Toro: Belotti resta, Lyanco arriva ed il tifoso spera che sia tutto vero

Toro: Belotti resta, Lyanco arriva ed il tifoso spera che sia tutto vero

Occhi Sgranata / La rubrica del nostro Vincenzo Chiarizia, che oggi ci parla di quello che potrebbe essere il futuro del Toro…

di Vincenzo Chiarizia

Il Campionato non è ancora finito, mancano ancora poche emozioni, come il derby che speriamo il Toro giochi con il coltello tra i denti, ed in questa pausa per la nazionale ci sono stati alcuni spunti sui quali voglio porre la mia attenzione. Andrea Belotti, il nostro bomber, il nostro simbolo, colui che per la maglia dà sempre il massimo, ha dichiarato che vuole restare al Toro. La sua è stata una dichiarazione fatta non in una conferenza stampa, ma sono passati un po’ di giorni e non c’è stata nessuna smentita. Ricordate cosa successe con Angelo Ogbonna? Lui avrebbe dichiarato che non sarebbe mai passato alla Juve e poi sappiamo tutti come è andata a finire. Per cui cari tifosi, godiamoci le parole granata di Belotti e sogniamo un futuro che veda finalmente la nostra squadra lottare per qualcosa di importante, ma teniamo ben saldo il nostro cuore, perché se Belotti dovesse accettare un’offerta faraonica di una big europea, ci vorrebbe davvero poco a mandarlo in frantumi nuovamente.

Comunque resta il fatto che queste dichiarazioni sono arrivate mentre il Toro ha definito l’accordo con il San Paolo per l’acquisto del difensore centrale, classe ’97, Lyanco, ufficiale da qualche ora (qui le sue prime parole e qui la presentazione di Cairo). Un difensore di cui si dice un gran bene, appetito da Atletico Madrid e dai cugini bianconeri che va a puntellare il reparto più precario della squadra con un investimento di circa 9 milioni complessivi tra costo del cartellino e bonus. Con l’ufficialità dell’ex San Paolo, Ljajic verrebbe scalzato dal gradino più alto della classifica degli investimenti più onerosi di Urbano Cairo. Quindi se il Toro è questo, cioè una squadra che tiene Belotti e investe su giovani e forti promesse per la prossima stagione, ammetto che un barlume di speranza torna ad accendersi.

Purtroppo però il calciomercato estivo è lungo e non è nemmeno iniziato. Tutti sappiamo che ogni cosa può succedere, ma io do un peso diverso alle parole di Andrea Belotti. Lui è persona dalle grandi doti umane e parla poco e quando parla, lo fa con umiltà e sincerità. Non lo conosco di persona, ma voglio sbilanciarmi e dire che credo nella parola data dal centravanti della nazionale italiana. Intanto per il Toro che verrà, magari si potrebbe attingere dalla Primavera di mister Coppitelli. Che peccato l’eliminazione dal torneo di Viareggio, ma si sa che la lotteria dei rigori è crudele perché non premia il merito, ma la fortuna. E’ innegabile comunque come in questo torneo, così come nel corso del campionato, si siano messe in luce diverse individualità che potrebbero già fare al caso della prima squadra. Basti pensare a D’Alena, De Luca, Berardi, e i tanti ragazzi che hanno dato l’anima alla Viareggio Cup.

Se queste sono le premesse, il futuro non può essere che granata, anche perché l’inaugurazione del nuovo Filadelfia è praticamente imminente, e tornare lì, con una squadra forte e con Belotti ancora in granata, con la Primavera che si allena assieme alla Prima squadra, può solo permettere al Toro di crescere. E dunque la squadra di mister Sinisa Mihajlovic potrebbe presentarsi ai nastri di partenza della prossima stagione con Milinkovic-Savic e forse Skorupski tra i pali, con Zappacosta, Bonifazi, Lyanco e Barreca a comporre la linea difensiva. Come base di partenza e con l’attuale reparto avanzato la squadra andrebbe già bene. Poi si passi a consolidare il centrocampo e ad investire seriamente anche sulle seconde linee, magari pescando dalla propria Primavera e allora sì che vedremo un grande Toro. Quindi, presidente Urbano Cairo, per la prossima stagione non illuda né deluda i suoi tifosi, ma volti pagina e regali certezze e amore per il Toro.

5 Commenta qui
  1. prawn - 2 anni fa

    Milinkovic-Savic
    Zappacosta, Bonifazi, Lyanco, Barreca
    Benassi Lukic Baselli
    Iturbe Gallo Iago

    Squadra GIOVANISSIMA e forse ancora troppo leggera al centrocampo.

    Tuttavia, mi piacerebbe veramente vederla giocare per qualche domenica, non un esperimento, una scommessa, un obiettivo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. T-Wolf - 2 anni fa

    I buoni risultati della Primavera, a dir la verità, mi peoccupano e non poco. Soprattutto dopo aver visto che fine hanno fatto i protagonisti della cavalcata gloriasa dei ragazzi di mister Longo.
    Dopo aver vinto Scudetto e Supercoppa Italiana quanti di loro sono stati presi in considerazione dalla prima squadra? Al momento solo uno (Barreca) e che fine hanno fatto gli altri? Qualcuno è in prestito a farsi le ossa(anche se molti non giocano) e qualcuno è stato addirittura ceduto!!!!!! Quello che non mi spiego è perchè devo vedere slot occupate da giocatori come Avelar(???),Molinaro,Obi,Rossettini e lo stesso Castan, per non parlare di Carlao(?!?!?!?!?!?!?!) che hanno deluso o non si sono visti proprio e non si poteva contare sul blocco Campione d’Italia Primavera!!!!!
    Ultimamente i giovani Granata faticano a trovare posto,quindi spero vivamente che si ritorni a puntare sul nostro vivaio!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torello_621 - 2 anni fa

      Sui ragazzi della Primavera dovrebbe valere il principio di realtà e non i sogni immaginari. La realtà è che di tutti quelli visti solo Barreca ha i numeri del professionista di livello, gli altri non giocano neanche in serie B a parte la promessa Bonifazi ed un Chiosa che, dopo parecchio tempo, mi pare cominci a promettere qualcosa. Per i ragazzi di quest’anno è ancora troppo presto, soprattutto per De Luca che mi pare abbia qualche limite caratteriale. La realtà è che se da ogni biennio primavera, con i limiti della categoria italiana, tiri fuori un professionista hai fatto già bene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. GranataForce - 2 anni fa

      I Buoni Giocatori sono Molti, i Campioni Pochi, i Fuoriclasse…molti meno dei Campioni.
      Vincere il Campionato Primavera non Vuol dire Vincere qualche anno dopo la serie A, della Juve di Gasperini che vinse lo scudetto quanti sono in prima squadra?
      solo Marchisio se non erro.
      Ma con un settore giovanile florido e grazie a Bava, che spero resti a lungo con noi, abbiamo giovani ottimi in tutte le categorie ed io dico che vince la legge dei grandi numeri, più ne hai più probabilità hai di trovare Buoni Giocatori e Campioni.
      Credo stiamo già puntando sul settore giovanile, e poi vorrei dire, anzi fare un commento ad un articolo di Mattia Feltri su queste pagine dove si rammaricava di non aver visto questo Toro nelle mani di Ventura, Beh vorrei ricordargli che Barreca lo ha mandato a Cagliari, e Zappacosta non lo faceva giocare, il terzo portiere aveva 50anni con tutto il rispetto per Castellazzi. Ora c’è Cucchietti…che con l’esperienza ha fatto la differenza al Viareggio
      Concludo col dire che comunque solo chi agisce può sbagliare, errori si fanno, giocatori sbagliati si comprano e si sbaglia a vendere.
      Concordo Avelar, Obi, Castan, De Silvestri, Padelli, possono andare a giocare da altre squadre sono quasi convinto che non le rafforzeranno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Kieft+Bresciani - 2 anni fa

        Parole sante! !!

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy