Mihajlovic: ritrova il Toro e fai rispettare la maglia

Mihajlovic: ritrova il Toro e fai rispettare la maglia

Occhi Sgranata / Nasce la rubrica di Vincenzo Chiarizia: lente d’ingrandimento sugli “stupori” granata

di Vincenzo Chiarizia

Debutta su TN la rubrica Occhi Sgranata, a firma di Vincenzo Chiarizia, giornalista abruzzese rigorosamente di fede granata che ci intratterrà soffermandosi su aspetti particolarmente degni di nota o, come richiama il nome della rubrica, sorprendenti, del mondo granata. Buona lettura!

Il fotogramma del momento in cui Iago Falque si accinge a battere (e sbagliare) il rigore a Empoli lascia davvero poco spazio ad ogni considerazione. Il giocattolo Toro sembra essersi rotto. Sinisa Mihajlovic ha perso il controllo. Il trainer ha visto sgretolarsi gli argini di un fiume che stava crescendo rispetto al ruscello delle passate stagioni, ma se cresce troppo senza una vera struttura, gli argini si rompono.

WhatsApp-Image-2017-02-05-at-21.47.50

Quella foto colpisce soprattutto per la distanza che c’è tra Iago Falque e i suoi compagni. Al di là del bisticcio tra lui e Andrea Belotti che in piena trance agonistica può anche capitare, non è concepibile una situazione simile senza che il mister dalla panchina sputi fuoco e fiamme. Anche perché così facendo, si tradiscono tutti i tifosi. Possibile che Mihajlovic dalla panchina non abbia visto la squadra allontanarsi dall’area di rigore? Come mai è in prima linea a sottolineare i chili di troppo di Maxi Lopez e fa finta di nulla su questo comportamento inaccettabile della squadra? Un atteggiamento che sa quasi di ammutinamento. Ed è mai possibile che Benassi ammetta candidamente che, giunti a febbraio, non si sappia chi è il rigorista? Grazie al suo piede fatato nessuno osava insidiare il Mihajlovic calciatore dalla battuta delle punizioni e dei rigori, come diamine è possibile che oggi al Toro, proprio con lui in panca, accada questo teatrino?

EMPOLI, ITALY – FEBRUARY 05: Sinisa Mihajlovic manager of FC Torino looks on during the Serie A match between Empoli FC and FC Torino at Stadio Carlo Castellani on February 5, 2017 in Empoli, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Spero che la situazione sia recuperabile, ma mi chiedo: Castellazzi dov’è? Che fa? Petrachi, il direttore sportivo? E il presidente? La società è silente, non si sente un fiato. E’ pronta per prendere gli elogi per le cose positive che fa come il Filadelfia o Torino Channel, ma tocca anche affrontare le situazioni scomode che, intendiamoci, a volte in una società di calcio sono anche fisiologiche. Capita dappertutto dover affrontare situazioni simili, ma basta essere presenti e intervenire per risolvere i problemi sul nascere. E poi… visto l’isolamento di Mihajlovic, siamo sicuri che il mister goda ancora della fiducia della società? Forse è proprio perché è venuta meno la fiducia nel trainer che non si è intervenuti sul mercato?

EMPOLI, ITALY – FEBRUARY 05: Sinisa Mihajlovic manager of Torino FC looks on during the Serie A match between Empoli FC and FC Torino at Stadio Carlo Castellani on February 5, 2017 in Empoli, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Non lo sapremo mai e spero vivamente che siano solo delle mie elucubrazioni da appassionato che si getta nello sconforto quando le cose vanno male. Spero davvero che la questione si risolva. Lo spero perché quella foto fa male! Uno scatto che rappresenta l’immobilismo del Toro, dei giocatori in campo e della squadra in classifica. Magari il tutto sarà risolto, ma intanto l’Europa sembra persa e l’emblema sarà proprio quella brutta immagine.

6 Commenta qui
  1. abatta68 - 2 anni fa

    In questi casi il silenzio è d’oro! A me non me ne frega nulla di cosa dice Benassi o di cosa dicono i giornali, che possono scrivere qualsiasi cosa in base a come si è svegliato lo scribacchino di turno… In quedte situazioni ci si chiude nello spigliatoio, si chiarsce e parlano Petrachi e Ventura, non i giocatori e tantomeno il Presidente! Punto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 2 anni fa

      Lapsus freudiano…. Ovviamente non Ventura ma Mhjailovic! :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ALESSANDRO 69 - 2 anni fa

    Una società che vuole definirsi seria e organizzata secondo un certo stile deve fare quadrato attorno all’allenatore perché altrimenti sarebbe come rinnegare implicitamente la propria scelta.Purtroppo spesso si è verificato che questa squadra ha avuto delle partenze brillanti per poi sciogliersi come neve al sole di fronte alle prime difficoltà,lo ha fatto con questo allenatore e lo ha fatto anche con altri.
    Trovo semplicemente inaudito il senso di resa mostrato nelle ultime giornate anche nelle dichiarazioni dei protagonisti stessi. Non esiste arrendersi in questa maniera quando alla fine del campionato mancano ancora 16 partite.
    Vuol dire che qualcosa dentro la società non funziona ancora perfettamente e il mercato non centra nulla.Non srà certo colpa del mercato se non abbiamo un solo giocatore che sappia tirare un rigore.
    La società e l’allenatore hanno il dovere di crederci fino in fondo e hanno il dovere di strigliare la squadra ogni giorno per questo.
    Questa aria di resa a metà campionato è molto più dannosa e pericolosa di qualche mancato acquisto nel mercato…..Noi tifosi facciamo la nostra parte e facciamogli vedere che noi non ci arrendiamo mai e che continuiamo a crederci semore..FORZA TORO SEMPRE E COMUNQUE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ex calciatore - 2 anni fa

    Caro Sig, Sinisa ,lei allena i giornali e le televisioni, non una squadra,queste cose non succedono neppure all’Oratorio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. gantonaz64 - 2 anni fa

    Abbiamo poca pazienza e ne abbiamo tutte le ragioni. La dirigenza e anche i calciatori in molti di questi anni bui per noi, non hanno mai dimostrato la passione di noi tifosi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. bertu62 - 2 anni fa

    WOW!!
    Un’altra Rubrica!! GRAZIE!! :-) …. E grazie soprattutto per sottolineare il fatto che l’autore DI FEDE GRANATA di questo (e dei prossimi…) pezzo è Abruzzese! FRATELLI GRANATA!! SIAMO TANTI!! SIAMO TANTISSIMI!! In Italia, nel Mondo, CI SIAMO!!! Non sono tutti “a strisce” i tifosi!!! :-) !!!
    Detto questo, noto principalmente DUE cose:
    – Il fatto sottolineato giustamente nell’articolo che NON C’E’ NESSUNO dei nostri pronto sull’eventuale ribattuta! E puntualmente l’abbiamo pagato caro! Come ha avuto modo di dire giustamente IL MITICO Rosario Rampanti, sono cose che NON DEVONO MAI ACCADERE!! Ed invece sono successe…..
    – Il fatto che si tiri nuovamente in ballo “il silenzio” della Società su aspetti prettamente calcistici, come il fatto che Sinisa sia lasciato “solo” e non “difeso” oppure come il Capitano (il Capitano, non un giocatore qualsiasi..) rilasci delle dichiarazioni in stile “Autogol”….
    Certo, ci sono anche altri aspetti della questione e tirati in ballo dall’articolo o taciuti ma ora vorrei dire la mia e sentire la Vostra in merito ai due sopra….
    ——
    Una chiave di lettura, quella che preferisco, che mi piace di più (e che mi fa “meno male” pensando così….) è che abbiamo una squadra giovane. Giovane in tutti i sensi, sia dal punto di vista “nascita” visto che è nata 7 Mesi fa, a Luglio 2016 (Allenatore, modulo e 8/11° di calciatori titolari..) sia dal punto di vista “anagrafico” visto che Domenica ad Empoli avevamo in campo dei ragazzi di 21, 22, 23, 24, 25 anni….E credo che VOLUTAMENTE il Mister abbia lasciato un po’ di “anarchia” in campo, forse per dar modo ai “ragazzi” di maturare e diventare “uomini”, forse per vedere se sarebbero riusciti a “gestirsi” in modo professionale, intelligente, maturo…Il caso del “rigorista” NON designato per me è emblematico: ha lasciato decidere a loro si CHI se la sarebbe sentita di tirare eventuali Penalty, dopo che un po tutti i”I TRES CABALLEROS” là davanti hanno fallito….Ed anche il fatto che “il Capitano” di 22 anni rilasci “candidamente” delle interviste che “maliziosamente” potrebbero venire strumentalizzate (cosa infatti poi PUNTUALMENTE avvenuta, soprattutto per merito dei soliti giornalai “a strisce”…) credo faccia parte del percorso di crescita anche Suo, come uomo e come Capitano del Toro!!

    La Società, da che mi ricordi, si è SEMPRE comportata così. Giustamente aggiungo. Anche ai tempi di Ventura (sembra che siano passati secoli, detta così, ma in effetti sono solo pochi mesi…) non sono MAI state prese “le Sue difese”! Io apprezzo una Società “normale” dove un Presidente sceglie dei collaboratori, studia con Loro un piano, e poi….basta! Ma cosa c’è da dire sempre, in più, ogni volta che qualche “giornalaio” scrive qualcosa di “provocante/provocatorio”? Cosa facciamo, ci ABBASSIAMO al Loro livello?
    C’è un Mister, scelto dalla Società, che ha la responsabilità della squadra… Sarà Lui a rispondere alle domande dei giornalisti (se intelligenti…) ed a mandare a “stendere” i giornalai, ed eventualmente sarà sempre LUI a rispondere alla Società dei risultati qualora NON SIANO il linea con quanto concordato.PUNTO! Ma scusate PERCHÉ si devono sempre fare dichiarazioni, rilasciare interviste, giustificare oppure difendere? PERCHÉ Il fatto che sia lì E’ GIA’ UNA RISPOSTA, o no??
    E qui siamo al nocciolo…..Credo che quest’estate Cairo ed il “Petra” si siano seduti ed abbiano detto: ” Ventura non ci sarà più, la piazza ha manifestato insofferenza per una guida “posata”, e se prendessimo uno “sanguigno”? Uno che abbia già di Suo un po’ di “granatismo” dentro, di suo? E se poi addirittura avesse voglia di portare avanti un progetto di squadra giovane, arrembante, votata più ad attaccare che a difendere, sapendo però che potrebbe volerci un po di tempo e che “magari” qualche tifoso potrebbe “mugugnare”, che dici? Esiste?”……Ecco, mi piace pensare che sia andata così! :-) ….Ed abbiamo Sinisa! Giusto? Sbagliato? Boh!!
    Ma….aspettiamo di vedere come andrà a finire prima di fargli il processo? Abbiamo aspettato 5 anni di vedere il progetto di Ventura portato a termine!! Potremmo ben aspettare ancora qualche mese, no??
    FVCG!!
    SEMPRE!
    E COMUNQUE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy