Mattoni d’argilla

Mattoni d’argilla

Lettere alla redazione / Riceviamo e pubblichiamo una poesia di Walter Olivetti

di Redazione tvvarna

Riceviamo e pubblichiamo la poesia “Mattoni d’argilla” di Walter Olivetti – il quale romanticamente ricorda quanto lontani siano i tempi dove il Toro incantava i tifosi sul prato del Filadelfia.

“E’ un Toro che vince è un Toro che incanta”
diceva la gente negli anni quaranta,
in quei giorni lontani s’inforcava la bici
al Filadelfia si era tra amici 

Tempio del calcio, quartier generale,
luogo di culto in un clima gioviale
una pacca, un sorriso, coi grandi campioni
un rapporto più umano e di grate emozioni 

Giorno di festa l’arena è gremita,
per gli avversari non c’era partita,
schemi precisi azioni perfette,
la palla di cuoio s’insacca nel sette!

Avanzavano i lustri, il vento cambiava,
degrado e abbandono come un fiume di lava
mattoni d’argilla intrisi di storia
uniti tra loro con lacrime e gloria 

Gli occhi socchiusi nei decenni sofferti
strappate le erbacce si sono riaperti,
la “casa” è risorta son cessati i lamenti
d’un campo speciale difeso coi denti

Walter Olivetti

4 Commenta qui
  1. Turin2.0 - 3 mesi fa

    Possiamo ritornare a quei fasti solo se ricostruiamo la nostra identità che in questi anni è andata perduta e la nostra identità la ricostruiamo puntando a crescere al Filadelfia le future generazioni che vestiranno la maglia granata iniziamo quindi col non rinnovare i contratti in scadenza di sedicenti campioni e preferiamogli qualche ragazzo cresciuto nelle nostre giovanili come Barreca Bonifazi e Edera magari dando una chance portando in ritiro qualcuno di quelli in prestito come Parigini e Aramu o promuovendo qualcuno dalla Primavera come Buongiorno gente che la maglia la suda solo allora rivedremo il cuore Toro nel derby e non le prestazioni scialbe e senza cuore cui abbiamo assistito e se poi dovremo lottare x la salvezza avremo comunque un obiettivo x cui lottare e non sarà così un campionato anonimo e privo di un senso come gli ultimi 2

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ribaldo - 3 mesi fa

    I lamenti non finiranno mai, sono l’unica cosa in cui siamo ancora i migliori! :-)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13758358 - 3 mesi fa

    una bella poesia. grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. CUORE GRANATA 44 - 3 mesi fa

    Amarcord di atmosfere e di un calcio che non esiste più ma che, da adolescente, ho avuto il privilegio di respirare.Caro Walter Olivetti permettimi tuttavia di dissentire su un aspetto: la “casa” è risorta solo parzialmente e chissà mai se verrà completata ed i lamenti non sono cessati! Ma è una licenza poetica che da “antico” cuore granata ti concedo volentieri. Ciao. FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy