo che nessun ma nessun presidente è un filantropo tantomeno il ns.ma che dopotutto , qui spezzo una lancia in sua difesa,ha messo capitali e ci ha SALVATO dalla scomparsa del panorama calcistico italiano. Domanda : Quanti acquirenti potrebbero bussare alle porte del Torino Calcio? Stiamo ancora aspettando Beretta e Ferrero !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 4 settimane fa

      È questo il tasto dolente. Non ci vuole nessuno, dobbiamo tenerci cairo con annessi e connessi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. BAVARO GRANATA - 4 settimane fa

    Prego vivamente la redazione ,i giornalisti tutti e i tifosi di non far finta ipocritamente di essere deluso o sorpresi della ennesima farsa mercatara di Jacob cairo e pupo petrachi (la immagine del d.s. prima della partita con il sassuolo credo non si fosse mai vista in seria e dimostra quanto interessi del toro al sig. petrachi) .

    UN conto è sparare boutade giornalistiche come siamo il toro più forte dei ultimi 40 ani oppure faro tutto il possibile per portare il toro in europa (detto nel mese di dicembre 2017 ovvero un mese fa !!!!

    un conto poi è fare le cose per bene nel mercato spendend i soldi che ricordiamolo CISONO E SONO DELLA Società !!!

    d’altronde l’APPOGGIO DI CAIRO A TAVECCHIO DIMOSTRA di quale personaggio stiamo parlando . faccio nuovamente un appello ( che rimarrà inascoltato perché nopn cè peggior sordo di chi non vuol sentire) perché tutti disertino lo stadio sino a cambio di proprietà ocambio di modus agendi dell’attuale proprietà .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Scott - 4 settimane fa

      Disertare lo stadio…proprio quello che spera. Ce ne vorrebbero 30000 ogni domenica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Asterix48 - 4 settimane fa

      ma tu in che mondo vivi? quale cambio di proprietà? non c’è nessuno con soldi veri disposto a comprare qualcosa che intanto Cairo non è disposto a vendere, a Cairo il Toro serve per i suoi obiettivi e il suo gioco nell’appoggiare Tavecchio, per me incomprensibile, ha di certo un suo scopo, preferiresti uno alla LoTirchio che abbiamo rischiato di avere come presidente occulto prima di Cairo? Non abbiamo nessun potere contrattuale con il presidente, solo sperare che in qualche modo la squadra galleggi tra 10° e 6° posto, un anno va bene 6 no e via così, Cairo ha obiettivi che non conosciamo, che possiamo solo immaginare, politica, potere e soldi, un altro o si comporterebbe allo stesso modo o punterebbe solo sui soldi, smettiamola di illuderci di bandiere, storia e gloria passata. imho :-)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 4 settimane fa

        Se vuoi te lo spiego io l appoggio a tavecchio. Cairo vuole che la lega faccia più soldi da dividere tra le società e a questo scopo vuole che ci sia un amministratore delegato. Siccome Lotito stava rompendo le palle allora si sono messi d’accordo. Tavecchio fa il presidente ma con meri ruoli di rappresentanza e uno spagnolo scelto da cairo fa l amministratore delegato per raccogliere più soldi possibile dalla vendita del prodotto serie a. Così Lotito è contento perché gli sembrerà di contare qualcosa e cairo è stracontento perché si potranno aprire nuove opportunità di guadagno per le squadre. Il classico do ut des all italiana

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Alex71 - 4 settimane fa

      Io Cairo me lo terrei stretto. Nessuno e’perfetto. E chi ha i soldi in Italia non li spende nell’acquisto di squadre di calcio. Vorresti un cinese? :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Asterix48 - 4 settimane fa

        Appunto :-))

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. gior_425 - 4 settimane fa

      Disertare lo stadio è lo sport preferito dalla maggioranza dei tifosi (?) del forum…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawn - 4 settimane fa

    Diciamo che prendere mazzarri (e quindi pagare Miha e i suoi amici fino a giugno) senza fare altri acquisti, con il tesoretto in tasca di zappacosta ha veramente poco senso.

    e’ un lavoro fatto a meta’.

    ma il lavoro fatto a meta’ e’ quello di cui ci siamo abituati ad ogni campagna acquisti..

    cmq mi sembrerebbe strano, io sono convinto che qualche colpo, magari all’ultimo lo chiudono

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alex71 - 4 settimane fa

      Alternative? Tenere Miha e comprare ancora? Prendere Mazzarri (o chiunque altro) e vendere meta’ rosa e rifondarla a gennaio cosi pagano tutti i reponsabili? A chi vendi 5/6 giocatori a gennaio? Ad un’asta di beneficenza? E dove compri 5/6 giocatori a gennaio? Se sono buoni chi te li da e a quanto? Quindi, a prescindere da altri responsabili, giusto licenziare un allenatore incompetente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. steacs - 4 settimane fa

        Giusto Alex, peró chi sbaglia paga. la societá che Miha era una incapace lo doveva sapere prima visto il suo CV fatto di esoneri, per cui se rischi poi paghi e ti rimetti in corsa!
        Troppo facile dire “lo dovevo fare prima” e poi non fare nulla… perseverare oltre Firenze è stato ingiustificabile!

        A gennaio non risolvi i problemi certo che no, tutto giusto quello che dici, pero’ se Fiore-Toro era a fine Ottobre aggiungi pure sti altri 2 mesi per iniziare a lavorarci, o noi se non apre la finestra di mercato non contattiamo nessuno???
        Cioè gli altri DS lavorano tutto l’anno a fari accesi, il nostro invece aspetta solo le finestre e tiene pure i fari spenti???

        O siamo alla incapacitá piú totale o c’é DOLO, in ogni caso per me ci prendono per il c**o… ma sono strano io a vederla così

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Alex71 - 4 settimane fa

    Cairo, secondo la mia opinione, non ha colpe. In questo anno e mezzo ha pienamente accontentato il serbo prendendo strapagando giocatori che hanno reso molto al di sotto delle aspettative o addirittura nulli (vedi Niang). probabilmente se avesse fatto il mercato Petrachi senza ascoltare Miha i risultati sarebbero stati migliori, o almeno non si sarebbe dilapidato il patrimonio incassato da vari Perez, Glik, Maksimovic, Zappacosta e via dicendo. acquisti? Rincon, Ljiaic, Niang, De Silvestri, Valdifiori etc. Ora dovrebbe acquistare Donsah, un giocatore che ha fatto meno di mezzo campionato come titolare lo scorso anno e quest’anno un po’ di piu’, a 10milioni? sai quanti ne trovi in serie B migliori,che corrono, con fame e a 1/5 del prezzo? Gente che corre e non da problemi di spogliatoio. Crescerebbero e avrebbero un ruolo importante con Mazzarri e renderebbero sicuramente alla grande. Ma qualcuno di voi conosce la carriera dei giocatori che so, dell’Atalanta? Eppure triturano col gioco e la corsa qualsiasi squadra o almeno non subiscono passivamente contro nessuno, e dico NESSUNO. Quindi fratelli se Cairo si e’ rotto gli zebedei di comprare “nomi” e non giocatori sono con lui stavolta. Inoltre per il gioco di Mazzarri ne servirebbero almeno 4 o 5. Repulsti a fine stagione comunque vada e speriamo che Mazzarri riesca a fare un piccolo miracolo nel girone di ritorno di ritorno. Sempre piu’ convinto che la scelta del Serbo ahime’ ha rallentato alla grande il progetto. Colpa di Cairo? No, il presidente ama il Toro. Colpa di chi sta in societa’ e dovrebbe capire di calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iugen - 4 settimane fa

      La colpa di Cairo secondo me è quella di affidarsi sempre ad allenatori con una personalità molto ingombrante che poi finiscono anche per fare i direttori tecnici, con troppo potere. Invece servirebbe una figura di DT a fare da tramite tra la società e la squadra e ad impostare un progetto che possa essere quasi del tutto indipendente dall’allenatore, cui spetterebbe solo il compito di finalizzare la rosa, non di plasmarla.
      Poi resta sempre un po’ tirchio, qualche milione in più per prendere qualcosa di meglio di Sadiq-Rincon si poteva spendere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alex71 - 4 settimane fa

        Daccordo con te. Secondo me servirebbe una figura, compentente di calcio, intermediaria tra allenatore e societa’ ( vedi Peruzzi nella lazio ad esempio) e che gestisca anche i rapporti tra allenatore e giocatori. Questo sicuramente manca. Gli allenatori sono tutti ingombranti, a meno che la societa’ non sia definita in modo tale di far capire anche a chi allena quale deve essere il suo ruolo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granat....iere di Sardegna - 4 settimane fa

      Per che può interessare Alex non sono d’accordo. Cairo NON è uno che si fa dire dagli altri come spendere i soldi delle sue società. Lo dice la sua storia imprenditoriale. Sicuramente ascolta le indicazioni dei tecnici ma spende solo e soltanto se lo ritiene giusto. Niang e Rincon, tanto per citarne due, sono stati acquistati perché Cairo era d’accordo, così come Petrachi. Si fa un torto alla personalità di Cairo sostenendo che si è fatto imporre le scelte dal mister.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iugen - 4 settimane fa

        Mmmhhh, sì e no. Vero che decide lui come spendere i soldi, ma secondo me lui di calcio ci capisce proprio poco, per cui si fida molto dei suoi allenatori. Evidentemente Petrachi non ha abbastanza carattere da dire ai vari Mihalovic e Ventura quanto siano scarsi i vari Niang o Barreto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Alex71 - 4 settimane fa

        Per carita’, ovviamente Cairo era d’accordo, anche se su Niang ho seri dubbi che lo fosse. Ovviamente i soldi sono suoi e lui decide alla fine. Dico solo che, con un tecnico normale o qualcuno in societa’competente e che direzioni Cairo nel modo giusto, probabilmente la scelta sarebbe ricaduta su soggetti diversi, magari sconosciuti, e piu’ funzionali. Cairo, prescindendo da tutto, e’ un tifoso, oculato ma e’ un tifoso e purtroppo non e’ che abbia queste grandi conoscenze calcistiche. Ecco perche’ credo che le sue decisioni di acquisto siano state comunque pilotate tra vari dubbi e non solo per una questione di soldi. Non e’ uno Zamparini ad esempio che, ahce se padre e padrone, sapeva riconoscere i talenti anche in erba e ne ha portati in italia tanti. Cairo e’ il negoziatore finale del processo di acquisto di un giocatore che lui non e’ in grado di giudicare. Se gli dicono e’ buono lui dice e’ buono. Tutto qui.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 4 settimane fa

          Cairo sarà pure un tifoso ma non del Toro. Lo era la madre ma lui mi risulta avere simpatie milanista, almeno così narrano le cronache. In ogni caso il tifoso, a parte i gobbi, hanno un cuore che pulsa, cairo secondo me al posto del cuore ha un registratore di cassa…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. abatta68 - 4 settimane fa

    Su Cairo non mi esprimo, perchè non avrebbe nessun senso visto che il capo è lui e decide lui. Dopodichè, tutto vero per carità… ma è anche vero che questa estate i ragionamenti che si facevano erano ben altri:
    1) con un portiere come Hart non si può continuare (costa troppissimo e una ne prende e una no) e con Padelli men che meno
    2) con una difesa cosi non si gioca in serie A, quindi via i vari Ajeti, Rossettini, Carlao, Castan
    3) a centrocampo Benassi e Baselli sono lo stesso identico tipo di giocatore, ma il più scarso è Benassi
    4) i talenti veri e propri che abbiamo sono Baselli e Belotti, quindi la società faccia di tutto per trattenerli, perchè sono questi due che ci faranno fare il salto di qualità in questo campionato.
    Queste erano le considerazioni e nel momento in cui Belotti e Baselli sono rimasti, si è comprato un bravo portiere come Sirigu e si è rinforzata la difesa con Nkoulou (addirittura sopra ogni aspettativa), Burdisso, Lyanco e Bonifazi, tutti a dire che la squadra era più che valida per ambire all’EL, visto che l’anno precedente con tutti gli scarsoni sopra citati si erano fatti 54 punti, buttandone via allegramente almeno una decina.
    E infine i problemi di quest’anno:
    1) l’allenatore che dal punto di vista tecnico è inadeguato
    2) il rendimento di certi giocatori (vedi Njang, Ljaic, Baselli e Rincon)
    3) gli infortuni, alcuni gravi e ripetuti come quello di Belotti, ovvero mister 100milioni… e scusate se è poco!
    Ora sapete come la penso su Cairo… ma in questo senso (quello del mercato) a me non pare proprio che la società sia stata miope e non abbia operato in maniera sensata, credo piuttosto che sia stata un pò “tradita” in termini di aspettative dal mister in primis, ma anche da buona parte dei giocatori che hanno reso veramente troppo poco. Possibile che gran parte dell’opinione pubblica specializzata continui a dire che la Rosa del Toro sia da mettere tra le prime 6 del campionato e che solo noi continuiamo a sostenere che son quattro brocchi e basta? Possibile che tutti considerino Petrachi come uno dei migliori ds italiani e solo noi lo riteniamo un faccendiere che compra bidoni e vende i migliori a peso d’oro?
    Non sto difendendo nessuno… sto solo cercando di essere un minimo coerente, per intenderci non come certi tifosi che bestemmiavano per ogni pallone perso da Benassi o da Peres e che oggi fanno di questi due dei martiri incompresi nella politica della valenza!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 4 settimane fa

      … a me sembra che si stia facendo una valutazione complessiva ignorando che per mezzo campionato ci sono mancati Belotti, Ljaic, Ansaldi, Obi e i giovani Lyanco, Bonifazi e Barreca, ovvero 7 titolari rispetto agli 11 di una potenziale formazione tipo… ci rendiamo conto che siamo noni in classifica a 2 punti dall’EL nonostante un allenatore esonerato e grazie al contributo della “bassa manovalanza” di De Silvestri e Molinaro?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granat....iere di Sardegna - 4 settimane fa

      Ciò che dici abatta è vero e pure giusto. Anche secondo me la rosa poteva andare, anche se, lo ripeto, c’erano i margini economici per fare qualcos’altro. Tuttavia, come disse qualcuno, il dado è tratto: ora si sono verificate delle situazioni che hanno scompaginato i piani e che tu hai giustamente puntualizzato. Alcune prevedibili altre forse un po meno ma ormai è andata. Il punto è, come sostanzialmente rimarca l’articolista: che si fa? Si persevera? Lo si vuole aiutare si o no Mazzarri? Si vuole provare a raggiungere l’Europa League? Si ha una idea precisa di ciò che manca alla squadra e si sono individuati i profili che possono colmare le lacune? Bene. Non ci sono altre strade, bisogna spendere, in modo oculato ma bisogna farlo. E’ il Toro nelle condizioni economiche di sostenere uno sforzo che, peraltro, sarebbe ampiamente ripagato in caso di perseguimento dell’obbiettivo? Ebbene si, lo è già dall’estate scorsa e si potrà comunque tutelare nella sessione estiva. Il nocciolo della questione sta tutto qui. Se sai già chi vuoi sai anche se te lo puoi permettere e allora non puoi tirare all’infinito sul prezzo lasciando Mazzarri sulla graticola. E sia detto per inciso siamo pure fortunati perché finora quando si è trattato un giocatore nessuno si è frapposto, a parte Giaccherini (e meno male). Prendendo ad esempio Donsah giusto perché ne parlano tutti pensa se viene qualche squadra inglese ed all’ultimo momento tira fuori 10 mln mentre cairo è impegnato a offrire 5.999.999 più bonus di 100 mila euro se tira in porta, più altri 100 mila se salta almeno 10 volte di testa nel corso di almeno tre partite….cerco di buttarla sull’ironia e di provare a scherzare ma non è che ci sia molto da ridere…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 4 settimane fa

        certo, condivido… era questo “il Cairo di cui non vorrei parlare”, ma ci sta tutto il ragionamento. Come dicevo in un altra discussione, le responsabilità sono sempre della società che ci deve dire cosa intende perseguire e con quali mezzi. La scommessa la fà sempre la società, anche in termini economici, non solo sportivi e oggi il campionato dice che questa scommessa la stiamo perdendo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ddavide69 - 4 settimane fa

    Quanto scritto in questo articolo è cio’ che vado dicendo da anni.

    Solo qualcuno su questo forum imputa TUTTA la responsabilità dei nostri insuccessi ad un’unica persona!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. morassut.maur_282 - 4 settimane fa

    Ma cairo è questo cari amici granata, vi meravigliate ancora?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. luna - 4 settimane fa

    A fine campagna acquisti di agosto scorso, in molti avevano segnalato dubbi circa il vuoto lasciato da Zappacosta e grosse perplessità sul una mancato acquisto di un centrocampista. La soddisfazione di aver visto confermato Belotti lasciava qualche preoccupazione una seconda punta all’altezza della situazione mai arrivata.
    Nulla ad oggi è stato fatto, per andare in Europa abbiamo bisogno di una seconda punta un centrocampista ed un laterale destro, a meno che Ansaldi non possa ricoprire il ruolo di De Silvestri.
    Speriamo che rientri Barreca ma la vedo dura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. torotranquillo - 4 settimane fa

    Ehi ma Cairo è impegnato sul Corriere, sulle elezioni a tirare la volata al Suo amico Berlusconi e strizzare l’occhio ai 5 stelle, e a far nominare Lotito alias Tavecchio come segno di grande rinnovamento. Forse è megio così se no darebbe input a Petrachi di fare una valenza. Come? Semplice! Vendi Acquah a 8 milioni e compri Donsah a 4. Che poi non serva a niente o anzi a livello spogliatoio e gioco forse peggioriamo a lui che gli frega?
    Il centravanti: beh qui siamo alla farsa. Sadiq operazione pessima, tanto e vero che la Roma neanche ci pensa a riprenderlo. Nel Toro c’è solo un giocatore fondamentale (oltre a ‘N Koulou) Belotti. Senza di lui non si è mai vinto e segnato solo incredibilmente le ultime due volte. Dall’inizio della sosta (ma perché solo in Italia si fa la sosta?) sarebbe servito come il pane un centravanti. E qui do la colpa anche ai tifosi. Ma possibile che per un goal d NIang questo dotato fannullone è diventato il toccasana di tutti i mali. Serve un centravanti. Se eravamo furbi prendevamo Falcinelli già prima del Sassuolo e incontravamo una squadra più debole. Ma noi non siamo furbi. Furba è la dirigenza, casomai. Ora Belotti mancherà altre volte e noi insistiamo senza centravanti. Vendiamo magari Sadiq e voglio vedere chi prenderemo. L’identikit di solito è questo: giocatore senza fisico (alla Berenguer), inconcludente, che milita come riserva in una squadra piazzata peggio del Toro (tipo Bessa o Donsah), senza stimoli e volontà (tipo Amauri), a costo zero e possibilmente in prestito, o che milita in serie B francese o spagnola (tipo Berenguer). Bravi, aspettate ancora un po’. Aspettate qualche medicina magica del vostro miracoloso staff medico, aspettate una dritta di Mirabelli Fassone tipo quella su Mazzarri (che comunque stimo). Aspettate che torni Belotti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iugen - 4 settimane fa

      Quando si critica giusto per il gusto di farlo, ma non si ha idea di cosa si sta dicendo: per Donsah il Bolgna chiede 10 milioni, non 4, poi trovami una squadra che ci offre 8 milioni per quel pacco di Acquah e chiamo io Cairo per proporti come nuovo DS.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. torotranquillo - 4 settimane fa

        C’era un offerta fdall’inghilterra per 10 milioni. Fra prestiti pagamenti a rate e quant’altro Donsah viene per 4 milioni. Bisognerebbe anche conoscere le regole di bilancio prima di scrivere. Non critico per criticare, e Petrachi pur con la scusante Cairo non vale ds Atalanta, Lazio e Udinese

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. umbbobb - 4 settimane fa

    manca di sicuro qualcosa in questa rosa, tipo un esterno e una punta da affiancare a Belotti sono d’ accordo su DOnsah meglio cercare qualcosa in europa magari nei campionati norvegesi, svedesi, ceki ect ci sono giocatori giovani ed interessanti, basta i soliti nomi italiani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iugen - 4 settimane fa

      Bah, se prendi qualche giovane da campionati del cavolo magari si rivela anche forte, ma di certo ci vuole tempo perché si adatti a un campionato di livello superiore e a gennaio serve qualcuno probto subito. Poi dopo la scommessa Gustafsson io preferirei qualcuno di più affidabile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. umbbobb - 4 settimane fa

    vedo sempre che le critiche vanno alla societa’ e al presidente vedete all’ orizzonte potenziali acquirenti per il TORINO FC non mi sembra prorpio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Scott - 4 settimane fa

      Nessuna critica, caro fratello. Ma coerenza con i programmi, quella si. EL vuol dire mettere i soldi. Vuol dire tentare di non fare sempre le nozze con i fichi secchi. Non ho parlato di “investimenti”: quelli, finanziariamente, sono un’altra cosa, vuol dire tirare i soldi dal proprio patrimonio personale. Qui parlaimo di “utilizzare” i soldi delle valenze per dare una dignità alla nostra squadra, non dovendocene ricordare solo quando si prendono 4 scoppole. Per giunta, dando la colpa al solo allenatore. Altrimenti, basta dichiarare una salvezza tranquilla e tutti contenti. O quasi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 4 settimane fa

        e’ pieno di orbi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. gior_425 - 4 settimane fa

          E latitano gli abbonati…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Baveno granata - 4 settimane fa

    Articolo che condivido pienamente,ma purtroppo fino a quando avremo Cairo al comando,non potremo mai ambire a traguardi più prestigiosi di un nono- decimo posto in classifica.
    Siamo sempre qui a fare i solidi discorsi,ma fino a quando si penserà solo alle valenze,fino non avremo un vero presidente non vinceremo mai niente.
    A mio avviso la Squadra è stata sopravvalutata in estate dalla maggior parte dei tifosi e addetti ai lavori,ma la realtà parla di rosa indebolita.
    Rispetto allo scorso campionato Siamo migliorati con i centrali difensivi ed il portiere,ma al tempo stesso siamo peggiorati in tutte le altre zone del campo.Non si può passare da Zappacosta a De Silvestri,da Barreca a Molinaro.
    A centrocampo sono stati spesi malamente 10M per Rincon,modesto giocatore di 30 anni che faceva la riserva quando non si accomodava nella tribuna di venaria.
    Perché è stato preso? Perché si è deciso di fare questo regalo ai gobbi?
    In attacco trovo assurde le operazioni Niang e Sadiq.
    Per il primo si sono spese cifre assurde quando l’anno precedente si poteva riscattare immobile per molto meno,per il secondo ennesima operazione assurda con la Roma con operazione di contro riscatto a vantaggio loro.
    Bruno Peres svenduto per 12M e poi ,Sadiq,Iturbe,Liajic e Falque che tra l’altro è stato l’unico affare buono.
    Perché tutti questi affari con i capitolini?
    Sono stufo di questa gestione che tratta la società come se fosse una spa qualsiasi.
    Sono stufo di cairo.
    Saluti granata a tutti ed un saluto particolare ai ragazzi della PRIMAVERA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 4 settimane fa

      In altri frangenti non sarei stato d’accordo con quello che scrivi, perché non ritengo Cairo il peggiore dei mali e perché poi bisognerebbe avere uno straccio di idea su chi possa sostituirlo e fare meglio di lui. Tuttavia ti capisco e non posso biasimarti…perché mai come quest’anno secondo me c’erano delle potenzialità economiche forse irripetibili e invece si è deciso di strafare solo con le valenze…e più mi riguardo i dati e più monta la delusione…quando sarà pubblico il bilancio 2017 dovrò andare in Tibet a smaltirla….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Asterix48 - 4 settimane fa

      Ancora con Bruno Peres? intanto è stato venduto quando non c’era ancor stata l’ipervalutazione del mercato e poi chiedi alla Roma se non sarebbero contenti di restituircelo, per il resto sono d’accordo e le segrete trame tra società , non solo con la Roma, mai le scopriremo, il mercato del calcio è un mercato molto opaco e gli interessi veri non li vengono a raccontare in piazza :-)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. generazionenuova - 4 settimane fa

    Finalmente un altro tono! Finalmente un’analisi che non difende lo staus quo (su queste colonne ad esempio, ho iniziato a leggere male di Miha solo dopo che è stato esonerato). Finalmente qualcuno che vede la rosa per quello che è e non per quello per cui viene presentata.
    Solo di una cosa resto convinto. Il milan é del tutto ininfluente per la corsa all’europa league. Se dovesse vincere la coppa italia o arrivar eprima di noi, comunque in estate dovrebbe farci spazio come il Parma qualche anno fa per colpa delle conseguenze dei magheggi dei loro capaci e rispettabili investitori cinesi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ribaldo - 4 settimane fa

      Bisogna però vedere i loro “protettori” italiani che il Parma non aveva!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Scott - 4 settimane fa

    Non c’e’ bisogno di essere massimi esperti di calcio. Quando non sai uscire palla al piede, quando perdi la maggior parte dei contrasti al centrocampo, vuol dire che mancano qualità, centimetri e polmoni. E’ rotolata solo una testa. Come dice il grande Eugenio Fascetti, l’allenatore conta fino ad un certo punto. E il Toro è mediocre a centrocampo, da dieci o forse piu’ anni. E’ il momento degli obiettivi sportivi, anche se in antitesi alle valenze. Oppure, un mediocre campionato, senza proclami e comunque forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      ESATTO!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 settimane fa

    Condivido.
    Colpe di Sinisa fino a un certo punto.
    Il centrocampo non è stato rinforzato e abbiamo perso Benassi e gli esterni titolari sono le riserve dello scorso anno. Oltre a un vice Belotti che non c’è mai stato quest’anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 4 settimane fa

      Condivido tutto anche io e, se mi posso permettere, correggo una considerazione fatta dall’articolista. Non c’è proprio nessun bisogno che il Presidente metta dei soldi suoi. Se anche si dovesse fare un investimento importante a giugno si farà in modo di “coprirlo”. Anzi, a giugno il Presidente troverà il modo di stracoprirlo. A gennaio dell’anno scorso furono spesi dei bei soldini per Lyanco, riscatto di Falque e Milinkovic-Savic ma i soldini della cessione di Martinez e Jansson sono arrivati a giugno, così come quelli delle cessioni di peres e maksimovic, peraltro tutti a rate, per non parlare della cessione di Benassi e Zappa. Dunque i soldi ci sono se si vuole fare qualcosa e non credo che 1 o 2 milioni di differenza col Bologna possano cambiare granché. Poi certamente il Presidente è Cairo, il Toro è suo e decide lui come usarne i soldi, però Miha ormai non c’è più e del resto l’aveva ingaggiato lui. Adesso c’è Mazzarri, che gli si dia una mano e, mi raccomando, poche scuse: Niang è costato un botto ma il solo Zappa è stato venduto al doppio….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 settimane fa

        Amico Granatiere, come hai scritto altrove, neanche io penso che Cairo sia il peggiore dei mali e che abbiamo avuto presidenti ben peggiori, anzi, disastrosi. Ma caspiterina! I soldi per acquistare li ha con le valenze, e posso capire che il club si deve autogestire finanziariamente ma se è già in grado di farlo non vedo perché non debba mettere mano al portafogli per ambire finalmente a qualcosa di significativo! Non stiamo sognando lo scudetto, ma solo di giocercela regolarmente per un posto in Europa League!
        Non chiediamo la luna e soprattutto non chiediamo qualcosa di impossibile.
        I soldoni per Zappacosta, Maximovic (54-58 milioni contati male) Benassi, Bruno Peres, Glik, Darmian (altri 60 circa) senza contare gli altri da meno.. Come sono stati investiti?
        Ljanco, Savic, N’koulou, Sirigu, Rincon, Iago, LJAIC, Niang, Berenger, messi insieme fanno piu’ o meno la metà di quello che abbiamo incassato..
        Conti fatti a braccio, ma le cifre più o meno quelle sono, e non mi raccontino che se ne sono andati aumentando gli ingaggi, perché allora dovremmo metterci anche i soldi in più incassati dai diritti tv rispetto a tre anni fa.
        I conti non tornano, a noi. Nella classifica invece purtroppo si.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 4 settimane fa

          Ciao fratello. Io purtroppo ho un problema in più. I conti fatti a braccio sono già una fonte di delusione, se mi metto a farli bene la situazione è ancora peggiore! È per quello che capisco Baveno. A me sta bene che il Toro chiuda in utile, mi può stare pure bene che l utile sia cospicuo e che cairo se lo prenda visto che la società è la sua. Ma nel 2017 si è veramente esagerato. E ciò che più mi preoccupa è che forse non è finita. Belotti, baselli, Barreca, falque, lyanco, n’koulu sono tutte potenziali valenze milionarie…facendo così però non andremo da nessuna parte. Mi sta bene anche così, col cuore granata che sanguina, ma almeno che lo si dica chiaramente, ce ne facciamo una ragione

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy