Toro, l’entusiasmo perduto

Toro, l’entusiasmo perduto

Occhi sgranata / Torna la rubrica del nostro Vincenzo Chiarizia: “Soltanto un mercato all’insegna del vero rafforzamento della rosa in tutti i ruoli che mostri una reale ambizione della presidenza, potrà ammorbidire l’umore del tifo generale”

di Vincenzo Chiarizia

Qual è il colmo per il tifoso granata? Affrontare i derby senza giocarli e fare bene e strappare un punto in casa della contendente alla vittoria del campionato, regalando di fatto lo scudetto ai cugini. Intendiamoci, sono contento che il Toro non si sia scansato. E’ giusto che i ragazzi di Mazzarri abbiano fatto la loro gara, giocando una partita senza il massimo impegno a dir la verità, ma con la massima serenità. Ecco, sarebbe cosa gradita che i granata giocassero con impegno e serenamente tutte le gare, soprattutto quelle sentite, soprattutto i derby.

Fatta questa premessa i tifosi sono già in vacanza. L’ultima partita in casa vedrà l’arrivo della Spal e, stando all’ennesima stagione deludente dell’era Cairo, è prevista una scarsa affluenza di pubblico. Purtroppo le speranze di vedere una squadra competitiva dal 2005 vanno via via scemando. E’ veramente strano come in questi tredici anni, fatta eccezione per alcuni momenti di crisi acuta nel rapporto tra curva e dirigenza, l’entusiasmo della tifoseria sia diminuito nonostante il Toro sia partito dalla Serie B e tra retrocessioni, salvezze complesse e altre meno, adesso occupa in pianta stabile la colonna sinistra della classifica di Serie A. Ma allora perché c’è un’aria di insoddisfazione generale?

Semplice. Nei primi anni il Toro non produceva valenze e chiudeva spesso il bilancio in rosso. Dunque gli scarsi investimenti erano naturali in una situazione economica complessa. I malumori del tempo erano dovuti più all’incompetenza di chi era in capo alla società. In questi ultimi anni invece proprio con la proficua politica delle valenze allestita da Cairo e Petrachi, si sono prodotte consistenti risorse finanziarie, ma nonostante ciò non si sono verificati quegli investimenti che tutti si sarebbero aspettati. Anzi a fronte di cessioni eccellenti si sono registrate pochi investimenti mirati alla valorizzazione dei giocatori per creare nuove valenze, senza puntare al miglioramento dei risultati. In quest’ultima stagione Cairo aveva allargato i cordoni della borsa acquistando Niang, salvo poi cedere Zappacosta l’ultimo giorno di mercato a ben di più di quanto speso per l’acquisto dell’ex Milan. Quindi a fronte di un quantitativo di risorse disponibili maggiori rispetto alle precedenti annate, gli investimenti non hanno dato prova delle reali ambizioni di Cairo.

Ecco che i tifosi non credono più alle parole dette dalla dirigenza. Il presidente riesce in pochi secondi a dire che è sua intenzione ripartire da Belotti, ma al contempo vuole trattenere solo chi è realmente motivato. Il Belotti di quest’anno è sembrato tutto fuorché motivato, dunque quale sarà il suo destino?

Intanto girano già i primi nomi di calciomercato, nomi che al momento sembrano piuttosto fantasiosi come Balotelli che fa pensare ai “Simeone” e “Zapata” dell’estate scorsa… speriamo che alla fine non arrivi un altro acerbo “Sadiq”.

Soltanto un mercato all’insegna del vero rafforzamento della rosa in tutti i ruoli che mostri una reale ambizione della presidenza, potrà ammorbidire l’umore del tifo generale. Anche il presidente deve mostrarsi motivato, altrimenti, proprio come per i giocatori che andrebbe a vendere, anche lui potrebbe cercarsi altro da fare.


Vincenzo Chiarizia, giornalista di fede granata, collabora con diverse testate abruzzesi che trattano il calcio dilettantistico, per le quali scrive e svolge telecronache. Quinto di sei figli maschi (quasi tutti granata), lavora e vive a L’Aquila con una compagna per metà granata.

11 Commenta qui
  1. Pimpa - 7 mesi fa

    Per sapere quello che ci aspetta, Mazzarri o non Mazzarri perché tanto non cambia niente,basta fare un copia e incolla delle ultime sette annate: mediocrità, falsità,rimpianti,maledizioni,sempre meno gente allo stadio,il duca e Cairo. Ole’!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13664072 - 7 mesi fa

    ma sbaglio o lo scorso agosto la stragrande maggioranza di esperti (professionisti e no) considetavano il mercato del Toro fra i primi 3-4 della série A?

    purtroppo non siamo obiettivi capisco che i sentimenti a volte sovrastano la ragione ma cio deve rimanere un istante, gestire oggi una squadra di calcio richiede qualità imprenditoriali é ora che i tifosi lo capiscono.
    Quindi basta con questa lagna delle valenze.
    E che gli opinionisti facciano il loro mestiere e smettano di scrivere banalitá.
    Personalmente preferisco leggere due articoli seri a settimana che tonnellate giornaliere di banalita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 7 mesi fa

      Io credo che se il gallo era quello dell’anno scorso con un campionato di ritorno con WM e una difesa decisamente piu’ solida non era una tragedia.
      Certo che la mancanza di un modulo sensato e di un numero sensato di centrocampisti si e’ fatta sentire pesantemente.

      non lo so come li danno i voti, assecondato miha-ne-capisco-di-allenare = DIECI; squadra bilanciata = 0

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13775773 - 7 mesi fa

    Caro Sempregranata la domanda che dobbiamo tutti fare è: “Ma per quale motivo un imprenditore dovrebbe investire in una squadra di calcio per essere, specie in questa città, per essere secondo a vita”
    In questa città non esiste equilibrio, non pretendo all’equilibrio che negli ultimi anni a Madrid. Mi basta l’equilibrio romano.
    Purtroppo il presidente dimostra che il Toro è servito per fare altro., proprio come tu hai detto: “…di roba da fare ne ha già abbastanza…”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 7 mesi fa

      torino e’ granata, secondi in italia, primi a torino, non te lo dimenticare mai!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. fabrizio - 7 mesi fa

    il problema che molti tifosi hanno la memoria corta. Se uso si scrivesse in un quadernetto le dichiarazioni di ‘Braccino e dopo qualche mese le rileggesse si accorgerebbe che mentitore seriale e’ il nostro presidente. O molto smemorato….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Sempregranata - 7 mesi fa

    Caro Chiarenza, come opinionista hai tutto il diritto di esprimere i tuoi pensieri e fai bene a farlo in un contesto di libero e democratico dibattito. Permettimi solo di scriverti che credo che Cairo di roba da fare ne abbia già abbastanza. Noi tifosi, è vero, siamo depressi e delusi per la continua mediocrità di risultati e di gioco della squadra e per le evidenti carenze di gestione ma la domanda è sempre quella: se nessuno è interessato a rilevarne la proprietà, qual’è la soluzione per un futuro glorioso per il nostro Toro? Siamo e credo saremo purtroppo per parecchio tempo ostaggi del ricordo e dei bei tempi che furono e anche del momento economico che attraversiamo a livello generale che non favorisce certo la possibilità di trovare investitori disposti a subentrare oggi nella proprietà e gestione di una società di calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 7 mesi fa

      sara’ che son positivo oggi ma se levano le zavorre (valdifiori acquah obi niang soprattutto) e prendono 2/3 innesti decenti con ricavato.. lukic puo’ pure lui far bene l’anno prossimo..

      magari non siamo cosi’ da buttare

      ammesso e non concesso che il gallo RITORNI a torino, perche’ sinceramente a me pare che l’abbiano venduto, ha giocato quest’anno?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Toro71 - 7 mesi fa

    Cairo deve finirla di fare il morto di fame. Prenda giocatori da Toro e con degli innesti di qualità possiamo giocarcela con chiunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-13685686 - 7 mesi fa

      Purtroppo con il Toro ci specula con le valenze lui stesso ha dichiarato che e un bene personale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13746076 - 7 mesi fa

    Concordo ogni parola del pezzo….Auspico anche si realizzi l’ipotesi scritta nell’ultima frase dell’articolo, di cuore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy