Toro, ti è mancata anche la concentrazione

Toro, ti è mancata anche la concentrazione

Lo Psicologo Granata / Contro il Sassuolo i granata hanno evidenziato black-out ingiustificabili. Ad Udine deve cambiare qualcosa

5 commenti

Con le recenti 3 vittorie consecutive il Toro si era tolto da situazioni scomode pur senza rilanciare minimamente le proprie, già sopite da tempo, ambizioni europee; inoltre la prestazione di Roma aveva fatto intendere che il finale sarebbe stato di quelli con pochi obiettivi ma con tanto spettacolo, magari con qualche esperimento “primaverile” e soprattutto con un Toro che giocasse a viso aperto rischiando qualcosa in più. E invece neanche l’assenza di rischi e di obiettivi ha ravvivato del tutto la squadra che col Sassuolo, complici dei gol sbagliati che hanno dell’incredibile,  apparso molle, privo di nerbo e a tratti rinunciatario di fronte ai neroverdi più concreti che belli, ma tanto basta per vincere le partite.

Alcuni miei pazienti che sento abitualmente hanno iniziato, da un po’ di tempo, a notare che non sempre tutti i giocatori che scendono in campo, lo fanno al 100% della concentrazione, palesando, a tratti dei veri e propri black out. Quando questo avviene, il più delle volte le squadre avversarie ne approfittano e ci infilano. Non Ë un caso se quest’anno la difesa del Toro non sia lì, tra le 6/7 meno battute. Sicuramente in alcune partite non si  vinto per mancanza di inerzia offensiva, o per gol divorati  in maniera assai rocambolesca, ma, a detta della maggior parte dei miei pazienti, il problema principale sta nella difesa e nella concentrazione non sempre esemplare di alcuni suoi interpreti che fino ad ora erano stati i capisaldi dei successi di questa squadra. Probabilmente la miriade di voci di mercato che ha continuato a girare intorno ad alcuni elementi della rosa può, per usare un eufemismo, non aver aiutato a trovare la giusta motivazione che sarebbe servita, e che forse avrebbe portato il Toro ad una classifica più interessante.

Ora mancano solo più 3 partite, 2 delle quali (Empoli e Udinese) senza nessun obiettivo da ambo le parti, per cui sarebbe importante sfruttarle per fare degli esperimenti (tattici e tecnici) dopo di che si potrà dare inizio al valzer del calcio mercato, e anche quest’anno sarà una lunghissima estate da questo punto di vista, tra voci di cessioni milionarie e interessamenti vari per i nostri pezzi pregiati. Non ci resta che attendere e vedere cosa decider di fare la società.

Alla prossima dal vostro psicologo del Toro!

5 commenti

5 commenti

  1. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

    Ma qui c’è di tutto, gente che vorrebbe rimanere, gente che vuole l’Europeo, gente che lo ha già conquistato, gente che vuol mettersi in vetrina, penso che il problema concentrazione può valere per alcuni, Glik in primis che ha già l’Europa in tasca, Peres che potrebbe avere sirene dall’estero però il migliore domenica, mentre sulla carta uno come Padelli con l’Europeo alle porte dovrebbe essere super concentrato, ma di fatto lo è meno di tutti, non per saperne di più dello psicologo, ma domenica più che la concentrazione, sono mancate le palle, a cominciare dal mister che dopo il gol invece di incitare si è afflosciato in panchina e non mancava un minuto ne mancavano 15.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ToroFuturo - 2 anni fa

    I giocatori in partenza sono disinteressati e stanno attenti a non farsi male. Con una situazione del genere l’unica cosa che si può fare è schierare panchinari desiderosi di mettersi in mostra e 2 o 3 Primavera: come dire, fare di necessità virtù.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Seagull'59 - 2 anni fa

    no comment, altrimenti è ambiente ostile…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Baveno granata - 2 anni fa

    La nostra squadra ha offerto prove decisamente penose per svariati motivi:il primo responsabile è’ l’allenatore ottuso con il suo modulo di gioco,i suoi alibi,la sua arroganza e mancanza di dare le giuste motivazioni.Poi vengono i giocatori che in maggioranza sono qualitativamente mediocri,senza attaccamento alla maglia e poco concentrati,ovviamente Non mi riferisco a Belotti,Ciro,Maxi,Baselli. Avessimo ancora gente come Bruno,Policano,Annoni queste fighette si prendevano tante scarpate nel culo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DADO - 2 anni fa

      bruno,policano, annoni……cravero, fusi, lentini,pato aguilera, casagrande ecc
      B R I V I D I!!!!!!!!
      quel coglione di bonucciscarso non si sarebbe permesso certi comportamenti nei derby, parchè ‘o animale gli spiegava nell’atto come stavano le cose!!!
      chi abbiamo oggi cosi??
      anche glik ha già perso la mia stima, è una vergogna quest’anno..
      sono d’accordo con toro futuro, giochiamo con i primavera, non abbiamo nessun obbiettivo da raggiungere..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy