Il Toro vuole crescere davvero?

Il Toro vuole crescere davvero?

Occhi Sgranata / Torna la rubrica di Vincenzo Chiarizia: “Sistematicamente il Toro si presenta avendo fatto un mercato incompleto”

di Vincenzo Chiarizia

Guardando il calendario mi riesce difficile immaginare una rimonta clamorosa per l’Europa, soprattutto per merito delle avversarie che raramente inciampano. La sconfitta di domenica però ha messo a mio modo di vedere la pietra tombale sulle speranze del Toro. Immaginate cosa avrebbe portato nell’ambiente granata una vittoria all’Olimpico contro i giallorossi. Ci saremmo rilanciati alla grande soprattutto sotto il punto di vista dell’entusiasmo. Invece ci troviamo a commentare un’altra sonora imbarcata di gol (il Torino subisce una media di 1,6 gol a partita) e domenica c’è la trasferta di Firenze. Devo però sottolineare la prestazione di Lukic del quale su queste colonne si è già ampiamente parlato. Una partita davvero buona quella del giovane centrocampista serbo che sarà importante per il futuro. Già il futuro… ma qual è il futuro del Toro? Un’altra stagione come quella di quest’anno che è uguale a quella dell’anno scorso?! Francamente i tifosi cominciano ad essere stufi di illusioni che portano poi a figure barbine ed è anche normale che sia così. Il tifoso granata non chiede tanto: dà amore e chiede amore per la squadra da parte di tutti i componenti della società, dalla presidenza ai giocatori. I tifosi chiedono rispetto per la maglia e rispetto per i valori che il Toro rappresenta. I tifosi vogliono poter sostenere una squadra che lotta in tutte le partite e che affronti finalmente una stagione senza lacune in rosa.

Perché sistematicamente ci presentiamo ai blocchi di partenza con dei buchi non colmati dalle strategie di mercato?

Credo di poter affermare che il Toro abbia letteralmente buttato via l’Europa principalmente per questa motivazione. Vedere De Silvestri domenica schierato come centrale difensivo, vederlo perdere ogni contrasto contro Dzeko è stato deprimente oltre che imbarazzante.

Ma soprattutto cosa è successo a Mihajlovic? Il mister è passato dal dire le cose senza peli sulla lingua all’affermare che sulla prestazione di Roma lui vede il bicchiere mezzo pieno?! Ma pieno di cosa? Io invece con i miei occhi sgranata pieni di delusione ho visto con stupore una squadra senza anima, che a parte rari momenti, non è riuscita ad azzeccarne una. Ho visto per la prima volta in questa stagione una brutta prestazione di Belotti, ho visto Barreca soffrire, ho visto come al solito tanti tifosi sognanti tornare con i piedi per terra. Il probabile risultato di questa stagione sappiamo tutti purtroppo cosa comporterà nel mercato estivo, ma non voglio dirlo per non sembrare troppo pessimista.

Mi viene però una domanda dal cuore: c’è veramente la volontà di far crescere il Toro?

55 Commenta qui
  1. miele - 2 anni fa

    Provo a rispondere a fratello Bertu: io non sto sostenendo che Cairo avrebbe dovuto trattenere i giocatori contro la loro volontà. Sono benissimo che sarebbe stato controproducente. Però è innegabile che non si sia dannato l’anima per cercare di sostituirli degnamente: ricordiamo la farsa Simunovic l’ultimo giorno di mercato. Quanto a riproporre sempre gli stessi argomenti, purtroppo non si può fare diversamente perché gran parte dei problemi del Toro discendono proprio da quegli avvenimenti. Saluti e FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ddavide69 - 2 anni fa

    Chiedo a tutti i presenti: ma qualche risultato sportivo no? Fa così specie pretendere di vedere il nostro toro lottare stabilmente con Lazio e fiorentina e non fare la comparsa in serie A? Intendiamoci non sto dicendo di vincere qualcosa, ma di lottare per qualcosa (che non sia la lotta per non retrocedere), boh a questo punto…forse chiedo troppo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. tapiro granata - 2 anni fa

    Grande Vincenzo, perfetta la tua analisi…Cairo non vuole portare in alto il Toro o se lo fa non ce ne stiamo accorgendo.
    E le dichiarazioni fuori controllo senza senso dell’allenatore …societa’ senza carattere e mi spiace in fottivo in quanto mi sembrava giusto questo allenatore!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pasastabala - 2 anni fa

    Cairo è un presidente troppo ambizioso per accontentarsi di galleggiare nel mondo del calcio. In ogni caso non esiste alternativa dal momento che sappiamo tutti che nessun imprenditore facoltoso, sia italiano che straniero, è attualmente interessato al Toro. La politica di Cairo è quella di formare una squadra in cui talenti giovani possano crescere con giocatori più esperti, in maggioranza riciclati e perciò acquistati a basso prezzo, per arrivare in tempi medi a aumentare il numero dei giovani a scapito degli anziani. Il campionato in corso avrebbe dovuto costituire la base di lancio di questo progetto che però, al di là dei risultati inferiori alle attese, si è inceppato per la mancata crescita di giocatori come Baselli e Benassi e per le deludenti prestazioni di Lijaic. Il problema, perciò, a mio giudizio, non sta nella presidenza, ma nell’allenatore che avrebbe dovuto essere l’artefice della crescita dei nostri talenti, ma che – per varie ragioni – non è e quasi sicuramente non sarà. Meglio risolvere, a fine campionato, il rapporto, ma già fin d’ora imbastire l’assetto del prossimo spendendo bene i soldi incamerati dalle cessioni già avvenute e soprattutto individuando l’allenatore, meglio se giovane, ritenuto più idoneo per il progetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bertu62 - 2 anni fa

      Ciao fratello!! La tua analisi è educata oltre che condivisibile, “merce rara” di questi tempi ed anche purtroppo in questo forum…..Come sai, non credo che l’età di Sinisa possa essere ritenuta “un problema” relativamente all’eventuale mancata crescita di alcuni giovani….Credo piuttosto che ci sia stata una generale “trascuratezza” o meglio una valutazione errata dell’impatto che avrebbe avuto il doppio cambio ALLENATORE/MODULO in relazione ai calciatori presenti in Rosa….E senza dimenticare il pasticcio Maksimovic che ha ulteriormente spostato verso il basso la qualità complessiva della difesa!
      Però giochiamo ad intenderci bene: non dico che BASELLI sia un FLOP clamoroso DEFINITIVO! Dico che lo è ADESSO IN QUESTO TORO! Ma sono certo che altrove potrà far bene….Però OGGI, nel Toro attuale che è il Toro DI SINISA voluto da Cairo/Petrachi NON CI AZZECCA un cavolo! Infatti non per niente ha messo dentro OBI ed ACQUAH nonostante avessero entrambi evidenti limiti rispetto a Baselli, sia di piedi che di fragilità muscolare, MA NON DI FISICITA’! Allora la VERA questione appunto è stata il non capire PRIMA, in fase di calciomercato estivo, che se prendi MIHAILOVIC come allenatore DEVI SAPERE che ha bisogno di gente FISICAMENTE prestante, con piedi buoni e disposta a correre e correre e correre, sia per pressare alto (o basso) che per aggredire i portatori di palla avversari che per chiudere velocemente dietro e per tutti e novanta i minuti! Questo è stato l’errore più grande commesso! Poi le scelte fatte di mandare in prestito uno o l’altro, beh, sono discorsi che stanno insieme ai “SE” ed ai “MA”….”Se fosse rimasto Jansson….Se fosse rimasto Bovo…..Se fosse rimasto Vives, o Silva..” oppure chi volete restano PURE ILLAZIONI/TEORIE, non avremo mai la prova! Senza contare che le squadre DEVONO essere composte da 25 calciatori, mica 35!! Quindi alcuni andavano comunque ceduti!….
      FVCG!
      SEMPRE!
      E COMUNQUE!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. miele - 2 anni fa

        Mi pare che sia un po’ trascura la vicenda della difesa smantellata in estate e nemmeno rattoppata. Un presidente veramente rispettoso del Toro avrebbe dovuto fare qualcosa di meglio che venirci a raccontare favole tipo quella che con Carlao si era risolto il problema.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. bertu62 - 2 anni fa

          Vicenda “trascura” in che senso scusa?
          Ma poi, dimmi: dobbiamo SEMPRE tornare sugli stessi temi a dire LE STESSE COSE? Veramente? Se sì, eccoTi accontentato!
          GLIK se ne voleva già andar via da un anno, e lo stesso Maksimovic e Peres, anche perché del gioco di Ventura erano stufi anche Loro.. Poi sono stati “convinti” a rimanere ancora 1 anno (e qui, sul fatto che qualcuno dei “soliti idioti” insista nel dire che “un Presidente SERIO(??? SERIO?? C**O vuol dire SERIO..) dovrebbe far restare i giocatori…” se questi se ne vogliono andare, allora manco ADL è riuscito a tenere HIGUAIN, oppure i gobbi a tenere TEVEZ….e Loro non hanno mica i problemi di soldi del Toro, sapete!!), con i risultati sotto gli occhi di tutti: peggior difesa dei 5 anni di Ventura! Infatti dopo gli europei, GLIK al Monaco e Peres alla Roma, e Maksimerdovic che è stato convinto da Sinisa a restare SALVO poi rimangiarsi le parole, tanto da scappare in Serbia….Nel frattempo erano già stati presi accordi col Leeds per il prestito di Jansson (che manco a Ventura stava bene, in una difesa a 3 oltretutto, figuriamoci a 4…) e per Gaston Silva al Granada….Maksimerdovic doveva essere il padrone della difesa insieme a Rossettini, Castan, Zappa e Molinaro e Moretti ed Avelar se si fosse ripreso….Invece sappiamo com’è andata, no? Però la cosa davvero imbarazzante è che ANCHE se Maksimerdovic fosse rimasto, la situazione sarebbe stata UN POCHINO migliore, ma certamente NON OTTIMALE sempre nell’ottica del calcio che gioca Sinisa! ED E’ QUESTO IL PROBLEMA! Non hanno preso sul serio il doppio cambio ALLENATORE/MODULO!!
          FVCG!
          SEMPRE!
          E COMUNQUE!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 2 anni fa

            Forse pero dovresti riconoscere che nessuno dei due difensori sono stati sostituiti degnamente

            Mi piace Non mi piace
    2. policano1967 - 2 anni fa

      cairo e ambizioso nelle sue attivita ed e anche bravo ma nn condivido il cairo ambizioso nel mondo del calcio.la sua bravura sta nel comprare a poco e vendere a tanto.questa e la societa torino calcio oramai.ambizioni di migliorarsi calcisticamente parlando nn ne ha.nessuna squadra che abbia un presidente ambizioso si priva di 3 titolari in difesa rimpiazzandoli con giocatori di sicuro nn all altezza dei primi e per di piu avanti con l eta e con guai fisici.se tu prometti a tutti i giocatori bravi che se arriva un offerta da una big li lascia andare vuol dire che la tua intenzione e guadagnare e nn voler crescere.vanno venduti si ma razionalmente.max voleva andare via?bene.ma 2 li dovevi tenere.e successo quest anno,e successo con cerci e immobile in un solo colpo.ti privi di 2 che insieme fanno 40 gol in un colpo solo?tu questa la chiami ambizione?ambizione economica per i suoi interessi si.nn scherziamo su cairo per favore so 12 anni oramai e possibile che nn si riesca ancora a vedere l unica vera ambizione di cairo?????

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Kieft+Bresciani - 2 anni fa

        Concordo pienamente, infatti se Cairo dice “se una big fa un’offerta, ti lasciamo andare ” ammette implicitamente che per quel che gli riguarda il suo Toro non lo diventerà mai, una big. …..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. AlfredDick - 2 anni fa

    La crescita costante del Toro di Cairo non si discute, ottimo lavoro fin’ora!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. prawda - 2 anni fa

    Alcune precisazioni:
    Cairo non e’ il peggior presidente della storia del Torino, come ovviamente e’ ben lontano dall’essere il migliore, ma sinceramente non mi pare di aver mai letto affermazioni del genere; se pero’ si fanno dei confronti con il passato si devono paragonare dei dati omogenei. Significa che non si puo’ non tener conto che in tutta la storia del Torino calcio, nessun presidente ha mai goduto di una entrata cosi’ ingente come quella attuale relativa ai diritti televisivi, capace da sola di coprire l’83% dei costi di gestione; entrata su cui l’attuale presidenza non ha alcun merito visto che i parametri sono stati determinati dal decreto Melandri del 2008 ed anzi se il Torino e’ l’ottava societa’ per entrate da diritti televisivi lo deve ai parametri relativi al numero di abitanti della citta’ di Torino, al numero di tifosi ed allo storico della societa’ Torino, oltre alla quota ripartita in parti uguali, non certo all’attuale gestione visto che con gli altri due parametri relativi all’ultimo campionato e agli ultimi cinque, riesce solo a peggiorare il risultato complessivo. Come se si confronta il livello del campionato italiano di 20/25 anni fa con quello attuale il risultato e’ impietoso, sia in termini di valore assoluto sia in termini di risorse economiche necessarie. Cairo e’ presidente dal settembre 2005, siamo a fine febbraio 2017 quindi fra qualche mese saranno dodici anni e dato che ad essere ottimisti finiremo questo campionato al nono posto, il dodicesimo sotto Cairo, si puo’ tranquillamente parlare di dodici anni di gestione Cairo.
    Io credo che nessuno, a meno che non sia all’interno della societa’, sappia come siano davvero andate le cessioni dei vari Immobile, Cerci, Darmian e cosi’ via. Detto questo, puo’ essere che possano aver chiesto di essere ceduti, se avevano ricevuto offerte migliori e se da parte del Torino non ricevevano proposte adeguate, anche se viene difficile pensare che proprio tutti lo abbiano fatto e quasi sempre dopo aver sottoscritto un rinnovo contrattuale. Strano, prima firma un rinnovo e poi chiede di essere ceduto. Dall’altra parte mi sembra che la societa’ non abbia fatto proprio nulla per trattenerli ma anzi sia stata ben felice di cederli e di farci una bella valenza sopra. Oltre tutto mi pare che ‘intera gestione del Torino sia improntata ad acquistare giovani sconosciuti o giocatori da rilanciare, metterli in vetrina e rivenderli, guadagnandoci sopra; niente di male ma chiamiamo le cose con il loro modo e questa gestione con un progetto di crescita non ha niente in comune. Quello che pero’ e’ difficilmente comprensibile per un vero tifoso e’ per esempio vendere Cerci ed Immobile, farci una valenza notevole, sostituirli con Quaglieralle e Amauri e questo dopo che il bilancio al 31 dicembre si era chiuso con 10M di attivo. A parte la necessita’ di investimenti, non c’e’ nessuna societa’ in grado di svilupparsi senza, credo che se si vuole davvero costruire qualcosa bisognerebbe avere uno zoccolo duro su cui lavorare, ma se proprio si devono sempre cedere i migliori che siano almeno siano sostituiti adeguatamente. Ultima considerazione nel 2005 quando prese il Torino quasi nessuno sapeva chi fosse Cairo; si puo’ provare a calcolare cosa significhi in termini di costi pubblicitari avere una tale visibilita’, basta vedere cosa paga Suzuki solo per scrivere il proprio nome su una maglia. Nel settembre 2005 La7 e Rcs erano due capitoli ancora ben lontani, non solo dall’essere scritti ma anche solo immaginati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 2 anni fa

      Mi pare che tutte queste considerazioni, assolutamente inconfutabili, siano una chiara risposta al titolo un po’ retorico dell’articolo: No, Cairo non ha nessuna intenzione di portare il Toro ai livelli che il suo passato ed il suo blasone meriterebbero. A lui sta bene questo vivacchiare che gli permette di avere visibilità e di incassare valenze. L’obiezione che solitamente si fa a questo parere è che in passato ci sono stati presidenti ben peggiori: sono d’accordo, ma mi ostino a sperare che ne salti fuori uno migliore, per il bene della nostra gloriosa società.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bertu62 - 2 anni fa

    “ESSERE, O NON ESSERE..QUESTO E’ IL PROBLEMA: SE SIA PIU’ NOBILE D’ANIMO FALLIRE COMPRANDO FROTTE E FROTTE DI CALCIATORI “CAMPIONI” PAGANDOLI CON INGAGGI FARAONICO DEGNI DEI CINESI DI OGGI OPPURE SOPPORTARE GLI OLTRAGGI E LE PRESE IN GIRO DI RUTTOSPORT, COMBATTENDO AD ARMI IMPARI MA ONESTAMENTE…”

    LIBERAMENTE TRATTO DA “Amleto. Di William Shakespeare….Il quale, detto per inciso, sono certo che se avesse potuto, sarebbe stato UN FRATELLO GRANATA :-)!!

    FVCG!
    SEMPRE!
    E COMUNQUE!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bertu62 - 2 anni fa

    Il bello è che si continua a leggere in giro che “il bilancio della gestione Cairo di questi 11 anni è….”…..11 ANNI!!! Oppure sono 12? Il concetto è:
    Davvero vogliamo partire dall’inizio della Presidenza di Cairo al Toro per fare un’analisi? Perché se è così, va MALISSIMO a chi sostiene che Cairo è IL PEGGIOR PRESIDENTE che abbiamo mai avuto (anche se Ruttosport lo sostiene, ma essendo dei giornalai a strisce biancosporche, mi fa solo sorridere….)! Se invece volessimo prendere gli ultimi 5/6 anni allora le cose sarebbero un pochino “diverse”….Come evidenziato anche da altri fratelli qui (ed altrove ..) se si considera da dove Cairo è partito prendendo il Toro e dov’è arrivato adesso, c’è DA GIORNO ALLA NOTTE! Prima si rischiava di fallire un giorno sì e l’altro pure, oppure di andare in B eppoi tornare in A per poi tornare in B e restarci e fare i playoff, mentre oggi CI SI INC**ZA perché non si riesce ad andare a giocare IN EUROPA!!! :-) …. Ma ci rendiamo conto? Se poi analizziamo la “composizione” delle squadre dal passato ad oggi (non i nomi…) allora si vede come in effetti si sia passati dall’essere una società che faceva giocare i prestiti delle altre GRATIS per poi vederseli portare via, oppure essere una società in cui far transitare i “pensionati” delle altre squadre prima del ritiro, all’essere oggi una società proprietaria della maggior parte dei proprio calciatori, per lo meno quelli giovani e di talento, pur avendo dei calciatori in prestito da altre squadre ma O CON OPZIONE per acquistarli SE validi O PERCHE’ SCELTI DA LORO (come HART, ad esempio…)…. Se poi vogliamo parlare di giovani, come dimenticare che il nostro settore giovanile è stato distrutto dal famigerato duo CIMMI-ROMERO ed ha dovuto essere ricostruito DA ZERO! E ci vuole tempo, tempo ed ancora tempo per “far crescere” dei talenti calcistici in casa! Tempo e pazienza! Mi fanno ridere quelli che dicono “allora mettiamo i giovani della Primavera a giocare in prima squadra” come se la soluzione fosse quella e fosse talmente semplice che SOLO LORO ci possono aver pensato!! Peccato però che SOLO ALCUNI dei giovani della Primavera POTREBBERO essere in grado di giocare in serie A, visto che in alcuni casi fanno fatica a giocare anche contro i pari età del Carpi o del Benevento! Senza contare che GIA’ era stato portato un Primavera in panchina nella partita contro l’Empoli (mi pare..), Alessandro Buongiorno, che però s’è fatto male (setto nasale rotto..) contro l’Ascoli e quindi abbiamo perso anche Lui.
    Se davvero si reputa la Presidenza al Toro di Cairo come LA PEGGIORE, allora davvero non so cosa dirVi se non……AVETE LA MEMORIA CORTA! Che potesse fare DI PIU’ e FARE MEGLIO, questo sì, e credo se ne renda conto anche Lui…. Che INTENZIONALMENTE non voglia farlo, questo direi PROPRIO NO!
    E non è neppure vero che “a Lui interessi il Toro solo per la visibilità che gli può dare” in quanto fra La7 ed RCS, di visibilità, ne ha da vendere!!!
    FVCG!
    SEMPRE!
    E COMUNQUE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 anni fa

      Non è la peggiore presidenza ma di sicuro non è la migliore. Poi se andiamo sempre a vedere dove eravamo ieri…Ciao..io posso dire dove eravamo con pianelli. Dove eravamo durante la guerra poi ci hanno liberato gli americani, grazie agli americani… Bisogna anche andare avanti…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bertu62 - 2 anni fa

        Giusto Davide, sono d’accordo! Allora dovremmo anche smettere di dire che “IL TORO E’ UN PATRIMONIO CALCISTICO ITALIANO PER QUELLO CHE E’ STATO..” oppure che SIAMO UNA SQUADRA LEGGENDARIA….O no? Non possiamo appellarci al passato solo SE e solo QUANDO ci fa comodo, no?
        E se invece vuoi guardare avanti, allora vediamo che:
        Abbiamo il centravanti titolare della Nazionale Italiana: da quanto non succedeva?
        Abbiamo innalzato il tasso tecnico della squadra con giocatori di qualità, da quanto non succedeva?
        Abbiamo aumentato il valore della squadra, da quanto non succedeva?
        Abbiamo di nuovo le squadre giovanili che stanno facendo bene nei vari campionati, da quanto non succedeva?
        Ahhhh…..ma forse tutte queste cose sono accadute ed accadono per merito DELLO SPIRITO SANTO! PER INTERVENTO DIVINO! PERCHE’ E’ OBBLIGATORIO CHE ACCADONO! Mica perché FORSE in questi anni si è comunque cresciuti GRAZIE all’opera della dirigenza, che NON SOLO non ci ha fatto di nuovo fare yoyo fra A-B-A-B-B-B-A ecc…ecc…, non solo ci ha fatto di nuovo tornare ad essere fieri di essere tifosi del Toro ma che ci ha fatto anche tornare ad essere visti e conosciuti in giro per il mondo. Che si potesse fare di più e meglio è sicuro, è vero ed è giusto dirlo, ma non va bene sputare nel piatto dove si mangia e pretendere che il sapore sia ottimo! Vuoi un Toro “diverso”? Bene, critica SENZA insultare, critica “costruttivamente” senza inneggiare a guerriglie urbane, fai la tua parte andando allo stadio e non “boicottare” la società per poi pretendere che faccia uno stadio da 40.000 posti! O no?
        FVCG!
        SEMPRE!
        E COMUNQUE!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 2 anni fa

          Assolutamente, ma non credo di aver insultato qualcuno nell esprimere le mie opinioni per quanto opinabili…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. bertu62 - 2 anni fa

            No Davide, non TU!! :-) …. Mi riferivo ai soliti che insultando gridando pensano che così facendo avrebbero ragione!
            FVCG!
            SEMPRE!
            E COMUNQUE!

            Mi piace Non mi piace
    2. policano1967 - 2 anni fa

      amico bertu che a cairo nn ci so alternative lo sappiamo tutti e ce lo dobbiamo tenere.ho gia avuto modo di scrivere in qualke post le medesime analogie che abbiamo con napoli e fiorentina.entrambe acquisite sui fallimenti precedenti,ovvero prese e pagate un pugno di riso.il naoli e una realta e viaggia sempre nei primi posti.la fiorentina stabilmente e in europa.il toro stabilmente a meta classifica.diciamo che il napoli e fuori la nostra portata che ha 5 ml di tifosi(manco giocassero i tifosi) ma come mai siamo distanti anni luce anche dalla fiorentina?prende piu diritti tv la viola?vuol dire che della valle ha investito,ha valorizzato il prodotto fiorentina per poter venderlo bene,nn ha valorizzato solo il giocatore per poterlo venderlo bene come fa cairo.stesso discorso per il napoli.de laurentis col napoli ci guadagna e spende il sul mercato il 70x 100 di cio che incassa dalle cessioni.questo vuol dire reivestire e possibilmente mantenere la precedente posizione dell anno prima.cairo investe il 20×100 di cio che guadagna.come fai ad essere competitivo con queste cifre?e come vedi dall 8 posto di ventura scivoliamo sempre piu giu.come fate voi tifosi a nn vedere tutto questo?poi si da la colpa alla tstardaggine di ventura,all incompetenza di sinisa.e magari all ignoranza del prossimo allenatore.guarda quanta bravura ha avuto nell acquisire la 7 e rcs.il toro gli ha dato tanta visibilita e lui con la sua bravura imprenditoriale ne ha approfittato e per di piu con noi guadagna tanti bei soldini.piu che osannarlo basterebbe dire semplicemente..purtroppo nn abbiamo alternative presidenziali e dobbiamo tenercelo.semplice no?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. winchester - 2 anni fa

    Certo che si…!!!

    Quest’anno la crescita delle valenze sarà esponenziale rispetto ai 4 anni trascorsi…!!!

    Più crescita di così…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Puliciclone - 2 anni fa

    Cercherò di essere il più obiettivo possibile.
    PRO CAIRO: non andiamo in B da tempo e non ci andremo per parecchio altro, società sanissima, ricostruzione Filadelfia, ricostruzione settore giovanile e conquista del tricolore Primavera più altri successi, lancio di qualche giovane del settore giovanile in prima squadra, prestiti dei nostri giovani migliori senza dare possibilità di riscatto, quasi totalità dei giocatori in rosa di ns proprietà, nascita di Toro Channel, ritorno del Toro “sulla bocca di molti” per vari motivi, cessioni strapagate e, salvo i primi anni, stabilità societaria (allenatore, ds, dg, ecc…).
    CONTRO CAIRO: essendo molto pieno di sè, ci ha messo molto per capire che doveva lasciar fare a gente di calcio, difficilmente azzarda un acquisto pesante (cioè da 20 mln circa), non è un mostro di simpatia, in fase di mercato spesso promette numeri di giocatori da acquistare che poi non mantiene, spesso tira troppo la corda sul numero dei giocatori in rosa da consegnare al Mister di turno, sogna poco a tinte granata.
    Tirando le somme, secondo me la bilancia è dalla parte di Cairo. Checchè se ne dica, era da 25 anni che il Toro non era stabilmente dov’è ora. Io ho sperato per anni e anni e anni di essere dove siamo adesso, senza più penare fino all’ultima giornata per salvarci o per vincere i play off della B!! Detto questo, certo che vorrei sognare anch’io!! Certo che sogno la musichetta della Champions con Belotti inquadrato con gli occhi lucidi!! Ce la faremo? Non è detto, ma almeno ora possiamo almeno sperarlo… Difficile che Cairo si lanci in un forte salto di qualità, vero, ma per chiudere voglio chiarire una volta per tutte a qualche testa dura che ancora non l’ha capito quanto segue:
    Immobile, Cerci, Maksimovic, Glick, Peres, Darmian e altri che magari dimentico HANNO VOLUTO ANDARE VIA DAL TORO!! NESSUNO LI HA COSTRETTI AD ANDARSENE O LI HA PROMESSI A QUALCUNO A LORO INSAPUTA COME FA PREZIOSI O ZAMPARINI!! HANNO CHIESTO E STRACHIESTO DI ANDARSELA A GIOCARE IN UN CLUB PIU’ RICCO E CAIRO NE HA PRESO ATTO. Questa è verità, non il mio parere!! Quindi piantatela di dire “chi vende Immobile vuol dire che non vuol crescere”, Immobile ci aveva promesso di restare, salvo poi cambiare idea due settimane dopo. Alla luce di tutto ciò io dico: bene Cairo, almeno finchè non c’è nessuno più ricco ed innamorato di lui. Ma dov’è??? Dov’è????????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Baveno granata - 2 anni fa

      Tutto vero ma Non mi risulta che Bruno Peres abbia chiesto alla società di essere ceduto.
      Starei cauto pure nel dire che con Cairo non finiremo più in B.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bertu62 - 2 anni fa

        Beh, vatti a rileggere le dichiarazioni allora….Un po come tutti gli altri, come lo stesso Glik all’epoca degli Europei, disse che SE fosse rimasto al Toro gli sarebbe ANCHE stato bene ma che in ogni caso c’era il Suo Procuratore che si stava interessando della faccenda….Che tradotto significa che “sto per andare via dal Toro se trovo l’accordo economico ma se non dovessero darmi i soldi che chiedo allora resterò..”..Fattene una ragione!
        FVCG!
        SEMPRE!
        E COMUNQUE!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bertu62 - 2 anni fa

      Ciao Fratello :-) !!
      Apprezzo il tentativo di essere stato obiettivo, ma come vedi l’amarezza unita alla delusione da una parte e l’ottusità dall’altra fanno sì che la maggior parte dei nostri fratelli sia “stanca” di questa situazione!
      Sai, da una parte vorrei che “fossero accontentati” se non fosse che a rimetterci saremmo TUTTI! Però penso che per tanti ci vorrebbe un “BEL GIOVANNONE”, eh? Te lo ricordi? Immagino di sì, in fondo era “solo” il 2005! Ecco, ci vorrebbe che Cairo vendesse il Toro e che lo comprasse uno tipo “quello là”, così che nel giro di un’estate, un’estate e mezza di finisca con: giocatori di proprietà e di valore venduti (ed i Gobbi ringrazierebbero…), settore giovanile nuovamente smantellato (ed i Gobbi ringrazierebbero…), impianti sportivi regalati al Comune di Torino (ed i Gobbi, tanto per cambiare ringrazierebbero…) però I TIFOSI che adesso contestano l’operato di Cairo STAREBBERO ZITTI!!! MINC**A CHE BELLO SAREBBE!!!
      Peccato però che in questo scenario a rimetterci SAREMMO TUTTI!!!
      CIAO FRATELLO!
      FVCG!
      SEMPRE!
      E COMUNQUE!
      P.S. Ma sai che ho letto in giro sul WEB (altri forum granata…) che c’è gente che sarebbe disposta anche a fallire o peggio A SCOMPARIRE PER SEMPRE dal Calcio Italiano come TORINO FC “..piuttosto che continuare ad andare avanti così..”….Ma ti rendi conto? AD ANDARE AVANTI COSI’! Come se fossimo dei pezzenti che chiedono l’elemosina fuori dalla Lega Calcio!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Scott - 2 anni fa

      Sei così sicuro? Analizza bene bene bene, ma bene bene bene il caso Maksi… potresti trarre altre conclusioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. luca - 2 anni fa

      Ti spiego come funziona: tu tieni un giocatore di quelli davvero forti (un Cerci, un Immobile, un Darmian: per intendersi, quelli da tenere ed integrare di anno in anno se si volesse costruire una squadra da Champions) ad uno stipendio che è 1/3 o anche 1/4 di quello che prenderebbero altrove; inoltre, fai in modo che la squadra navighi sempre a metà classifica, senza alcuna possibilità di giocare le Coppe. Aspetti al massimo un paio d’anni, et voila, il giocatore chiederà in ogni modo di essere ceduto. Capisci? Non è difficile.

      Oh, a proposito, per quelli che dicono che Cairo non si intasca i soldi delle valenze: il giorno che deciderà di vendere, quei soldini -che sono a bilancio del torinofc, del quale contribuiscono a creare il valore- se li farà pagare tutti e fino all’ultimo centesimo.

      Saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 anni fa

        È certo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. policano1967 - 2 anni fa

      chiunque abbia una richiesta da una grande vole andarci a giocare.questo vuol dire che se ti arrivano 5 richieste per 5 bravi giocatori contemporaneamente li vendi tutti?accontenti loro a discapito della squadra?stabiliamo se cairo e un commerciante o un presidente di una squadra di calcio altrimenti si fa fatica a capire.che davanti ad una propsto allettante il giocatore va venduto e fuori discussione questo.ma si vuol tener conto anche delle consuguenze che tante cessioni in un colpo solo possono portare?e se vanno venduti per cifre tipo 50 ml di euro e sostituiti spendendo 5 ml di euro ti viene il dubbio che questi nn sono all altezza di sostituirli anche se nn erano fenomeni?si dice na botta al cerchio ed una al paniere.qui mi sembra sia stata data na botta solo al paniere ed i rusultati si vedono amico puliciclone.il mio dubbio e che se un giocatore esiti ad andare via…cairo lo accompagna fin sull aereo pue di nn farglielo perdere.condivido con te l ultima tua frase.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. CM Burns - 2 anni fa

    L’importante è fare valenze. Cairo ha capito come funziona il giochino, restare a galleggiare tra ottavo e tredicesimo posto vuol dire stare lontani dalla b ma allo stesso tempo evitare investimenti rischiosi che però sono quelli che ti portano a fare il salto di qualità. A meno di botte di culo resteremo sempre nella mediocrità e a moltissimi va bene così. Tanto alla fine è sempre colpa dell’allenatore di turno no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Scott - 2 anni fa

    Ma certo che si vuole crescere. E’ sbagliato il sistema. Anteponendo le valenze al progetto sportivo non si crescerà mai e, nella peggiore delle ipotesi, si farà una brutta fine. Non facciamo mica bulloni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. osvaldo - 2 anni fa

    No, non c’è nessuna volontà!
    Cairo ha gettato definitivamente la maschera,il Toro gli serve per dare visibilità e slancio alle sue attività imprenditoriali, per il resto va benissimo che la squadra galleggi tra il 10-13° e che gli porti annualmente ottime valenze con piccoli reinvestimenti.Un vero peccato perchè 11 anni fa avevamo creduto molto in quest’uomo e, quest’anno, sarebbe mancato veramente molto poco per esaltare l’ambiente,la squadra,noi tifosi e l’Italia intera. (sì,l’Italia intera perchè il Torino per l’italiano è leggenda -storia simpatia!).
    Osvaldo

    Chissà se mai riuscirò ancora a vedere un vero presidente granata che non prende in giro noi poveri tifosi e che possa veramente far crescere società e squadra per farci riassaporare la brezza che si respira nella lotta per le prime 3-4 posizioni.
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. prawda - 2 anni fa

    Penso che dodici anni di presidenza Cairo stiano a dimostrare quale sia la gestione scelta da questa societa’ e che non c’e’ alcuna volonta di crescere almeno per quanto riguarda i risultati sportivi. Cairo non e’ un tifoso del Torino, non lo e’ mai stato, ha preso il Torino per ragioni esclusivamente di ritorno economico e di visibilita’, non certo perche’ tifosa lo era la mamma, non ha alcuna intenzione di investirci un euro e visto che non lo ha mai fatto in passato tanto meno comincera’ adesso. Detto questo quale futuro per il Torino? Quello di galleggiare a centro classifica con magari un settimo/ottavo posto quando tutto girera’ alla grande e tutte le scommesse saranno indovinate o un quattordicesimo quando invece toppera’ qualcosa, fortunatamente vista la mediocrita’ del campionato italiano e soprattutto fino a quando rimarra’ a venti squadre, dubito correra’ altri rischi. D’altra parte per come sono ripartiti attualmente i diritti televisivi arrivare decimi o settimi per il Torino non cambia praticamente nulla a livello di entrate, unico parametro preso in considerazione dalla societa’; invece per provare ad arrivare settimi e lottare quindi per entrare in EL occorre fare investimenti senza peraltro alcuna certezza del ritorno sia in termini di risultati sportivi che economici. Visto che Cairo non e’ minimamente interessato ai risultati sportivi, non rischiera’ mai, non dico investimenti propri, ma nemmeno di non chiudere in attivo il bilancio per tentare di potenziare la squadra. Per cui si continuera’ a vedere transitare plotoni di scommesse, che appena avranno fatto vedere delle qualita’, saranno messe in vetrina per essere vendute; probabilmente non si rischiera’ mai un nuovo fallimento ma solo un lento ed inesorabile oblio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bertu62 - 2 anni fa

      Ma veramente?
      “Si vedranno transitare PLOTONI di scommesse…”…!!! :-) ….
      “Visto che Cairo non è minimamente interessato ai risultati sportivi…”…!! :-) ….
      WOW!!!
      Sai anche dirmi esattamente i 6 numeri del prossimo SUPERENALOTTO?
      No perché, vista la certezza non di alcune ma DI TUTTE le Tue affermazioni… :-)
      FVCG!
      SEMPRE!
      E COMUNQUE!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 2 anni fa

        Vuoi provare a contare il numero di giocatori transitati sotto la gestione Cairo? Io ci rinuncio visto solo quelli arrivati con Petrachi. Il resto mi sembra il solito ridicolo e infantile tentativo di denigrare le opinioni altrui.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. bertu62 - 2 anni fa

          Lieto che almeno abbia letto il mio post, certo della Tua risposta, fiero di essere agli antipodi sia dalle Tue opinioni che dal tuo modo di essere tifoso del Toro.
          FVCG!
          SEMPRE!
          E COMUNQUE!
          P.S. Oltraggioso come sempre lo spreco di risorse intellettuali e di pensiero nel voler a tutti i costi incitare la folla al grido di “AL LUPO AL LUPO” dal momento che il Lupo E’ ALTROVE!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. prawda - 2 anni fa

            Faccio davvero fatica a comprendere certe frasi; non perche’ non conosca l’italiano ma perche’ non riesco a capacitarmi di come si possa continuare a pensare di essere migliori di qualcuno solo perche’ la si pensa in modo diverso. Io esprimo le mie opinioni, possono essere ovviamente condivise o meno, ma mai ho pensato di essere piu’ tifoso di qualcun altro od addirittura, come faceva qualcuno, invitato a cambiare squadra. Abbiamo idee diverse, vediamo probabilmente il mondo in maniera diversa, io non ho alcuna intenzione di convincerti della bonta’ delle mie idee, al contrario di quello che pensi non ho certezze assolute, a meno che non si parli di numeri di bilancio, pero’ non ho mai insultato o denigrato un tuo commento. Non credo tu possa dire lo stesso.

            Mi piace Non mi piace
          2. Kieft+Bresciani - 2 anni fa

            Grandissima risposta da parte di prawda, condivido pienamente il tuo pensiero sul mantenere i toni pacati nel sostenere le proprie opinioni senza voler a tutti i costi convincere gli altri e senza insultare nessuno
            Ciao

            Mi piace Non mi piace
  15. ilpalodiBeruatto - 2 anni fa

    Due milioni di euro non sono una enormità! E’ la clausola rescissoria di Sarri nel Napoli di De Laurentis. Questo sarebbe il momento per muoversi a fari spenti. Altro che giocare con 18 punte come negli anni trenta o con Baselli con il fisico di Baggio ma con il ruolo di Gattuso…. Che mago in panchina! Ah già ma lui ha i valori morali….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco Toro - 2 anni fa

      Sarri sarebbe un sogno!!! Quello si che è un allenatore. Magari!! Altro che sto qui!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Simone - 2 anni fa

    Se c’è una cosa che va rimproverata a Cairo è l’immobilismo di gennaio.
    L’acquisto di Carlao (chiii??), il prestito dell’inutile Iturbe, la vendita di Vives e Bovo (x colpa di Miha) quando TUTTI, ma proprio TUTTI, chiedevano ad alta voce un centrocampista sono imperdonabili.
    A questo aggiungiamoci un tecnico che sinora ci ha fatto vedere un solo modo di giocare che non si adatta minimamente ai giocatori a disposizione e la frittata è fatta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. barabba - 2 anni fa

      Per me hai ragione ma non dimenticarti di iturbe che quando e’ stato presoeravamo tutti stracontenti, in primis tuttosport.
      Ora non e’ per difendere il pres ma come fai a prendere castro o donsah a 10 mln?????? sono giocatori che se vabene valgono meno della meta’
      e in difesa quale giocatore DECENTE si e’ mosso?
      certo il pres doveva sapere che carlao, che tutti giudicano un bidone senza MAI AVERLO VISTO GIOCARE, si sarebbe rotto insieme a castan e a rossettini con ajeti impazzito!!!! no cosa ovviamente stra facile da indovinare.
      calma e gesso
      importante e’ skorupsky .
      se e’ vero, cosa che dubito, che l’abbiamo bloccato il resto conta zero e meno ancora.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 2 anni fa

        Cosi a naso: è meglio Bovo che conosciamo a menadito o Carlao che sappiamo giocava in uno dei più agguerriti campionati d’Europa (Cipro)?
        Ma a gennaio, in TUTTO IL MONDO, c’erano solo Castro o Donsah da poter prendere,veramente ti bevi questo?
        Su iturbe non aggiungo altro in quanto, vivendo a Roma, ho già scritto abbastanza su di lui e su quanto fosse DERISO dai tifosi giallorossi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Akatoro - 2 anni fa

    Se si vuole crescere i 35/40 milioni che arrivano da Peres e maksimovic vanno messi TUTTI nel mercato. e secondo punto bisogna puntare nella stessa direzione. Quindi o la società cambia allenatore, o l’allenatore cambia modulo, o società in accordo con allenatore cambiano centrocampo. Benassi e baselli non sono scarsi, sono solo messi in un modulo non adatto alle loro caratteristiche.Sottointeso che servono rinforzi importanti in difesa. PS Belotti deve restare, se parte devono essere almeno 120 i milioni messi sul mercato. Anche se vedendo il modus operandi in caso di cessione Cairo non rischierà l’intero tesoro, farà un prestito con obbligo riscatto, così non spende tutti i soldi e non ne brucia la metà in tasse. Il problema di Cairo presidente non è tanto il braccino corto, ma il passo corto e l’assoluta avversione a rischiare qualcosa in più. Infatti i 40 milioni scritti su, sono stati spostati a quest’anno in modo da avere soldi da investire senza rischiare o rivendere altri giocatori. A lui personalmente conviene comprare, aumenta il valore della squadra, e quindi del suo patrimonio, senza pagare tasse su valenze

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 2 anni fa

      Sono d’accordo, Cairo non rischierà mai nulla, il progetto è quello di far crescere il Toro, ma poco alla volta, e se questo significa fare campagne acquisti incomplete, è una cosa che viene accettata, con tutte le conseguenze del caso. Per noi tifosi significa masticare amaro, ma così stanno le cose. Solo una cosa da aggiungere. Non si chiede di mandare via Mihailovic perché così facendo si risolverebbero tutti i problemi. Dal momento però che l’allenatore è responsabile della mancanza di gioco, dell’utilizzo sbagliato dei giocatori, delle decisioni dubbie nelle campagne acquisti, è normale che i tifosi lo vogliano mandare via. Poi è chiaro che mandando via Mihailovic non si risolve la parte di problemi relativa a Cairo. Ma mandare via Cairo in maniera indolore è impossibile, anche perché non ci sono alternative, mentre alternative a Mihailovic ce ne sono, eccome.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. bertu62 - 2 anni fa

    Hummmmmmm…..
    I denari veri arrivano dai diritti TV…..Se non ci sono TV che pagano per vedere le partite della Tua squadra, allora denari veri non li vedi…..Ora, Cairo mi sembra tutto fuorché uno che di “denari” non ne capisca, giusto? Allora non credo che intenzionalmente NON VOGLIA far crescere il Toro! Và da se che più il Toro sale in classifica, più denari arrivano E dalla TV E da eventuali Sponsor, Merchandising, ecc…ecc…Inoltre c’è da dire che Cairo, di calcio, non ne capisce mezza, proprio per Sua affermazione! Ha impiegato anni (5) per trovare la quadra con un DS ALMENO onesto (Petrachi) ed un allenatore ALMENO che ci ha riportati e tenuti in A (Ventura) spesso con scarti (panchinari…) presi (Petrachi…) da altre squadre sia di A (Cerci e Immobile..) oppure in Sud America (Peres…)…..
    Allora IL PROBLEMA VERO, qual è?
    Hmmmmmmm….Credo che NON SIA UNO SOLO. Il principale è che Cairo ha trovato un uomo di cui si fida e che in questi anni ha dimostrato di saperci ANCHE prendere, cioè Petrachi, e NON LO VUOLE MOLLARE! Ed il buon Petrachi ha in effetti dimostrato in questi anni che QUALCHE operazione ottima l’ha portata a casa, ma spesso e volentieri invece ha “cappellato” magari non tanto in cessioni (ad es. mollare Maksi ad ADL per 23MILIONI di Euro credo che sia stato UN GRAN COLPO…) oppure in acquisti (il FENOMENO Belotti su tutti…) piuttosto invece proprio nel disequilibrio fra Acquisti/cessioni!!! Non puoi mollare i tre dietro nostri senza trovare ALMENO dei sostituti all’altezza! Di sicuro non si pretendeva INIESTA o similari ma DICIAMOCELO, l’operazione CARLAO (ancora MAI visto in campo…) ed AJETI (questo purtroppo invece visto…) ci ha fatto diventare la barzelletta dell’Italia calcistica!!! E sentire poi le dichiarazioni DI FACCIATA, per carità, però sono sempre dichiarazioni ufficiali dove dici che “era un obiettivo inseguito da tempo..” non fa altro che accrescere la rabbia nei tifosi!!
    Quindi diciamo che abbiamo un Presidente che:
    1) Non capisce di calcio, ha l’umiltà di ammetterlo, si avvale di collaboratori…
    2) L’attuale DS ha la Sua totale e completa fiducia e non se ne vuole privare…
    3) Il cambio dell’allenatore sono certo che voleva essere un segnale di ulteriore salto in avanti di qualità…
    4) Non si sono resi conto che il disequilibrio fra acquisti/cessioni ha di fatto indebolito la squadra in funzione del cambio di allenatore/modulo, che abbiamo visto tutti prevedeva giocatori con molta fisicità mixata da qualità, il tutto ovviamente integri….
    Beh, il risultato è sotto i nostri occhi!
    Che futuro ci aspetta?
    Onestamente? Onestamente penso che Cairo non mollerà il Toro. Scordiamo che possa decidere di vendere. E penso anche che difficilmente mollerà Petrachi, anche se “rumors” parlavano di Sabatini, attualmente libero. Ed altrettanto difficilmente credo che verrà esonerato Sinisa. Sono quindi abbastanza sicuro che si arriverà non solo a fine campionato ma anche all’inizio del prossimo con la stessa “configurazione” dirigenziale! Sarà da vedere invece con quali giocatori!!
    FVCG!
    SEMPRE!
    E COMUNQUE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vecio - 2 anni fa

      Concordo in toto.
      La paura o la sensazione di tornare ad essere quella polveriera di qualche anno è però davvero concreta.
      Hai presente quella sensazione di giocattolo rotto e irreparabile…
      Questo è il peggior timore.
      E, inevitabilmente, ci sarebbe di nuovo da rifare tutto da capo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bertu62 - 2 anni fa

        Ciao Vecio!!
        Beh sai, io la paura a cui tu accenni non la vedo molto…Forse perché sono vecchio e rimbamba e pure miope (!!) però non credo che ci sarà mai più quel clima da “contestazione feroce” al quale tu accenni….E non tanto perché magari i tifosi del Toro (noi…) ci siamo “afflosciati” oppure “imborghesiti” come invece detto da altri tifosi del Toro (??)…. Il fatto è che COMUNQUE risulta chiaro, volente o nolente, che lo si riconosca oppure no, che ripsetto al passato in cui si lottava PER NON FALLIRE oppure PER NON RETROCEDERE adesso tuttalpiù ci si “inc**za” perché non si riesce ad andare stabilmente a giocare in Europa!! Come vedi, i paletti o “l’asticella” come è stata chiamata più volte, rispetto al passato, E’ BEN PIU’ ALTA!!!
        Ciao Fratello granata!!!
        FVCG!
        SEMPRE!
        E COMUNQUE!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. ddavide69 - 2 anni fa

    Mah per qualcuno la ricetta potrebbe essere quella che mandare via mihailovic. Costerebbe poco a cairo noi avremmo una decina di punti in più e probabilmente ci giocheremmo l europa. O magari no ma tanto non importa perché la nostra dimensione è questa e tutto quello che viene in più è grasso che cola…..Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Granata Intransigente - 2 anni fa

    Cairus interruptus, dopo vent’anni ci qualifichiamo per l’Europa legue e lui vende Immobile e Cerci per Amauri e Quagliarella. A Cairo interessa la mediocrità e le valenze. Una stagione così darà la scusa per vendere Belotti e sostituirlo con il fratello di Carlao. A proposito perché vendere Bovo a gennaio? Com Cairo non cresceremo mai. Grande Leo quanta ragione hai. Un saluto mesto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 anni fa

      No, non dire così, non capisci una mazza… È tutta colpa di mihailovic

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. LBgranata. - 2 anni fa

    C’è la volontà di creare sempre valenze.
    Carogna vattene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 anni fa

      Ma va dai, mandiamo via l allenatore vedrai che andrà tutto a gonfie vele…E se poi non andrà così… Potremmo sempre fare una bella fessura in un muro ci mettiamo sopra una fettina di carne e godiamo con poco

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. gantonaz64 - 2 anni fa

    Evidentemente NO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LBgranata. - 2 anni fa

      C’è la volontà di creare sempre valenze.
      Vattene carogna.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy