Presidente Cairo, ci voleva tanto?

Presidente Cairo, ci voleva tanto?

Occhi Sgranata / Torna la rubrica di Vincenzo Chiarizia: “Possiamo affermare che l’ultimo giorno di mercato ha regalato al Toro una bella rosa. Ma ci voleva tanto?”

di Vincenzo Chiarizia

E’ iniziato il campionato ed il mercato in entrata è terminato. Resta aperto quello in uscita che deve dare la parola fine al mercato del Toro. Contrariamente a quanto scritto una settimana fa, il mercato del Toro si è concluso positivamente.

Il reparto portieri è leggermente inferiore a quello della stagione passata, la difesa ha avuto innesti importanti con Izzo (speriamo che il suo infortunio non sia nulla di serio), Bremer e Djidji e con l’atteso rientro di Lyanco.

Il centrocampo è stato rivoluzionato: di Acquah, Obi, Valdifiori, Rincon e Baselli sono rimasti solo gli ultimi due e sono arrivati Meité, Soriano ed è rientrato Lukic. Le aspettative in mediana sembrano buone e vedremo se gli innesti risulteranno azzeccati per il 3-5-2 di Mazzarri.

L’abbondanza in attacco fa del Toro una delle squadre dal più alto potenziale offensivo. Sono rimaste tutte le punte ed in più è arrivato Simone Zaza. Quest’ultimo ha avuto un passato in bianconero con la quale ha giocato il famigerato derby di Coppa Italia in cui Zaza, a causa del direttore di gara, ha fatto il bello e il cattivo tempo con comportamenti poco corretti e non è stato espulso, prendendosi così determinate libertà, sia nelle azioni fallose che nell’atteggiamento con il portiere. Ma la colpa non è stata sua, ma della classica direzione arbitrale pro Juve che sistematicamente appare nei derby. Dunque per i tifosi del Toro, è vero che il passato non si dimentica, ma è altrettanto vero che abbiamo avuto l’esempio di Pasquale Bruno, il quale è riuscito a farsi accettare e farsi amare dai granata dopo un passato in bianconero. Non dico di amare incondizionatamente Zaza, ma di concedergli il tempo di mostrare se e quanto suderà per la nostra maglia.

Per quanto riguarda gli esterni se Ola Aina e De Silvestri danno diverse certezze sull’out di destra, a sinistra oltre ad Ansaldi abbiamo seri problemi. Purtroppo quello non è il ruolo più congeniale per Berenguer e purtroppo il match con la Roma lo ha dimostrato.

Inter-Torino e la voglia di riscatto: a San Siro confronto tra due squadre ferite

Sulla difesa possiamo dire che pur ritenendo il reparto rafforzato, si è avuta l’impressione che nell’arco della partita, ad ogni sortita offensiva giallorossa, il reparto potesse andare in sofferenza. Forse ci sono ancora dei meccanismi da oliare, per cui sospendiamo il giudizio.

In linea di massima quindi, contrariamente a quanto scrivevamo una settimana fa, possiamo affermare che l’ultimo giorno di mercato ha regalato al Toro una bella rosa. Ma ci voleva tanto? Per quale motivo si è deciso di attendere prima di affondare i colpi? In questo modo, con la scelta di ridursi all’ultimo, la società, oltre a rischiare grosso di perdere i propri obiettivi, ha praticamente deciso di presentarsi all’esordio in campionato senza la squadra al completo perché sarebbe stato difficile inserire i nuovi appena sbarcati a Caselle. E questo a mio modo di vedere è un errore evidente della società.

Il giudizio complessivo resta dunque in sospeso. Dobbiamo attendere il 31 agosto per capire se farà cessioni eccellenti. Le scottature di Cerci, Maksimovic e Zappacosta, spingono i tifosi a non fidarsi totalmente della società. Dunque attendiamo. Quello che però ci sentiamo di dire è che Adem Ljajic e Iago Falque non devono essere assolutamente ceduti. Infatti, secondo il nostro modesto avviso, i due sono gli unici giocatori dal tasso tecnico sopra la media che possono dare una svolta tattica alla gara del Toro. E Falque, per quanto professionista, non deve fare l’offeso. E’ normale che gli sfracelli fatti nelle stagioni precedenti da esterno destro generino dubbi sull’opportunità di cambiargli ruolo. Ciò non significa che non ci sia rispetto per il giocatore che è e resta un professionista esemplare. L’ex Genoa e Roma dovrebbe pensare che i dubbi sono il semplice frutto di stagioni straordinarie che hanno fatto stropicciare gli occhi ai tifosi granata.

Dunque, dicevamo, non ci resta che attendere. A Radio Sportiva Cairo ha detto che quest’anno il Toro non vincerà lo scudetto del bilancio, tuttavia nessun tifoso si straccerà le vesti per questo, anche perché visti gli utili accumulati, gli investimenti di quest’anno saranno tranquillamente coperti.

Ora c’è da andare a far visita ad un’Inter stratosferica, ma ferita. Vediamo se mister Mazzarri proporrà una formazione diversa in campo.


Vincenzo Chiarizia, giornalista di fede granata, collabora con diverse testate abruzzesi che trattano il calcio dilettantistico, per le quali scrive e svolge telecronache. Quinto di sei figli maschi (quasi tutti granata), lavora e vive a L’Aquila con una compagna per metà granata.

38 Commenta qui
  1. al_aksa_831 - 2 mesi fa

    Ma certo, buttiamo per anni merda su Zaza per poi dire che non è colpa sua.
    Non illudiamoci, la/e cessione/i eccellente/i è dietro l’angolo.
    Di Adem, Mazzarri non sa cosa farsene ed ha ampiamente rotto le scatole anche alla società: alla prima offerta valente lo caricheranno sull’aereo.
    Iago può restare, ma se davvero arrivano anche solo venti milioni, il buon Cairo gli fa il fiocco e lo spedisce.
    Sti articoli lunghi e inconcludenti (perchè si parla di una cosa non conclusa, il mercato, appunto) sono tempo sprecato. per chi li scrive ma soprattutto per noi che li leggiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 2 mesi fa

    Direi che per la prima volta nell’era Cairo si e’ alzata visibilmente l’asticella, al punto che noi tifosi siamo confusi, ma come fara’ WM a gestire tutta sta gente, abbiamo persino una panchina, al punto che dispiacera’ NON far giocare qualcuno, non come l’anno scorso quando eravamo forzati a far giocare Molinaro sulla fascia.
    I giocatori stessi sono confusi, vedi Iago, abituato ad essere un punto inamovibile. E’ vero e’ forte, ma senza concorrenza ci si siede, non dimentichiamo che il rendimento dello spagnolo in trasferta e’ quasi sempre stato un po’ sotto tono.

    La mossa piu’ interessante (e inaspettata) e’ stata quella di comprare prima di vendere, robe mai viste. E per ora le vendite sono i giocatori da serie B/ meta’ classifica.

    Serino Rampanti aveva forse visto giusto dicendo che bisognava dare un altro anno a Rincon e che e’ sempre dura andarsene dall’organizzazione dei gobbi maledetti in altri posti. Se gioca tutte le domeniche come contro la Roma siamo a posto.

    Rimane l’incognita sulla fascia sinistra, ma pare che sia piu’ una volonta’ di WM che una lacuna della societa’, lui vuole insistere su Berenguer, ogni allenatore ha le sue fisse e convinzioni e ci teniamo pure quella.

    Intanto manca poco piu’ di una settimana e non hanno venduto nessuno, a me pare che non sia colpa del torino calcio ma che in generale gli affari si fanno, nel bene e nel male l’ultimo giorno, quando tutte le societa’ mostrano le carte e giocano a viso aperto.

    E’ vero che giocheremo solo in campionato e in coppa italia ma non mi strapppero’ di sicuro i capelli se teniamo tutta la gente che abbiamo, l’annata e’ lunga, ci sono infortuni e se WM gestisce e allena bene quelli che sono ‘piu’ indietro’ come Niang magari ne esce qualcosa di buono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tororussia - 2 mesi fa

      l’asticella si abbassera presto con le prossime cessioni…
      QUINDI NON FACCIAMOCI ILLUSIONI .Fatemi ricredere…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granata - 2 mesi fa

    Mamma mia! PrivolegioGranata non ammette nessuna critica, guai a dire la verità e cioè che il mercato del Toro ha centrato i colpi migliori come al solito in extremis, direi in ritardo e ciò sta provocando (vedi Iago Falque) malumori nello spogliatoio sovradimensionato (come ampiamente previsto da Mazzarri). Sono anch’ io dell’ opinione che la pressione dei tifosi abbia spinto Cairo ad allargare i cordoni della borsa. Cosa che è avvenuta infatti dopo che una raccolta firme aveva ottenuto 4 mila sottoscrizioni per trovare un altro presidente. Comunque è positivo che Cairo abbia investito, ma è meno positivo che ora ci troviamo una rosa troppa ampia (e qui tocca a Petrachi di risolvere i problema). Però ha ragione Chiarizia quando scrive: “… Adem Ljajic e Iago Falque non devono essere assolutamente ceduti. Infatti, secondo il nostro modesto avviso, i due sono gli unici giocatori dal tasso tecnico sopra la media che possono dare una svolta tattica alla gara del Toro…”. E allora Mazzarri trovi con coraggio un posto a entrambi (Berenguer e Baselli, ad esempio, contro la Roma non hanno assolutamente brillato).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

      Vabbé continuate a raccontarvi la storiella che una petizione di multinick ha sbloccato il calciomercato. Me lo vedo Cairo che caccia fuori i milioni perché alcune decine di sfigati che imperversano su tutti i forum granata hanno lanciato la petizione del secolo. Per carità…
      Meité ha tecnica, Soriano ha tecnica, Ola Aina ha tecnica, lo stesso Berenguer ha tecnica, Baselli ha tecnica.
      Ljajic ogni tanto ha giocate sopraffine davvero superiori, Falque un po’ meno; quello che manca ad entrambi è la costanza di rendimento e la capacità di incidere per tutta la durata del match.
      Io penso che Mazzarri giustamente preferisca un Zaza, meno tecnico ma con l’istinto del lottatore e del rapace, che fa a sportellate per 95 minuti a un Falque che si lascia spostare (per ovvie questioni di peso e struttura fisica) dal Fazio di turno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luke90 - 2 mesi fa

        Completamente d’accordo… ed anche la storia presa per quello che è.. La storia di Cerci, e non solo, la conosciamo tutti. Possiamo accusare la società di averlo ceduto all’ultimo momento ma non ditemi che il giocatore si è legato ai cancelli del GT per non farsi vendere. Voleva il calcio che conta… e ha capito che forse è lui che conta poco… l’errore fu Amauri ..poteva andare bene o male (vedi Lopez) .. è andata male.
        Ma io voglio ribadire un concetto: ognuno pensa del Toro quel che vuole. Mi indispettiscono i commenti come quello che ho letto ieri per il quale (tradotto) se uno è al Toro (riferito a Meité) allora è scarso…altrimenti sarebbe altrove…
        per capire perché sia concluso tardi basta vedere le formule di ingaggio……a me pare banale da capire.
        Ma tra tutte queste polemiche consentitemi: due anni fa scrivevo che Belotti sarebbe rimasto e che Miha era un errore per il post-Ventura. L’anno scorso dissi che Belotti sarebbe rimasto (a risposta di chi diceva che invece era già del Milan……e che Niang era una parziale contropartita.) è così anche i migliori. A maggio scrivevo che Sirigu e N’Koulou avrebbero rinnovato e che si sarebbe cambiato poco tra i titolari. Dopo il Liverpool dissi che sarebbe arrivati almeno altri due giocatori (ne sono arrivati, credo, quattro) e che, a regime, la squadra di Liverpool non sarebbe stata quella titolare in campionato. Tutto questo non perché si ha la sfera di cristallo ma perché un progetto esiste… qui non si tratta di accontentarsi ecc. ecc. si tratta di vedere le cose e non si può non avvertire un cambiamento dal 2005 ad oggi.
        Il discorso, purtroppo, purtroppo, è che dovevano incastrarsi alcune cose… e, a mio giudizio, molto parte dal fatto che non è necessario spendere tutto… bisogna spendere bene… bisogna, purtroppo, che alcuni giocatori rendano per quanto ipotizzato. serve anche un po’ di fortuna, a volte…
        Quando ci fu la notizia dell’utile monstre … scrissi che quest’anno, io, avrei avuto delle conferme o delle smentite… credo che Cairo me le abbia date.
        se doveva funzionare alla moda dei catastrofisti… i 30 e fischia Milioni di euro di utile .. si sarebbero dovuti teletrasportare in un conto alle Cayman e Cairo avrebbe dovuto vendere per fare valenze Belotti, Sirigu, N’Koulou, Baselli, Falque ecc…. acquistando 8 – 10 scommesse…. Non è accaduto.
        E non raccontiamoci che è per i tifosi che protestano …
        Invece soldi sono stati speso per rinforzare la squadra ma anche il settore giovanile( questo c’è lo dimentichiamo sempre…ricordiamoci che in passato ci fu chi lo distrusse e oggi è tornato competitivo).
        Purtroppo avere un progetto non significa che le ciambelle risulteranno col buco da subito… ci va del tempo.. e in questo,tempo Cairo ha sprecato 8 anni… e questo comporta dei costi…delle scelte…
        oggi è tempo di ricominciare da dove avevamo interrotto … ossia dal 4’ anno di Ventura… e i presupposti sembrano esserci.. il prossimo anno avremmo un sacco di riscatti se i giocatori si dimostreranno all’altezza e servono soldi…
        Poi sicuramente ql.no verrà ceduto … ma ripeto.. non guardiamo la simpatia o l talento.. chiediamoci come i giocatori potranno essere usati da Mazzarri…. a questo punto è lui che deve dare indicazioni…
        Come scrisse ql.no criticando la società… passiamo da un modulo ad un altro e per certi ruoli c’è sovrabbondanza…. purtroppo cessioni vanno fatte… non capirlo e fare solo polemica…
        Stranamente quest’anno vendiamo, forse, dopo che si è comprato…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. prawn - 2 mesi fa

          Son d’accordo, aggiungerei che con Miha ha sprecato n’altri due anni e cmq aveva investito per miha, male (molta colpa la do a miha) ma aveva investito.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Veyser - 2 mesi fa

      Quindi Cairo ha comprato Zaza e Soriano perché si è spaventato di 400.000 tifosi che hanno chiesto di vendere il Toro??? :-) o sono 40.000? Quanti sono??? 4.000??? Ci sono in giro la Domenica mattina più Testimoni di Geova che firmatari di petizioni ignobili, irriconoscenti ed inutili….
      Privilegio Granata ha dato una lettura perfetta che condivido al 100%

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

    Mah. Articolo che lascia il tempo che trova.
    Tutte le opinioni sono rispettabili anche se non condivisibili

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

    Solito penoso articolo condito con l’altrettanto solito e scontato atteggiamento da “so_tutto_io”.
    Petrachi era stato chiarissimo in tempi non sospetti dicendo che diverse situazioni di mercato si sarebbero risolte all’ultimo, come in effetti si è verificato con Soriano e Zaza. Nel frattempo tutti i ruoli possibili erano già stati coperti, chi prima (Izzo, Bremer, Meité, Lukic) chi dopo (Ola Aina, Djidji).
    Gli innesti si sono fin qui rivelati tutti di spessore e di qualità, anche quelli meno noti, e mostrano ampi margini di miglioramento.
    Il bilancio per una volta è stato brutalizzato, con soddisfazione di tutti coloro che gridano “braccino, bracciamozze, ecc.”.
    Scottature con Maksimovic??? Se quel coniglio di giocatore, mal consigliato sicuramente, ha deciso di non presentarsi agli allenamenti e di fuggire in patria in attesa di poter lucidare con le nobili terga la panchina e la tribuna del San Paolo, è colpa della società?
    Cerci all’ultimo, per Amauri grida vendetta, ma Zappa per 28 mln, immediatamente sostituito da Ansaldi è un affarone anche a livello di qualità in campo, non solo di valenze.
    Partenze entro il 31 agosto ci saranno sicuramente, ma non saranno fulmini a ciel sereno che ci lasciano sguarniti. Per il semplice motivo che i giocatori necessari per la nuova squadra e più funzionali per l’assetto voluto dall’allenatore sono già stati acquistati (Soriano e Zaza, su tutti). Se qualcuno avrà troppo mal di pancia e non accetterà di mettersi in gioco nonostante il fatto che la crescita della squadra passi anche attraverso la turnazione degli attaccanti (e ogni riferimento a Iago è voluto), pace. Mazzarri farà a meno di chi non è convinto e di chi rompe lo spogliatoio rivendicando una titolarità che non più così scontata.
    E perché non è più scontata? Per il semplice fatto che il livello dei giocatori del Toro è cresciuto: Zaza se la giocherà con Falque, Baselli con Soriano e Ljajic, Rincon con Meité e Lukic, De Silvestri con Ola Aina, ecc.
    Tutto è stato fatto, nei limiti delle possibilità del Toro, in modo oculato, concreto e con le tempistiche possibili (non migliori, ma possibili).
    Una volta di più, mi trovo a biasimare il qualunquismo di un articolo a firma Chiarizia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Carlao - 2 mesi fa

      Fra i “so tutto io” fai la tua bella figura.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

        Grazie.
        Sarà che capisco che un conto sono i desideri, altro è la realtà dei fatti.
        Complimenti per il tuo nick, dà l’esatta idea della persona che si cela dietro di esso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Carlao - 2 mesi fa

          Cosa hai contro Carlao…secondo me uno dei più grandi acquisti dell’era Cairo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. r.ponzon_971 - 2 mesi fa

      Condivido al 100% !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. CUORE GRANATA 44 - 2 mesi fa

    Non entro nel merito della disamina tecnica fatta da Chiarizia, in quanto al riguardo tutte le opinioni sono opinabili.Mi soffermo invece sull’incipit iniziale: la domanda potrebbe apparire anche retorica ma, a mio avviso ,focalizza in concreto lo svolgimento del ns. mercato. Cairo ha evidentemente colto la delusione\disaffezione della più parete di noi tifosi realizzando di essere,presumo, giunto ai minimi storici in termini di credibilità.Da qui l’inaspettato scatto di orgoglio fatto,per una volta, senza troppi calcoli preventivi, che ha consentito di “bruciare” al fotofinish i “ciclisti” per l’arrivo di Zaza. Se così non fosse stato oggi,forse, faremmo ragionamenti diversi.Resta aperta la questione degli “esuberi eccellenti” e vedremo come andrà a finire.Certo l’inizio in salita non facilita il conseguimento del cd. “amalgama”( che non si compera al super market) e qui sarà compito di WM trovare “la quadratura del cerchio”. Come ho già detto in altro commento potremmo anche trovarci,dopo il primo blocco di partite, con pochi punti nel carniere ed al riguardo auspico che noi tifosi,per una volta,si possa deporre l’ascia di guerra. L’organico mi pare costruito per conseguire l’auspicato obiettivo EL, ma “la macchina” necessita di una “messa a punto”.Se poi le cose dovessero andare diversamente,chissà,magari si andrebbe alla resa dei conti. Ma per questa stagione tutti uniti senza se\ma. Sempre e comunque FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

      Petrachi disse che alcune situazioni si sarebbero risolte all’ultimo, come in effetti avvenuto. Altro che scatti di orgoglio dettati dalle critiche di una ventina di multinick su qualche forum granata.
      Zaza lo seguivano da almeno un mese, Soriano è stata una felice intuizione all’ultimo, vista l’impossibilità di concludere altre trattative già avviate da tempo (Grujic, ad es.)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. CUORE GRANATA 44 - 2 mesi fa

        Privilegio Granata non è nelle mie corde polemizzare e su Zaza riterrei però opportuno puntualizzare che magari lo seguivano da un mese ma resta il fatto che il giocatore ad una manciata di ore dalla chiusura era in mano ai ciclisti.A quel punto Cairo si è visto costretto ad un controsorpasso fatto con uno scatto di orgoglio senza troppi calcoli per non essere beffato in modo clamoroso.Che poi le critiche ad Urbano Temporeggiatore Parsimonioso siano venute da una ventina di multinck ….beh!Se Zaza fosse finito alla Samp penso che le critiche sarebbero state “leggermente” superiori. Cordiali Saluti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. GlennGould - 2 mesi fa

    Chi ha scritto l’articolo si pone come esperto di:calcio, calcio mercato, psicologia generale, economia aziendale.
    Per interpretare List che faccio, leggo Massimo Mila o chiedo a lei?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. toroscatenato - 2 mesi fa

    Lo dico con massimo rispetto: gli articoli dì Chiarizia riescono sempre a lasciarmi basito per quanto scontati risultano i temi toccati e per le banalità delle analisi
    Scusate se mi permetto…ma è accattivante come un sanpietrino
    In ogni caso FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. GlennGould - 2 mesi fa

    Ci voleva tanto?
    Ma questo titolo è l’inserto satirico di toronews? Una provocazione? O che altro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. GlennGould - 2 mesi fa

    So di nobili e grandi capi di stato che usano il plurale maiestatis. Ma lei è nobile?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. drino-san - 2 mesi fa

    Perché il plurale maiestatis? Poi su quali basi si può dire che ola aina (che ha giocato, a mio parere benissimo, mezza partita) e de silvestri offrano garanzie, e Ansaldi – Berenguer no?!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. user-13726000 - 2 mesi fa

    Ci volevano soldi da investire caro Vincenzo,senza essere certi che ti ritorneranno.Ma non li abbiamo tirati fuori né io né te…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 2 mesi fa

      …… e nemmeno Cairetto tira fuori i soldi suoi, anzi fa fatica a tirar fuori quelli TORO……..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Veyser - 2 mesi fa

        I soldi del Toro sono del suo Proprietario, cosa ti sfugge di questo banale e semplice pensiero….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mik - 2 mesi fa

          I soldi del toro sono anche quelli che i tifosi portano allo stadio per entrarci o per guardarlo in televisione. Pochi o tanti ci sono anche quelli e pretendono il massimo rispetto! Dalla società in toto e dai giocatori che quando scendono in campo devono farlo col massimo impegno!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Veyser - 2 mesi fa

            Mik dal momento in cui li dai alla società per i biglietti allo stadio o tramite pay tv tu tifoso ne hai perso la titolarità ed i soldi sono di proprietà Cairo che decide lui se e come spenderli… Se tu tifoso non sei contento puoi sempre decidere di non dare nemmeno 1 euro e fare il tifoso “braccino”

            Mi piace Non mi piace
  13. ToroFuturo - 2 mesi fa

    Complimenti per l’articolo. Tifosi e giornalisti al seguito devono essere esigenti perchè il Toro non è ricco e potente, ma resta un grande club con ottime potenzialità. L’obiettivo non è avere la luna, ma migliorare anno dopo anno la qualità e l’organizzazione societaria, dai pulcini alla prima squadra. Perchè se investi e organizzi bene, poi arrivano i risultati, più tifosi e più guadagni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Tommyy - 2 mesi fa

    Non sono della stessa idea dell’articolo riguardo la difesa contro la Roma: è ovvio che con un attacco del genere e con una squadra così superiore ci facessero male ogni volta che attaccavano, la trovo una cosa normale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Rock y Toro - 2 mesi fa

    L’errore della società è stato quello di non giocare la prima a Caselle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 2 mesi fa

      Aeroporto o paese?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. claudio sala 68 - 2 mesi fa

    Aspettiamo a fine Settembre per giudicare, a prima vista direi che per la prima volta abbiamo una panchina di livello come giocatori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Veyser - 2 mesi fa

    Chiarizia i fans aumentano ma io resto della mia opinione… Solito articolo contro la proprietà e contro i suoi dirigenti… Però Cairo deve ringraziarla perché è proprio grazie ai suoi articoli che avrà trovato l’illuminazione di fare ancora 2/3 acquisti però non proprio l’ultimo giorno… Ma Chiarizia deve proprio scrivere su tvvarna? Trovargli una sistemazione in un sito Anto Cairo non starebbe meglio? Io non ne sentirei per niente la mancanza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Max63 - 2 mesi fa

    Su Berenguer continua la campagna denigratoria che direi gratuita.
    Il ragazzo ha dato dimostrazione di crescita. Sbavature iniziali ci stanno cambiando ruolo (vedi Falque) e quindi nevessita di un po di pazienza ed obiettività. Non vedo tutto questo disastro.
    Diversamente invdce Baselli è un non giocatore abulico ed irritante. Un pò di sana panchina nn gli farebbe male e penso che con la crescita atletica di Soriano ne farà tanta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kalokagathia - 2 mesi fa

      Concordo in pieno. Berenguer ha fatto vedere buone cose nei fraseggi in mezzo al campo, ha un ottimo cross e un distinto rigore tattico e di temperamento, invero non lo considero per nulla un anello debole nonostante il fisico deboluccio. Baselli invece qualche tocco prezioso e buoni movimenti nella fase difensiva, ma davvero poche poche poche idee: resta un grande enigma.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. vittoriogoli_629 - 2 mesi fa

    Anche io d’avcordo su tutto.
    Aggiungo solo : caro Cairo non stracciarti le vesti,gli acquisto sono coperti dagli utili passati e ti rimane Niang da vendere che a 10/12 avresti già venduto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. unasolafede - 2 mesi fa

      Veramente i bilanci sono composti da conto economico e stato patrimoniale. Siccome i bilanci sono pubblici, anche se tanti fingono di non saperlo, l’utile di esercizio del Toro gestione Cairo ammonta a 1,5 milioni complessivi sommando 13 annualità. E’ difficile ammettere che quest’anno ci sono investimenti pesanti?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Aletoro - 2 mesi fa

    Complimenti per l’articolo. D’accordo su tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy