Un Toro d’orgoglio pareggia a Napoli

Un Toro d’orgoglio pareggia a Napoli

L’editoriale di Gino Strippoli / I granata rimontano due volte il Napoli ed escono imbattuti dal San Paolo

di Gino Strippoli

Diciamocela tutta, è un pareggio conquistato grazie a due assist di Adem Ljajic per due bellissimi inserimenti di Baselli e di De Silvestri e poi molto demerito del Napoli. D’altronde chi ha visto la partita può ricordare come il Toro sia stato sempre schiacciato nella propria metà campo, in una sorta di catenaccio, per quasi tutta la partita. Praticamente togliendo i due lampi che hanno permesso ai granata di rimontare per ben due volte lo svantaggio ed uscire così imbattuti dal San Paolo di Napoli, il Toro non ha mai giocato se non per difendersi.

Un attacco, quello napoletano, che non è mai stato incisivo rispetto alla mole di gioco e al pressing effettuato e che di fatto ha schiacciato la squadra di Mazzarri nella propria metà campo. Se analizziamo il primo gol vedremo che è stato un colossale regalo di Burdisso, e da uno della sua esperienza non ce lo saremmo mai aspettato. Il secondo gol invece è arrivato da una prodezza balistica di Hamsik, per il resto un tiro di Callejon respinto da Sirigu e poco altro. Insomma un Napoli che ha fatto tanto rumore per nulla. La squadra di Sarri ha giocato bene ma ha finalizzato malissimo, da qui un pareggio che al Toro può dirsi meritato per la caparbietà di non aver mai mollato. Con questo pareggio anche la stagione del Napoli può dirsi conclusa mentre per il Toro la soddisfazione di essersi difeso con personalità anche se ha subito troppo a centrocampo. Sicuramente la formazione a trazione posteriore messa in campo da Mazzarri non poteva di certo creare pericoli e soprattutto non è mai riuscita a cucire gioco. I tre in mezzo al campo Baselli, Rincon e Acquah sono sempre apparsi in difficoltà e hanno sempre lasciato Ljajic solo a predicare nel deserto.

Meglio nel secondo tempo: un Baselli che è sembrato rivitalizzato, al di là del gol realizzato. Ancora una prova scialba per Niang, davvero incomprensibile il suo stato di forma e la sua svogliatezza, un giocatore senza grinta. Ottima la prestazione di Bonifazi in difesa: un ragazzo che se riuscirà a rimanere con i piedi per terra potrà dir la sua nel campionato italiano e in maglia granata. Inutile dire che il rientro di Ansaldi ha giovato alla squadra così come il finale di stagione che sta regalando De Silvestri. La saracinesca Sirigu ha ancora una volta dato i suoi guanti alla causa granata con sicurezza così come Nkoulou, per il resto questo Toro è davvero da ricostruire. Questo pareggio non deve e non può illudere nessuno.

5 Commenta qui
  1. FVCG-70 - 7 mesi fa

    Onestamente a me il pareggio a Napoli ha dato soddisfazione…

    Il Napoli era probabilmente in una condizione psico-fisica pessima, ma in ogni caso con testa e raziocinio siamo sempre rimasti in partita.
    Prima del goal di Baselli ho visto una squadra che voleva il pareggio. In casa del Napoli…

    Su WM mi riservo di vedere cosa succederà il prossimo anno (in funzione anche del mercato ovviamente).

    E poi, vi ricordo I tre match con il Napoli con il serbo in panchina: 3-5 / 0-5 / 1-3… gli ultimi due in casa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13746076 - 7 mesi fa

    Giocato con ordine e testa, tutto qui. Certo che ci manca qualità e che su alcuni giocatori le valutazioni siano state fatte in ottica futura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fabio - 7 mesi fa

    Si chiama tattica, si fa il meglio con ciò che si ha, di certo non vai a Napoli ad imporre il tuo gioco e magari esci con un buon pari.

    Poi spiegatemi l’ottima prova di Bonifazi, l’errore di Burdisso è marchiano, certo, ma una palla orizzontale in area, con un attaccante in pressione, non devi darla mai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. [email protected] - 7 mesi fa

    ma come si fa a dire che i giocatori cominciano a capire che cosa vuole lui la squadra non gioca a calcio se non per la qualita di liiaic o di baselli (che se manca a centrocampo è il buio totale,ma fisicamente è quello che è)o di qualche sprazzo di iago falche per il resto fanno ridere e lui continua a dire che vede dei miglioramenti ma per piacere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. robertozanabon_821 - 7 mesi fa

    Penso che le valutazioni siano ormai state fatte tutte.
    A parte leggere sfumature il valore dei singoli giocatori è un aspetto conclarato.
    Il Torino ha bisogno di qualità.
    Le squadre che ci sopravanzano sono tutte superiori a noi per quanto riguarda l’organico.
    Tocca alla Società intervenire per colmare le lacune.
    Tutto il resto, come si sa, è noia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy